18
luglio

E’ MORTO MINO DAMATO

Mino Damato è morto venerdi a 73 anni

(ANSA) – ROMA, 18 LUG – E’ morto venerdi’ pomeriggio Mino Damato, popolare giornalista e conduttore tv. Era nato a Napoli nel 1937. Dopo l’esperienza nella carta stampata, Damato era diventato inviato per la Rai, realizzando servizi per il Tg1 da zone di guerra, come Cambogia, Vietnam e Afghanistan da dove ha realizzato la prima diretta tv durante l’invasione sovietica.

Dagli anni ‘70 agli ‘80 è stato autore e conduttore di Avventura, Racconta la tua storia, In viaggio tra le stelle.

di Mauretta Capuano - Dall’esperienza nella carta stampata all’impegno da inviato di guerra e alla conduzione di popolari programmi tv, il giornalista Mino Damato, il suo vero nome era Erasmo, morto venerdì pomeriggio a 73 anni, era sempre alla ricerca di sfide. L’ultima e’ stata la lotta contro l’Aids con l’adozione di una bambina romena, morta nel 1996, e la fondazione di una onlus per l’assistenza ai piccoli abbandonati e ammalati. Napoletano, nato nel 1937, giornalista professionista dal 1965, aveva lavorato nei giornali – in particolare per il Tempo, che lascio’ dopo un litigio con il direttore di allora, Gianni Letta – e poi era entrato alla Rai nel 1968, diventando uno dei giornalisti di punta del Tg1 e realizzando reportage dalle zone di guerra, fra cui la Cambogia, il Vietnam, l’Afghanistan da dove tenne la prima diretta durante l’invasione sovietica. Negli anni Settanta e Ottanta era stato autore e conduttore di programmi tv come ‘Avventura’, ‘Racconta la tua storia’, ‘In viaggio tra le stelle’, che apri’ la strada alla divulgazione scientifica dell’astronomia e dell’astrofisica, e ‘Tam Tam’.

Ma la sua carriera di anchorman aveva preso il volo nel 1983 con l’approfondimento quotidiano di ‘Italia sera’, condotto in collaborazione con Enrica Bonaccorti cui segui’ la ‘Domenica in’ del 1985-86 con Elisabetta Gardini, Gina Lollobrigida e il trio Lopez-Marchesini-Solenghi, con cui diede al varieta’ un’impronta piu’ culturale e giornalistica, un taglio da approfondimento innovativo. Di quella edizione si ricorda anche la sua camminata sui carboni ardenti, che ispiro’ la parodia di Ezio Greggio ‘Mino D’Amianto’ e una camminata su una pizza calda di Beppe Grillo. Approfondimento, cultura, ricerca e mistero sono stati gli ingredienti di ‘Esplorando’ nel 1987 e successivamente di ‘Alla ricerca dell’Arca’, premiata con tre Telegatti. Programmi che hanno ispirato trasmissioni simili su Telemontecarlo, fra cui ‘I.T’ – Incontri televisivi’, dove scoppio’ la polemica per la messa in onda di una finta esecuzione di un condannato a morte sulla sedia elettrica.

Su Tmc si ricordano anche i suoi Speciali Tg, alcuni ideati e condotti con Antonio Lubrano. Damato era tornato alla Rai nel 1995 con ‘Sognando Sognando’ programma poco fortunato sui sogni degli italiani, in prima serata su Raiuno, cui segui’ Gran Tour nel 1997 su Raitre. Spesso ospite del Maurizio Costanzo show nella seconda meta’ degli anni Novanta, aveva poi lasciato il piccolo schermo e cominciato una nuova sfida nel campo della solidarieta’ e del volontariato: aveva creato nel 1995 l’Associazione Bambini in Emergenza, adottato una bambina romena malata di Aids, morta nel 1996, e promosso la legge per il Garante dell’Infanzia nel Lazio. Aveva cavalcato anche la scena politica: nel 1999 si era candidato alle Elezioni europee nelle liste di Alleanza Nazionale nel collegio Centro, ed era risultato primo dei non eletti. Nel 2000 era stato eletto nel consiglio regionale del Lazio sempre per An. Un anno dopo era uscito dal gruppo consiliare e si era iscritto al gruppo misto di cui era diventato capogruppo.

Fra i numerosi riconoscimenti che Damato ha ricevuto quello a cui era particolarmente legato e’ il Premio Motta per una diretta di 6 ore dedicata all’Aids. Fra gli altri, anche il Premio della critica radiotelevisiva come migliore conduttore.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Willie Garson
E’ morto Willie Garson, attore di Sex and the City


Paolo Armando - Masterchef
Masterchef: è morto Paolo Armando, concorrente della quarta edizione


Sean Connery
E’ morto Sean Connery


Ezio Bosso
Ezio Bosso è morto

4 Commenti dei lettori »

1. Franco2 ha scritto:

18 luglio 2010 alle 17:47

Mi dispiace veramente. Me lo ricordo, quando conduceva Alla ricerca dell’arca.
Mi è sempre sembrata una brava persona.



2. lauretta ha scritto:

18 luglio 2010 alle 22:14

A me è sempre piaciuto lo stile D’Amato. Un professionista sobrio, garbato ma soprattutto un grande uomo…!! Ho sempre avuto e continuerò ad avere una grande stima di D’Amato.



3. iTruth ha scritto:

19 luglio 2010 alle 12:15

“Alla Ricerca Dell’Arca” era proprio bello… Non credo di averne perso una sola puntata…

Un saluto a Mino, in ricordo del suo garbo (d’accordissimo con Lauretta).



4. Paul Humbert Brennan ha scritto:

19 luglio 2010 alle 15:29

Salve!Ho letto molte recensioni di varie agenzie informative sulla perdita del Carissimo e Compianto Mino Damato.Ma non ho ancora appreso la causa della sua perdita!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.