2
marzo

KARIMA A DM: MI ETICHETTANO COME PRESUNTUOSA, MA MI HANNO SOLO INSEGNATO A PUNTARE AL MASSIMO. AMICI MI HA FATTO STAR MALE!

Karima Ammar

Karima Ammar

Livornese, classe 85, un unico desiderio: cantare. Conosciuta dal grande pubblico grazie al talent show di Canale 5, Amici, si era già avvicinata alla televisione con Bravo Bravissimo. Ora, con alle spalle un Festival di Sanremo, l’apertura di due concerti di Whitney Houston, una collaborazione con Burt Bacharach, fa parte del cast de I Migliori Anni, show del sabato sera diRai 1 che propone una versione aggiornata e riadattata di Canzonissima. Abbiamo fatto due chiacchiere con Karima Ammar.

Sei venuta fuori da un talent show ma è come se ne avessi preso le distanze ritagliandoti un’immagine diversa. Tenersi fuori dal circo mediatico è stata una scelta o fa parte del tuo modo di essere?

Non è essere fuori dal circo mediatico ma è essere dentro qualcosa che mi appartiene di più. Non è che voglio fare l’alternativa o fare delle cose di nicchia perchè così sono figa. Faccio cose di nicchia perchè rispecchiano quello che sono e la musica che amo. Quando sono arrivata ad Amici avevo già un bel bagaglio di teatro, musical, festival e quindi è stato un modo per farmi conoscere al grande pubblico con la consapevolezza che, una volta finita quell’esperienza, sarei tornata a fare ciò che ho sempre fatto.

Per te cosa rappresenta Maria De Filippi?

E’ una persona che nel periodo della trasmissione ti coccola molto… ma perchè stiamo parlando di Amici?

Perchè ho voglia di ripercorrere i tuoi trascorsi…

Maria è molto partecipe, sin dalle selezioni. E molto spesso sceglie le persone per ciò che le trasmettono emotivamente.

Perchè non ti piace parlare di Amici?

Non è che non mi piace parlare di Amici ma magari una persona fa un percorso e c’è anche dell’altro oltre ad Amici…

Parlami dell’altro…

Ma io devo tantissimo a Maria De Filippi, devo tantissimo a Mediaset, devo moltissimo a Fascino anche se quell’esperienza mi ha fatto stare male, mi ha messo di fronte a tante cose. Stare lì dentro non è un gioco ed emotivamente ti mette alla prova: perdi i contatti con la famiglia, per un mese e mezzo non puoi vedere e sentire nessuno. Ti vengono quindi a mancare dei punti fermi della tua vita anche se sai che ci sono; in più devi lottare per rimanere nella scuola, è un continuo vivere sul filo perchè alla fine nella scuola vuoi rimanere. Dunque… Tensioni su tensioni, paure su paure. Ecco perchè piangevo sempre: era il mio modo di sfogarmi.

Adesso per cosa piangi e per cosa lotti?

Si lotta e si piange perchè la vita non è facile, ti presenta sempre ostacoli da superare e gli ostacoli si superano credendo nei propri sogni, lavorando costantemente tutti i giorni. L’importante è provarci, se poi non raggiungi l’obiettivo almeno potrai dire ‘ce l’ho messa tutta’. Io a volte sono stata etichettata come quella che se la tira ma non è così: a me i più grandi hanno sempre insegnato a puntare a fare 100, in maniera tale che almeno ad 80 ci si arrivi. Purtroppo, poi, in televisione, spesso ciò che viene mandato in onda è tagliato affinchè tu sia un’altra.

Adesso da 0 a 100 dove sei?

Secondo me la carriera di una persona oscilla molto, specialmente in un momento come questo dove non ci sono garanzie di nessun tipo: un giorno sei alle stelle, un giorno alle stalle. Dove sono ora non lo so, ma sto bene. Faccio una trasmissione che mi piace, Carlo Conti è una persona di grande cultura e mi piace molto. Spesso i conduttori non sono parte integrante di quello che succede; Carlo, invece, è sempre presente, è parte viva del programma, vive tutto insieme a noi.

Che legame hai con la televisione?

Ho iniziato a farla per la prima volta nel 97 con Bravo Bravissimo, ma era un’esperienza legata al teatro. Quella in studio, invece, è arrivata nel 2002 quando entrai a far parte del cast fisso di Domenica In con Mara Venier.

Te lo chiedevo perchè volevo sapere quanto possa incidere nella carriera di un cantante una presenza costante in tv. Porta dei benefici o è solo gratificazione personale?

Io penso che ci siano tutte e due le facce della medaglia. Noi viviamo di emozioni e quando si accende quella spia rossa della telecamera sai che sei collegato con milioni di persone. Non puoi far finta che non ci sia.

Secondo te perchè i mammasantissima della musica italiana snobbano la tv (vedi Sanremo)?

Non lo so. Ma magari, visto che i passaggi in tv vengono fatti per promuovere un disco e i veri big quelle copie le vendono a prescindere, non hanno bisogno della pubblicità della tv.

Tu sogni?

Sogno tanto. Dicono che sognano tutti…

Parlavo proprio di sogni notturni…

Io sogno e me li ricordo anche.

L’ultimo?

L’ultimo è deleterio: ho sognato di perdere tutti i denti della parte sinistra della bocca che ho scoperto essere legata al cuore. Pare che in un uomo indichi la perdita di virilità, in una donna una parte aggressiva repressa.

Dove abiti adesso?

Dove sono nata: a Livorno! In Toscana c’è un gran bel fermento.

Hai aperto due concerti di Whitney Houston… è grazie alla casa discografica o è stata la Houston a notarti?

E’ stato grazie alla mia ex produzione: D’Alessandro e Galli.

Ma era il tuo fidanzato?

No no. Ho smentito a suo tempo questa cosa, anche perchè avevo una storia con un’altra persona che adesso purtroppo non c’è più. Spesso i fotografi ci giocano un po’.

Dicevi sulla Houston…

Ci furono dei problemi perchè Whitney già tre anni fa non aveva più la voce che aveva un tempo e ascoltando il mio disco dissero che c’erano delle cose che ricordavano un po’ la Houston dei tempi d’oro. E’ stato un onore, è stata la mia musa ispiratrice.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Selvaggia Lucarelli
Selvaggia Lucarelli a DM: in TV farei subito «Le Vite degli Altri». In passato un sacco di cazzate e brutta televisione perchè pensavo di non meritare di meglio


Daniela Ferolla
Daniela Ferolla a DM: «Il vero lusso è il ritorno alla terra. Basta ridicolizzare le Miss, ci vuole rispetto per il talento della bellezza»


Mtv Super Shore, Ferre, Victor, Potro, Isaac, Igor
I ragazzi di Mtv Super Shore 3 a DM: «Che bordello questo reality! La donna più adulta con cui sono stato? L’hanno seppellita ieri» – Video


Mtv Super Shore, Elettra, Karime, Danik, Adela
Le ragazze di Super Shore 3 a DM: «Togliere le mutandine? Uno stile di vita!» – Video

7 Commenti dei lettori »

1. tinina ha scritto:

2 marzo 2013 alle 22:05

Non è che non mi piace parlare di Amici ma magari una persona fa un percorso e c’è anche dell’altro oltre ad Amici…

Questa frase Emma e Alessandra dovrebbero marchiarsela a fuoco sulla fronte!



2. cristina ha scritto:

3 marzo 2013 alle 00:22

karima è un talento straordinario spero che abbia il successo che merita cmq questa intervista poteva essere fatta meglio alla fine si è parlato di amici e non dei migliori anni cosa che sta facedo attualmente quindi che palle chissenefrega di amici



3. Andrea ha scritto:

3 marzo 2013 alle 12:28

Ricordo che apprezzai il brano che portò al Festival. Mi capitò anche di ascoltare il suo album e non era affatto male. Le auguro di continuare a produrre tanta bella musica.



4. Marco89 ha scritto:

3 marzo 2013 alle 15:22

@ Tinina: lungi da me difendere nessuno ma Emma e Alessandra vendono e riempiono palazzetti, al contrario di Karima. E mi sembra che anche per lei ci siano state opportunità. Emma sarà sempre legata ad Amici ma non è stupida, è una sua scelta che le permette di essere forse meno credibile a livello artistico ma di vendere molte copie. Sono scelte, non credo che Emma sia mal consigliata o ingenua, le va bene così e sinceramente vedendo che fine fa chi da Amici si allontana, capisco il suo atteggiamento anche se forse alla fine pagherà. Però di Emma tra vent’ anni ancora se ne parlerà, ripeto, dipende da cosa vuole realmente un artista.
A me Karima non piace, le riconosco il talento però oggettivamente alla gente non piace più di tanto, poi quali siano i motivi io non lo so.
Se non è riuscita ad affermarsi al grande pubblico dopo la bellissima canzone di Sanremo 2009, che invece lanciò Arisa e Malika, significa che alla gente più di tanto non arriva.



5. tinina ha scritto:

3 marzo 2013 alle 17:08

Marco

Io non sono una fan ne’ di Karima ne’ di Emma e Alessandra, anzi sinceramente di Karima non conosco nessuna canzone. E’ solo che, secondo me Emma e Alessandra, dovrebbero tagliare questo cordone ombelicale che le lega a Maria e che temo possa alla lunga essere controproducente per loro. Poi, sinceramente, non so quanto sia giusto essere meno credibili ma vendere più dischi, andrà bene per la paccata di soldi che si guadagnano ma per il resto? Comunque se ad Emma sta bene così, ok non c’è problema.



6. Marghe ha scritto:

3 marzo 2013 alle 19:07

La verità è che Karima è una delle poche di amici che ha esordito a sanremo come “giovane” e non come big, quindi secondo me fa anche bene a distanziarsi da quella realtà, che seppure l’ha fatta conoscere non le ha dato il trampolino di lancio che si aspettava, magari. Me la ricordo nella trasmissione di Crozza qualche anno fa ed era bravissima, almeno si differenzia dalle 2 amiche di Maria, fedeli anche troppo!



7. Marco89 ha scritto:

3 marzo 2013 alle 20:46

@ Tinina: concordo che dovrebbero staccarsi, senza dubbio, per la loro carriera soprattutto. Come dici tu, dipende cosa uno vuole, di sicuro tra dischi e live di soldi ne stanno guadagnando molti. La Amoroso credo sia realmente legata a Maria, Emma la trovo molto più arguta e attenta ad ogni mossa. Sa benissimo che il suo pubblico è televisivo e quindi cerca sempre di stare in tv, ovviamente coniugando il fattore musicale…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.