21
settembre

Voglio Essere un Mago!: il meccanismo del nuovo programma di Rai2

Voglio Essere un Mago

Voglio Essere un Mago

Al via, stasera in prima serata su Rai2, la prima edizione di Voglio Essere un Mago!. Protagonisti 12 “teen wizard” (7 ragazzi e 5 ragazze) provenienti da tutta Italia, d’età tra i 14 e i 18 anni, con caratteri e personalità diverse, accomunati da un’unica grande passione: l’arte della magia (scopri qui i concorrenti). Saranno divisi in tre casate – le Volpi Rosse, le Piume D’Oro e gli Abisso Blu – studieranno e perfezioneranno le arti magiche, si sfideranno per superare gli esami ed evitare la bocciatura: solo alcuni di loro conquisteranno il Diploma di mago e il migliore si aggiudicherà la bacchetta d’oro. Per raggiungere questo obiettivo dovranno rispettare le regole del castello, mettere a frutto le loro doti, conoscere al meglio i trucchi e gli strumenti magici.

Nella scuola, che li ospiterà per circa un mese, verranno insegnate tre arti magiche: grandi illusioni, mentalismo, e micromagia. L’insegnamento di ognuna di esse sarà affidato a un professore d’eccezione: Eleonora Di Cocco per le grandi Illusioni, Federico Soldati per il mentalismo, Jack Nobile, Hyde e Sbard per la micromagia.  Come nella migliore tradizione delle scuole di magia, il corpo docente sarà presieduto da un “magister”, Raul Cremona, che avrà il compito di supervisionare gli “apprendisti” e gli insegnanti nelle loro attività. A vigilare su tutti, uno dei più grandi e famosi illusionisti al mondo: Silvan, “il mago dei maghi”, narratore degli eventi che racconterà le evoluzioni di ognuno dei ragazzi.

I giovani apprendisti avranno 5 settimane per superare i propri limiti, per crescere e diventare un po’ più adulti. In ogni puntata gli apprendisti dovranno affrontare le verifiche di casata: ogni casata dovrà preparare un’esibizione in una delle tre materie insegnate al castello (Mentalismo, Grandi Illusioni e Micromagia). La squadra peggiore dovrà affrontare gli esami di sbarramento. In questo frangente, ogni componente della casata è a rischio bocciatura e, per evitarla, dovrà dimostrare di avere le competenze pratiche e teoriche necessarie per rimanere nella scuola.

Inoltre ben presto gli aspiranti maghi verranno raggiunti al Castello dai “Babbaloni”giovani influencer estranei al mondo della magia, ma veri e propri “maghi dei social”.

Location Voglio Essere un Mago

Location del programma è il suggestivo castello di Rocchetta Mattei. I diversi ambienti del Castello sono dedicati ai vari momenti che i ragazzi vivono nella scuola di magia. Le tre stanze delle Casate, arredate con i rispettivi colori, accolgono i ragazzi di ciascuna casata che qui studiano e vivono momenti di svago. L’Aula magna, dove gli apprendisti seguono le lezioni e consumano i loro pasti. Il teatro, che ospita le prove degli spettacoli, le verifiche di casata e le esibizioni degli apprendisti. Il dormitorio, sala circolare in cui tutti i ragazzi dormono insieme in letti a castello e la cui vita notturna è seguita costantemente. La stanza dei desideri dove gli apprendisti confessano ad uno specchio magico richieste e sogni con la speranza che siano esauditi… ci riusciranno? Le suggestive location esterne (cortili, giardino, labirinto, bosco) che diventano lo scenario di prove a squadre mozzafiato o di momenti liturgici alla presenza del Magister.

Le regole di Voglio Essere un Mago

Isolamento: come ogni arte, anche la magia ha bisogno di concentrazione e impegno. Per questo motivo, al castello sono bandite le distrazioni.

Vietati i cellulari: i ragazzi dovranno lasciare i loro smartphone all’ingresso, perché al castello si comunica solo tramite l’immaginazione.

Vietati i contatti col mondo esterno: rimasti senza cellulare, i ragazzi non potranno più comunicare con il resto del mondo, compresi amici e parenti. Solo in alcune occasioni avranno l’opportunità di parlare con una persona speciale, attraverso un misterioso Specchio Magico conservato nella Stanza dei desideri.

Vietato lasciare il castello: la scuola di magia è un impegno serio. Una volta valicati i suoi cancelli, si rimane dentro fino alla fine… o almeno fino alla bocciatura.

Indossare le divise di casata: spirito di squadra, senso di appartenenza, affiatamento: a questo servono le divise di casata, assolutamente obbligatorie per ogni apprendista.

Andare a letto presto: studiare richiede concentrazione e mente fresca: al castello sono vietate le notti in bianco. Una volta che si spengono le luci, tutti a dormire!

Le stanze di casata: ogni casata ha il suo piccolo regno, un luogo protetto in cui i suoi membri possono allenarsi, confrontarsi e collaborare. Ciò che avviene nella stanza di casata è top secret: è qui che si mettono a punto le esibizioni e si elaborano strategie per vincere. L’accesso alle altre casate è assolutamente vietato!

Le curiosità

STRUMENTI MAGICI UTILIZZATI

Carte, monete, cubi di Rubik, posate, colombe, attrezzi strabilianti: il castello è dotato di ogni strumento possibile e immaginabile! Gli apprendisti impareranno ad utilizzare tutti gli oggetti magici a loro disposizione, dai più semplici ai più complessi. Ma la magia è soprattutto immaginazione: anche gli oggetti comuni possono trasformarsi in qualcosa di sorprendete. Calcolatrici, bombolette spray, paperelle di plastica, tablet, lavagne, fogli di giornale, sacchetti di carta, guanti, fazzoletti di stoffa: non c’è limite alla fantasia!

ESEMPI DI PROVE ED ESIBIZIONI

Nel loro percorso di apprendimento al castello, i ragazzi dovranno cimentarsi in una grandissima varietà di prove: dai trucchi con le carte alla piegatura dei metalli, da test di memorizzazione a prove di ingegno, dalla levitazione al trasformismo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


SquidGame_Season1_Episode1_00_44_44_16
Pagelle TV della Settimana (4-10/10/2021). Promossi Squid Game e Melaverde. Bocciati il sabato di Rai1 e Star in the Star


Voglio Essere un Mago! - Eleonora Di Cocco e Raul Cremona
Voglio Essere un Mago! da oggi nel pomeriggio di Rai2


voglio essere un mago
Sospesi per flop i Maghi di Rai 2


Voglio essere un Mago! - Daniel
Chi vuol esser un Mago?

1 Commento dei lettori »

1. Gianni ha scritto:

22 settembre 2021 alle 02:31

Visto per 30 minuti. Insopportabile.
M’è sempre piaciuta la magia da prestigiatore e c’era anche Cremona che stimo.

Ma ho trovato il Cremona serio…che recita costantemente il ruolo del mago d’altri tempi col la voce sussurrante.

E il resto è solo l’ennesima copia di quella roba falsa del Collegio.

Nel giro di 30 minuti ho perso ogni interesse.

Bello il castello! Da visitare davvero!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.