Sospensione



15
marzo

Amore Pensaci Tu passa in seconda serata dal 20 marzo

Amore Pensaci Tu

Amore Pensaci Tu

Finale non scontato, quello di Amore Pensaci Tu. E non ci riferiamo all’epilogo della trama ma alla conclusione della parabola che ha visto la fiction Publispei prima spostata dal venerdì alla domenica, poi inserita in palinsesto con una programmazione massiccia di tre episodi a serata, rimandata a data da destinarsi ed ora spostata in seconda serata.




29
dicembre

STOP A CULTURA MODERNA. SEMIFINALI E FINALI IN PRIMAVERA

Il cast di Cultura Moderna

Che a Mediaset si stessero prendendo provvedimenti per il flop di Cultura Moderna, ve l’avevamo già detto. Ora è arrivata l’ufficialità. Il programma, condotto da Teo Mammucari, saluterà gli spettatori il prossimo 6 gennaio per poi riprendere in primavera con le le semifinali e le finali. Si è scelta dunque una via intermedia tra la riconferma e la cancellazione tout court. Del resto, si parla pur sempre di un programma di Antonio Ricci

Ecco la nota diffusa da Mediaset qualche minuto fa:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


16
ottobre

NON UCCIDERE: LA FICTION DI RAI 3 SI CONGEDA QUESTA SERA

Non uccidere

Corsa spezzata per Non uccidere, la fiction di Rai 3 con Miriam Leone di cui questa sera andrà in onda il sesto, e per ora ultimo, episodio. La Rai ha deciso infatti di trasmettere le altre sei puntate nel 2016, probabilmente a causa degli ascolti insoddisfacenti, che, dopo una partenza al 4.36%, si erano arenati al 3.36%.





29
aprile

FABIO E MINGO SOSPESI DA STRISCIA: “NON SAPPIAMO IL PERCHE’”

Fabio e Mingo

E’ passata quasi una settimana dall’annuncio, da parte del Gabibbo, della sospensione di Fabio e Mingo dal loro ruolo di inviati del tg satirico (come vi avevamo spiegato qui) ma il mistero su cosa abbia spinto Antonio Ricci a prendere questa decisione resta ancora.

Gli stessi inviati, raggiunti questa mattina da Tv Sorrisi e Canzoni a Bari, confessano di non conoscere le motivazioni della sospensione.

“Francamente non ne sappiamo nulla, sono caduto dalle nuvole. Sappiamo quello che sapete anche voi e non riusciamo a metterci in contatto con Antonio Ricci né con la produzione. Non sappiamo cosa pensare, se sia una trovata di Ricci”

ha detto Mingo al giornalista di Sorrisi, che l’ha incontrato in un bar a Bari, vicino allo studio di produzione dove lavora insieme a Fabio. Il comico barese, in compagnia della moglie e del suo cane, non sembrava, però, preoccupato. E al giornalista del settimanale ha aggiunto:

Non siamo preoccupati, se avessimo fatto qualcosa lo saremmo, invece siamo sereni”.

Fabio: “situazione surreale, la gente dalla nostra parte”


1
dicembre

QUESTIONI DI FAMIGLIA SOPPRESSO. ENNESIMO FLOP PER RAI3

Questioni di famiglia

Questioni di famiglia

Per il Direttore di Rai3 Andrea Vianello doveva diventare l’appuntamento fisso del venerdì sera della terza rete pubblica, e invece dopo gli ascolti disastrosi collezionati – oltre alla première – anche alla seconda puntata (solo l’1.47%), il programma è stato cassato in men che non si dica. Stiamo parlando ovviamente di Questioni di Famiglia ovvero – almeno nelle intenzioni – l’erede a tema familiare di Mi Manda Rai3.

Il pubblico, infatti, nonostante le idee per certi versi interessanti, pare aver completamente rigettato la nuova produzione Magnolia, costringendo i piani alti di viale Mazzini a rimettere mano al palinsesto. La sospensione della messa in onda del programma condotto da Marida Lombardo Pijola è solo l’ennesima conferma delle difficoltà in cui versa Rai3 al venerdì, serata per cui non riesce a trovare la chiave giusta per attirare il pubblico.

Questioni di Famiglia soppresso: le dichiarazioni di Andrea Vianello

Va comunque detto che, stando alle dichiarazioni del Direttore, viene lasciata una porta aperta, segno che l’intenzione di proseguire – probabilmente in un’altra fascia oraria – c’è: “Purtroppo il programma, in quella collocazione con i temi delicati che affrontava, non è riuscito ad intercettare l’attenzione del pubblico. Quindi fermiamo le macchine e cercheremo di riflettere su come e se proseguire nel progetto di raccontare la famiglia italiana di oggi.





18
marzo

LE DUE LEGGI SU RAI 1 IL 25 E 26 MARZO. MA IL RITARDO DELLA MESSA IN ONDA VALE UN’INTERROGAZIONE PARLAMENTARE

Le Due leggi

Due settimane. E’ il tempo che la Rai si è presa per risolvere l’inconveniente che ha portato alla sospensione de Le Due leggi, la cui messa in onda era prevista per l’11 e il 12 marzo 2014. La miniserie in due puntate, interpretata da Elena Sofia Ricci, era infatti sparita dal palinsesto per poi essere riprogrammata martedì 25 e mercoledì 26 marzo 2014.

Le Due leggi: rimandata per un errore tecnico o per pressioni esterne?

Ma di che inconveniente parliamo? La prima versione, quella di cui abbiamo già parlato, voleva che poco prima della conferenza stampa di presentazione fosse venuto fuori un fino ad allora non notato caso di omonimia: la società finanziaria di cui si parlava nella fiction esisteva davvero da qualche parte, e dunque mandando in onda le puntate così com’erano la Rai rischiava di andare incontro a querele. La pubblicità, infatti, non sarebbe stata delle migliori: la direttrice di banca interpretata dalla Ricci è un personaggio sordo alle richieste d’aiuto, che con il suo comportamento spinge un imprenditore a darsi fuoco davanti ai suoi occhi.

Lo scivolone suonava molto strano, visti i rigorosi meccanismi di controllo messi in atto dall’azienda pubblica, che di norma fa le pulci alle sceneggiature proprio per evitare inconvenienti del genere. E infatti non era tutto lì. Secondo quanto riportato da Libero il vero motivo dello stop è stata una lettera dell’Abi (Associazione bancaria italiana), che avrebbe esplicitamente richiesto ed ottenuto la sospensione del prodotto da parte di Anna Maria Tarantola. La Presidente della Rai, fino ad allora ignara dei contenuti specifici de Le Due leggi, avrebbe visionato l’intero montato stabilendo probabilmente che il sistema bancario italiano in effetti non ne usciva al meglio.

Le Due leggi: Roberto Fico ha presentato un’interrogazione parlamentare


21
gennaio

SOSPESA PASION PROHIBIDA, LA TELENOVELA DI RAI 2

Pasion Prohibida

Pasion Prohibida

La telenovela di Rai 2, Pasion Prohibida, che ha debuttato sugli schermi della seconda rete il 7 gennaio 2014, è sospesa. Fatali i bassi ascolti (ieri pari al 3.28%), registrati malgrado la rete abbia tentato di catturare quanti più spettatori possibili programmando, prima al mattino poi al pomeriggio, le repliche.

Un flop, quello di Pasion Prohibida, che non sorprende considerato l’impervio slot di messa in onda che portava la telenovela con Monica Spear (recentemente scomparsa) a scontrarsi con Verdetto Finale, Lo Sportello di Forum, il daytime di Amici e, naturalmente, la temibilissima CentoVetrine. I restanti episodi (in totale sono 107) dovrebbero andare in onda, sempre su Rai2, a partire da giugno.

Pasion Prohibida sospesa, Detto Fatto torna alle 14

Da domani – mercoledì 22 gennaio 2014 -, al posto di Pasion Prohibida, alle 14 torna Detto Fatto. Caterina Balivo può dunque tirare un sospiro di sollievo. Lo slittamento di 50 minuti del programma a base di tutorial – che all’inizio poteva sembrare azzeccato in quanto eliminava il fallimentare Detto Fatto Light – ha provocato un calo degli ascolti, ieri fermi al 5.8%.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


5
giugno

DOV’E’ MIA FIGLIA?: DOPO IL FLOP IN REPLICA CANALE 5 SOSPENDE LA FICTION. COSA SI ASPETTAVANO A MEDIASET?

Dov'è mia Figlia, Claudio Amendola

Claudio Amendola

Update: Dov’è mia figlia? tornerà in replica a partire da domenica 16 giugno 2013 su Canale 5 alle 14. Si riparte con la prima puntata già (ri) trasmessa il 3 giugno.

Non c’è più religione, neanche nel santuario delle repliche estive al quale tutte, o quasi, le reti televisive si sono votate anche quest’anno: se non produci (uno share decente) sei fuori, anche se sei un prodotto già visto e rimandarti in onda non costa un granché. Parola di Canale 5, che però delle repliche ha abusato fin dall’inizio della stagione senza porvi rimedio, e dunque adesso sembra pericolosamente in ritardo con la presa di provvedimenti.

Fatto sta che la serie del 2011 Dov’è mia figlia, la cui prima puntata in replica è andata in onda lunedì 3 giugno, non risulta più in palinsesto: per lunedì 10 giugno in prime time è infatti prevista su Canale 5 la messa in onda del film Io e Marley. La colpa di questa brusca interruzione è da imputare sicuramente agli ascolti bassissimi raccolti lo scorso lunedì, quando la rete ammiraglia Mediaset con il suo misero 8.3% di share è stata più che doppiata da Rai 1, che con la diretta dei Wind Music Awards ha totalizzato il 24.28%.

Una debacle che deve aver impressionato i vertici del Biscione, che hanno sospeso la messa in onda della serie in quattro puntate con Claudio Amendola, Serena Autieri e Nicole Grimaudo che però, ad averci la memoria lunga, era andata bene ma non aveva brillato neanche in prima tv, tanto è vero che lo share giocò al ribasso per le prime tre serate con un’impennata nel finale che comunque si assestò intorno al 18% di share. Perché, vien spontaneo chiedersi, adesso doveva andare diversamente?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,