Francesco Facchinetti



17
giugno

BOOM! STAR ACADEMY SU RAI2, MA FACCHINETTI E’ IN FORSE. IL ‘PROCESSO AL TALENT’ CON BATTAGLIA (AL POSTO DI AMADEUS) E BARZAGHI

Daniele Battaglia

Sforniamone un’altra, ormai è cosa fatta: il talent di Rai2 che sostituirà XFactor sarà Star Academy a meno che non vi sia un altro talent show targato Endemol tra le proposte passate al vaglio dalla direzione della seconda rete della tv pubblica.

Nella bozza dei palinsesti, infatti, è attualmente indicato genericamente come ‘talent’ (il titolo, dunque, potrebbe essere differente), lo show che prenderà il posto di XFactor, ormai approdato ad altri lidi. Ma il bello e’ che accanto al nome di Francesco Facchinetti c’è un bel punto interrogativo. Il motivo, però, non risiederebbe nell’indecisione del conduttore verso la proposta della tv pubblica, quanto, piuttosto, nella scadenza del contratto non ancora rinnovato.

Oltre al talent c’è di più. Unitamente all’appuntamento in prime time, anche Star Academy avrà il proprio ‘Processo‘. In onda al sabato, proprio come XFactor, verrà quasi certamente condotto da Daniele Battaglia con Alessandra Barzaghi. Ma se su quest’ultima non c’erano dubbi (attualmente sta anche girando Pupetta Maresca, fiction nella quale intepreta il ruolo di Maddalena), per il conduttore c’era in pole position un altro volto della rete. Volete sapere quale? Cliccate su ‘Continua a leggere’.




2
giugno

FRANCESCO FACCHINETTI CONTRO CRITICI (E COLLEGHI?): “FACCIO IO IL 16 SU RAI1 ED E’ UN DISASTRO, LO FA CHIUNQUE ALTRO ED E’ UN SUCCESSO…”

Francesco Facchinetti

Chissà che non siano gli “ormoni della paternità”. Capita infatti che Francesco Facchinetti stamane si svegli con un’insolita vis polemica, manifestata direttamente tramite la sua pagina Facebook. Ai suoi fan il conduttore scrive:

Domande senza risposta: su Rai Uno, faccio io il 16 ed è un disastro, lo fa chiunque altro ed è un successo. Su Rai Due, faccio io il 9 ed è un disastro, fanno gli altri il 7 ed è un successo.  Amo i miei detrattori, li amo tutti. W i giornalisti, w i blog sulla tv e w la coerenza che vige nel mondo intero! haha..oggi sono fuori come un balcone. Awanagana sono in vena di caxxate. Dai sparatene anche voi!!!! VI PREGOOO”

Uno sfogo in piena regola, quello di Francesco, che sembra racchiudere più di una frecciatina rivolta, non solo ai critici, ma anche a qualche collega di palinsesto. In primis, ci si chiede, infatti, chi sia o siano il chiunque altro il cui 16% su Rai1 è etichettato come un successo. Da un’occhiata agli ultimi dati auditel della rete ammiraglia di Viale Mazzini si intuisce che il riferimento è, con ogni probabilità, a Carlo Conti che, con l’esordio di Lasciami Cantare, ha ottenuto il 16.44%. Peccato, però, che, oltre ai detrattori, Francesco avrebbe dovuto fare una “tiratina d’orecchie” alla stessa Rai.

Se all’indomani del debutto di Conti il comunicato diramato da Viale Mazzini esordiva con “Ottimo risultato per l’esordio del varietà di Carlo Conti “Lasciami cantare”, trasmesso su Rai1 ieri, mercoledì 25 maggio, che ha vinto il prime time avendo ottenuto 4 milioni 17 mila spettatori e uno share del 16.44″, nel caso della prima puntata di Ciak si Canta, la nota ascolti Rai, dopo aver elogiato gli ascolti dell’Eredità, in seconda battuta sottolineava semplicemente che “Il prime time di Rai1 prevedeva la trasmissione di “Ciak si canta”, programma seguito da 4 milioni 41 mila telespettatori e share del 16.51″.


23
maggio

TELERATTI 2011: PEGGIOR PROGRAMMA DI INTRATTENIMENTO.

TeleRatti 2011: Peggior Programma d'Intrattenimento

Quale sarà il peggior programma di intrattenimento della stagione televisiva? Chi succederà a Pomeriggio Cinque (vincitore della categoria nel 2010)? Sarà ancora Barbara D’Urso a svettare sul gradino più alto del podio? La risposta a queste domande la date voi votando per i TeleRatti 2011. Vediamo i nominati nel dettaglio.

Numero uno: Ciak si canta… (Rai1) – Dispiace annoverare tra i candidati uno dei rarissimi tentativi di svecchiare l’ammiraglia Rai ma la terza edizione del programma si è rivelata una grande delusione. Francesco Facchinetti e Belen Rodriguez, entrambi ‘deb’ in prima serata sul primo canale (o quasi se si esclude per l’ex Dj la finale di XFactor 2), non sono riusciti a conseguire il diploma di maturità. Nessuno dei due è riuscito a dare un’impronta ad una trasmissione che si è distinta per mancanza di vivacità, che ha dato l’impressione di trascinarsi con lentezza al completamento delle puntate. Magra consolazione: a differenza degli altri due programmi candidati in questa categoria, Ciak si canta… non ha conosciuto l’onta della soppressione anticipata (o quasi).

Numero due: Stasera che sera (Canale 5) – Per il programma di Barbara D’Urso sono stati sparsi fiumi di inchiostro, incredibile se si pensa che abbiamo visto il ritorno in prime time della ‘regina delle faccette’ per due sole settimane. In questo esiguo lasso di tempo la conduttrice più aziendalista d’Italia, vero e proprio ’soldatino’ a disposizione della rete, ci ha però deliziato con momenti di televisione – debitamente candidati a ricevere il Teleratto – che hanno sortito l’effetto di turbare lo spettatore. ‘Intrattenere’ vuol dire altro.

..:: PER VOTARE CLICCATE QUI::..





20
maggio

TELERATTI 2011: GLI SCOPPIATI DELL’ANNO (OVVERO LA PEGGIOR COPPIA TV)

Teleratti 2011 Scoppiati dell'anno

Two is megl’ che one, recitava un famosissimo spot di gelati sul finire degli anni ‘90. Talvolta la professionalità di un conduttore emerge più vivida, se accompagnata dal talento di una spalla formidabile. Sandra e Raimondo, Luca e Paolo, Ficarra e Picone: in oltre mezzo secolo di trasmissioni televisive non sono di certo mancate celebri coppie di successo. Ma i tandem possono funzionare male se le pedalate perdono sincronia. La stagione televisiva agli sgoccioli finirà negli annali anche per la bizzarra composizione di alcuni abbinamenti catodici. Gli scoppiati dell’anno hanno lasciato il segno. Quali, secondo voi, meritano di emergere nella terna dei nominati?

Numero Uno: Bruno Vespa Pippo Baudo (CENTOCINQUANTA). Insieme hanno 142 anni, chi meglio di loro avrebbe potuto regalare lustro e dignità al centocinquantenario dello Stivale unito? In realtà la batosta sarebbe arrivata, sonora, nel volgere di poche settimane. Eppure il lieto fine era ad uno sputo (non solo metaforico, purtroppo). Dopo lo start abbastanza gradevole dello show celebrativo in salsa tricolore, una repentina escalation di tensioni e incompatibilità. Due mostri sacri del piccolo schermo diventano improvvisamente primedonne al Delle Vittorie. Sovrapposizioni, frecciatine, battute avvelenate: l’immagine di Santoro sul vidiwall dedicato ai grandi di Viale Mazzini porta la tensione alle stelle, determinando di fatto la fine del progetto. Un vero peccato, vista la crescente fame di patriottismo primaverile, dalle Alpi a Lampedusa.

Numero due: Francesco FacchinettiBelen Rodriguez (CIAK… SI CANTA). Archiviati Sanremo e X-Factor, l’accoppiata tra il “figlio dei Pooh” e la sensuale argentina pareva, quantomeno sulla carta, esplosiva. In realtà si trattava solo di un fuoco di paglia, come ogni passione bruciante che si rispetti. I limiti di questa alchimia creata in vitro sono venuti a galla solo dopo pochi fotogrammi di diretta. Entrambi preferiscono adagiarsi sui roboanti risultati del passato, lasciando che il venerdì sera trionfino le gesta dei poliziotti antimafia targati Taodue. Curve mozzafiato e scanzonata  serenità da capovillaggio un po’ cresciuto non sono bastate ad ammaliare i telespettatori di Rai1, che dall’Auditorium di Napoli preferiscono Antonella Clerici.

PER VOTARE CLICCATE QUI


16
maggio

CIAK SI CANTA: ESULTA SOLO ELEONORA DANIELE.

Eleonora Daniele, prima conduttrice di Ciak... si canta

Il passaggio (ancora in corso) al digitale, la concorrenza di infiniti canali satelittari in netta evoluzione e nessuna novità di particolare rilievo. Insomma, per la tv generalista non è certo questo il periodo più redditizio, confermato dai numeri dell’auditel (per alcuni quasi ‘impietosi’) che ci dicono come determinati programmi siano in forte calo, a tal punto da far abbassare e non poco gli obiettivi di rete. Simboli di questa preoccupante tendenza sono proprio le ammiraglie Rai e Mediaset: la settimana appena trascorsa ci ha regalato un’ingloriosa chiusura per Il Senso della Vita e un’altrettanto poco esaltante fine per Ciak… si canta del duo Facchinetti-Rodriguez.

E proprio lo show del venerdì sera di Rai 1 merita particolare attenzione, a partire da un aspetto prettamente numerico che ci dice come una delle ultime novità di casa Rai (il programma vanta appena tre edizioni) abbia perso anno dopo anno ben 1 milione di telespettatori: nel 2009 Eleonora Daniele fu capace di portare a casa una media di 5.561.000 spettatori (share del 22,06%), crollata a 4.586.000 (19,09%) l’anno successivo con Pupo ed Emanuele Filiberto, fino ai 3.512.000 (14,41%) portati a casa da Francesco Facchinetti e Belen Rodriguez.

Precisando che i numeri non vanno presi come reale metro di paragone (ogni stagione televisiva ha una sua storia) ma come semplice prova per mettere in luce la tendenza di una determinata trasmissione, è chiaro che nel caso di Ciak… si canta l’involuzione è talmente evidente da portare ad un’amara riflessione (che avrà sicuramente sfiorato anche le menti dei vertici Rai): che la scelta di silurare la Daniele a vantaggio di personaggi sicuramente più noti abbia sancito anzitempo il destino del programma?





13
maggio

DM LIVE24: 13 MAGGIO 2011. IL PACCO DI MAX GIUSTI, LA MARCUZZI UE’ UE’, QUELLA COSINA PIACE A MOLTI, QUELL’ALTRA PIACE A TUTTI.

Diario della Televisione Italiana del 13 Maggio 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • La Sassone precisa

Caro Davide,
ringrazio te e la tua fedele lettrice Lauretta per avermi citato ieri nel Diario tv. Ma per completezza dell’informazione volevo solo dirti che la Balivo non mi ha attaccata e non ce l’aveva con me. Il nostro battibecco aveva un tono ironico e scherzoso. Siccome la settimana prima io ho perso il treno e non mi sono presentata in studio a Milano, costringendo la Balivo e la sua redazione a cambiare la puntata su Thyago in corsa, sono stata tenuta qualche giorno in “punizione”. Visto che la redazione di “Pomeriggio sul Due” era nera nei miei confronti. Capirai da te che perdere il treno dopo aver buttato 140 euro tra biglietto e taxi (che mai nessuno mi rimborserà) è dispiaciuto davvero più a me che a loro! Ieri sono stata richiamata in collegamento da Roma. A quel punto, io, nel salutare la Balivo, le ho chiesto: “Sono stata perdonata da te e dal regista del programma, Filippo Romualdi?”. E lei mi ha risposto: “No, stai qui solo perchè la Pettinelli non poteva venire”. Io, allora, col mio solito fare ironico, ho ribattuto: “A no, questi paragoni non li accetto! Ora mi alzo e me ne vado come la Brigliadori!”. Era chiaro che scherzavo, per ironizzare sullo show poco carino che la Brigliadori aveva tenuto qualche giorno prima. Ecco, questo è tutto quello che è successo, senza nessuna acrimonia da parte di Caterina Balivo, che mi stima molto. Ti ringrazio se pubblichi queste righe, visto che anche su Facebook mi stanno scrivendo dicendo che ci sono rimasti mali dal comportamento di Caterina. Ma nella vita bisogna pure essere un po’ ironici e divertenti, non prendiamoci tutti troppo sul serio come Sarafanna!!!!
Baci e grazie
Gabriella Sassone

PS. Non è che anche la Pettinelli ora sta in “punizione” visto che è andata a fare l’opinionista a “Uman” e gira tutti i salotti tv come una trottola pomeriggio e sera? Io almeno mi limito a Raidue…

  • Quella cosina piace a molti, quell’altra piace a tutti

ore82 ha scritto alle 10:22

Marina Ripa di Meana discutendo in studio a Mattino Cinque sulla questione della presunta bisessualità di George Leonard ha affermato “quella cosina piace a molti; quell’altra cosa piace a tutti”.

  • Alessia Marcuzzi uè uè

Jack ha scritto alle 22:01

Alessia Marcuzzi in visita a Napoli in occasione dell’ultima puntata del programma “Ciak, si canta” condotto dal suo compagno Francesco Facchinetti, ecco cosa ha scritto sulla sua pagina di Facebook: “Ue’ ue’ ue’, franci mi ha chiesto di accompagnarlo per l’ultima puntata, ed io sono venuta a fare una gita nella citta’ piu’ allegra del mondo!!! Ue’ ue’ ue’”.

  • Il pacco di Max Giusti

lauretta ha scritto alle 17:16

A Pomeriggio Cinque la D’Urso parlando della Lucarelli: “Pensate che questa ragazza è stata 7 anni con Max Giusti”. E lei: “E io sono stata il suo pacco”.


11
maggio

X FACTOR 5: SI PARTE A OTTOBRE PER LA FINALE DEL 6 GENNAIO. SKY TRATTA CON MORGAN

X Factor 5

X Factor 5 si farà: la notizia ufficializzata ieri ha provocato un piccolo terremoto tra web e carta stampata. Ai primi rumors sulla scelta del papabile conduttore che vedrebbe al momento in testa Alessandro Bonan (per maggiori info clicca qui), il Corriere della Sera aggiunge oggi nuovi retroscena. A partire dal mancato ingaggio di Francesco Facchinetti: mamma Rai avrebbe risposto con un due di picche alle richieste avanzate dalla tv di Murdoch per un deroga sul contratto che lo lega in esclusiva a viale Mazzini.

Il “figlio dei Pooh” non sarebbe nemmeno l’unico coccio del vecchio X Factor a cui Sky ha dimostrato interesse. La notizia che maggiormente riscalderà gli animi dei fan del programma riguarda le trattative in corso per riportare Morgan dietro il banco della giuria, dopo l’esilio forzato dai palinsesti della tv pubblica per via delle spiacevoli dichiarazioni sugli effetti terapeutici della cocaina. Nonostante la mancanza dell’ufficialità, il suo ingaggio sembra un passaggio forzato per il nuovo X Factor che aspira a portare sul satellite i fedelissimi del talent show di Freemantle, da sempre legati al personaggio di Marco Castoldi.

Tra i nomi candidati alla giuria spunta anche quello improbabile di Fiorello, ma il suo futuro prossimo sembra più vicino alla Rai (in autunno tornarà su Rai1, per maggiori info leggi qui). Maggiori certezze si hanno sul meccanismo della nuova edizione che ricalcherà passo dopo passo il format originale inglese. A partire dai casting, al via i primi giorni di giugno con un tour che toccherà sette città italiane.


10
maggio

X FACTOR 5 SU SKY: INIZIA IL TOTO CONDUTTORE, IL GIORNALISTA DI SKY SPORT ALESSANDRO BONAN IN POLE. FAVOREVOLI O CONTRARI?

Alessandro Bonan

Neanche il tempo di aver concluso la trattativa per l’acquisizione dei diritti da parte di Sky che è già partito il totoconduttore per la quinta edizione di X Factor, in partenza sul più generalista dei canali presenti sul bouquet satellitare a partire dal prossimo autunno. Improbabile se non impossibile la conferma di Francesco Facchinetti, la paytv di Murdoch starebbe pensando a una risorsa interna da mettere al timone della nuova versione del talent show.

Se state pensando a un nome ‘pop’ come potrebbe essere quello di Ilaria D’Amico o Natasha Stefanenko (icone femminili di Sky) siete assolutamente fuori strada. Le indiscrezioni più accreditate convergono su Alessandro Bonan, un nome che probabilmente potrà dire poco o nulla alla stragrande maggioranza dei fan di X Factor ma che assurge al rango di vero e proprio ‘mito televisivo’ per i calciofili abbonati al pacchetto Sky Sport. La stagione calcistica 2010/11 è stata quella della consacrazione per il conduttore pistoiese, gran cerimoniere del nuovo programma della domenica pomeriggio ‘Sky in Campo‘ e deus ex machina di ‘E’ (sempre) calciomercato’, trasmissione estiva dedicata ai trasferimenti dei calciatori, della quale è stata creata anche un’appendice invernale il lunedì in seconda serata e nei martedì e mercoledì di Champions League.

Uno stile non banale quello di Bonan: come ogni buon toscanaccio che si rispetti, schiettezza e battuta pronta sono le sue doti principali. In particolare, al conduttore va riconosciuta la capacità di porre in essere brillanti interventi ironici quando le discussioni sportive all’interno delle sue trasmissioni stanno per degenerare in una piega da bar sport (o da Processo di Biscardi se preferite). La capacità di interagire e coinvolgere gli ospiti in studio è sicuramente idonea a creare quella necessaria sinergia tra conduttore e giuria, ingrediente fondamentale per la buona riuscita di X Factor.