19
aprile

Nudes: la serie Rai Play sul revenge porn sarà meno pudica dell’originale

Nudes - Fotinì Peluso e Giovanni Maini

Nudes - Fotinì Peluso e Giovanni Maini

Il revenge porn arriva su Rai Play in una delle sue declinazioni più sconcertanti, quella che riguarda gli adolescenti. Giovani che in alcuni casi subiscono la violenta messa in piazza, o meglio sul web, della propria intimità, in altri si trasformano in carnefici, distruggendo vite senza neanche rendersene conto. Nudes, realizzata da Bim Produzione in collaborazione con Rai Fiction, sarà disponibile in streaming dal 20 aprile con tutti i dieci episodi, della durata di venti minuti circa ciascuno.

Tre storie separate, tre brevi film con protagonisti e toni diversi che mettono in scena varie sfumature dello stesso fenomeno: c’è il mystery con Vittorio (Nicolas Maupas), protagonista dei primi quattro episodi, un diciottenne accusato di aver diffuso un video hard; c’è l’educazione sentimentale nel dramma della sedicenne Sofia (Fotinì Peluso), che in tre episodi vede il proprio amore dissacrato e subisce un tradimento doloroso da qualcuno di cui si fida; c’è il thriller in tre episodi della quattordicenne Ada (Anna Agio), ricattata e vittima di un sistema troppo adulto per lei, quello delle app di incontri.

Alcuni dei giovani protagonisti sono già noti al pubblico televisivo: Maupas è stato Filippo in Mare Fuori e, come dichiarato durante la conferenza stampa di presentazione, considera Vittorio “una persona non educata alla gelosia e alla propria sfera emotiva, non conosce i lati più oscuri della sua personalità e scoprirà la propria fragilità“. Mentre Fotinì Peluso, attualmente su Rai 1 con La Compagnia del Cigno 2, si trova nuovamente ad interpretare un personaggio che vede il proprio mondo sgretolarsi e del quale perde il controllo.

“Il punto debole di Sofia è il non essere esente da colpe, troppo presa da se stessa non si rende conto di escludere una delle componenti del suo gruppo. Danneggia delle persone intorno a lei [...] Si rimprovera di essersi lasciata andare nella cosa più naturale possibile, la sessualità, e paga la propria leggerezza”.

Nudes è un adattamento dell’omonima e “più pudica” serie norvegese e, come specificato dalla regista Laura Lucchetti, il format originale è stato rispettato ma, dopo tante ricerche e uno studio attento della casistica, adattato alla specificità italiana. Con la macchina da presa sempre molto vicina agli interpreti “per averne la pelle, il respiro“, lasciandoli anche liberi di esprimersi, costruendo insieme “il dentro dei ragazzi, facendo venir fuori le loro emozioni” nel tentativo di creare un racconto quanto più realistico possibile.

Per il momento non è prevista una messa in onda in chiaro – come accaduto ad esempio con Passeggeri Notturni, diventata un film tv per Rai 3 – anche per il fatto che si tratta di tre storie diverse che non potrebbero essere intrecciate e montate in modo alternato, perchè questo creerebbe confusione rispetto all’evoluzione dei personaggi, come ci ha spiegato il produttore Riccardo Russo:

“Per la messa in onda in un canale lineare aspettiamo la Rai, credo che ci siano dei ragionamenti in tema di slot, essendo episodi da venti minuti, bisogna trovare la collocazione giusta in base al target di riferimento, che per noi non è solo teen ma anche adulto. Le storie sono state scritte proprio per una fruizione digitale, per richiamare un episodio dopo l’altro”.

Nel cast ci saranno anche Giulia Sangiorgi, Geneme Tonini, Elena Di Cioccio, Stefano Fregni, Giovanni Maini, Andrea Bosca, Alice Lazzarato, Luciano Scarpa e Linda Gennari.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Nudes - Nicolas Maupas
Z Factor


palinsesti raiplay
Palinsesti RaiPlay 2021/2022: in arrivo Luciano Ligabue per ripercorrere i suoi 30 anni di carriera


Alessandra Appiano
Amica di salvataggio: su Rai2 un docufilm ricorda la giornalista Alessandra Appiano


Alessandro Cattelan
Alessandro Cattelan debutta in Rai ‘accontentandosi’ di un branded content in streaming

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.