27
dicembre

Ascolti TV | Mercoledì 26 dicembre 2018. Cenerentola supera i 5 mln (21.1%), disastro Piccole Donne (6.9%)

Cenerentola

Cenerentola

Nella serata di ieri, mercoledì 26 dicembre, su Rai1 Cenerentola ha conquistato 5.069.000 spettatori pari al 21.1% di share. Su Canale 5 la prima puntata della miniserie Piccole Donne ha raccolto davanti al video 1.668.000 spettatori pari al 6.9% di share, nel primo episodio, e 1.323.000 spettatori pari al 6.8%, nel secondo episodio. Su Rai2 Quel Pazzo Venerdì ha interessato 1.411.000 spettatori pari al 5.8% di share. Su Italia 1 Now You See Me – I Maghi del Crimine ha intrattenuto 1.651.000 spettatori (7.5%). Su Rai3 Una notte al museo 2 – La fuga ha raccolto davanti al video 859.000 spettatori pari ad uno share del 3.6%. Su Rete4 #CR4: La Repubblica delle Donne totalizza un a.m. di 904.000 spettatori con il 4.6% di share. Su La7 Vacanze Romane ha registrato 721.000 spettatori con uno share del 3.1%. Su Tv8 Balla coi Lupi segna 524.000 spettatori con il 2.8%. Sul Nove Babbo Natale non viene da Nord ha raccolto 455.000 spettatori con il 2%. Il canale digitale più seguito è Paramount Channel con Una Settimana da Dio che ha raccolto 410.000 spettatori e l’1.7%. Su Rai4 Prigione di Vetro registra 378.000 spettatori con l’1.6%. Su Sky il posticipo Inter-Napoli ha raccolto 2.133.000 spettatori e l’8.9% complessivo (solo su Sky Sport 1: 903.000 spettatori con il 3.8%).

Ascolti TV Access Prime Time

Soliti Ignoti stacca Striscia.

Su Rai1 Soliti Ignoti – Il Ritorno ottiene 4.779.000 spettatori con il 19.9%. Su Canale 5 Striscia La Notizia registra una media di 3.603.000 spettatori con uno share del 15%. Su Rai3 Non ho l’Età raccoglie 1.143.000 spettatori con il 5% mentre la soap Un Posto al Sole ha appassionato 1.476.000 spettatori pari al 6.2%. Su Rete4 Stasera Italia ha radunato 963.000 individui all’ascolto (4.1%), nella prima parte, e 1.107.000 spettatori (4.6%), nella seconda parte. Su La7 Uozzap ha interessato 843.000 spettatori (3.6%). Su Tv8 4 Ristoranti ha divertito 543.000 spettatori con il 2.3%. Sul Nove Cucine da Incubo ha raccolto 243.000 spettatori con l’1%.

Preserale

The Wall distante da L’Eredità.

Su Rai1 L’Eredità – La Sfida dei 7 ha ottenuto un ascolto medio di 3.023.000 spettatori (16.6%) mentre L’Eredità ha raccolto 4.449.000 spettatori (21.7%). Su Canale 5 The Wall – Protagonisti ha raccolto 2.087.000 spettatori (11.8%) mentre The Wall ha interessato 3.354.000 spettatori (16.6%). Su Rai2 Novantesimo Minuto ha raccolto 1.017.000 spettatori (4.9%). Su Italia1 Sport Mediaset ha informato 599.000 spettatori (3.1%). Dragonheart ha totalizzato 721.000 spettatori (3.2%). Su Rai3 Blob segna 1.099.000 spettatori con il 5%. Su Rete4  Tempesta d’Amore ha radunato 679.000 individui all’ascolto (3.1%). Su La7 Josephine Ange Gardien ha appassionato 298.000 spettatori (share dell’1.6%). Su Tv8 Cuochi di Italia ha raccolto 341.000 spettatori con l’1.6%. Su Rai4 Supernatural segna 175.000 spettatori con lo 0.9%, nel primo episodio in replica, e 213.000 spettatori, con l’1%, nel primo episodio della dodicesima stagione in prima tv assoluta.

Daytime Mattina

Santo Stefano porta bene a Uno Mattina.

Su Rai1 Uno Mattina dà il buongiorno a 1.117.000 telespettatori con il 21.4%. Storie Italiane ha ottenuto 1.800.000 spettatori (20.1%) nella prima parte e 1.569.000 spettatori (16.5%) nella seconda parte. Su Canale5 In Forma con Starbene raccoglie 591.000 spettatori e il 7.6%. Terra di Gremlins ha intrattenuto 522.000 spettatori (5.8%). Su Rai 2 Un Angelo Sotto l’Albero ha raccolto 489.000 spettatori con il 6.3%. Su Italia 1 Una Mamma per Amica ottiene un ascolto di 153.000 spettatori pari all’1.7% di share. Su Rai3 per il ciclo La Bibbia – Giacobbe convince 344.000 spettatori pari al 4.6% di share. Su Rete 4 Finalmente una Favola registra una media di 238.000 spettatori con share del 2.7%. Su La7 Josephine Ange Gardien realizza un a.m. di 127.000 spettatori con il 2%.

Daytime Mezzogiorno

Rai2 batte agevolmente Canale 5.

Su Rai1 La Prova del Cuoco ha raccolto 1.640.000 spettatori con il 13.2% di share. Su Canale 5 Un Natale di Mille Colori arriva a 734.000 telespettatori con il 6.6%. Su Rai2 Un Natale Regale raccoglie 1.052.000 spettatori (8.9%). Su Italia 1 Una Mamma per Amica ottiene un ascolto di 243.000 spettatori pari al 2.4% di share. Sport Mediaset ha ottenuto 925.000 spettatori con il 6.1%. Su Rai3 Doc Martin raccoglie 351.000 spettatori (3.5%). Il TG3 delle 12 ha ottenuto 1.395.000 spettatori (11.1%). Passato e Presente ha raccolto 718.000 spettatori (4.7%). Su Rete4 Ricette all’Italiana ha raccolto 332.000 spettatori con il 3.3%, nella prima parte, e 423.000 spettatori (3.2%), nella seconda parte in onda dopo il tg. Su La7 Il Coraggio interessa 200.000 spettatori con share dell’1.6%.

Daytime Pomeriggio

Il Marchese del Grillo porta Iris al 2.2%.

Su Rai1 Vieni da Me ha convinto 1.897.000 spettatori pari al 13% della platea. Il Paradiso delle Signore ha appassionato 1.567.000 spettatori pari al 10.9%. Speciale TG1 ha informato 1.358.000 spettatori (9.4%). Belle e Sebastien – L’Avventura Continua ha raccolto 1.815.000 spettatori con l’11.6%. Su Canale5 Il Discorso del Re ha appassionato 1.147.000 spettatori con il 7.9%. Angeli – Una Storia d’Amore ha ottenuto un ascolto medio di 1.401.000 spettatori pari al 9.2% di share. Su Rai2 Scambiamoci a Natale ha ottenuto 931.000 spettatori con il 6.4%. Un’Ultima Occasione d’Amore ha raccolto 1.190.000 spettatori con l’8.3%. Su Italia1 l’appuntamento con I Simpson ha raccolto 856.000 spettatori (5.6%), nel primo episodio, e 843.000 spettatori (5.8%), nel secondo episodio. Un Semplice Desiderio ha divertito 703.000 spettatori pari al 4.9%. Un Desiderio per Natale ha appassionato 607.000 spettatori con il 4%. Su Rai3 l’appuntamento con le notizie dei TGR è stato seguito da 2.403.000 spettatori con il 16.2%. Raitre per Enzo Biagi ha fatto compagnia a 680.000 spettatori (4.7%). Geo ha registrato 1.777.000 spettatori con l’11%. Su Rete4 Il Mio Amico Babbo Natale è stato seguito da 576.000 spettatori con il 3.9%. Su La7 La Più Grande Storia Mai Raccontata ha interessato 220.000 spettatori (share dell’1.5%). Su TV8 Vite da Copertina ha raccolto 276.000 spettatori con l’1.7%. Su Iris Il Marchese del Grillo segna 323.000 spettatori e il 2.2%. Su Sky Sport Serie A Atalanta-Juventus ha raccolto 676.000 spettatori con il 4.7%.

Seconda Serata

Oltre 2 milioni per Anna dai  Capelli Rossi.

Su Rai1 Anna dai Capelli Rossi è stato seguito da 2.306.000 spettatori con il 14.7% di share. Su Canale 5 Pressing ha totalizzato una media di 579.000 spettatori pari ad uno share del 5.7%. Su Rai2 La Domenica Sportiva segna 1.571.000 spettatori con l’8.4% mentre L’Altra DS segna 808.000 spettatori e il 7.5%. Su Rai 3 il Tg3 Linea Notte segna 490.000 spettatori con il 2.9%. Su Italia1 Gremlins è visto da 400.000 spettatori (5.1%). Su Rete 4 Piccole Luci è stato scelto da 285.000 spettatori con il 4.1% di share. Su La7 Sabrina segna 345.000 spettatori e il 3.7%. Su Rai4 Work Trotter segna 131.000 spettatori e lo 0.6%.

Telegiornali

TG1
Ore 13.30 3.359.000 (21.8%)
Ore 20.00 5.345.000 (24%)

TG2
Ore 13.00 2.465.000 (16.9%)
Ore 20.30 1.683.000 (7.2%)

TG3
Ore 14.25 1.868.000 (12.9%)
Ore 19.00 2.265.000 (11.7%)

TG5
Ore 13.00 2.343.000 (15.9%)
Ore 20.00 4.103.000 (18.3%)

STUDIO APERTO
Ore 12.25 1.372.000 (10.3%)
Ore 18.30 1.225.000 (7.1%)

TG4
Ore 12.00 617.000 (5.2%)
Ore 18.55 616.000 (3.2%)

TGLA7
Ore 13.30 471.000 (3.1%)
Ore 20.00 1.144.000 (5.1%)

Dati auditel per fasce (share %)

RAI 1 16.14 21.99 19.02 14.29 10.84 18.98 20.13 14.41
RAI 2 6.85 4.19 6.64 9.59 7.62 5.26 6.05 7.14
RAI 3 6.54 4.9 4.92 9.96 6.9 9.82 4.31 3.62
RAI SPEC 6.94 7.89 9.66 6.52 7.49 5.88 6.31 5.92
RAI 36.46 38.97 40.24 40.35 32.85 39.94 36.8 31.09
CANALE 5 9.99 16.37 6.49 9.88 8.1 14.96 11.32 6.21
ITALIA 1 4.73 2.01 2.06 6.14 4.36 3.63 5.23 7.1
RETE 4 3.31 1.82 2.78 3.91 2.12 2.64 4.06 4.74
MED SPEC 6.53 7.39 8.06 5.46 6.6 4.87 4.93 8.81
MEDIASET 24.56 27.6 19.39 25.39 21.17 26.1 25.55 26.86
LA7+LA7D 2.95 2.92 2.38 2.35 2.18 2.72 3.5 4.35
SATELLITE 21.96 16.71 22.67 18.13 28.01 19.52 21 23.11
TERRESTRI 14.07 13.8 15.32 13.77 15.78 11.73 13.16 14.59
ALTRE RETI 36.03 30.51 37.99 31.9 43.8 31.25 34.16 37.7

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Imma Tataranni - Sostituto Procuratore
Ascolti TV | Domenica 20 ottobre 2019. Imma Tataranni tocca i 5 milioni e il 23.3%. Non è la D’Urso 12.9%, Fazio 8% e 7.1%, Giletti 5.6%. Ventura 3.9% e 3.1%


imma tataranni ascolti tv
Ascolti TV | Domenica 13 ottobre 2019. Imma Tataranni domina (22.9%), Non è la D’Urso 13.9%. Fazio non va oltre il 7.6%-7.2% battuto dal film di Italia1 (8.7%)


ascolti tv rosy abate finale
Ascolti TV | Venerdì 11 ottobre 2019. Tale e Quale Show (19.7%) batte il finale di Rosy Abate (18.5%)


Amici Celebrities ascolti Hunziker
Ascolti TV | Mercoledì 9 ottobre 2019. Exploit Il Diritto di Contare (20.45%), Amici Celebrities 15.25%. Colò 2.57%, Extravergine 0.09%

36 Commenti dei lettori »

1. iole ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 10:26

Nei giorni di festa la Rai resta imbattibile… la famiglia si riunisce intorno a Rai Uno…
Salvo chi ha Sky che pur di dare un senso ai soldi spesi vede qualsiasi cosa e se la fa piacere



2. Franchino ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 10:32

Quando la Rai trasmette i classici Disney son quasi felice di pagare il canone. Sono ancora più felice di vedere i risultati mostruosi che riescono a fare!

E comunque a Natale son tutti più buoni! Tranne gli ascolti in PT di C5. Quelli manco durante le feste :P



3. Jackinobello ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 10:36

Buongiorno a tutti!
E la strega Mediaset, con i suoi sortilegi malvagi è stata ancora una volta sconfitta dalla magia buona della Rai.
E vissero tutti felici e contenti.
🤗



4. PAOLO76 ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 10:54

Ciao a tutti….
La rai e in particolare rai1 nelle feste di Natale porta a casa risultati altissimi. Ieri sera mi sono guardato un altro dvd non trovando nulla di interessante in tv. Di certo è impressionante il numero di film inerenti il Natale che sono stati girati nel corso degli anni…. Potrebbero andare avanti tutti i giorni del’anno…..



5. Joseph ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 11:01

Piccole le donne, piccolissimo lo share.



6. Drew ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 11:03

Ma che dici @Iole su Sky, guarda che l’abbonamento non si firma col sangue eh, si può rescindere quando uno non pensa valga la pena, altro che guardarsi ciò che passa il convento.

Piuttosto sebbene sia contento della magia che i classici Disney hanno ancora, boh esistono i dvd (non tiriamo fuori i soldi che mancano, perchè costano 7 euro ed è una spesa che fai una volta per tutta la vita e poi a Natale invece di tante cavolate, possono essere un ottimo regalo per i bambini), guardarsi un cartone con tanto di pause pubblicitarie quando si può fare in qualsiasi momento



7. Joseph ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 11:04

Anche access e preserale agevolmente a Rai1.



8. il-Cla83 ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 11:04

Buongiorno
Che dire.. i grandi classici Disney son sempre i grandi classici Disney e mettono d’accordo grandi e piccini, risultato oltre il 21% per Cenerentola.
Malissimo C5 con la miniserie Piccole donne solo al 6%, prodotto troppo raffinato per C5, un po’ come la serie in costume Victoria, non si capisce perchè Mediaset continui su questa strada, queste produzioni sarebbero ottime per R4 cosi’ come New Amsterdam adatto a Italia1.
Chiambretti in risalita dopo i risultati bassissimi delle scorse settimane (ma ieri mancava all’appello anche Chi l’ha visto). Molto bene il film su Italia1.

Giornata particolarmente bassa per C5, anche The wall senza alcun tipo di traino fa solo il 16%

Ascolti bassi per Balivo e Paradiso nonostante l’assenza di concorrenza.
Un saluto a tutti!



9. Nina ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 11:44

Jackino: esatto Rai uguale bontà, sincerità, sentimenti positivi, ergo chi la guarda è una persona migliore. Addirittura migliorano la capacità intellettive.



10. Mario ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 11:49

Grazie per gli ascolti di Supernatural



11. Zio Enzo ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 12:27

La vittoria di Rai 1 e una vittoria insignificante perchè è stata ottenuta per far contenti i più piccoli. Inutile sparare i botti come a capodanno



12. Pierfrancesco Montecucco ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 12:42

Ho scelto di guardare Piccole Donne ieri e sinceramente mi è piaciuto molto. Peccato per lo share così basso.



13. Cugino ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 12:51

Cenerentola è un cartone delizioso, di quelli che gli adulti guardano volentieri tanto quanto i bambini. E scusa Zio Enzo, cosa c’è di male nel voler far contenti i piccoli? Direi che è la missione più bella del mondo, altro che insignificante.

Nina io mi sono fatto persuaso (come direbbe Montalbano) che tu abbia lavorato (o forse ancora lavori?) in Rai e che l’esperienza per qualche motivo sia finita malissimo, perchè proprio la tua acredine e i tuoi strali quotidiani contro la Rai e soprattutto contro chi la guarda non si spiegano altrimenti. Penso però anche che le le velleità personali di revanche dovrebbero trovare posto altrove.



14. Sabato ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 13:29

Notizie su Amici 2019.
Marco Masini e Loredana Bertè sarebbero stati ingaggiati da Maria De Filippi per il serale di Amici (fonte: TvBlog). Se per la Bertè si tratterebbe solo di un ritorno, per Masini sarebbe un vero debutto in casa Amici, ma lo abbiamo già visto dietro ad un bancone ad Ora O Mai Più e a Sanremo Young, programmi in cui si è rivelato un giudice severo.
L’approdo ad Amici di Masini e Bertè potrebbe impedire il loro ritorno ad Ora O Mai Più: Amadeus perderebbe così due dei giudici (pardon, “maestri”) più forti del suo programma.
La De Filippi non è nuova a questo “furto” di giudici: basti pensare a J-Ax (ex coach di The Voice) e a Morgan e Simona Ventura (storici giudici di X Factor).

A proposito di Amici, qualche giorno fa il maestro Beppe Vessicchio ha commentato così, in un’intervista, la sua esperienza nel talent Mediaset: “Maria mi propose di entrare nel cast nel 2001 e le dissi di sì; il programma si chiamava ancora Saranno Famosi, era una scuola d’arte, si parlava di personaggi di enorme spessore culturale. Oggi Amici non è più lo stesso: in quanto a numeri, va bene, ma da tempo non produce più niente, vive una sorta di stanchezza”.



15. Nina ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 13:31

Cugino: ah io sarei quella strana, non quellovche parla di magia buona della Rai. Ma per piacere voi state male male male.



16. Mayu ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 13:34

La vittoria di Rai1 con il classico Disney è insignificante! È insignificante perché è stata ottenuta per accontentare i piccoli! Io mi chiedo quale sarà mai il limite fino al quale si spingeranno le scuse dei detrattori della Rai. Ma poi, il pubblico infantile non è quello più pregiato, quello che fa sborsare una barca di soldi ai genitori, quello più facilmente influenzabile dalle pubblicità? L’Eldorado per le tv commerciali…

Comunque, i dati di ieri ci dimostrano, ancora una volta, la pochezza del palinsesto di Canale5 quando fa a meno del suo solito deprecabile carrozzone: totale giornata al di sotto del 10%, PrimeTime al di sotto del 7%, Tg5 dell 13 battuto dal Tg2 della stessa ora, Striscia e The Wall a 5 punti di distanza dai concorrenti.

Vorrei aggiungere, che non è stato un miracolo di Santo Stefano a far lievitare i dati di Uno Mattina ma, più profanamente, la necessità di aggiornamenti sul terremoto di Catania, con l’informazione Rai che è stata, ancora una volta, premiata rispetto alla concorrenza.



17. Vince! ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 13:56

Ciao a tutti… Buone feste!
In questi giorni mi sembra inutile commentare la tv.
Ci vediamo dopo le vacanze!



18. john2207 ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 14:34

da notare come il pomeriggio di rai1 non si risollevi nemmeno con la concorrenza in ferie. Balivo e soap al solito livello di share, senza sussulti



19. wisdom ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 14:42

Buongiorno a tutti. Sono felice per il bel riscontro di Cenerentola, che è un film delizioso. Io comunque ho guardato Piccole Donne e l’ho trovato davvero ben fatto, con tutte quelle qualità che caratterizzano da sempre gli sceneggiati prodotti dalla BBC: ottimi attori, ricostruzione attenta di ambienti e costumi, fedeltà al testo letterario. Il problema è che come è già stato detto si tratta di un prodotto troppo raffinato per Canale5, che ormai ha abituato il suo pubblico a spettacoli di bassa, o anche bassissima, lega. Non sono d’accordo sul fatto che il riscontro sarebbe stato diverso su un’altra rete mediaset. Ormai anche R4 non ha più una sua identità, nè un suo pubblico fidelizzato. Basta vedere la fine ingloriosa su Rete4 di Downtown Abbey, bellissima serie che ha avuto un riscontro senza precedenti in tutto il mondo, tranne che in Italia dove è passata quasi sotto silenzio. Ormai chi guarda una qualsiasi rete mediaset cerca tutt’altro.



20. marco urli ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 15:14

Canale 5 in prima serata durante le feste dovrebbe rispolverare film classici (con tutto il magazzino che ha a disposizione).

Pressing flop costante con addirittura un terzo degli ascolti della DS! Anche copiando l’idea della DS di dividere in due il programma da gennaio (come si evince da un altro sito) non so se porterà frutti.

Stasera Italia floppa anche senza Otto e Mezzo. Poco senso andare in onda il 26 dicembre.

Buono Iris e risultato storico per Vieni da Me.



21. Sabato ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 15:49

Trovo davvero assurde le lagne di chi si lamenta dell’offerta Sky. L’abbonamento non è obbligatorio! Pagatelo solo se ritenete che meriti i vostri soldi, altrimenti accontentatevi della TV non-pay! Siete peggio di quelli che si lamentano del canone Rai, i quali potrebbero, a loro volta, chiederne l’esenzione: ovviamente bisogna dimostrare di non possedere una televisione, altrimenti non si tratta più di esenzione, ma di evasione.

il-Cla83, sono d’accordo con te quando dici che “Piccole Donne e Victoria sarebbero ottime per Rete4 e New Amsterdam adatto a Italia1″. Il problema è che per Canale5 non resterebbe nulla! L’ammiraglia Mediaset soffre di un vuoto che da gennaio sarà in parte colmato con lo spostamento (o comunque lo “sdoppiamento”) in prima serata di programmi del pomeriggio. Mancano produzioni e contenuti: Canale5 non può permettersi di cedere prodotti alle altre reti Mediaset!



22. Nina ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 16:19

Che sky sia una roba oscena, tra skyTg24 , le partite con telecronache improbabili e inascoltabili, film con rotazione assurda è un dato di fatto. Però non si può dirlo. Non ci si può neppure lamentare per l’imposizione del canone. Eh no, pagare e tacere.



23. tina ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 16:31

Grazie Sabato per le notizie su Amici.Per fortuna non tutti disprezzano il programma come te ,infatti e’l'unico talent arrivato alla diciottesima edizione con ottimi ascolti.Con buona pace dei rosiconi perché e’trasmesso su canale 5.Ciao a quasi tutti.



24. tina ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 16:31

Grazie Sabato per le notizie su Amici.Per fortuna non tutti disprezzano il programma come te ,infatti e’l'unico talent arrivato alla diciottesima edizione con ottimi ascolti.Con buona pace dei rosiconi perché e’trasmesso su canale 5.Ciao a quasi tutti.



25. il-Cla83 ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 16:54

@sabato
si è esattamente come dici, e in questo senso ho saputo che anche Tikitaka da gennaio traslocherà da I1 a C5, rete che ha bisogno di rinforzarsi, sebbene a novembre in prime time è aumentata ed è a circa due punti di distanza da raiuno,
credo che da gennaio un po’ di cose cambieranno, ho sentito che anche Il milionario (che non è certo trash) avrà un seguito di puntate in prima serata, affiancare queste produzioni a quelle di maggior successo come C’è posta per te potrebbe migliorare i risultati della rete, e i film e le miniserie straniere come New Amsterdam o Victoria dovrebbero secondo me trovare collocazione nelle reti minori.
Io mi auguro che C5 si riprenda, non per la rete o per Mediaset, di quello mi interessa ben poco, ma per il pubblico, che avrebbe maggior possibilità di scelta nelle proposte del prime time della tv non a pagamento.
Approfitto per augurarti buone feste



26. Sabato ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 17:08

Dopo i commenti di Tina e Nina, posso affermare senza paura di essere smentito che molte persone non sappiano leggere:
- la prima parla di “disprezzo nei confronti di Amici perché trasmesso su Canale5″, quando le ho già ampiamente spiegato il mio punto di vista, che non può essere sintetizzato in questo modo. Fra l’altro, amo la Bertè e stimo Masini, quindi vedo di buon occhio questi due ipotetici ingaggi!
- la seconda attacca i contenuti Sky come se io li avessi difesi (per la cronaca, non ho mai avuto TV a pagamento, né Sky, né Premium, la nuova DAZN, la vecchia Tele+… niente di niente! Pertanto non ho mai proferito parola sui contenuti delle stesse, non sapendone nulla). Non solo: parla di “imposizione del canone”, quando ho chiaramente ricordato la possibilità di chiederne l’esenzione (ma forse lei vuole essere autorizzata ad evaderlo, cioè godersi il servizio ma gratuitamente). “Pagare e tacere”? No: capire o tacere!
Buona serata



27. Sabato ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 17:18

il-Cla83, ti ringrazio e ricambio con piacere i tuoi auguri :-)
Anch’io spero in una svolta per Mediaset, a livello di ricchezza dell’offerta, ma soprattutto di qualità della stessa! Ho già affrontato in altre sedi questo argomento e quindi non mi dilungo, ma voglio ribadire l’urgenza, a mio avviso, di rinnovare il gruppo autorale dei reality, dai quali ho finito per allontanarmi (e non sono l’unico)!
Sono felice per il ritorno del Milionario, che è calato di molto fra la prima e la seconda puntata, ma potrebbe reggere assestandosi a livelli comunque discreti. Non condivido invece la scelta Mediaset di portare in prima serata i programmi pomeridiani, in quanto questo potrebbe “snaturarli”, disaffezionando così il pubblico più fedele.



28. primus ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 17:32

Vessicchio ha ragione, ormai quel programma produce solo fenomeni usa e getta per bimbe invasate, poi finiscono velocemente nel dimenticatoio, ma alla de filippi interessa solo spremere finchè puo’…



29. Nina ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 18:04

Dopo , magari, ti dicono pure che stai piagnucolando se sottolinei un”emerita sciocchezza: qualcuno ha la bontà si spiegsrmi cosa c’entrea in una normalissima e tranquilla discussione uscirsene con l”accusa di evasione fiscale?



30. marco ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 18:29

Parentesi economica Mediaset esce da FTSE MIB colpa dei bassi ricavi dovuti anche alla vendita di spazi pubblicitari. Questo é il vero dramma che impone a Mediaset l’impossibilità di fare rinnovamenti sul palinsesto puntando a qualcosa di diverso che implica di Dover anche cambiare o abituare il suo pubblico. Quest’ultima fase non se la può permettere rischierebbe troppo anche se andando avanti cosi non so quanto convenga.



31. Sabato ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 18:48

Marco, interessante! Questo argomento meriterebbe un articolo (o forse lo avrebbe meritato, essendo ormai un fatto di qualche settimana fa, passato in sordina).

Ps: prima che Tina mi punti il dito contro, preciso che trovo il commento di Marco interessante non perché racconta il triste quadro economico di Mediaset, ma perché spiega i limiti dell’azienda nella sperimentazione, nel lancio di nuovi programmi e nella scelta degli stessi (solo reality low cost, niente Talpa!).



32. tina ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 19:00

Ahimè mi sa che sono finiti i tempi per canale 5 di trasmettere fiction belle come quelle che rimpiango.



33. Cugino ha scritto:

27 dicembre 2018 alle 20:24

Quello evidenziato da Marco e Sabato è infatti il vero grande problema di mediaset, come sanno bene tutti nonostante gli sforzi sovrumani degli uffici stampa mediaset e publitalia di sviare l’argomento su altro (es. lo stipendio di Fazio).
La notizia come ha detto Sabato è di qualche tempo fa, ma nessuno ne ha scritto, nessuno ne ha parlato, e di conseguenza nessuno di noi “the others” l’ha commentata qua sopra penso per lo stesso motivo per cui non l’ho fatto io, ovvero evitare di incorrere nelle solite polemiche con i soliti nick pseudo indipendenti. Ma negare l’evidenza non fa nemmeno il bene della stessa mediaset. Nel tentativo di far quadrare i conti si cerca di far cassa con programmi di bassa levatura che costano poco ma che fino a qualche tempo fa garantivano molti ascolti. Purtroppo per loro il pubblico comincia a non poterne più, e non volendo investire si spinge l’acceleratore su quello che si crede piaccia al pubblico di bocca buona, ovvero il famoso trash. Il meccanismo però si sta inceppando, anzi si sta rivelando addirittura un boomerang, perchè il pubblico se ne va sempre più in massa, finendo per fuggire anche da quei pochi programmi di qualità come è ad esempio Piccole Donne. Una situazione tutt’altro che felice, che non si risolve nè con le maiuscole nè con le invettive a Fazio, ma che necessiterebbe un radicale ripensamento delle strategie aziendali, e delle risorse ad esse dedicate.



34. marco ha scritto:

28 dicembre 2018 alle 00:01

Beh se consideriamo che storicamente era Italia uno a sperimentare. Quanti nuovi progetti ha lanciato? Tolto Emigratis io non ne ricordo in questi due/tre anni… Anche quelli di Rete4 possiamo definirli nuovi o sperimentale? Ad esempio Freedom mi ricorda molto voyager.



35. Cugino ha scritto:

28 dicembre 2018 alle 08:00

Marco ai (bei) tempi di cui parli tu ItaliaUno ha lanciato un mare di personaggi poi diventati bravissimi e famosissimi, si ricorda qualcosa del genere negli ultimi anni? Sempre nel periodo “d’oro” Rete4 aveva creato una sua identità peculiare con un pubblico numeroso e fidelizzatissimo, oggi galleggia a malapena. E chi ricorda poi di quando su Canale5 sono “esplose” serie che la Rai aveva tentato di lanciare senza successo, per poi abbandonarle. Chi viene qui ogni giorno a sparare mortaretti per programmi inguardabili e ascolti che alla fine nemmeno giustificano tanto orrore, quei tempi evidentemente non se li ricorda. Oppure non gliene importa niente e fa semplicemente quello che gli viene chiesto di fare. Gli spettatori “veri” invece quei tempi li rimpiangono e li rivorrebbero, ci scommetto.



36. marco ha scritto:

28 dicembre 2018 alle 17:24

Condivido aveva un certo fascino



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.