Piersilvio Berlusconi



3
maggio

PIERSILVIO BERLUSCONI: “PARTI DI PROGRAMMI DELLA DE FILIPPI SU SKY? SI PUO’ FARE”

Piersilvio Berlusconi

Dal “fantamercato” di qualche settimana fa all’apertura delle ultime ore. Piersilvio Berlusconi è tornato sul paventato passaggio di Maria De Filippi a Sky rilasciando alcune interessanti dichiarazioni a margine della presentazione della versione Premium Play per iPad.

Il boss di Mediaset continua a escludere che la Sanguinaria porti in esclusiva le sue produzione sulla pay tv satellitare ma si mostra possibilista in relazione allo sbarco su Sky di “parte dei programmi”:

“Maria De Filippi e i suoi programmi sono di Canale 5, che poi alcune parti possano andare sul satellite e’ gia’ successo. Se parliamo di parti di programma trasferite su Sky come accaduto per il Grande Fratello, allora qualcosa si può fare, anche perché sarebbe un modo per abbattere i costi“.

Il significato di “parti di programma” è tutto da decifrare. L’apertura di Piersilvio si riferisce al day time di Amici? Alle repliche? Oppure comprende la fase delle selezioni e quella successiva alla chiusura del programma relativa ai mesi estivi quando i protagonisti del talent show si dedicano ai tour? E se invece la conduttrice sbarcasse sul satellite nelle inedite vesti di autrice per testare inediti format prodotti dalla Fascino?




18
aprile

BERLUSCONI JR.: “DE FILIPPI A SKY E’ FANTAMERCATO”. POSSIBILE SOSPENSIONE DEL GF.

Piersilvio Berlusconi, Fedele Confalonieri e Giuliano Adreani

E’ in corso a Cologno Monzese la tradizionale assemblea degli azionisti Mediaset cui spetta il compito di approvare il bilancio del 2011. Oltre ai 664 azionisti sono presenti anche i vertici del gruppo per rispondere alle domande sui temi più caldi. A cominciare dalla sospensione del beauty contest, contro cui Fedele Confalonieri annuncia di aver fatto ricorso, aggiungendo che la polemica “è esplosa dopo che Sky ha annunciato il suo ritiro dalla gara“. Sempre il Presidente ha parlato della crisi, come si legge in una nota di TMNews:

Mediaset di per sé non è neanche lontanamente un’azienda in crisi. Si dice che opera in un mercato maturo e che la tv generalista è destinata a perdere peso a causa della frammentazione degli ascolti. In verità, crescono sia il numero dei telespettatori sia il tempo medio passato davanti alla tv. Stiamo governando con successo la frammentazione, che sicuramente esiste, con la creazione di nuove reti televisive tematiche e con le offerte pay. La televisione, come mezzo, è tutt’altro che superata“.

E continua:

La nostra soluzione è ridisegnare una Mediaset adatta a muoversi in un mondo diverso da quello che ci ha visto nascere e prosperare. Stiamo facendo e faremo sacrifici e continueremo a farli durante tutto il 2012. Alla fine, Mediaset sarà molto più leggera e notevolmente più efficiente. Tutto questo, senza impoverire le nostre offerte“.

Riguardo all’uscita della società da Endemol, ancora Confalonieri afferma:


12
marzo

PIERSILVIO BERLUSCONI LANCIA LA SUA MANOVRA ANTICRISI: TAGLI AI COMPENSI DELLE STAR. RIPOSO PER IL GRANDE FRATELLO

Piersilvio Berlusconi

Anche Piersilvio Berlusconi tira la cinghia. Sono tempi difficili per il mercato televisivo ed in particolare per quello dell’emittenza commerciale che vive di pubblicità. Gli investitori scarseggiano mentre aumenta la concorrenza. Di fronte a questo scenario il Vicepresidente Mediaset ha preparato un piano per sfangarla e per permettere all’azienda del Biscione di attraversare indenne la crisi. Ci vorranno tagli, sacrifici e interventi drastici, che di questi tempi sembrano l’unica ricetta possibile.

“Affronteremo la crisi al meglio, il nostro non è un lamento. Ma penso che Mediaset vada vista come un’azienda da preservare. Non vogliamo privilegi. Però vorremmo, in un momento così difficile per il paese, che la politica almeno evitasse di renderci le cose più difficili di quanto già sono“.

ha dichiarato Piersilvio Berlusconi in un’intervista a Marco Molendini del Messaggero. Il top manager ha anche assicurato l’intenzione di perseguire l’attuazione di una manovra che in tre anni porterà ad un risparmio di 250 milioni all’anno senza toccare il prodotto. Messa così sembra un obiettivo forse un po’ troppo ambizioso, ma Berlusconi jr ha spiegato:

“Stiamo agendo su tutte le voci e stiamo dosando la programmazione: continuiamo a produrre spettacoli e fiction con grandi risultati, ma le prime serate con film o con l’esperimento di Centovetrine sono scelte di ulteriore risparmio

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





17
gennaio

DM LIVE24: 17 GENNAIO 2012. TORRISI SI DIMETTE DA EUROPRODUZIONE, CENTOVETRINE E’ UN LUSSO (PURE IL 20% A QUELL’ORA PER LA VERITA’), PETER DINKLAGE DA CHIAMBRETTI

Diario della Televisione Italiana del 17 Gennaio 2012

..:: DM ti cerca ::..

Sei madrelingua inglese o spagnolo ma parli fluentemente italiano? Oppure sei italiano ma parli inglese o spagnolo meglio di un madrelingua? DM ti cerca: invia una mail a redazioneATdavidemaggio.it

>>> Dal Diario di ieri…

  • Torrisi si dimette da EuroProduzione

Stefano Torrisi Amministratore Delegato di Europroduzione Italia e Direttore Area Internazionale di Veralia dal 31 dicembre 2011 si è dimesso da tutti gli incarichi operativi del Gruppo. Torrisi prima di entrare a far parte del Gruppo spagnolo ha lavorato per oltre dieci anni come autore tv per la Rai. Nel 1992 con Michele Guardì ha realizzato per TVE la versione ispanica di Scommettiamo che…? che è stata trasmessa per dieci edizioni. E’ in quegli anni che l’autore comincia il rapporto con il gruppo spagnolo e, nel 1996, entra a far parte di Europroducciones TV come alto dirigente, occupandosi dello sviluppo strategico internazionale e dell’area contenuti, contribuendo attivamente alla crescita di una società che oggi si può definire una delle più importanti imprese di produzione indipendente in Spagna e nel mondo. La decisione di dimettersi dal Gruppo è stata presa in comune accordo con la proprietà del Gruppo che ha però chiesto a Stefano Torrisi di continuare a collaborare – anche se in una forma non esclusiva – con Europroduzione per le produzioni in corso (tra cui Lo Show dei Record, Canale5; Così è la vita, Rai1; Mezzogiorno in famiglia, Rai2). Alla guida di Europroduzione Italia rimangono Carlo Boserman, Presidente Esecutivo e Renato Vacatello come Amministratore Delegato per dare continuità alle attività della società.

  • Centovetrine è un lusso

pippo ha scritto alle 13:08

“Un prodotto come Centovetrine in questo momento è un superlusso per una televisione commerciale. E’ vero che va bene ma ha costi altissimi per soli 20 minuti al giorno, insostenibili. I produttori ci devono venire incontro. Per questo mi sto impegnando in prima persona per riuscire a proseguire. E a questo punto posso dire che sono fiducioso”. (Pier Silvio Berlusconi a “La Stampa”)

  • Peter Dinklage al Chiambretti show

pippo ha scritto alle 15:00


14
dicembre

CENTOVETRINE A RISCHIO CHIUSURA: I LAVORATORI SCRIVONO A PIERSILVIO BERLUSCONI

Centovetrine cast

La notizia della possibile chiusura di CentoVetrine, il prodotto di punta del pomeriggio di Canale 5, aveva colto di sorpresa  un pò tutti. Non capita tutti i giorni, infatti, che si metta in discussione la riproposizione di un programma di successo che ha peraltro un pubblico ben fidelizzato. Non solo, quel che ha stupito poi è che, malgrado l’infittirsi di tali allarmanti voci, Mediaset non abbia mai provveduto a zittirle o al contrario confermarle. Una situazione poco chiara sulla quale i tanti lavoratori della soap vogliono vederci meglio. Per farlo hanno scritto una lettera a Piersilvio Berlusconi, colui che solo pochi mesi fa aveva definito CentoVetrine un caposaldo dell’industria televisiva italiana (per maggiori info clicca qui) ma che ora potrebbe decidere (o avrebbe già deciso) di mettere la parola fine alle vicende del centro commerciale più famoso di Italia.

Di seguito ecco il testo integrale della lettera al Vicepresidente Mediaset:

Egregio Dott. Piersilvio Berlusconi,

abbiamo appreso, lo scorso 2 dicembre dal quotidiano La Stampa di Torino che la soap opera Centovetrine, da lei definita in occasione del decennale della soap stessa “Un caposaldo dell’industria televisiva italiana…”. (Ansa 30.01.11).è a rischio chiusura. Da oltre dodici anni lavoriamo con grande professionalità e passione alla realizzazione di questa soap che, fin dal suo esordio, ha ottenuto sempre ottimi risultati in termini di ascolti e che, ancora oggi, appassiona più di 3.500.000 telespettatori. In questi anni, Centovetrine, è riuscita a imporsi come la soap italiana più vista nel nostro Paese, leader nella sua fascia oraria, affermandosi come un’importante fonte di occupazione per migliaia di persone, creando a San Giusto Canavese, alle porte di Torino, uno dei poli produttivi più importanti in Italia, dove ogni giorno lavorano 2 e a volte anche 3 troupe contemporaneamente. Fino ad oggi, 13 dicembre 2011, a soli 10 giorni dalla scadenza del nostro contratto non abbiamo ricevuto, nessun tipo di comunicazione ufficiale: né di smentita, né di conferma, solo un lungo silenzio. Siamo sorpresi per questa mancanza di comunicazione da parte sua e di Mediaset e vorremmo che ci fosse, da parte Vostra, la stessa correttezza che abbiamo garantito in tutti questi anni. Crediamo ci sia dovuta. Consapevoli di aver lavorato e di continuare a lavorare ad un prodotto efficace, sano e di indiscutibile successo. Pertanto chiediamo una smentita o una conferma alle voci di chiusura di Centovetrine che si sono susseguite sui giornali.





6
novembre

DM LIVE24: 5 NOVEMBRE 2011. LA SANTARELLI SCULACCIATA, LA TOMMASI COMPLETAMENTE NUDA, SILVIA PREFERISCE PIERSILVIO NUDO

Diario della Televisione Italiana del 6 Novembre 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • La Santarelli sculacciata

MisterGrr ha scritto alle 15:16

Su milanotoday. it, un articolo dove si dice che Elena Santarelli, appena scesa da un treno a Milano Centrale, è stata sculacciata da un anziano signore che le ha detto: “Corri puledra!” .

  • A Silvia Toffanin piace Piersilvio Berlusconi tutto nudo

lauretta ha scritto alle 16:37

A Verissimo si parla dell’abbigliameno dei rispettivi patners e dell’aiuto che le mogli offrono ai rispettivi mariti. La Colombari, dopo aver parlato del modo di vestire del suo compagno Costacurta, chiede la stessa cosa alla Toffanin, tirando in ballo Piersilvio Berlusconi: No, lui è bravo, si veste bene. Però ogni tanto dico anche la mia. E la Colombari non contenta: ma è meglio in mutande o in boxer? E la Toffanin: “nudoooooo”.

  • Sara Tommasi completamente nuda

lauretta ha scritto alle 09:24

(TMNews) – Una Sara Tommasi completamente nuda sarà la protagonista del nuovo video del filosofo e giurista Alfonso Luigi Marra, un invito ai dissidenti italiani a “FermareLeBanche”. Il video è stato montato in occasione dell’incontro costitutivo del Comitato Promotore del Referendum per l’abrogazione delle sei leggi “regala-soldi” alle banche nonché della lotta per l’eliminazione del signoraggio, organizzato per il 26 novembre al Teatro Quirino di Roma.

  • La Parietti si è fatta una riga

lauretta ha scritto alle 09:19


9
ottobre

DA COLPO GROSSO AL BUNGA BUNGA, SMAILA DICHIARA: ‘BERLUSCONI NON SI AFFACCIO’ IN STUDIO NEANCHE UNA VOLTA’

Colpo Grosso

In Videocracy, nel teorema ‘perfetto’ di Gandini sul ‘rincitrullimento’ degli italiani a opera di Silvio Berlusconi e della sua politica, il collegamento tra Colpo Grosso e le ultime vicende nazionali era presentato come diretto e inequivocabile. A distanza di anni da quel programma ’storico’ Umberto Smaila si sbottona per Dagospia e racconta quel periodo.

Colpo grosso fu un fenomeno sociale. [...] Fatma Ruffini mi propose l’azzardo. “Te la senti?”. Guadagnavo un milione a puntata che sommato ai soldi per il quiz che già conducevo a mezzogiorno, si trasformò nel doppio. [...]. Se avessi controllato con attenzione il contratto di Colpo grosso, oggi sarei miliardario.

Il mio programma non fu l’inizio di niente, velinismo è un termine demenziale e Berlusconi non si affacciò in studio neanche una volta. Ogni tanto passava Piersilvio. Strinse affettuosa amicizia con Valerio Staffelli, oggi incursore di Striscia la notizia e allora mio segretario e con un guardarobiere culturista. Facevano gruppo, andavano in palestra. Piersilvio, già da allora, aveva la mania del corpo.


3
agosto

MILLY CARLUCCI PUNGE PIERSILVIO E ‘SALVA’ LA D’URSO: “IO E BARBARA SIAMO AMICHE”. IL 9 AGOSTO L’UDIENZA

Milly Carlucci

Tornerà in tv nella primavera del nuovo anno con l’ottava edizione di Ballando con le Stelle, il fortunato show del sabato sera di Rai 1, ma l’estate di Milly Carlucci tutto si può considerare tranne che tranquilla. La querelle con Mediaset per il presunto plagio messo in atto (anzi, portato in pista) con Baila!, il nuovo show previsto in autunno su Canale 5 (dal 27 settembre), tra pochi giorni vivrà una tappa forse decisiva:

Il 9 agosto si incontrano le parti – dichiara la conduttrice in un’intervista ad Oggi – il mio avvocato, Giorgio Assumma, quello della Rai, Pierluigi Lax, e il legale di Mediaset. Ognuno spiegherà le proprie ragioni e se il giudice del Tribunale di Roma riterrà sufficiente la documentazione potrà già prendere una decisione, altrimenti saranno fissati altri incontri”.

La Carlucci ci tiene a sottolineare come tra lei e Barbara D’Urso, conduttrice dello show ballerino del Biscione, non ci sia alcun tipo di astio per la situazione che si è venuta a creare: “Io e Barbara non ci siamo sentite. Ci conosciamo da tempo e siamo anche amiche, come lo si può essere vivendo in città diverse e quando si è presi da mille impegni”. L’intento, che l’ha spinta ad avviare un’azione legale, è che venga semplicemente stabilito un principio e che soprattutto vengano rispettate determinate regole industriali.