Morto



13
ottobre

MASTERCHEF USA: JOSH MARKS TROVATO MORTO

Josh Marks - MasterChef USA

Succede anche questo. Succede che la cronaca nera torni a toccare la tv, e questa volta lo fa perché il protagonista della triste vicenda  era fino a poco tempo fa tra i concorrenti di una nota trasmissione. Siamo in America, dove Josh Marks, tra gli aspiranti chef della seconda edizione di MasterChef USA, è stato trovato morto.

Josh Marks morto: ipotesi suicidio

La polizia di Chicago ha rinvenuto il corpo di Josh Marks, secondo classificato a MasterChef USA 2, riverso a terra in un vicolo della città. E’ morto a causa di un colpo di pistola sparato alla testa e le indagini, al momento, sono propense a seguire la pista del suicidio, dopo che Marks nell’ultimo periodo aveva dato segnali di squilibrio mentale. Protagonista di una campagna pubblicitaria a favore di un’organizzazione che opera per sconfiggere i tentativi di suicidio, Josh aveva ammesso di essere affetto da un disturbo bipolare. Da accertare, comunque, la dinamica che ha portato al folle gesto.

Josh Marks morto: mesi fa disse di essere posseduto da Gordon Ramsay




14
luglio

E’ MORTO TONINO ACCOLLA, LA VOCE DI HOMER SIMPSON

Tonino Accolla

Dalla prossima stagione, possiamo esserne certi, gli oltre 2,5 milioni di italiani che guardano I Simpson su Italia1 ne sentiranno la mancanza. Una delle voci più caratteristiche del cartone animato, quella di Homer Simpson, non potrà più essere la stessa perchè Tonino Accolla, doppiatore del capofamiglia sin dallo sbarco dei gialli di Springfield sugli schermi tricolori, è morto all’età di 64 anni.

Accolla si è spento a Roma dopo aver affrontato una lunga malattia che l’aveva costretto al ricovero al Policlinico Gemelli, luogo del decesso. Ridurre la sua gloriosissima carriera al doppiaggio di Homer Simpson sarebbe però ingiusto: della serie tv è stato anche direttore del doppiaggio e curatore dei dialoghi oltre ad aver prestato la propria voce anche ad Eddie Murphy (fino al 2009), Tom Hanks, Mickey Rourke, Jim Carrey e tantissime altre “versioni italiane” di celebri attori.

In ogni caso, per tutti i fan de I Simpson, il nome di Accolla verrà scolpito nella memoria per i tantissimi tormentoni relativi al personaggio di Homer, dal celebre “D’Oh!” al “Mitico-o-o-o!”, diventati veri e propri modi di dire per tutti gli appassionati della serie. Il doppiatore è diventato la voce di Homer dopo aver superato un casting, dal momento che, nelle trasposizioni dei vari paesi, si è cercato di assicurare ai personaggi del cartoon dei toni il più possibile somiglianti alla versione originale. Ed invero, chi ha potuto ascoltare (magari negli episodi cantati, dove viene lasciato il sonoro americano) la voce di Dan Castellaneta, doppiatore statunitense del padre di Bart, si è potuto rendere conto del fatto che Tonino aveva la miglior voce possibile per la versione italiana de I Simpson.


28
maggio

E’ MORTO LITTLE TONY. UNA VITA TRA MUSICA E TV

Little Tony

Little Tony

E’ morto ieri sera all’età di 72 anni Little Tony, al secolo Antonio Ciacci, l’Elvis Prestley nostrano che per primo portò il rock’n'roll nel Belpaese negli anni ‘60. Si è spento a causa di un tumore, che lo ha costretto in una clinica per gli ultimi tre mesi.

Nonostate questo, però, nelle scorse settimane l’artista di San Marino, che debuttò a Sanremo nel 1961 e divenne poi famosissimo grazie all’intramontabile Cuore matto, è stato in collegamento con La vita in diretta insieme alla figlia Cristiana, nata dal matrimonio con Giuliana Brugnoli, che ormai da alcuni anni si esibisce con lui. Nell’occasione ha parlato della sua lunga carriera e delle nipotine, che secondo lui avrebbero potuto seguire le sue orme nel mondo dello spettacolo.

Il rapporto di Little Tony  col piccolo schermo è sempre stato intenso, numerose le trasmissioni che gli hanno dedicato celebrazioni e amarcord quali appunto il contenitore pomeridano di Rai 1, Domenica In – Così è la vita, I migliori anni e Le amiche del sabato. E proprio sabato 18 maggio si è parlato di lui nel salotto di Lorella Landi con il suo grande amico Bobby Solo, ospite in studio per parlare della sua nuova paternità.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





30
marzo

E’ MORTO FRANCO CALIFANO

Franco Califano

E’ un weekend pasquale che si tinge di nero per la musica italiana quello in corso. Dopo la scomparsa di ieri sera di Enzo Jannacci un’altra triste notizia ci raggiunge in questi giorni di festa. Pochi minuti fa infatti le agenzie hanno battuto la notizia della morte di Franco Califano, il celebre Califfo della canzone romana.

Il cantautore e’ morto nella sua casa ad Acilia all’età di 74 anni ed era malato da tempo, era nato nel 1938. La sua malattia non gli ha impedito di esibirsi e portare la sua musica in giro. Solo pochi giorni fa, il 18 marzo, si era esibito al Teatro Sistina di Roma.

Le performance televisive del Califfo sono memorabili. Soprattutto la partecipazione alla terza edizione di Music Farm, quella condotta da Simona Ventura, ha mostrato un Califano ruspante e divertente. Come dimenticare le celebri notti insonni e le formazioni dell’Inter, una delle grandi passioni della sua vita – oltre, ovviamente, le donne – decantate durante il sonno? “Toldo, Cordoba, Materazzi…” erano questi i versi recitati dall’artista nel cuore della notte.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


14
luglio

DM LIVE24: 14 LUGLIO 2012. LA DE VIVO MANTENUTA DA BERLUSCONI, CORONA FA IL BIS, MORTA LA VOCE DEL CALCIO

Diario della Televisione Italiana del 14 luglio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Morto Alfredo Provenzali

Critico Tritatutto ha scritto alle 16:15

“A te Provenziali”. E lui prendeva le redini dallo studio, smistando la linea agli altri inviati sui campi oppure leggendo i risultati “dagli altri campi”. Alfredo Provenzali, per trent’anni è stato una delle voci del calcio italiano. Una delle più riconosciute e amate, all’epoca in cui la partita si seguiva sulle radioline. Prima di “Quelli che il calcio…”, prima di Sky e di tutte le sue dirette. Quando ancora la partita o te la andavi a vedere allo stadio o la sentivi in radio a “Tutto il calcio minuto per minuto”. Provenzali è scomparso nella notte a 78 anni. Poche settimane fa era stato premiato con il prestigioso premio Agnes ma non si era potuto recare a Capri per ritirare il riconoscimento proprio causa di problemi di salute. Nato a Genova, nel quartiere di Sampierdarena, dal 1966 è stato radiocronista nella trasmissione “Tutto il calcio minuto per minuto”, prima come inviato ui campi e poi, dal 1992, come conduttore in studio. Il suo debutto avvenne dallo stadio Marassi di Genova, quando conobbe il decano delle radiocronache Nicolò Carosio, inviato per la televisione a commentare la stessa partita.Nel settembre del 2006 aveva festeggiato i quarant’anni di attività come radiocronista. (liberoquotidiano.it)

  • Imma De Vivo: “Per ora non lavoro, mi mantiene Berlusconi”

shiver ha scritto alle 19:57

Alla domanda di Giulia Turri, presidente del collegio, ‘lei come si mantiene?’, la De Vivo ha risposto così: «Adesso non svolgo alcuna attività, ho avuto di recente degli aiuti da Berlusconi, tre bonifici, due da 15 mila e uno da 30 mila euro». Il padre delle due, anche lui testimone in udienza, ha giustificato così il versamento: «Loro hanno chiesto un aiuto all’ex premier per avviare un’ attività». Imma ha aggiunto anche che era il Cavaliere a pagare l’affitto della sua casa in via Olgettina. Ed infine, le due ragazze hanno detto di non aver mai avuto con Silvio «rapporti sessuali a pagamento» e le serate ad Arcore erano delle normali cene.

  • Corona fa il bis





5
luglio

DM LIVE24: 5 LUGLIO 2012. AMANDA LEAR AVVELENATA, E’ MORTO ANDY GRIFFITH, CASA BONGIORNO IN VENDITA

Diario della Televisione Italiana del 5 Luglio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • Morto Andy Griffith

tinina ha scritto alle 09:22

E’ morto a 86 anni l’attore Andy Griffith, volto popolarissimo della tv americana ma celebre anche in Italia per alcune serie di culto come “Matlock”. L’attore è stato trovato privo di vita nella sua casa di Dare County, in North Carolina, e le cause della morte non sono ancora state rese note. Griffith era anche celebre come cantante e musicista. (Tgcom24.it)

  • Casa Bongiorno in vendita

tinina ha scritto alle 10:26

La casa monegasca dove è mancato il grande Mike Bongiorno è, da pochi giorni, ufficialmente in vendita. La decisione l’ha presa la moglie Daniela, compagna di vita del presentatore, insieme con i figli di Mike, Michele, Nicolò e Leonardo. (Leggo.it)

  • Amanda Lear è avvelenata

Critico Tritatutto ha scritto alle 16:16


9
aprile

DM LIVE24: 9 APRILE 2012. LA MESSA DEL VENERDI SANTO SULLA TV CUBANA, OLBERMANN VS CURRENT TV, MORTO MIKE WALLACE

Diario della Televisione Italiana del 9 aprile 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • La Messa del Venerdi Santo sulla tv di Stato cubana

Giuseppe ha scritto alle 05:07

La messa della sera del Venerdì Santo, celebrata nella cattedrale dell’Avana dall’arcivescovo Jaime Ortega, è stata diffusa per la prima volta dalla televisione di Stato cubana, come già era accaduto per i sermoni del Papa durante la sua recente visita nell’isola caraibica. In via eccezionale è stato concesso anche un giorno festivo per esaudire una richiesta di Benedetto XVI. (fonte il Messaggero.it)

  • Olbermann VS Current TV

Giuseppe ha scritto alle 08:33

Keith Olbermann, uno dei più importanti conduttori USA, dopo essere stato licenziato la scorsa settimana da Current Tv (l’emittente fondata da Al Gore) ha intentato una causa nei confronti dell’ex editore onde ottenere un risarcimento di 70 milioni di dollari. E ha definito Al Gore e soci “dilettanti con le sembianze di dirigenti dell’industria dell’intrattenimento”. Olbermann è stato querelato da Current Tv (fonte Reuters)

  • E’ morto Mike Wallace

Giuseppe ha scritto alle 18:49


18
luglio

E’ MORTO MINO DAMATO

Mino Damato è morto venerdi a 73 anni

(ANSA) – ROMA, 18 LUG – E’ morto venerdi’ pomeriggio Mino Damato, popolare giornalista e conduttore tv. Era nato a Napoli nel 1937. Dopo l’esperienza nella carta stampata, Damato era diventato inviato per la Rai, realizzando servizi per il Tg1 da zone di guerra, come Cambogia, Vietnam e Afghanistan da dove ha realizzato la prima diretta tv durante l’invasione sovietica.

Dagli anni ‘70 agli ‘80 è stato autore e conduttore di Avventura, Racconta la tua storia, In viaggio tra le stelle.

di Mauretta Capuano - Dall’esperienza nella carta stampata all’impegno da inviato di guerra e alla conduzione di popolari programmi tv, il giornalista Mino Damato, il suo vero nome era Erasmo, morto venerdì pomeriggio a 73 anni, era sempre alla ricerca di sfide. L’ultima e’ stata la lotta contro l’Aids con l’adozione di una bambina romena, morta nel 1996, e la fondazione di una onlus per l’assistenza ai piccoli abbandonati e ammalati. Napoletano, nato nel 1937, giornalista professionista dal 1965, aveva lavorato nei giornali – in particolare per il Tempo, che lascio’ dopo un litigio con il direttore di allora, Gianni Letta – e poi era entrato alla Rai nel 1968, diventando uno dei giornalisti di punta del Tg1 e realizzando reportage dalle zone di guerra, fra cui la Cambogia, il Vietnam, l’Afghanistan da dove tenne la prima diretta durante l’invasione sovietica. Negli anni Settanta e Ottanta era stato autore e conduttore di programmi tv come ‘Avventura’, ‘Racconta la tua storia’, ‘In viaggio tra le stelle’, che apri’ la strada alla divulgazione scientifica dell’astronomia e dell’astrofisica, e ‘Tam Tam’.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,