Soap Opera



9
luglio

EMMERDALE: QUANDO LA SOAP E’ IN DIRETTA

Emmerdale

E’ stato annunciato che in occasione del suo quarantesimo anniversario, che si celebrerà in ottobre, un episodio della soap-opera inglese Emmerdale sarà girato in modalità “live”.

Come si legge sul sito www.digitalspy.co.uk, il produttore della serie, Stuart Blackburn, ha rivelato che:

“l’intero episodio sarà girato nel villaggio di Emmerdale e sarà diretto da Tony Prescott. Sappiamo che ci saranno delle difficoltà, ma con un regista della portata di Prescott tutti gli ostacoli saranno superati.”

Dal canto suo, Tony Prescott non nasconde l’entusiasmo: “Sono onorato di essere stato presecelto per dirigere un episodio cosi significativo di Emmerdale. E’ un progetto ambizioso che riflette le nostre aspirazioni piu alte, che in passato hanno costituito il grande successo dello show.”

Emmerdale, creato da Kevin Laffa, e in onda su ITV dal 1972, è girato nell’omonimo villaggio fittizio che si trova nella regione dello Yorkshire, nel nord dell’Inghilterra. Si tratta della seconda più longeva soap inglese, e la terza più popolare, dopo Coronation Street ed Eastenders.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




29
settembre

CENTOVETRINE: DAL 7 DICEMBRE L’ATTESO RITORNO DI DANIELA FAZZOLARI (VIDEO). TORNERA’ ANCHE ANITA FERRI?

Roberto Alpi e Daniela Fazzolari

Pur mostrando gli inevitabili segni del tempo, Centovetrine continua a rappresentare uno degli appuntamenti quotidiani più seguiti dal pubblico. Tra alti e bassi, sono oltre 3 milioni, i telespettatori che da 10 anni a questa parte, accompagnano la propria pausa post-prandiale con le intricate vicende dell’ormai celebre centro commerciale torinese.

Una lunga saga di amori, passioni, drammi e tradimenti, omaggiata lo scorso martedì all’Auditorium Parco della Musica durante il Roma Fiction Fest 2011. Un incontro con il pubblico che ha visto sul palco della kermesse, personaggi vecchi e nuovi, intenti a ripercorrere questi primi dieci anni di vita della soap targata Mediavivere. Ad essere presenti in sala, tra gli altri: Roberto Alpi (Ettore Ferri), Luca Capuano (Adriano Riva), Raffaello Balzo (Niccolò Castelli), Barbara Clara (Viola Castelli), Pietro Genuardi (Ivan Bettini), Marianna De Micheli (Carol Grimani), ma soprattutto Daniela Fazzolari, interprete dell’indimenticata Anita Ferri, personaggio chiave delle prime stagioni, morto tragicamente nel 2005.

L’attrice, già presente, tra sogno e realtà, in occasione della puntata speciale realizzata lo scorso 1° febbraio, tornerà stabilmente nel cast della soap tra qualche settimana. Mantenutasi piuttosto sibillina sulle modalità del suo rientro sul set, la Fazzolari si è limitata a precisare:

“Il mio non sarà il ritorno di un fantasmino, ma qualcosa di più particolare”

Attenzione: Dopo il salto, alcuni spoiler delle prossime puntate


12
luglio

DALLAS: LA SERIE CULT DEGLI ANNI ‘80 STA PER TORNARE

Dallas

Affari, sesso, potere e tanto petrolio. A distanza di vent’anni dall’ultimo episodio, la saga di Dallas è pronta ad appassionare nuovamente il pubblico. Il lusso e le avventure texane di J.R., Sue Ellen e Bobby, torneranno infatti in onda a partire dalla prossima estate sul canale americano TNT. Una nuova serie in dieci episodi, cui spetterà il difficile compito di eguagliare la famosa saga che dal finire degli anni 70 sino ai primi anni 90, divenne un vero e proprio fenomeno di culto in tutto il mondo, compreso il nostro paese.

Il popolare serial arrivò in Italia la sera del 14 febbraio 1981 sulla Rete Uno (ora Rai1), per poi passare dal 10 settembre dello stesso anno a Canale 5, contribuendo non poco al successo del neonato network commerciale. 357 episodi ricchi di colpi di scena, scandali e tradimenti, in onda sino al 4 luglio 1992, quando il mito di Dallas, ormai in fase discendente, salutò il pubblico dagli schermi di Rete4.

Dopo un prequel  intitolato L’alba di Dallas (1987) e due film tv: Dallas – il ritorno di J.R. del 1996 e Dallas -La guerra degli Ewing del 1998, per la celebre serie incentrata sui litigi, gli amori e gli intrighi di una potente famiglia di petrolieri  del Texas, è arrivato dunque il momento del reboot. Un proseguimento della storia nel nuovo millennio, la cui idea era allo studio da anni, ma che solo ora, con l’arrivo del convincente copione a firma di Cynthia Cidre, è riuscita a concretizzarsi. 





7
luglio

CENTOVETRINE IN FRANTUMI: STORYLINES PIATTE E ATTORI INESPRESSIVI

Centovetrine, Laura e Nicolò

Centovetrine è in crisi. Al bando i panegirici, lo diciamo senza mezzi termini: sarà il decimo anno, il turnover degli attori, la diminuzione del budget ma la golden age sembra esser alle spalle. E non parliamo di ascolti, quelli reggono. C’è ben poco che funziona sotto la Mole e la situazione sembra precipitare giorno dopo giorno.

Antonio Zequila nei panni di un improbabile gestore di un giro di prostituti sembrava il punto al di sotto del quale non si può più scendere, ma poi è spuntata, lei, l’”arcorina” Cinzia Molena. Assistere ai suoi tentativi di interpretare l’assurdo ruolo di cattiva che finge di essere una specie di reincarnazione di un personaggio del passato ti rende d’un tratto chiaro il significato della massima: al peggio non c’è mai fine.

L’ex gieffina, ca va sans dire, è in buona compagnia: i colleghi di set sembrano fare a gara a chi recita -per usare un parolone- peggio, senza che la bellezza, dote indispensabile per recitare in una soap, compensi la mancanza di talento. Le interpretazioni non sono di certo aiutate dalle trame imposte ai vari personaggi costretti a trasformarsi da buoni in cattivi, e viceversa, da un momento all’altro, al punto che se l’attore è capace, come nel caso della Vertova, è letteralmente mortificato.

Ma il cast è solo il punto più visibile dello stato agonizzante in cui versa la soap opera di Canale 5 da qualche mese a questa parte. La produzione targata Mediavivere ha perso smalto per assumere una connotazione sempre più sbiadita, offuscata da storylines piatte  o grottesche ed  incapaci di appassionare realmente il pubblico. E se Beautiful vive di macchiette che alla fine ti fanno sorridere, qua l’effetto è tutt’altro che piacevole. 


31
maggio

UN POSTO AL SOLE: IN ONDA PER TUTTA L’ESTATE, SENZA SPIN OFF E CON IL RITORNO DI MARINA TAGLIAFERRI

Marina Tagliaferri

Buone notizie per tutti i fan di Un posto al sole, la storica soap opera  di Rai3 che, giunta al suo quindicesimo anno di vita, continua ad appassionare ogni sera una media di oltre 2.000.000 di telespettatori. Contrariamente al passato, la soap non andrà in vacanza ma proseguirà con episodi inediti per tutto il periodo estivo, limitandosi ad una pausa di appena due settimane, da lunedì 15 a venerdì 26 Agosto.

Accantonato definitivamente il fallimentare esperimento dello spin off Un posto al sole d’estate che, dal 2006 al 2009, aveva provato a subentrare con scarso riscontro di pubblico al classico appuntamento con la soap madre, per l’estate 2011 il celebre Palazzo Palladini rimarrà dunque “aperto per ferie”, offrendo  a tutti i suoi fedeli spettatori nuove avventure ma soprattutto un gradito ritorno.

In vista del parto di sua figlia Angela (Claudia Ruffo), tornerà nel cast di “Upas” Giulia Poggi, uno dei personaggi storici della soap. La donna, ex moglie di Renato Poggi (Marzio Honorato), rientrerà a Napoli dopo un’assenza durata quasi tre anni. Era, infatti, l’autunno del 2008 quando il personaggio interpretato da Marina Tagliaferri, presente sin dalla prima puntata, obbedendo alla sceneggiatura, fu costretto ad uscire di scena per seguire in Albania un nuovo amore. 





14
aprile

UN POSTO AL SOLE VICINO ALLA SUA NAPOLI: DA DOMANI ANCHE L’EMERGENZA RIFIUTI NELLA SOAP

Patrizio Rispo

Il successo ultra decennale di Un Posto al Sole, la soap opera targata Rai 3 (anche ieri 2.692.000 spettaori col 9,65% di share) va ricercato in molti aspetti: la genuinità dei personaggi, la semplicità di storie e vicende quasi mai banali e scontate, ma soprattutto la capacità di riuscire a stare sempre al passo coi tempi, oltre che col calendario. Ed è sull’affascinante collina napoletana di Posillipo, tra le famiglie che abitano Palazzo Palladini, che ruotano tutte le dinamiche della soap, alle quali da domani si aggiugerà l’emergenza rifiuti che colpisce tutt’ora la città di Napoli.

Il tentativo, oltre quello di rimarcare agli italiani un problema ancora irrisolto, è di mandare un messaggio a tutti i cittadini partenopei, spronandoli a reagire e invitandoli ad una collaborazione generale per la raccolta differenziata. Portavoce di questa iniziativa è Raffaele Giordano (interpretato da Patrizio Rispo), il portiere di Palazzo Palladini, diventato anche personaggio televisivo grazie al suo amore calcistico per la squadra del Napoli. E proprio dal canale sportivo col quale collabora, si rivolge ai suoi concittadini:

“Tutti quanti insieme dobbiamo imparare ad amare di più questa città, perché il riscatto e l’orgoglio partenopeo non vanno cercati solo in una partita di calcio”.

Un appello che sicuramente verrà apprezzato non soltanto dai napoletani, ma da tutti coloro sono vicini a questa emergenza. Ne è convinto Fabio Sabbioni, produttore creativo della soap, orgoglioso di far emergere non soltanto le problematiche della vita di tutti i giorni, ma anche le eventuali possibili soluzioni:


30
aprile

ALISA SEGUI IL TUO CUORE: UOMINI E DONNE CHIUDE PRIMA E CANALE 5 ANTICIPA IL DEBUTTO DELLA NUOVA SOAP

Alisa_segui il tuo cuore

Non è ancora andata in onda ma ha già una nutrita schiera di fan sparsi per il web, appassionati di soap rigorosamente made in Germany. Parliamo di Alisa segui il tuo cuore, nuova telenovela teutonica, pronta a sbarcare sui teleschermi di Canale 5 dal 31 maggio alle 14.45.

Ebbene sì, contrariamente a quanto previsto inizialmente, la soap parte una settimana prima; un dettaglio che sembrerebbe trascurabile se non fosse che l’anticipo scaturirebbe da una chiusura ”prematura” di Uomini e Donne. Lontani i tempi in cui i tronisti della De Filippi ci tenevano compagnia, tra puntate inedite e repliche, fino a giugno inoltrato; quest’anno vuoi per ascolti inferiori al solito, vuoi per poca “carne al fuoco”, si chiude prima.

Spazio, dunque, alla telenovela nel tentativo di bissare lo straordinario successo di Tempesta d’Amore, con la speranza che non si “areni” come Julia e Bianca di cui è erede. Alisa narra la storia di una ragazza che, delusa dall’amore, si trasferisce a Schonroda; nella nuova città la dolce protagonista, con l’aiuto della famiglia, tenterà di buttarsi a capofitto nel lavoro. Ma il destino ha in serbo altro per lei: un incontro con un uomo affascinante che farà subito scattare il colpo di fulmine.


7
aprile

UN POSTO AL SOLE: LA SOAP DI RAITRE FESTEGGIA LE 3000 PUNTATE

Era il 21 ottobre 1996 quando partì su RaiTre l’esperimento ideato da Giovanni Minoli (con Wayne Doyle, Adam Bowen e Gino Ventriglia) per risollevare il Centro di Produzione Rai di Napoli. Basata sul format australiano Neighbours, la soap di RaiTre Un posto al sole è riuscita incredibilmente ad entrare nel cuore degli italiani creando negli anni un appuntamento imprescindibile per oltre due milioni di telespettatori.

E il prossimo 9 aprile, la soap coprodotta da RaiFiction, Grundy Italia e CPTV Rai di Napoli festeggerà con tutto il cast (e con i graditi ritorni di Angela Poggi, Filippo Sartori e Carmen Catalano rispettivamente interpretati da Claudia Ruffo, Michelangelo Tommaso e Serena Rossi) il traguardo delle 3000 puntate. Politica, cronaca nera, temi rosa e problematiche sociali: Un posto al sole è una delle poche soap italiane che è riuscita in 14 anni di programmazione ininterrotta a descrivere Napoli a 360 gradi,  con i suoi pregi e i suoi difetti, catturando, nonostante la marcata impronta “meridionale”, un pubblico eteorogeneo (ottimi i risultati nel target AA e tra gli uomini).

Media in share tra l’8 e il 10%, punte di oltre il 13%, 16 mila contatti quotidiani sul sito ufficiale e 46 milioni di contatti annui: UPAS, come viene simpaticamente definita dai fans, è un marchio ormai consolidato, rivelatosi un vero e proprio trampolino di lancio per diversi artisti nostrani (Lorenzo Flaherty, Serena Autieri, Laura Chiatti e Gabriele Muccino – per citarne alcuni).