Le tre rose di Eva



15
febbraio

FICTION MEDIASET: LE PRODUZIONI DEL BISCIONE CONQUISTANO (SOLO) L’EUROPA DELL’EST

Fiction Mediaset all'estero

Complice la crisi economica generale e il relativo calo d’investimenti, la fiction italiana appare sempre meno appetibile ai mercati esteri, almeno stando a quanto rivelato da Italia Oggi, che ha fatto il punto della situazione sulle produzioni Mediaset esportate all’estero negli ultimi anni. Se Matilde Bernabei e la sua Lux Vide (in forza principalmente in Rai) in una recente intervista allo stesso quotidiano riescono con le proprie fiction a conquistare mercati difficili come la Cina e il Giappone, altrettanto non si può dire delle serie tv del “Biscione”. Mediaset Distribution, divisione dedicata allo sviluppo del business estero, con oltre 500 titoli in catalogo riesce, infatti, ad avere sbocchi oltreconfine quasi esclusivamente nell’Europa dell’Est.

Garko e Farnesi seducono polacche, turche e rumene

E’ il caso ad esempio de Le tre rose di Eva, la serie con Anna Safroncik e Roberto Farnesi, ribattezzata Tuscan Passion e venduta nei territori dell’Ex Unione Sovietica, in Bulgaria, Romania, Slovacchia, Polonia, Turchia, Ungheria e Vietnam. Mercato simile anche per Gabriel Garko che con L’onore e il rispetto 3 ha sedotto il pubblico femminile dell’Albania, della Bulgaria, della Serbia e della ex Urss. Il tv movie Il delitto di via Poma, incentrato sulla morte di Simonetta Cesaroni, e oggetto di numerose polemiche nel nostro paese, è piaciuto invece curiosamente in Arabia, Emirati Arabi Uniti e Malaysia.

Il Clan dei Camorristi arriva in Finlandia e Norvegia

Maggiori opportunità, ma vista l’immagine piuttosto stereotipata e grondante di luoghi comuni che ne veniva data dell’Italia, non sapremmo se considerarlo un bene, l’ha avuta la serie Taodue Il Clan dei camorristi, venduta anche in Finlandia, Norvegia, Benelux e Georgia. Il mercato di punta rimane però l’Est Europa dove hanno trovato fortuna anche le serie Un amore e una vendetta, Il Peccato e la Vergogna, e Il Tredicesimo Apostolo – Il Prescelto.

Fiction Mediaset – Locandine Estero




27
dicembre

LE TRE ROSE DI EVA 3: ANTICIPAZIONI SULLA NUOVA STAGIONE SUL SET A MAGGIO 2014

Le Tre Rose di Eva

La seconda stagione de Le tre rose di Eva si è conclusa lo scorso 11 dicembre, portando a casa l’ottima media di  5.282.000 telespettatori, pari ad uno share del 19,12%, e i tanti fan della serie già attendono con ansia il terzo capitolo, le cui riprese partiranno il prossimo maggio. A rivelarlo sulle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni, è Michele Abatantuono, uno degli sceneggiatori della fortunata fiction a marchio Endemol. La terza stagione, della quale si è già stesa buona parte della sceneggiatura, sarà composta da 14 nuovi episodi, e vedrà ancora una volta protagonisti Aurora e Alessandro, i due personaggi interpretati rispettivamente da Anna Safroncik e Roberto Farnesi. La tormentata coppia dovrà fare fronte a nuove difficoltà, questa volta, come anticipato da Abatantuono, con un ruolo inverso.

“Aurora ha ritrovato la sua identità, ora sa chi sono sua madre e suo padre, mentre Alessandro ha perso tutto. La terza stagione si aprirà dunque con situazioni opposte: Aurora è la più ricca di Villalba e Alessandro deve ricominciare da zero per riottenere quello che aveva.”

Il nuovo capitolo vedrà il ritorno anche dei cattivi della serie, ovvero Edoardo Monforte, Veronica Torre, e Ruggero Camerana. Il primo, interpretato da Luca Capuano, a fine di questa stagione ha lasciato Villalba, ma è pronto a tornarvi con misteriose intenzioni.

“Sarà un ritorno spiazzante. Fa parte del mondo narrativo di un personaggio che resta sempre interessante, perché ti consente di aspettarti tutto da lui.”

Misteri e sorprese regalerà anche il ritorno della bella Veronica, interpretata da Euridice Axen. La dark lady di Pietrarossa, uscita dal carcere in cui è stata rinchiusa, tornerà più agguerrita che mai.

Le Tre rose di Eva – Foto


22
luglio

LE TRE ROSE DI EVA: LA REPLICA DELLA REPLICA SU CANALE 5!

Le Tre Rose di Eva

Va bene replicare le puntate di un prodotto che è piaciuto al pubblico, soprattutto in vista del secondo capitolo che arriverà a breve sugli schermi, ma addirittura mandare in onda la replica della replica a pochi giorni di distanza è decisamente troppo. Eppure, capita anche questo, col rischio di far credere ai fedeli telespettatori di aver preso… un colpo di sole.

Canale 5, oggi 22 luglio 2013, durante il consueto appuntamento quotidiano con Le Tre rose di Eva delle 15:40 rimanda in onda l’episodio già trasmesso venerdì scorso. Colpa probabilmente del raddoppio: vista la sospensione di The Money Drop, da oggi andranno in onda due episodi alla volta della fiction con Anna Safroncik e Roberto Farnesi, che intratterrà il pubblico fino alle 17:55.

Ora, va bene il cambio di programmazione, ma un po’ di attenzione in più per evitare di riproporre al pubblico la stessa solfa si poteva anche avere. E invece, niente: come in un déjà vu, ecco Aurora ed Edoardo al capezzale di Alessandro, che credono morto. Lui in realtà è vivo, ma l’equivoco fa capire nalla ragazza che ama solo lui e le fa chiudere qualsiasi ipotesi futuro con Edoardo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





25
giugno

CANALE5: LE TRE ROSE DI EVA DOPO IL SEGRETO. SOSPESA ALISA

Le tre rose di Eva: Anna Safroncik e Roberto Farnesi

Ancora qualche giorno e Barbara D’Urso potrà salutare i telespettatori di Pomeriggio cinque e andare finalmente in vacanza. Con i saluti della Bislacca di Cologno, Canale5 andrà a ridefinire il proprio daytime puntando ancora sulle serie in rosa. Dopo la soap spagnola Il segreto, rivelazione di questa stagione, da lunedì 1 luglio andrà in onda la fiction nostrana Le tre rose di Eva con le repliche della prima stagione.

Ritroveremo, quindi, i protagonisti Anna Safroncik e Roberto Farnesi districarsi tra omicidi, complotti, segreti e, soprattutto, una grande storia d’amore. La storia dell’amore impossibile tra due giovani, Aurora Taviani e Alessandro Monforte, appartenenti a famiglie nemiche e divisi da un passato di sangue e mistero, sullo sfondo suggestivo dei grandi vigneti della campagna toscana e del mondo del vino. Con la fiction che nella tarda primavera dello scorso anno ottenne ottimi ascolti (oltre 5 milioni con il 20% di share) si punta a consolidare il pubblico in attesa della seconda stagione prevista in autunno in prima serata.

Le tre rose di Eva saranno seguite da un film e precedute, come già scritto, da Il segreto, che da lunedì 8 luglio anticipa alle 14:10. Queste le anticipazioni della puntata di domani, mercoledì 26 giugno: Pepa e don Julian hanno una discussione e Julian rovescia del vino sulla sua valigetta. Pepa si offre di ripulirla e ne approfitta per prendere la carta intestata del dottore per far scrivere ad Emilia una lettera da mandare al sanatorio con la richiesta di vedere Angustias


18
aprile

CANALE5, PALINSESTI ESTATE 2013: PUPETTA MARESCA E SIGNORINI IN UN MARE DI REPLICHE. IN DAY TIME DEBUTTA LA SOAP IL SEGRETO

Manuela Arcuri sarà Pupetta Maresca

L’aria che tira si era già capita in questi mesi con la scarsa offerta in prime time costituita perlopiù da diritti. Inevitabile, quindi, che in estate Canale5 chiuda (o quasi) per ferie. Saranno moltissime, infatti, le repliche che invaderanno il palinsesto della rete ammiraglia del Biscione a tutte le ore del giorno. Certo, qualche novità ci sarà, ma in mezzo ad un mare di cose viste e riviste. Qualche esempio?

Si parte con Zelig – Svisti e mai visti, previsto dai listini Publitalia (da prendere come sempre “con le pinze”) al lunedì sera, dopo il mezzo flop dell’edizione appena conclusasi (media attorno al 15%) per continuare con la serie Le tre rose di Eva, riproposta in attesa della seconda stagione a settembre, e lo spettacolo Panariello non esiste che dovrebbe occupare il sabato sera, ovviamente insieme a moltissimi film spalmati su più serate (oltre che in seconda serata). Repliche anche nella fascia preserale con Avanti un altro (giugno e luglio) e The money drop (agosto), giusto per lasciare la strada spianata a Reazione a catena.

Per quanto riguarda le novità, saranno con ogni probabilità Alfonso Signorini e Manuela Arcuri a tenere compagnia ai telespettatori di Canale5. Il primo con una produzione al lunedì sera, la seconda con la fiction su Pupetta Maresca che dopo una serie di cambi di titolo dovrebbe chiamarsi  Pupetta, Il Coraggio e la Passione. Nuovo sarà anche Stasera mi tuffo, che dovrebbe partire già a maggio, con Teo Mammucari alla conduzione e Paolo Bonolis in giuria. Una data da segnare è quella di sabato 1 giugno in cui ci sarà la finale di Amici.





27
dicembre

2012, UN ANNO DI SUCCESSI (PRIMA PARTE): SOLO SANREMO E IL CALCIO MEGLIO DI ITALIA’S GOT TALENT. FICTION DI RAI 1 SUGLI SCUDI

Oltre 8 milioni di spettatori e il 30% di share per il film tv su Borsellino

Un altro anno sta per concludersi ed anche il piccolo schermo si appresta al rompete le righe di un 2012 che, sulla scia dell’anno precedente, ha fatto segnare una fuga di spettatori non indifferente per gli storici canali generalisti. I numeri parlano chiaro, gli obiettivi delle reti si abbassano prepotentemente; eppure c’è chi è riuscito a brillare come un tempo nella corsa all’auditel, dando conferma che gli italiani sanno ancora “riunirsi” di fronte ad appuntamenti forti, che non siano soltanto il Festival di Sanremo o le partite di calcio.

Andiamo, dunque, a ricordare nel dettaglio quali proposte televisive della prima serata del 2012 finiscono di diritto in… Un Anno di Successi:

GENNAIO – Il primo sussulto lo regala Canale 5 con la fiction Il Tredicesimo Apostolo, che incolla all’esordio ben 7.103.000 spettatori, pari al 27.21% di share. Durata sei puntate, la serie chiude con 5.767.000 e il 21.06% di media. Prosegue il “miracolo” del giovedì di Rai 1 con le ultime puntate della fiction Che Dio ci aiuti, che chiude col botto finale di 7.649.000 fedeli (26.45%). Al via la sfida del sabato tra Ballando con le Stelle 8 (media 5.276.000 – 23.19%) e Italia’s Got Talent 3 (media 6.676.000 – 28.27%); clamoroso, in particolare, il risultato del talent di Canale 5, che alla sesta puntata sfiora addirittura i 9 milioni di spettatori (8.812.000 – 34.52%). Brilla anche SkyUno grazie alla finale di X Factor 5, che consegna al canale satellitare un risultato record (3.95%).

FEBBRAIO – Rai 1 gongola con il calcio (la semifinale d’andata di Coppa Italia tra Milan e Juventus è seguita da 9.328.000 calciofili, con uno share del 29.57%), prima di brindare alle cinque serate del Festival di Sanremo (media 11.144.000 – 47.23%), che nella finale raggiunge i 13.287.000 individui (57.43%). Sempre sulla prima rete nazionale, si rivela un successo la serie Provaci ancora Prof 4, che al secondo appuntamento sfiora i 7 milioni (6.909.000 – 23.46%) e chiude le sei puntate con una media di 6.201.000 spettatori, pari al 21.97%. Ancor più netto è il dominio de Il Giovane Montalbano (media 6.991.000 – 26.07%), salutato all’esordio da 7.749.000 fans (27.99%) dell’originale commissario.


11
luglio

LUCA WARD A DM: “PREFERISCO I CATTIVI, RIMANGONO PIU’ IMPRESSI NELLA MEMORIA DELLA GENTE”.

Luca Ward

Nei panni del perfido Ruggero Camerana ha tenuto con il fiato sospeso i milioni di spettatori de Le Tre Rose di Eva, ansiosi di scoprire se fosse proprio lui il misterioso assassino della serie. Ora in attesa di tornare a febbraio 2013 sul set della seconda stagione della fortunata fiction, Luca Ward si riaffaccia in tv ma in tutt’altre vesti. Toccherà a lui, insieme a Paola Saluzzi, condurre Una Notte Per Caruso, serata celebrativa della musica italiana nel mondo, in compagnia di tanti ospiti, che sarà trasmessa da Marina Grande di Sorrento in prima serata sabato 14 luglio su Raiuno.

Attore, doppiatore e anche conduttore per questo evento: Luca Ward non si ferma mai?

Sì farò anche il conduttore ma devo precisare che quello è un ruolo che spetterà maggiormente a Paola Saluzzi. La mia sarà una conduzione che cadrà spesso nella prosa. Sarò un attore che accompagna il pubblico in questo viaggio.

Quest’anno Una Notte per Caruso assume un doppio significato in seguito alla scomparsa di Lucio Dalla. Gli dedicherete un omaggio particolare?

Intanto abbiamo unito tre grandi: Caruso, Dalla e il bistrattato Buti. Quest’ultimo è stato il primo cantante della Rai, quando la Rai era Eiar, ma lo conoscono in pochi. Per una serie di motivi, legati alla politica, è stato dimenticato. Credo che gli artisti non debbano essere mai dimenticati soprattutto quelli di un tempo che non avevano nessun colore politico. Erano artisti e basta. Poi ovviamente daremo spazio a Lucio Dalla venuto a mancare prematuramente quest’anno.

Una notte per Caruso arriva per te dopo una forte visibilità mediatica. Per molti in questo momento sei il “cattivo” de Le Tre Rose di Eva.  Ti aspettavi tutto questo riscontro?

Devo esser sincero non lo so, anche se la sceneggiatura era fatta molto bene ed era accattivante. In particolare il mio personaggio è stato scritto con grande maestria dagli autori e per questo per me è stato facile interpretarlo. Fino all’ultimo minuto si è creduto che lui fosse il più cattivo di tutti, l’autore di tutti i delitti quando invece difendeva solo la figlia.

Se dovessi scegliere tu il destino del tuo Ruggero Camerana, lo faresti diventare buono o ancora più cattivo?


22
giugno

LE TRE ROSE DI EVA: SCHERI E’ SODDISFATTO ED UFFICIALIZZA LA SECONDA STAGIONE

Victoria Larchenko

Si è conclusa lo scorso mercoledì con un risultato record la prima stagione de Le Tre Rose di Eva. 5.647.000 telespettatori (24.52% di share) sono, infatti, rimasti incollati su Canale5 per poter finalmente scoprire il mistero su cui è ruotata sin dalla prima puntata l’intera saga a marchio Mediavivere.

Ad uccidere Luca Monforte è stata l’insospettabile Viola Camerana (Victoria Larchenko), che l’aveva sempre corteggiato senza essere corrisposta. Tranne una notte, in cui Monforte, ubriaco, è caduto nella trappola. Viola in quella occasione rimane incinta, ma l’uomo non vuole assolutamente tenere il bambino, così durante una lite lo uccide.

La serie, con protagonisti Anna Safroncik, Roberto Farnesi e Luca Ward, ha viaggiato nel corso dei 12 appuntamenti su una media di ben 5 milioni di telespettatori e del 20% di share, risultando la seconda fiction Mediaset più vista del 2012 dopo Il Tredicesimo Apostolo. A riguardo, grande soddisfazione è stata espressa dal Direttore della Fiction Mediaset Giancarlo Scheri che ieri in un comunicato aziendale ha fatto sapere: