Tale e Quale Show



1
dicembre

TALE E QUALE SHOW – IL TORNEO: VINCE GIO’ DI TONNO

Giò Di Tonno-Riccardo Cocciante

Dopo un’avvincente sfida all’ultima nota e all’ultimo trucco, il Torneo di Tale e Quale Show ha finalmente il suo vincitore: Giò Di Tonno con il 55,52%. Dopo un meraviglioso percorso che l’ha visto più di una volta protagonista assoluto dello show cardine del venerdì sera di Rai1, la sua versione di Riccardo Cocciante ha trionfato sulla “mammina” Serena Autieri arrivata solo quarta, sul Renato Zero di Paolo Conticini (terzo), lo psichedelico PSY di Gabriele Cirilli (secondo) e Fausto Leali (quinto).

Le esibizioni della serata sono riuscite ad emozionare tutti, giudici e pubblico a cominciare da Serena Autieri e dal suo personale omaggio a Loretta Goggi con la sua “Maledetta Primavera”, seguita dalla versione non particolarmente calzante di Joe Cocker proposta da Leali e da un incerto Flavio Montrucchio che, visto il percorso nella sua interezza, avrebbe merito di approdare fra i primi cinque. Un velato riscatto, invece, per Pamela Camassa, perfetta nei panni di Malika Ayane ma poco convincente nel corso dell’edizione, da una disastrosa Amy Winehouse e un’Anastacia decisamente sottotono.

Alla fine è stato proprio il Quasimodo di Notre Dame De Paris a trionfare proprio grazie al compositore che l’ha scelto per interpretare il personaggio principale del suo capolavoro. La sua mimica, il suo particolarissimo timbro vocale, adattabile sia a voci chiare come quella di Amedeo Minghi che a voci scure come quella di Louis Armstrong, ha fatto breccia nel cuore del pubblico votante che l’ha incoronato unanime come trionfatore del Torneo del programma rivelazione dell’anno.




30
novembre

TALE E QUALE SHOW: CHI SARA’ IL CAMPIONISSIMO?

Flavio Montrucchio - Ricky Martin

Ormai ci siamo: dopo ben dodici puntate, Tale e Quale Show è pronto a incoronare il vincitore dei vincitori, ovvero il più bravo artista-imitatore tra i dieci concorrenti migliori delle due prime edizioni. A contendersi la palma saranno Giò Di Tonno (meravigliosa la scorsa settimana la sua versione di Lucio Dalla), Serena Autieri, Gabriele Cirilli, Paolo Conticini (straordinario nei panni di Renato Zero), Luisa Corna, Fausto Leali, Pamela Camassa, Flavio Montrucchio, Enzo Decaro e Rosalia Misseri.

La classifica provvisoria vede in pole position Giò Di Tonno, con ben 168 punti, seguito a ruota da Serena Autieri e e i suoi 163 punti. L’ultima posizione è invece occupata da Pamela Camassa, con appena 87 punti, che in questo torneo non è riuscita a imprimere quella verve e quell’impegno che l’avevano contraddistinta in precedenza. Carlo Conti ha vinto la sua scommessa puntando su un programma brioso, capace di affermarsi come nuovo appuntamento immancabile del venerdì sera targato Rai 1, guadagnando la scorsa settimana uno share del 25,37%.

Per la finalissima, i concorrenti gareggeranno con una loro precedente imitazione, particolarmente riuscita sia ai loro occhi sia a quelli della giuria presente in studio, ansiosa di decretare il campionissimo del programma rivelazione dell’anno. La simpatia di Christian De Sica, il senso critico di Claudio Lippi e l’irrefrenabile euforia di Loretta Goggi continueranno, dal canto loro, a tener viva la competizione e a valutare le performance artistiche di ciascuno dei partecipanti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


23
novembre

GABRIELE CIRILLI A DM: MERITO DI PIERACCIONI SE A TALE E QUALE SHOW HO IMITATO PSY. DI TONNO E LA AUTIERI? BRAVI VOCALMENTE MA SOMIGLIANO POCO AI PERSONAGGI

Gabriele Cirilli

Uno, nessuno e centomila. Forse scomodare Pirandello è esagerato ma Gabriele Cirilli deve molto alla sua faccia, capace di trasformarsi a seconda delle esigenze; un viso di gomma, da perfetto caratterista che l’ha sempre aiutato durante la sua carriera e che ora gli sta dando tante soddisfazioni a Tale e Quale Show, il programma di Rai1 rivelazione dell’anno. Abruzzese, nato a Sulmona, prima del grande successo di Zelig, Gabriele ha alle spalle una lunga gavetta fra teatro, cinema e televisione e un diploma presso il Laboratorio di Esercitazioni Sceniche diretto da Gigi Proietti.

Le tue esibizioni a Tale e Quale Show sono dei cult. Su Youtube la tua versione del Gangnam Style nei panni di PSY ha raccolto più di un milione e settecentomila visualizzazioni (qui il video). Te l’aspettavi?

Per me è un risultato incredibile, non avrei mai pensato di raggiungere un record simile. E pensare che tutto è nato da un’intuizione di Leonardo Pieraccioni. E’ stato lui a proporre al suo amico Carlo Conti di rifare il Gangnam Style. All’inizio eravamo un po’ scettici, non sapevamo se un tormentone dell’ultimora avrebbe attecchito in prima serata su Rai1. Quando Carlo però mi ha chiesto “Te la senti?” ho accettato la sfida e poi…bhe sappiamo tutti come è andata.

Come mai hai partecipato ad entrambe le edizioni del programma?

Quando è nato Tale e Quale Show mi dissero che serviva un personaggio fresco, simpatico e versatile. Pensarono a me proprio grazie alla mia fisicità e alla capacità di trasformazione che negli anni ho portato in scena attraverso i miei personaggi. Dopo il successo della prima edizione Carlo e gli autori mi hanno richiamato e io ho accettato volentieri, diciamo che ho dato continuità al programma.

Ti aspettavi un successo così grande? Conoscevi la versione spagnola del format?

In realtà no. Anch’io all’inizio, quando mi è stato proposto il programma non avevo ben chiaro di cosa si trattasse. Però lavoro con Carlo dal 2004, fu lui che dopo Zelig mi volle a Sanremo Estate, so che è un grande professionista e che non si butta alla cieca su progetti poco validi. E questo programma è stato un successo, grazie al format ma anche grazie al conduttore, a noi concorrenti e alle altissime professionalità che lavorano per la messa in scena, dai vocal coach ai truccatori.

Nelle due edizioni qual è stato il personaggio più difficile da interpretare?





21
novembre

PAMELA CAMASSA A DM: A TALE E QUALE SHOW SOGNO DI IMITARE IL MIO IDOLO MARCO MENGONI

Pamela Camassa

Miss Italia, Ballando Con le stelle, La Talpa. Pamela Camassa ha alle spalle una discreta esperienza televisiva, merito di una bellezza acqua e sapone e, perché no, anche di un discreto talento. La showgirl pratese, infatti, è tra i personaggi-rivelazione di Tale e Quale Show, la fortunata trasmissione di Rai1 con cui Pamela si sta facendo apprezzare dal pubblico. Ed infatti “Il bilancio è positivissimo”, dichiara a DM. “Oltre ad essere una scuola che ti permette di fare cose che non avresti mai fatto, è divertente. Mi inorgoglisce il fatto di stare andando avanti grazie al voto del pubblico e a chi sostiene su internet che io abbia comprato i voti dico: “magari””.

Allora il segreto del successo qual è?

La verità è che mi impegno al massimo ed essere arrivata terza nella finale, grazie al televoto, è stata una sensazione irripetibile.

Quando la giuria valutava le performance di Barbara De Rossi e Gigliola Cinquetti ti abbiamo visto assumere espressioni un po’ strane…

Le espressioni curiose erano in relazione miei di voti, soprattutto nella finale. Non mi sento più brava di nessuna e partecipare a questo programma al fianco di alcuni artisti è un onore, ma ci sono rimasta male per alcuni voti bassi perché faccio una grande fatica e metto l’anima in ciò che faccio. E così ho accumulato e alla fine sono sbottata perchè per me è importante il voto di tre persone competenti come Lippi, la Goggi e De Sica (la giuria dello show, ndDM).

Non credi ci sia una sorta di riverenza nei confronti di quei personaggi con una carriera più lunga alle spalle?

Se parliamo della De Rossi e della Cinquetti, loro si sono messe in gioco al 100% e quindi meritavano determinati giudizi. Per il resto è probabile, ad esempio Iva Zanicchi, ospite di una puntata, motivò il suo “cinque” dicendo “tanto sei giovane e sei bella”.

Allo stesso tempo il meccanismo impietoso prevede che qualcuno debba prendere per forza voti bassi…


20
novembre

GIO’ DI TONNO A DM: MI SONO PROPOSTO PER TALE E QUALE SHOW. SOGNO DI VINCERE L’OSCAR

Giò di Tonno

Il suo sogno è vincere un Oscar. Ma non chiamatelo pazzo né tanto meno accusatelo di spavalderia, Giò di Tonno è semplicemente una persona ambiziosa consapevole del fatto che sognare non costa nulla. In attesa di concorrere per l’ambita statuetta, l’artista pescarese si diverte alle prese con le imitazioni di Tale e Quale Show. Proprio il fortunato programma di Carlo Conti, in cui Giò si distingue per una straordinaria versatilità, dà il là alla nostra chiacchierata…

Perché hai deciso di partecipare a Tale e Quale show?

Ho sempre avuto una passione per le interpretazioni di altri e anche in teatro mi sono trovato a vestire i panni di personaggi storici o della letteratura. Lo scorso anno, quando ho visto la prima edizione, ho pensato potesse essere un’esperienza nelle mie corde. A quel punto ci siamo adoperati per cercare un contatto con la produzione e mi sono proposto.

Qual è l’imitazione in cui sei stato più bravo?

Non lo so, è il pubblico che deve decidere. Quella in cui ho dato il meglio di me è l’imitazione di Louis Armstrong perché sono riuscito a far sparire del tutto la mia voce. Credo di aver offerto nel complesso un’ottima prova imitando anche Riccardo Cocciante, devo dire che ho avuto modo di studiarlo a lungo.

Cocciante è un po’ il tuo padrino artistico…

E’ un artista col quale ho lavorato e che mi ha dato molto, e il mio è stato un omaggio più che un’imitazione. Mi ha avvantaggiato il fatto di conoscere le sue espressioni, e sarei curioso di sapere cosa ne pensa perché ancora non lo so.

Riuscirai, nel torneo dei Campioni, a bissare il successo ottenuto come vincitore della seconda edizione?





17
novembre

TALE E QUALE SHOW: GIO’ DI TONNO CONTINUA A TRIONFARE (INSIEME AGLI ASCOLTI)

Giò Di Tonno

Formula vincente non si cambia e così Tale e quale show continua a mietere successi aggiudicandosi, nella puntata di ieri, uno share pari al 23,98%. Dopo il trionfo della scorsa settimana con la riproposizione del successo planetario di Gangnam Style, Gabriele Cirilli-Edoardo Vianello si è visto soffiare lo scettro del vincitore da Giò Di Tonno che, con la sua versione del cantante dei Gipsy Kings, è riuscito a conquistare il cuore dei giurati e l’euforia del pubblico.

Il vincitore della seconda edizione è seguito a ruota dalla vincitrice della prima Serena Autieri nei panni di una Fiorella Mannoia alle prese con la sua intramontabile “Quello che le donne non dicono”. E ancora Paolo Conticini che, dal Michele Zarrillo della scorsa puntata, è passato a Roby Facchinetti, guadagnando terreno nel Torneo di Tale e Quale. Fausto Leali in versione Ray Charles, Pamela Camassa in quella di Christina Aguilera e Rosalia Misseri, magistrale la settimana scorsa nei panni di Dalida, in quella di Carmen Consoli. La gara prosegue, le trasformazioni sono sempre più raffinate e la giuria è sempre più ammaliata dalla professionalità e dallo spirito dei protagonisti.

Carlo Conti ha fatto centro ancora una volta e, con la complicità di guest in giuria come Fabrizio Frizzi, riesce a regalare una serata lieta, divertente e dall’inconsueto clima familiare e bonario, abbandonando una volta per tutte i meccanismi rigidi e troppo competitivi, tipici del talent puro. Quali saranno le star riproposte dai concorrenti la prossima settimana?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


9
novembre

TALE E QUALE SHOW: IL TORNEO AL VIA STASERA. CHI SARA’ IL CAMPIONISSIMO?

Tale e Quale Show-il cast della seconda edizione

E’ inutile: Tale e quale show è stata la rivelazione di questa stagione televisiva permettendo alla prima rete Rai di vincere meritatamente la sfida del venerdì sera con la genuinità e la freschezza di un programma ironico e ben realizzato. La maestria e le abilità dei protagonisti di questa edizione si scontreranno con le prodezze dei magnifici cinque dello scorso anno che si contenderanno il titolo di campionissimo di Tale e Quale

Giò Di Tonno, vincitore di questa edizione dello show, insieme a Flavio Montrucchio (secondo posto), Pamela Camassa (terzo posto), Gabriele Cirilli (quarto posto) e Paolo Conticini (quinto posto) si scontrerà con Serena Autieri, vincitrice della precedente avventura di Tale e Quale e con Enzo De Caro, Rosalia Misseri (indimenticabile la sua versione di Michael Jackson), Luisa Corna e Fausto Leali. Il tutto gestito abilmente dal direttore d’orchestra Carlo Conti e dai giudizi tecnici e ironici della giuria presente in studio.

Loretta Goggi, Christian De Sica e Claudio Lippi continueranno a giudicare le performance dei concorrenti con una gran voglia di lasciarsi stupire, scoprendo l’incredibile lavoro vocale e di trucco dietro ad ogni artista. Un po’ di malinconia però per alcune delle rivelazioni del più recente Tale e Quale, prime fra tutte Mietta.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


3
novembre

GIO’ DI TONNO VINCE LA SECONDA EDIZIONE DI TALE E QUALE SHOW

Giò Di Tonno imita Amedeo Minghi

Giò Di Tonno imita Amedeo Minghi

Flavio Montrucchio non ce l’ha fatta, e si è dovuto accontentare del secondo posto nonostante il verdetto della giuria, che lo aveva decretato vincitore di questa ottava e ultima puntata di Tale e Quale Show. Ma il pubblico televotante – chiamato a considerare il percorso completo dei concorrenti – ha portato al primo posto di questa seconda edizione del talent show di Rai1 Giò Di Tonno, che già nella classifica generale delle otto puntate è risultato primo con la bellezza di 356 punti.

Il cantante, famoso grazie al musical Notre Dame di Cocciante e al Festival di Sanremo 2008 che vinse assieme a Lola Ponce, ha imitato nell’ultima puntata Louis Armstrong, tra gli applausi scroscianti del pubblico, e si è “beccato” anche il premio per la migliore imitazione di Riccardo Cocciante, Mino Reitano e Tiziano Ferro. Per lui un premio simbolico di 10 mila euro, da donare in beneficenza, e ovviamente l’accesso al torneo dei Campioni di Tale e Quale, quattro puntate in onda dal prossimo venerdì in cui i primi cinque classificati di ambo le edizioni si scontreranno per decretare il migliore imitatore.

Dalla prossima settimana rivedremo dunque, in ordine di televoto, Flavio Montrucchio – che ha vinto anche il premio come migliore esibizione -, a sorpresa Pamela Camassa e Gabriele Cirilli risultati rispettivamente ultima e penultimo nella classifica generale, e Paolo Conticini. Fuori dalla gara dei Campioni dunque Barbara De Rossi, che ha vinto il premio per la migliore immagine, Gigliola Cinquetti, a cui è stato consegnato il premio come rivelazione del programma, e Mietta.