14
novembre

Ascolti TV | Martedì 13 novembre 2018. I Medici 2 chiude con il 18.1%, Stasera Tutto è Possibile con il 9.1%. Il Ricco, il Povero e il Maggiordomo all’8.3%

I Medici 2 - Matteo Martari e Daniel Sharman

I Medici 2 - Matteo Martari e Daniel Sharman

Su Rai1 l’ultima puntata di I Medici – Lorenzo il Magnifico ha conquistato 4.250.000 spettatori pari al 18.1% di share. Su Canale 5 Il Ricco, il Povero e il Maggiordomo ha raccolto davanti al video 1.860.000 spettatori pari all’8.3% di share. Su Rai2 Stasera Tutto è possibile ha interessato 1.859.000 spettatori pari al 9.1% di share. Su Italia 1 Le Iene Show ha catturato l’attenzione di 1.972.000 spettatori (10.8%). Su Rai3 #Cartabianca ha raccolto davanti al video 1.256.000 spettatori pari ad uno share del 5.8%. Su Rete4 Il Segreto totalizza un a.m. di 1.766.000 spettatori con il 7.5% di share. Su La7 DiMartedì ha registrato 1.504.000 spettatori con uno share del 6.8%. Su TV8 MasterChef Italia 7 ha segnato il 2.6% con 574.000 spettatori mentre sul Nove Breakdown – La Trappola ha catturato l’attenzione di 326.000 spettatori (1.3%). Su La5 la replica del Grande Fratello Vip segna l’1.2% con 222.000 spettatori e su Iris Terra di Confine realizza il 2% con 447.000 spettatori.

Access Prime Time

Otto e Mezzo all’8.6%

Su Rai1 I Soliti Ignoti ottiene 4.817.000 spettatori con il 18.9%. Su Canale 5 Striscia la Notizia registra una media di 4.668.000 spettatori con uno share del 18.2%. Su Rai2 Quelli che dopo il TG segna il 5.3% con 1.355.000 spettatori. Su Italia1 CSI ha registrato 1.136.000 spettatori con il 4.5%. Su Rai3 Alla Lavagna ha appassionato 1.581.000 spettatori pari al 6.5% e Un Posto al Sole 1.780.000 (7%). Su Rete4 Stasera Italia ha radunato 1.124.000 individui all’ascolto (4.5%) nella prima parte e 1.104.000 (4.3%) nella seconda, mentre su La7 Otto e Mezzo ha interessato 2.195.000 spettatori (8.6%). Su TV8 Guess my Age piace a 537.000 spettatori con il 2.1% di share. Sul Nove Cucine da Incubo ha raccolto 274.000 spettatori con l’1.1% mentre I Migliori Fratelli di Crozza 229.000 (0.9%). Su Real Time Cortesie per gli Ospiti segna l’1.5% con 375.000 spettatori.

Preserale

Cuochi d’Italia al 2%

Su Rai1 L’Eredità – La Sfida dei Sette ha ottenuto un ascolto medio di 3.368.000 spettatori (20.8%) mentre L’Eredità ha giocato con 4.615.000 spettatori (23.5%). Su Canale 5 Caduta Libera – Inizia la Sfida segna 2.802.000 spettatori con il 17.8% di share e Caduta Libera 4.092.000 con il 21.3% di share. Su Rai2 NCIS Los Angeles ha raccolto 745.000 spettatori (4.2%) mentre NCIS 1.153.000 (5.2%). Su Italia1 Sport Mediaset ha totalizzato 461.000 spettatori (2.6%) e CSI New York 525.000 (2.4%). Su Rai3 Blob segna 1.172.000 spettatori con il 5.2%. Su Rete 4 Fuori dal Coro è stato scelto da 670.000 spettatori (3.4%) e Tempesta D’Amore sigla il 4.4% con 984.000 spettatori. Su La7 Josephine, Ange Gardien ha appassionato 354.000 spettatori (share del 2.2%). Su Tv8 Cuochi d’Italia fa compagnia a 443.000 spettatori (2%). Su La5 Grande Fratello Vip Live è stato seguito da 58.000 spettatori pari allo 0.3% di share.

Daytime Mattina

Mattino Cinque al 18.6% nella seconda parte

Su Rai1 Uno Mattina dà il buongiorno a 858.000 telespettatori con il 16.4% di share; Storie Italiane ottiene 863.000 spettatori con il 18.1% di share nella prima parte e 842.000 (16%) nella seconda. Su Canale5 Mattino Cinque ha informato 871.000 spettatori (16.4%) nella prima parte e 892.000 (18.6%) nella seconda. Su Rai 2 Tg2 Frankenstein è visto da 122.000 spettatori (2.6%). Su Italia 1 Dr. House ottiene un ascolto di 126.000 spettatori pari al 2.2% di share nel primo episodio e 132.000 spettatori (2.6%) nel secondo. Su Rai3 Agorà convince 475.000 spettatori pari all’8.8% di share (presentazione 425.000 – 7%); Mi Manda RaiTre si porta al 6.3% con 299.000 spettatori e Tutta Salute segna il 5.7% con 294.000 spettatori. Su Rete 4 l’appuntamento con Un Detective in Corsia registra 137.000 spettatori con share del 2.8%. Su La7 Omnibus realizza un a.m. di 143.000 spettatori con il 3.1% nelle News e 252.000 (4.5%) nel Dibattito. A seguire Coffee Break ha informato 246.000 spettatori pari al 5.1%.

Daytime Mezzogiorno

Forum oltre il 20%

Su Rai1 La Prova del Cuoco ha raccolto 1.197.000 spettatori con il 12.3%. Su Canale 5 Forum arriva a 1.564.000 telespettatori con il 20.1%. Su Rai2 I Fatti Vostri segna 465.000 spettatori con il 7.9% nella prima parte e 993.000 (10.2%) nella seconda. Su Italia 1 Grande Fratello Vip segna il 5.5% con 708.000 spettatori e l’appuntamento con Sport Mediaset ha ottenuto 913.000 spettatori con il 6.3%. Su Rai3 Chi l’ha Visto? 11.30 raggiunge 440.000 spettatori con il 6.9%, Quante storie si porta al 7.9% con 969.000 spettatori. Su Rete4 Ricette all’Italiana ha appassionato 188.000 spettatori con l’1.7% di share mentre La Signora in Giallo 627.000 (4.5%). Su La7 L’Aria che Tira interessa 410.000 spettatori con share del 7.1% nella prima parte, e 530.000 spettatori con il 4.9% nella seconda parte denominata ‘Oggi’. Su La5 Grande Fratello Vip Live è stato seguito da 35.000 spettatori pari allo 0.2% di share.

Daytime Pomeriggio

Su Rai 3 la replica de I Medici al 3.6%-5.2%

Su Rai1 Vieni da Me ha convinto 1.492.000 spettatori (11.2% di share) e Il Paradiso delle Signore 1.271.000 (11.8%). La Vita in Diretta informa 1.385.000 spettatori (13.6%) nella prima parte e 1.808.000 (14.9%) nella seconda. Su Canale5 Beautiful appassiona 2.657.000 spettatori (18.2%), Una Vita ha convinto 2.593.000 spettatori con il 18.7% di share mentre Uomini e Donne ha fatto compagnia a 2.869.000 spettatori pari al 24% di share (finale 2.528.000 – 24.5%). Grande Fratello Vip è la scelta di 2.480.000 spettatori (25.1%). Il Segreto sigla il 24.3% con 2.457.000 spettatori; Pomeriggio Cinque si porta al 19.5% con 2.170.000 spettatori nella prima parte, al 16.5% con 2.151.000 spettatori nella seconda e al 14.6% con 2.134.000 spettatori nella terza, di breve durata. Su Rai 2 Detto Fatto ha convinto 801.000 spettatori (6.6%), Squadra Speciale Colonia 368.000 (3.6%) nel primo episodio e 321.000 (2.9%) nel secondo. Su Italia1 I Simpson intrattengono 860.000 spettatori (6%) nel primo episodio e 896.000 (6.5%) nel secondo, The Big Bang Theory ha raccolto 597.000 spettatori con il 5%, Young Sheldon 614.000 (5.3%) e Friends 296.000 (2.6%). Il Grande Fratello Vip segna il 2.4% con 316.000 spettatori. Su Rai3 la replica de I Medici – Lorenzo il Magnifico ha fatto compagnia a 388.000 spettatori (3.6%) nel primo episodio e a 517.000 (5.2%) nel secondo; Geo è piaciuto a 1.614.000 spettatori con il 12.6% di share. Su Rete4 Lo Sportello di Forum è stato seguito da 987.000 spettatori con il 7.5%. Su La7 Tagadà ha ottenuto 381.000 spettatori con il 2.8% nella Prima Pagina e 435.000 (3.7%) nella seconda. Su Real Time Amici Casting si porta all’1.8% con 247.000 spettatori.

Seconda Serata

Mai dire GF Vip al 14.2%

Su Rai1 Porta a Porta convince 828.000 spettatori con il 10.5% di share. Su Canale 5 Matrix ha totalizzato una media di 348.000 spettatori pari ad uno share del 5.2%. Su Rai2 Alle Origini della Bontà segna 428.000 spettatori con il 6.1%. Su Rai 3 il Tg3 Linea Notte segna il 6.7% con 518.000 spettatori. Su Italia1 Ma dire GF Vip viene visto da una media di 766.000 ascoltatori con il 14.2% di share. Su Rete4 Nassirya – Per non dimenticare ha segnato il 3.5% con 270.000 spettatori.

Telegiornali

TG1

Ore 13.30 2.933.000 (20.1%)

Ore 20.00 5.037.000 (22%)

TG2

Ore 13.00 2.148.000 (16.2%)

Ore 20.30 1.769.000 (7%)

TG3

Ore 14.25 1.514.000 (11.1%)

Ore 19.00 2.097.000 (11.7%)

TG5

Ore 13.00 2.767.000 (20.6%)

Ore 20.00 4.655.000 (20%)

STUDIO APERTO

Ore 12.25 1.243.000 (11.6%)

Ore 18.30 780.000 (5.3%)

TG4

Ore 12.00 343.000 (4.1%)

Ore 18.55 611.000 (3.5%)

TGLA7

Ore 13.30 600.000 (4.1%)

Ore 20.00 1.459.000 (6.3%)

Ascolti tv per fasce auditel (share %)

RAI 1 15.97 17.29 16.76 13.23 12.67 20.59 17.57 15.25
RAI 2 6.49 1.93 4.68 9.15 5.56 4.36 7.47 8.68
RAI 3 7.63 10.81 7.19 9.32 6.52 10.27 6.37 5.56
RAI SPEC 6.3 8.24 7.12 5.26 6.85 6.77 6.29 4.75
RAI 36.38 38.27 35.75 36.96 31.6 41.99 37.7 34.24

CANALE 5 16.31 17.64 18.31 19.57 23.25 19.29 13.7 6.86
ITALIA 1 5.92 3.04 2.64 6.57 4.05 2.93 6.19 12.26
RETE 4 4.63 1.83 2.61 4.88 5.05 3.66 5.71 5.82
MED SPEC 6.68 7.25 5.71 5.41 5.92 5.5 6.82 8.36
MEDIASET 33.55 29.76 29.28 36.43 38.27 31.38 32.42 33.3

LA7+LA7D 5.33 4.64 6.3 4.61 3.81 3.54 7.59 6.48

SATELLITE 15.02 16.38 17.42 12.4 16.21 14.72 13.58 15.76
TERRESTRI 9.73 10.96 11.26 9.59 10.11 8.37 8.71 10.22
ALTRE RETI 24.75 27.34 28.68 21.99 26.32 23.09 22.29 25.98

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Clerici ascolti tv 15 dicembre 2018
Ascolti TV | Sabato 15 dicembre 2018. Festa di Natale 16.2%, Renzi 1.8% battuto anche da La Fabbrica dei Biscotti su Tv8 (2.2%) e da Rocky IV su Rai Movie (2.5%)


Un Natale d'oro Zecchino
Ascolti TV | Venerdì 14 dicembre 2018. Vince Un Natale d’Oro Zecchino (17.9%), Milionario 16.4%


Nero a Metà - Claudio Amendola e Miguel Gobbo Diaz
Ascolti TV | Giovedì 13 dicembre. Nero a Metà 21.2%, la finale di X Factor 2018 al 13% (TV8+Sky+Cielo). Flop I Grandi Papi (0.8%)


ascolti guarda stupisci
Ascolti TV | Mercoledì 12 dicembre 2018. Champions 17.8%, Arbore 14.5%, Animali Fantastici 11.8%. Crolla Chiambretti (3.6%)

59 Commenti dei lettori »

Pagine: [1] 2 » Mostra tutti i commenti

1. IOLE ha scritto:

14 novembre 2018 alle 10:15

nonostante tutto anche ieri canale 5 ha vinto le 24 ore



2. IOLE ha scritto:

14 novembre 2018 alle 10:18

nonostante tutto, canale 5 vince le 34 ore.
Prima rete dalle 7 del mattino alle 18…11 ore di fila



3. Dalila ha scritto:

14 novembre 2018 alle 10:19

Quella dei Medici,al di là degli ascolti,era una una fiction che meritava ben altri dati.Bellissima puntata,con un ritmo ancor più serrato rispetto alla precedente,una escalation di eventi,dopo la morte di Giuliano,da non lasciare respiro.Dialoghi profondi e intrisi di amicizia e odio,come quello intenso,l’ultimo,fra Lorenzo e Francesco.Interpretazione bellissima anche del cambio di atteggiamento di Lorenzo,dapprima sempre in cerca di dialogo e pace,a disperazione e rabbia cieca dopo il tradimento.Complimenti a tutti gli attori,tutti all’altezza,perfettamente.Molto curiosa per la terza stagione.



4. IOLE ha scritto:

14 novembre 2018 alle 10:26

DALILA
in tv ho visto troppe cose schifose fare grandi ascolti e viceversa…

Non mi spiegherò mai perché certe fiction italiane proposte da Rai Uno e recitate pure male fanno il 30% e poi fiction bellissime fare poco…

siamo italiani



5. Fr ha scritto:

14 novembre 2018 alle 10:32

Incredibile il dato in prima serata de Il Segreto che sulla rete cadetta quasi pareggia sia in share che in valori assoluti il dato di Canale 5. Le ragioni dello straordinario successo di questa soap andrebbero studiati nelle aule universitarie.
Non mi stupisco del riscontro molto al di sotto delle attese per I Medici, il pubblico di Rai 1 ormai è anestetizzato da fiction senza senso come L’Allieva o Non dirlo al mio capo, al punto da non saper apprezzare un prodotto di qualità superiore.



6. Dalila ha scritto:

14 novembre 2018 alle 10:37

Iole,non mi spiego neppure io per quale motivo la seconda stagione abbia perso così tanti spettatori.Questa,al pari della prima,meritava,soprattutto per la figura storica che Lorenzo ha sempre rappresentato.E’andata così,ma il prodotto,a mio avviso,è ottimo.Se le persone avessero maggiore curiosità,forse si avrebbero altri dati..Io indubbiamente seguirò anche il seguito,e le vicende dei sopravvissuti,che sono rimasti pochi..



7. Francesco93 ha scritto:

14 novembre 2018 alle 10:38

Incredibile il dato in prima serata de Il Segreto che sulla rete cadetta quasi pareggia sia in share che in valori assoluti il dato di Canale 5. Le ragioni dello straordinario successo di questa soap andrebbero studiati nelle aule universitarie.
Non mi stupisco del riscontro molto al di sotto delle attese per I Medici, il pubblico di Rai 1 ormai è anestetizzato da fiction senza senso come L’Allieva o Non dirlo al mio capo, al punto da non saper apprezzare un prodotto di qualità superiore



8. il-Cla83 ha scritto:

14 novembre 2018 alle 10:47

Buongiorno a tutti,
prima di commentare i dati numerici devo dire che la puntata di ieri sera de I medici è stata eccezzionale; sono arrivate le 23.30 senza che me ne rendessi conto, gli episodi relativi alla congiura dei Pazzi devo dire che più avvincenti di cosi’ non potevano essere, e mi sono un po ricreduto anche sull’attore che interpreta Lorenzo che non mi aveva molto convinto finora.
La serie però, inutile negarlo, è stata abbandonata da moltissimi spettatori che avevano seguito le vicende della prima stagione, non un calo fisiologico come succede a molti prodotti ma un crollo di quasi 10 punti che questa fiction sicuramente non meritava. Ora, la terza stagione è già in lavorazione, ma spero che questi risultati non all’altezza non portino la Rai a rinunciare in futuro a queste grandi coproduzioni, magari sempre con l’intento di far conoscere la nostra storia all’estero.
In seconda posizione ci sono Le iene che sfiorano l’11%, bene anche i giochini per vip di Amadeus che fanno sorridere il 9% del pubblico, cifra più alta raggiunta quest’anno. Molto bene Il segreto su R4 oltre il 7%
Con il film di Aldo Giovanni e Giacomo (in replica) C5 arriva a malapena all’8%.

Nel daytime da evidenziare l’ascolto di Forum che supera il 20% e sempre su C5 Il segreto oltre il 24%.

In seconda serata malissimo Matrix che viene doppiato o forse anche di più da Porta a porta



9. Sabato ha scritto:

14 novembre 2018 alle 10:59

La seconda stagione dei Medici chiude con una media di 4,2 milioni di spettatori (share del 17,8%). La prima stagione aveva ottenuto una media di 6,7 milioni (share del 27%). Il calo è notevole (-2,5 milioni e -9,2% di share): si può spiegare con la generale tendenza al ribasso per le fiction (vedi L’Isola Di Pietro) o c’è di più? Sembra che il prodotto sia piaciuto, chi l’ha seguito è entusiasta… ma molti lo hanno abbandonato dopo la prima stagione.

Chiude bene Amadeus, che fa poco meno delle Iene.
La Berlinguer a soli 250mila spettatori e 1% di share da Floris.

In seconda serata, ennesimo flop per Nicola Porro, che non arriva ai 350mila spettatori e si fa doppiare da un Porta A Porta comunque non brillante.



10. IlGrandeCacciucco ha scritto:

14 novembre 2018 alle 11:06

Buongiorno a tutti. Finale de I Medici bellissimo, da guardare tutto d’un fiato. Peggio per chi non l’ha visto.

Fr io non credo che esista una categoria antropologica denominata “pubblico di RaiUno” che è l’unica ad aver accesso al tasto 1 e/o ha uno speciale telecomando dove esiste solo il tasto 1. Altrimenti bisognerebbe ricordare che tale categoria è la stessa che in pieno agosto ha decretato un successo senza precedenti per il periodo estivo a una serie assai atipica come The Good Doctor, che ben poco ha da condividere con L’Allieva o Non dirlo al mio capo.

Se si uscisse ogni tanto dai giudizi preconfezionati si vedrebbe che in realtà RaiUno è tra le generaliste quella che – almeno in questo periodo – ha l’offerta più variegata e meno connotabile in un genere specifico. L’unico elemento comune è la qualità dei suoi prodotti e l’assenza del cosiddetto trash, ma per fortuna di prodotti con queste caratteristiche ce ne sono molti e anche assai diversi tra loro, e non è detto che tali prerogative siano apprezzate solo dagli anziani rimbambiti.



11. IlGrandeCacciucco ha scritto:

14 novembre 2018 alle 11:24

Sabato anche io una spiegazione non so darmela, ma poco ma sicuro che non dipende dalla qualità della fiction e nemmeno dalla sua capacità di attirare l’attenzione dello spettatore. Io ormai sono abituato a guardare tutto mentre faccio altro, ma ieri non riuscivo a distogliere lo sguardo dallo schermo neanche per un attimo.
Io credo che la cosa vada inquadrata nel generale calo di tutte le prime serate delle generaliste. I motivi sono tanti, il primo la frammentazione degli spettatori sul digitale e sui canali tipo Netflix. Poi secondo me è cambiata tanto anche la vita che facciamo, ma qui andrebbe aperto un discorso troppo ampio. Io per esempio la sera torno spesso a casa tardi, non mi va di guardare i programmi già iniziati, e me li recupero sul web. Mia madre viceversa sostiene che ormai le prime serate iniziano troppo tardi e quindi anche lei ormai guarda i programmi solo on demand o sul web. Il rito della famiglia che si ritrova insieme sul divano a guardare la tv purtroppo è parecchio in calando, e tutto si diversifica, non solo i programmi che guardiamo ma anche gli orari in cui li guardiamo.



12. PAOLO76 ha scritto:

14 novembre 2018 alle 11:32

Ciao a tutti….
Come sapete, io non amo seguire le fiction con un unica eccezione. Di conseguenza non posso entrare nel merito delle trame e della recitazione dei vari attori, ma posso solo commentare i dati numerici.
Sicuramente questa seconda serie è stata fortemente ridimensionata rispetto alla scorsa, ma attenzione, il risultato sembra ancora più basso perchè l’inizio di questa stagione è stato fortemente caratterizzato da un serie di fiction rai con ascolti molto superiori a quelle andate in onda nello stesso periodo dello scorso anno (provaci ancora proff e il paradiso delle signore ,tanto per fare degli esempi rimasero ben al di sotto del 20%). Dubito però che la terza serie possa tornare ai risultati della prima.
Io ieri sera ho seguito le Iene che hanno portato a casa un ottimo risultato, ritengo sempre allarmanti i servizi sulla qualità del cibo….
poi durante la pubblicità mi sono andato a riguardare su youtube una vecchia trasmissione mediaset del lontano 1998. Si trattava dello speciale dedicato a 4 grandi conduttori storici rai e mediaset : Corrado, Mike, Raimondo e Sandra…. Quanta malinconia e quanta tristezza nel ricordare le loro trasmissioni e i loro aneddoti… Purtroppo oggi simili conduttori ce li possiamo solo sognare….



13. il-Cla83 ha scritto:

14 novembre 2018 alle 11:36

@sabato @ilgrandecacuccio io ritengo che il calo generale abbia inciso fino a un certo punto, come per tutte le altre fiction sarebbe stato di due, tre, massimo quattro punti. Ovvio che ci sia dell’altro, ma non so cosa.
Posso solo riportare l’esempio di mia madre. Le avevo consigliato io di vedere questa fiction, la prima stagione l’ha seguita, di questa seconda stagione ha visto la prima puntata e poi l’ha abbandonata.
La sera è stanca, e magari capita che durante il break pubblicitario si appisoli, magari anche solo per un quarto d’ora, ma quando si risveglia ormai fa fatica a riprendere il filo… mentre invece penso che se uno perde il filo di una fiction come L’allieva o Non dirlo al mio capo, è molto più semplice ritrovarlo.. Non so se questa può essere una risposta ma forse il crollo sta anche qua… è un prodotto più complesso che richiede un attenzione maggiore rispetto alla maggior parte delle cose che vanno in onda in tv attualmente.



14. Enzo ha scritto:

14 novembre 2018 alle 11:38

Come qualcuno dice, nonostante un prime time da paura C5 vince la giornata.
Ma non per questo il canale puo nascondere il gravissimo problema che ha nel prime time.
Le Iene del martedì vanno spostate su C5 … a Italia1 rimane la puntata della Domenica.
Un altro passaggio da fare è il maidiregfvip e maidireisola sempre nel martedì di c5 in seconda serata.
La pupa e il secchione , se confermata la presenza della Ventura alla conduzione è da metterlo su Canale5.



15. Ale ha scritto:

14 novembre 2018 alle 11:39

Bisognerebbe sommare l’ascolto delle repliche sui Rai Premium e le visualizzazioni su Rai Play per capire veramente l’ascolto di questa serie de I Medici e non fermarsi solo all’auditel di ieri sera, perche’ secondo me l’ultima puntata sara’ vista da piu di quei 4.250.000



16. giusi ha scritto:

14 novembre 2018 alle 11:43

Grande Cacciucco, sono daccordo in pieno con il tuo commento, anche io ho visto la puntata di ieri con grandissimo interesse, e devo dire che il tempo è volato, anzi, ero dispiaciuta del fatto che fosse già finito. il finale con il Botticelli che dipinge la sua Primavera, come un atto di speranza e positività dopo tutto lo spargimento di sangue, fa sperare che un mondo migliore sia possibile. Specialmente in questi tempi così incerti. Il fatto che non abbia avuto l’ascolto sperato, mi importa poco, per me è stato un prodotto ben fatto, ben recitato, attori bravissimi, e come dice Dalila, l’ultimo dialogo tra Lorenzo e Francesco dei Pazzi, è stato veramente emozionante, e di non facile interpretazione. Bravi tutti



17. Claudio ha scritto:

14 novembre 2018 alle 11:44

Insensato lasciare il segreto su Rete 4. Sta per battere Canale 5 in prime time.



18. PAOLO76 ha scritto:

14 novembre 2018 alle 11:45

per il resto invece, beh molto bene Forum e lo sportello e che come ha segnalato Iole canale 5 riesce a salvarsi con il solito daytime altissimo. Il primo pomeriggio di rai1 sembra ormai stabilizzarsi sopra l’11%, quindi pian piano potrebbe anche arrivare ai livelli del quiz di greco dello scorso anno. La Palombelli invece sembra essersi stabilizzata a poco più del 4% (risultato non eccezionale).
Un caro saluto ai soliti amici…. :)



19. il-Cla83 ha scritto:

14 novembre 2018 alle 11:46

@ale il discorso che fai si può fare su qualsiasi cosa vada in onda, che viene replicata e che poi può comunque essere recuperata successivamente su Raiplay, MediasetPlay ecc.



20. IlGrandeCacciucco ha scritto:

14 novembre 2018 alle 11:56

Giusi il finale con la Primavera “in divenire” è stato davvero bello, la vita che rinasce dopo la morte e la distruzione. Il tempo della puntata è volato, anche io ne avrei visto tranquillamente un altro paio d’ore … :)

il-Cla83 è vero, oggi tendiamo a guardare la tv con un occhio mentre con l’altro facciamo altro, io per primo. Qui bisognava seguire il dipanarsi degli eventi, anche se non era difficile perchè la storia davvero ti incollava allo schermo. Oltre a tutto il resto c’era anche una colonna sonora molto azzeccata. Mi piacerebbe conoscere la composizione degli spettatori divisa per fasce d’età.



21. max ha scritto:

14 novembre 2018 alle 12:45

STUPENDA LA FICTION DEI MEDICI, E SENZA OFFESA MA PORRO OGNI TRASMISSIONE CHE FA’ E’ UN FLOP LO RITENGO UN BRAVO GIORNALISTA MA SUPER RACCOMANDATO TANTO STIAMO IN ITALIA
SONO CONTENTO PER CARTABIANCA



22. David ha scritto:

14 novembre 2018 alle 12:50

fiction italine continuano avere un calo di ascolti, si vede in questi due mesi, sono curioso di vedere cosa farà Montalbano con nuove puntate, anche qui calano, vuol dire che la gente non gli segue più come prima, forse perchè ora c’è Netflix dove puoi vedere tanti film. Netflix è la rovina della telvisione.



23. Luchetto ha scritto:

14 novembre 2018 alle 12:58

Poche storie, non c’è proprio nessuna “generale tendenza al ribasso per le fiction”, ad esempio Montalbano e Don Matteo quest’anno hanno avuto dati record, e anche Pizzofalcone sta andando benissimo. Inoltre tutte le serie televisive Rai vanno anche su RaiPlay, quindi nemmeno questa è una scusante.

Non ci sono scuse, ad andar così male sono stati I Medici e basta. La prossima volta ci pensano due volte ad imbastire una serie sul Rinascimento con registi e cast quasi integralmente stranieri, attori italiani ridotti a ruoli da comparsa (con la sola eccezione di Matteo Martari), ed in lingua originale inglese. Sì IOLE, “siamo Italiani”, fieri di esserlo, ergo non ci piace farci raccontare chi fosse Lorenzo il Magnifico da un tale di nome Daniel Sharman (manco fosse un premio oscar!), e non ci piace che nella Firenze del ‘400 si parli inglese. Per fortuna.

24 milioni buttati nel cesso, di cui metà a carico della Rai: congratulazione alla raccomandatissima Elisabetta “Titti” Andreatta di Rai Fiction e al suo “europeismo televisivo” a spese di chi paga il canone. Nella speranza che la nuova dirigenza la siluri in fretta.



24. tina ha scritto:

14 novembre 2018 alle 13:12

Chiude senza infamia e senza lode I MEDICI.Come scrive IL CLA83 il calo e e molto più notevole rispetto ad altre fiction.Dieci punti sono molti.Non avendolo visto non posso dire il motivo.Forse secondo me tanti la sera vogliono svagarsi con serie meno impegnative come L’allieva (che a me non piace)oppure Non dirlo al mio capo ..Non saprei.Sabato L’Isola di Pietro non ha perso dieci punti ,tanto per dire ,puoi fare anche qualche altro esempio.Per il resto bene le Iene con ottimi servizi veramente interessanti tipo il giovane che ha adottato una bimba down o le inchieste in alcuni supermercati.Tutto il resto del 5 va bene a parte il solito film serale flop.Mattino 5 bene anche nella prima parte senza GFVIP.Ciao a tutti.



25. primus ha scritto:

14 novembre 2018 alle 13:22

“Incredibile il dato in prima serata de Il Segreto che sulla rete cadetta quasi pareggia sia in share che in valori assoluti il dato di Canale 5. Le ragioni dello straordinario successo di questa soap andrebbero studiati nelle aule universitarie.”

è uno scherzo vero??



26. soralella ha scritto:

14 novembre 2018 alle 13:24

Luchetto mi piacerebbe sapere il reale motivo di questo tuo livore verso I Medici, che hai esternato puntualmente ogni mercoledi mattina. Forse speravi di farlo tu il ruolo del protagonista? Non so quanto abbia speso la Rai ma poco ma sicuro sono stati soldi spesi benissimo.
Di farci spiegare l’Italia dagli stranieri ne abbiamo bisogno eccome, e copio qui il commento in proposito che già avevo scritto nel post dedicato:
“Anche a me non capitava da tanto di vedere in tv qualcosa che mi tenesse letteralmente incollata allo schermo. Un prodotto così merita di essere fatto in ogni caso, se poi la gente non lo guarda peggio per lei.
Mi hanno fatto molto sorridere anche certe polemiche che ho letto i giorni scorsi sulla storia dell’Italia raccontata dagli stranieri. Sai che novità. Nel bellissimo film di Nanni Loy “Made in Italy” c’è il famoso episodio in cui una coppia di turisti in gita a Firenze vuole recarsi a visitare le opere e i monumenti più importanti, ma quando chiede indicazioni ai vari fiorentini che incontra questi non hanno idea di dove si trovino, anzi non sanno nemmeno della loro esistenza. Solo quando incontrano una coppia di inglesi, riescono ad avere tutte le indicazioni che cercano ….”



27. CuginoSfigato ha scritto:

14 novembre 2018 alle 13:28

Luchetto ovvero un altro fissato con le raccomandate Rai. Ma poi perchè ve la prendete sempre con le donne?
Comunque sotto la direzione della “raccomandata” RaiFiction ha ottenuto risultati sbalordativi, chissà mai perchè la nuova dirigenza dovrebbe silurarla …. Se hai dei livori personali nei suoi confronti, perchè non le mandi una mail?



28. giusi ha scritto:

14 novembre 2018 alle 13:44

Complimenti a Sora Lella e a Cugino Sfigato…..concordo



29. Sabato ha scritto:

14 novembre 2018 alle 13:55

Luchetto, la tendenza al ribasso c’è eccome. Pizzofalcone è andata molto bene, ma ha perso qualcosa rispetto alla prima stagione (non so i numeri esatti, ma indicativamente 1 milione di spettatori e un 2% di share). Non puoi analizzare le tendenze generali sulla base dei dati di Montalbano, che rappresenta un’eccezione positiva.

Tina, L’Isola Di Pietro non ha perso 10 punti anche perché non è partita, come i Medici, da un eccellente 27%. La prima stagione della fiction con Morandi ha avuto una media di 4,3 milioni di spettatori e del 17,8% di share. La seconda stagione, ancora in corso, è per ora ferma a 3,3 milioni di spettatori e al 15,3% di share. Ammesso e non concesso che le due puntate mancanti possano migliorare la media finale, è difficile pensare che possano andare a colmare in maniera significativa il calo: -1 milione di spettatori e -2,5% di share rispetto a un anno fa.



30. MARCELLO79 ha scritto:

14 novembre 2018 alle 14:02

BUONGIORNO,
al di là dei contenuti de “I MEDICI”, credo che i dirigenti RAI saranno impalliditi per gli ascolti complessivi di questa seconda stagione. La media delle quattro puntate, non arriva nenache al 18%, infatti è pari al 17,78%. Un risultato quanto mai deludente, se si pensa che il kolossal avrebbe dovuto consegnare alla rete numeri paragonabili a quelli di un prodotto di punta, considerato l’alto riscontro della precedente stagione.
Quindi la tiepida accoglienza da parte del pubblico nei riguardi de “I MEDICI 2″ si aggiunge al clamoroso flop di PORTOBELLO e della noiosissima CLERICI e all’insuccesso di FAZIO, ormai battuto sia da PAPERISSIMA SPRINT che dalla ficition di MORANDI.
E non è finita. Tutte le novità del day time di questa stagione televisiva di RAI 1 si sono rivelate fallimentari, a partire dall’allungamento di mezz’ora della trasmissione condotta dalla DANIELE, superata quasi costantemente da FORUM, quest’anno in forma come non mai, per finire alla programmazione pomeridiana, nella quale “VIENI DA ME” e “IL PARADISO DELLE SIGNORE” soggiaciono pesantemente alla forza delle soap e di UOMINI & DONNE. Solo DOMENICA IN con MARA VENIER si salva, perchè anche LA VITA IN DIRETTA, condotta dal duo inedito composto da TIBERI TIMPERI e dalla raccomandata FIALDINI, che sembrava dare, nelle prime due settimane di Settembre, un bel filo da torcere alla grande BARBARA D’URSO, ormai perde sistematicamente nel confronto contro POMERIGGIO CINQUE. E BARBARA D’URSO vince non solo con la seconda parte del suo rotocalco che tratta del GF VIP, ma anche con il segmento iniziale imperniato esclusivamente sulla cronaca.
A dimostrazione di ciò, basta guardare i risultati del totale giornata di ieri. Nonostante CANALE 5 abbia raggiunto un risultato pessimo in prime time, neanche al 9%, si aggiudica le 24 ore. Questo, appunto, grazie a I MEDICI, che non hanno sfondato e a un day time che dalle 11,00 alle 18,30 non teme rivali. E aggiungiamo anche i risultati straordinari di CADUTA LIBERA, che pur non prevalendo su L’EREDITA’, fa un figurone e maniene alta la bandiera del preserale del biscione.
Un salutone a TINA, PAOLO, SHAYNE, IL CLA-83, SALVO IL MITO e FRANCESCO93
PAOLO, ti ringrazio per il tuo messaggio di ieri, la stima è pienamente contraccambiata e sinceramente corrisposta.



31. MARCELLO79 ha scritto:

14 novembre 2018 alle 14:14

Scusate il refuso, “soggiacciono” e non soggaciono.



32. IlGrandeCacciucco ha scritto:

14 novembre 2018 alle 14:17

Soralella me lo ricordo bene quel film, una sorta de “I Mostri”, anche gli anni dovrebbero essere più o meno gli stessi. Bellissimi entrambi, caustici, impietosi, ma quanto mai veritieri. Non c’è niente che descriva meglio il carattere e l’indole degli italiani come certi film di quegli anni, dovrebbero proiettarli nelle scuole. Anche perchè in oltre 50 anni non è cambiato proprio niente.
E’ quanto mai vero che spesso per capire quanto bella sia la nostra Italia, e la sua storia gloriosa, dobbiamo vederla proprio attraverso gli occhi degli stranieri. Capita anche a me quando nella mia città vedo i gruppi di turisti persi a naso in su con espressioni estatiche sul viso, e mi rendo conto quanto diamo per scontato quello che scontato non è affatto.



33. Dalila ha scritto:

14 novembre 2018 alle 14:36

Francamente tutto questo livore verso una fiction che ha come protagonista un personaggio della nostra storia lo trovo immotivato.E mi lasciano perplessa anche i commenti di chi dice che Lorenzo è interpretato da un inglese,come la restante parte del cast.Chi avrebbero dovuto chiamare?Un attore qualunque,magari con i canoni estetici più vicini ai personaggi realmente vissuti?Ma chi può assomigliare alle persone del ‘400?Avrebbero dovuto parlare in latino?E permettetemi di dire che non saranno ascolti stellari ma anche raccontare la storia in questo modo appassiona.Se poi uno non ha seguito nulla,come può giudicare?Adesso,ogni cosa che viene proposta ed è un esperimento per la Rai deve essere etichettato come flop..Non esageriamo..



34. IlGrandeCacciucco ha scritto:

14 novembre 2018 alle 14:43

Bentornata Dalila … :) …. Anche io non capisco perchè questa serie abbia dato tanto fastidio a qualcuno. Personalmente mi auguro che di produzioni così la Rai ne metta in piedi sempre di più. Forse mai come in quetso momento è importante ricordare agli italiani chi sono e da dove vengono.



35. Luchetto ha scritto:

14 novembre 2018 alle 14:49

@soralella: a te la serie può anche averti tenuto “incollata” allo schermo, ma qui stiamo commentando dati d’ascolto, sono numeri, non libere opinioni: è una serie da 24 milioni di euro, 6 a puntata (!), che non fa neanche il 20% in prima serata su Rai1, e per giunta all’appello mancano 2.5 milioni di telespettatori persi rispetto alla prima stagione. Evidentemente loro, a differenza tua, di farsi raccontare i Medici dagli stranieri non ci pensano proprio. E non è “peggio per loro”, è peggio per la Rai, azienda pubblica, cioè di tutti noi, che vende spot pubblicitari prezzati in base agli ascolti: i flop hanno delle conseguenze economiche, non è un gioco.

@cuginosfigato: perchè comunque non la leggerebbe, e su twitter la criticano già in tanti. E poi magari starà già riempiendo gli scatoloni.

@Sabato: un conto è perdere il 2%, un altro il 10%. Non sono cali paragonabili.
E poi Pizzofalcone costa pochissimo da produrre, anche se avesse fatto solo 4 milioni sarebbe già un dato accettabile, se supera i 5 è ottimo.



36. IlGrandeCacciucco ha scritto:

14 novembre 2018 alle 14:58

Luchetto scusa, siamo seri: lo abbiamo detto tutti che il calo rispetto alla prima stagione è stato notevole (e aggiungo anche inspiegabile), ma di tutti i motivi possibili e immaginabili mi vuoi realmente sostenere che la gente non ha guardato la seconda serie perchè il protagonista è straniero?
A parte che la tesi è talmente assurda che non ha bisogno di controprove per smentirla, ma in tutti i casi, anche la prima serie aveva produzione e protagonisti stranieri. Mi vuoi dire che 2.5 milioni di persone hanno impiegato un anno prima di accorgersene?
La cosa dà evidentemente noia a te per motivi che non so e non voglio sapere, ma non parlare a nome di due milioni e mezzo di persone, che possono aver avuto mille motivi per non guardare la seconda stagione, ma non certo la nazionalità del regista.



37. Salvo ha scritto:

14 novembre 2018 alle 14:59

Buon mercoledì a tutti. Anche ieri c5 rete più vista e il perché già è stato detto dai super mitici. Oggi mi voglio soffermare sul fatto che nonostante i tanti canali gli ascolti di c5 almeno fino alle 20:30 sono quasi uguali a quelli di anni fa. Quindi il pubblico si sveglia, pranza, cena e spesso va a dormire guardando c5, sceglie la tradizione e la certezza.



38. Zio Enzo ha scritto:

14 novembre 2018 alle 15:00

Le Iene tengono bene grazie allo zoccolo duro di fedelissimi del programma che lo seguono da sempre come me. Programma tutto sommato piacevole,tranne quando attaccano ingiustamente Di Maio e Salvini come fanno tutti i media nazionali che sono lecchini venduti



39. Nina ha scritto:

14 novembre 2018 alle 15:10

Non capisco cosa ci sia di male nel discorso che fa Lucchetto. A me pare una libera opinione come tante altre. Invece siccome il programma di cui trattasi va su Raiuno, apriti cieli! Ma quando vi evolverete?



40. Dalila ha scritto:

14 novembre 2018 alle 15:10

Cacciucco,ben trovato e grazie ;);)
Concordo con te,anche perché credo che se è una produzione che viene venduta anche in altri Paesi,l’unica lingua in cui può essere recitata è proprio l’inglese.Poi,ognuno avrà la propria traduzione,ma penso che all’ estero non si fossilizzino su questi “dettagli”,bensì sulla storia,che dai libri impari solo a grandi linee,non certo con particolari e tratti dei personaggi in questo modo.Come te,spero invece che la Rai investa sempre di più,auditel o no.Il canone in questo caso non dovrebbe proprio contare..



41. Luchetto ha scritto:

14 novembre 2018 alle 15:29

@ IlGrandeCacciucco

Se cerchi su twitter sono in molti a dare la stessa spiegazione. Magari guardarono la prima serie solo per curiosità, e hanno deciso di non guardare la seconda. Hai altre teorie per spiegare il crollo? E allora scrivile. Non ne hai detta nessuna, nel post “urli” e basta.



42. Sabato ha scritto:

14 novembre 2018 alle 15:31

Luchetto, non ho mai detto che siano cali paragonabili, anzi, nei miei commenti numero 9 e 29 ho riportato diversi dati e sui numeri c’è poco da discutere. Ma quello che tu hai tentato di negare – che vi sia una generale tendenza al ribasso per le fiction – è in realtà pacifico e facilmente verificabile. Sarebbe interessante comprendere le ragioni del calo dei Medici e non credo che la produzione internazionale possa esserne la spiegazione.
Saluto Dalila, Cacciucco e il-Cla83!



43. tina ha scritto:

14 novembre 2018 alle 16:00

Sabato non puoi fare un paragone tra l’Isola di Pietro e una produzione come IMedici.Due punti in meno non sono certo dieci.Quando hai citato le fiction che son calate hai nominato solo quella di Morandi .Ma anche in rai e’successo lo stesso .Pensa a quella con Proietti.Obiettivita questa sconosciuta non solo da me.



44. shayne lewis ha scritto:

14 novembre 2018 alle 16:36

a Settembre nessuno si sarebbe aspettato un crollo verticale negli ascolti dei Medici tanto che la terza serie è già in lavorazione ma in questo inizio stagione si è evinto che è il genere fiction che sta avendo un calo costante serie come i bastardi i medici e l’allieva visti i successi delle prime stagioni tutti si aspettavano in rai in primis che non ce n’era per nessuno invece stanno tutte intorno al 20% che è un risultato buono ma al di sotto delle aspettative sicuro..per il resto ottimi segreto iene e amadeus nel daytime boom di mattino 5 forse nella migliore stagione di sempre anche nella parte cronaca

saluti a tutti in particolare a Marcello Paolo Salvo e Tina



45. Sabato ha scritto:

14 novembre 2018 alle 16:55

Tina, ho citato L’Isola Di Pietro perché è un esempio recente (anzi, tuttora in corso) di fiction che ha avuto un buon successo nel 2017 e che sta ora registrando un calo di ascolti. Non vedo per quale motivo avrei dovuto citare Una Pallottola Nel Cuore, che:
- è finita un mese fa;
- ha avuto una terza edizione a due anni e mezzo dalla seconda, la quale a sua volta ha seguito la prima edizione che risale al 2014. Il confronto sarebbe quindi un po’ forzato.
Mi sembrava più logico e calzante il confronto con le fiction recenti. Comunque, se ti fa stare più serena, sappi che quando ho parlato di generale tendenza al ribasso delle fiction, ho incluso nel discorso anche quella di Proietti e tutte le altre: è – appunto – una “generale” tendenza.
Ti invito a leggere con più serenità i miei commenti e ad evitare frasi tipo “non puoi” perché qui ognuno scrive quello che vuole, ovviamente nel rispetto delle regole della piattaforma. La tua reazione aggressiva è ingiustificata. sembra quasi che io abbia toccato un nervo scoperto, quando in realtà stavo facendo un discorso tranquillissimo su tendenze auditel oggettive e verificabili.



46. Vince! ha scritto:

14 novembre 2018 alle 17:14

@David Esatto! Credo che tu abbia centrato il problema che stanno vivendo le fiction e i film nelle generaliste: la concorrenza di piattaforme come Netflix è micidiale. Va detto che, a differenza di quello che accadeva con i canali satellitari, questi nuovi strumenti sono facilmente accessibili a chiunque, senza grandi esborsi.

Qui parliamo di televisione, ma quello che sta accadendo in questi mesi nelle sale cinematografiche, ormai vuote, è ancora più preoccupante.

Si salverà qualcuno? Sì, resisteranno solo gli eventi, tipo Montalbano in tv o il film di Zalone al cinema; per il resto la vedo nera.



47. Mayu ha scritto:

14 novembre 2018 alle 18:43

W il Segreto, programma italianissimo vanto di Mediaset tanto da proporlo alle Università, alla NASA e al CERN, il cui studio creerà alcuni futuri premi Nobel.

Il Segreto è una lezione per la Rai che invece manda in onda serie straniere di scarso successo che ci vogliono imparare a noi taliani la nostra storia e dirci chi sarebbe Lorenzo il GranRico™ inventore dei coni maxi (mi pare pure del Magnifico™) e grande mercenate delle nostri estati che aveva pure ordinato un quadro a tema al suo amico Botticella ma questo dispettoso gli aveva fatto la Primavera e Lorenzo disse Maledetta Primavera! che diventerà il tema della canzone di Goggi.



48. Dalila ha scritto:

14 novembre 2018 alle 19:00

Ahahaha,Mayu,ma non è che Botticella gli ha dipinto la Primavera perché era un po’ ubriaco e invece dell’ estate ha pure sbagliato stagione???



49. Socrate ha scritto:

14 novembre 2018 alle 19:01

Mayu sto ridendo da solo da dieci minuti. Io mi auguro che tu nella vita faccia l’autore, lo scrittore, il giornalista, perchè un talento come il tuo non può andare sprecato.

Luchetto (da qualcuno soprannominato Lucchetto) non è che se uno non ha una teoria ne deve dire una per forza perchè c’è da consegnare il compito alla maestra. A volte, quando non si ha niente di intelligente da dire, è meglio tacere.
La tua teoria è semplicemente ridicola, e non perdo nemmeno tempo a spiegarti perchè. Il fatto che per te sia plausibile perchè in molti su twitter la condividono è una spiegazione anche meno intelligente della teoria.



50. Tina ha scritto:

14 novembre 2018 alle 19:33

INSEGNARE a noi italiani non IMPARARE. A Mayu la visione dei Medici non ha migliorato il suo stile. Certo anche il Segreto non insegna granche.



RSS feed per i commenti di questo post

Pagine: [1] 2 » Mostra tutti i commenti

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.