25
ottobre

Eurovision 2022: prezzi inaccettabili degli hotel a Torino. Rai e Comune intervengano per bloccare questa vergogna!

Eurovision 2022 Torino

L’attesa per l’Eurovision Song Contest 2022 è già alle stelle. E non solo quella. A sette mesi dal grande evento musicale, che si terrà a Torino il 10, 12 e 14 maggio prossimi, le richieste per alloggiare in quel periodo nel capoluogo piemontese sono cresciute esponenzialmente, con conseguenze dirette sulle tariffe delle strutture ricettive. Già all’indomani della designazione della città ospitante i prezzi degli alberghi e degli appartamenti erano lievitati di colpo, oltre la soglia della ragionevolezza; un fenomeno diventato ancor più clamoroso con il passare dei giorni e con l’aumentare domande di pernottamento.

Eurovision 2022 Torino – Prezzi degli hotel e degli appartamenti

Ad oggi, consultando i più comuni siti di prenotazione viaggi, i prezzi per un alloggio a Torino dal 9 al 15 maggio sono elevatissimi, a fronte di una disponibilità di struttura già parecchio ridotta. Qualche esempio? Per un tre stelle l’intera settimana arriva a 18mila, per un quattro stelle a 22mila. Cifre riferite a due ospiti. Su Booking, al momento in cui scriviamo l’Hotel Urbani (3 stelle), offre una matrimoniale piccola con letto alla francese a 6.897 euro per due persone, senza colazione; il Liberty Hotel (3 stelle) richiede invece 11.434 euro per una matrimoniale classica, solo pernottamento. Salendo di fascia, l’Art Boston Hotel (4 stelle) attualmente propone una matrimoniale a 22.773 euro per sei notti, colazione inclusa. L’affittacamere Blunotte Torino, invece, vende ad oggi una matrimoniale da 9mq a 6.622 euro.

Per gli appartamenti non va certo meglio, anzi: su Airbnb si arriva a 3mila a notte. L’alloggio Casa Fratti, ad esempio, è proposto a 614 euro a notte per due persone (il totale per 6 notti è di 3.680 euro); La Casa dell’Artista vale 1.117 euro a notte, per 7.061 euro totali. La prova del nove sull’anomalia di tali tariffe la si ottiene operando la medesima ricerca ma sulla settimana successiva, quando i prezzi partono invece da 75 euro a notte.

L’incremento sul prezziario degli hotel oscilla tra il 120% e il 3000%. Strutture che normalmente costano circa 390 euro a notte, durante l’Eurovision possono chiedere anche 4.100 euro a notte. In media, il prezzo per notte durante l’Eurovision si aggira anche per gli hotel intorno agli 800-1000 euro, per una doppia. In un periodo normale il prezzo in città si assesta tra i 60 e i 100 euro.

Peraltro già ora la ricettività risulta molto ridotta: oltre il 90% delle strutture risulta occupato. Circostanza non difficile da prevedere, anche perché molte delegazioni internazionali si saranno già mosse per accaparrarsi un alloggio e la stessa Rai avrà riservato al proprio numeroso staff delle sistemazioni. A questo punto, però, ci si chiede se davvero una simile situazione sia accettabile, quando ancora mancano sette mesi dall’evento in programma. Per di più, considerando il fatto che uno dei criteri in base ai quali è stata designata la città ospitante è stato proprio quello dell’ampia ricettività alberghiera.

Forse sarebbe il caso che le autorità ponessero una maggior attenzione a quanto sta accadendo. E che anche le associazioni dei consumatori, solitamente solerti anche quando non se ne avverte il bisogno, facessero la loro parte.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Eurovision Song Contest
Eurovision Song Contest 2022: ecco i 41 paesi partecipanti


esc
Eurovision 2022 a Torino dal 10 al 14 maggio


Mika
«Mika condurrà l’Eurovision 2022». Gabriele Corsi lancia l’indiscrezione, poi smentisce


Milly Carlucci
Eurovision Song Contest 2022, Milly Carlucci si candida alla conduzione: «Mi interessa molto»

3 Commenti dei lettori »

1. Stefano ha scritto:

25 ottobre 2021 alle 13:37

E’ una cosa vergognosa.. io stesso dopo l’annuncio della città ho prenotato un hotel 3 stelle centrale per due notti a circa 400 euro, per la finale.. prezzo già esagerato di per sé, ma per evitare problemi ho preferito prenderlo senza pensarci troppo, con l’opzione prenota e paga in struttura che offre Booking e che ho sempre usufruito senza problemi per i miei viaggi. 24 ore dopo la struttura mi cancella la prenotazione, senza motivo, per far lievitare il prezzo per il pollo che avrebbe prenotato la camera dopo di me. Ho contattato la struttura e la risposta che mi hanno dato è stata “Booking ci permette di farlo e noi lo abbiamo fatto!”.. un VERGOGNA! Morale, ho dovuto rinunciare a seguire la finale e mi sono dovuto accontentare di prenotarne un altro per la seconda semi-finale. Sempre che non mi venga cancellato da qui a maggio.



2. giauz ha scritto:

25 ottobre 2021 alle 14:12

Non è una novità, anche a Milano oggi come ieri gli hotel alzano tantissimo i prezzi in caso di eventi importanti (fiere, finali di Champions a San Siro e simili)



3. Domenico ha scritto:

26 ottobre 2021 alle 11:45

La vergogna non sono gli hotel, ma la gente che li prenota 7 mesi prima di un “evento” che potrebbero guardare comodamente dal divano di casa. Io personalmente non ci andrei mai, nemmeno se mi pagassero, o se gli hotels fossero gratis; primo perchè non mi interessa l”evento”
e poi perchè quei soldi li spenderei in pranzi, cene, centri benessere etc.
🍝 🥗 🍜 🥂 🍾 🏖️ 🏝️ 🏄 😎



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.