9
maggio

CAMPO DALL’ORTO VORREBBE BONOLIS E CROZZA IN RAI. CHIUDE VIRUS. ECCO GLI ASCOLTI DELLA SUA GESTIONE

Antonio Campo Dall'Orto, Giovanni Minoli (foto Paolo Properzi)

Sulla Rai del futuro, Antonio Campo Dall’Orto non si è sbilanciato troppo nemmeno stavolta. Una cosa, però, l’ha detta: Paolo Bonolisè un fuoriclasse della tv, certo che lo vorrei“. Ospite al Festival della tv di Dogliani, il Direttore Generale di Viale Mazzini ha lasciato intendere che l’interesse per il popolare conduttore è assai concreto (secondo i ben informati, i contatti sarebbero già ben avviati). Incalzato da Giovanni Minoli, il top manager ha poi accennato ai prossimi palinsesti ed ha parlato del canone in bolletta.

L’obiettivo del DG – ripetuto come un mantra ad ogni occasione – è quello di fare “servizio pubblico” con le migliori risorse. E così, oltre al sogno Bonolis, Campo Dall’Orto fa pure il nome di Maurizio Crozza: “lo prenderei subito, è uno di quelli che stanno nell’Olimpo dei bravi. L’ho scoperto io dopo averlo visto a teatro a Reggio Emilia“.

Sul fronte dell’informazione, uno dei più caldi in questo periodo, per Nicola Porro si prospetta un cambio di programma: nella prossima stagione Virus non ci sarà più ma – ha spiegato il DG – su Rai2 “stiamo lavorando su un nuovo progetto” che vederà il giornalista alla conduzione. Ballarò andrà invece ripensato: la conferma di Massimo Giannini sarebbe sempre più in bilico e qualcuno potrebbe prendere il suo posto. Campo Dall’Orto ha però escluso che a condurre la trasmissione del martedì possano essere Andrea Vianello o Alessandro Cattelan.

Non sono contro i talk show, bisogna piuttosto trovare la formula: conta come li fai e avere in testa a cosa servono” ha affermato il top manager.

A Rai1 confermato Bruno Vespa, che però non sarà solo in palinsesto: “stiamo valutando una serie di nomi“. Sul giornalista pesa ancora il macigno dell’intervista al figlio di Totò Riina, che – ha commentato Campo Dall’Orto – è stato un vulnus“. “La liberatoria andava firmata prima dell’intervista, non dopo” ha poi aggiunto.

Qualche novità è attesa anche sul fronte delle fiction: l’attenzione non sarà solo sulla sceneggiatura ma anche sull’immagine. Tuttavia, il Dg ha precisato che “non conta solo l’ascolto“. Sono quindi state confermate due serie come Tutto può succedere e È arrivata la felicitàche pure non avevano dato risultati altissimi, perché sono due serie in cui credo“.

Poi un elogio al nuovo canone in bolletta da 100 euro, di cui la Rai ha bisogno:

E’ alla portata di tutti, è meno di un caffè al giorno. Averlo abbassato e messo in bolletta è una cosa giusta. La Rai questi soldi li vale, starà a noi ora dare valore a quei 100 euro. Penso che il canone che si abbassa e mira al recupero dell’evasione fiscale è una cosa giusta e condivisibile. Il canone della Rai è il più basso di tutti a livello europeo“.

Rai, confronto Gubitosi-Dall’Orto – i dati

Anche stavolta, però, nessuna grande novità svelata. E nessuna rivoluzione in corso. I numeri, del resto, parlano chiaro: dal confronto tra la gestione di Campo Dall’Orto (per i primi otto mesi) e quella precedente di Gubitosi non emergono particolari cambiamenti. Anzi. Sotto la nuova governance lo share totale ha persino subito un lievissimo calo dello 0,4%, passando dal 38,56% al 38,11% nella fascia serale. L’età media è invece di poco cresciuta (+0,6%) rispetto all’era Gubitosi ed è arrivata a quota 56,5. Un ulteriore aspetto sul quale l’attuale DG dovrà lavorare: avremo sorprese in tal senso nei prossimi palinsesti?



Articoli che potrebbero interessarti


dallatana campo dall'orto
Ilaria Dallatana via da Rai2


Claudio Lippi
Claudio Lippi critica Bonolis e la Perego. Lucio Presta: «Coglione ingrato»


Vittorio Feltri e l'imitazione di Crozza
Vittorio Feltri: «L’imitazione di Crozza? Me ne sbatto il caz*o!»


Chi ha incastrato Peter Pan 2017
Fermi tutti! Chi ha incastrato Peter Pan verso la chiusura anticipata

3 Commenti dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

9 maggio 2016 alle 16:09

Il Palio di Siena è confermato per l’estate ?

Mentre chiude “Mezzogiorno in famiglia” ?



2. Luca ha scritto:

16 maggio 2016 alle 17:00

Crozza in Rai ?
Dovrebbe eliminare tutte le parolacce che dice liberamente su la7



3. Franco ha scritto:

9 giugno 2016 alle 15:48

Perché non chiude il programma scadente Made in Sud e lo sostituisce con Crozza?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.