MasterChef



27
novembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (18-25/11/2012). PROMOSSI CHI L’HA VISTO E LO ZECCHINO D’ORO, BOCCIATI XTRA FACTOR E ARISA

Simona Ventura e Sara Tommasi

10 a Chi l’ha visto. Ancora una volta il programma di Rai3 si conferma degno del servizio pubblico. Federica Sciarelli e la sua squadra hanno assunto un ruolo decisivo nel ritrovamento dei corpi di Elisabetta Grande e Maria Belmonte, madre e figlia uccise in circostanze misteriose alcuni anni or sono.

9 a Squadra Antimafia 4. La fiction di Canale 5 ha convinto gli spettatori e può vantare una realizzazione impeccabile per una produzione made in Italy.

8 allo Zecchino d’Oro. Dovrebbe esser confezionato e sponsorizzato meglio ma il progenitore dei baby talent rimane un caposaldo sano e autentico della nostra televisione e (si spera) della vita catodica dei più piccoli.

7 a una Simona Ventura insolitamente commossa in seguito all’incontro con Sara Tommasi. Le sue pudiche lacrime spiegano anche il perché dinanzi alla showgirl abbia deciso di essere poco ficcante.

6 alla messa in onda di Masterchef in esclusiva su Sky Uno. Scelta condivisibile per tutelare gli abbonati Sky che però lascia con l’amaro in bocca gli spettatori di Cielo grazie ai quali il cooking show si è affermato.




25
novembre

BRUNO BARBIERI SPIEGA IL SUCCESSO DI MASTERCHEF E RIVELA: “DOVEVO ESSERE IL GORDON RAMSAY ITALIANO”

Bruno Barbieri

Mai come in questi ultimi anni, i cooking show padroneggiano incontrastati nella programmazione della tv generalista e satellitare, ma forse nessuno, eccetto MasterChef, è riuscito a conquistare una fetta di pubblico sempre più appassionata e giovane spodestando il monopolio di leccornie e sfide ai fornelli detenuto dal classico La prova del CuocoMarco Molendini, moderatore dell’incontro, dedicato al successo dei cooking show, della quarta giornata del Festival IMMaginario 3.0 di Perugia, reputa MasterChef il programma di punta dell’intrattenimento targato Sky, che “colpisce il cuore dell’essere italiano”.

Puntando su una suspense vertiginosa, sulle inquadrature più succulente di piatti unici nel loro genere e sulla severità e l’aria compiaciuta dei suoi giudici, Masterchef è diventato un cult anche in Italia ed è ora pronto a proporre la sua seconda stagione a partire dal 13 dicembre su Sky Uno. Ad intervenire all’incontro per spiegare gli ingredienti segreti di un piatto così ricco e pregiato è Bruno Barbieri, rinomato chef di fama internazionale nonché membro della commissione giudicatrice del talent insieme a Carlo Cracco e Joe Bastianich.

E’ un talent che dà la possibilità a tutti di provarci nella vita. Pensiamo a Spyros, vincitore della scorsa edizione: ecco lui ce l’ha fatta perché era l’unico a non fare tv”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


31
gennaio

MASTERCHEF GUEST STAR SU SKY UNO: I VOLTI DI SKY SI METTONO AI FORNELLI MA SOLO PER CINQUE MINUTI

MasterChef Guest Star - Fabio Caressa

MasterChef, il piatto forte della scorsa stagione autunnale di Cielo, torna su Sky Uno: da martedì in prima serata la rete ammiraglia dell’intrattenimento Sky ripropone la prima edizione italiana del talent show culinario prodotto da Magnolia e trasmesso da Cielo. Con una piccola aggiunta: ogni puntata sarà preceduta da MasterChef Guest Star, un appuntamento di cinque minuti in onda subito dopo Gli sgommati che vedrà ogni volta un volto della pay tv satellitare impegnato nella preparazione di un piatto, proprio nella cucina-studio del programma.

Protagonista della prima puntata sarà uno dei volti più conosciuti della piattaforma: si tratta di Fabio Caressa, il commentatore sportivo che per un giorno ruba il grembiule da cuoco alla moglie Benedetta Parodi. Il suo menù personale prevede gli “Involtini alla Caressa”. Nelle puntate successive, il “signore degli anelli” Juri Chechi mostrerà come cucinare il Riso Tricolore mentre Alessandro  Cattelan, diventato uno dei volti di punta di Sky Uno grazie alla conduzione di X Factor, si accontenta di preparare gli hamburger hawaiani.

Ancora dalla divisione di Sky Sport, arriva Alessandro Bonan per preparare il castagnaccio,  mentre  Paola Saluzzi sfornerà le polpette della felicità. Da X Factor arriveranno I Moderni, secondi classificati nella quinta edizione, che nonostante il loro legame con la città di Torino,  si cimenteranno in un piatto messinese:  i putuni di Nonna Maria. Altre performance culinarie vedranno impegnati Brenda Lodigiani, Costantino della Gherardesca, Fiona MayTania Zamparo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





2
gennaio

AVANTI UN ALTRO E’ IL PROGRAMMA DELL’ANNO PER I LETTORI DI DM. MASTERCHEF BATTE FIORELLO, XFACTOR FUORI DAL PODIO

Paolo Bonolis, i giudici di MasterChef e Fiorello

Avanti un Altro è il miglior programma del 2011. Questo il verdetto, a tratti sorprendente, decretato dai quasi 2000 lettori che hanno partecipato alla DM Chart sulle trasmissioni dell’anno. Chi l’avrebbe mai detto che il tanto atteso preserale di Paolo Bonolis potesse tenere egregiamente testa a L’Eredità di Rai1 facendosi largo tra le simpatie dei telespettatori?! Stesso dicasi anche per la medaglia d’argento che, con il 25% delle preferenze (Avanti Un Altro è al 28%), se l’è aggiudicata MasterChef.

Il talent show dall’elevata fattura riesce addirittura a batter Mr 12 milioni (di spettatori e di euro!), alias l’accigliatissimo Rosario Fiorello. Il più grande spettacolo dopo il weekend deve accontentarsi della terza posizione con il 20% dei voti, risultando però il più votato sulla nostra pagina Facebook. Fuori dal podio, con il del 10% delle preferenze, XFactor 5 letteralmente ringalluzzito dalla cura Sky.

Più in generale, comunque, i primi quattro programmi in classifica dominano letteralmente la top ten catalizzando oltre l’80% dei voti. La discriminante sembra essere rappresentata gli elementi di novità apportati nel panorama televisivo; gli altri sei programmi, infatti, nel 2011 hanno soltanto consolidato il loro successo. Al quinto posto svetta la terza stagione di Squadra Antimafia, cui va la palma di miglior fiction del 2011 riuscendo ad avere la meglio sull’antagonista, presente in top 10, Il Commissario Montalbano. La fiction record d’ascolti di Rai1 è addirittura finita all’ultimo posto con appena l’1% delle preferenze. Non sono bastati i milioni di spettatori totalizzati dal Festival di Sanremo 2011 per far scalare la chart allo show di Gianni Morandi, che si ferma all’ottavo posto, con una manciata di voti in più rispetto a Ballarò e dietro al TgLa7 e all’intramontabile C’è Posta Per Te.

Ecco la classifica completa:


1
gennaio

2011, UN ANNO DI SUCCESSI: DA SANREMO A FIORELLO, DAL DELFINO BOVA A MONTALBANO, PASSANDO PER ANNOZERO FINO A X FACTOR 5

Fiorello, #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend

Il 2011 è terminato e, in un quadro generale piuttosto complesso, il piccolo schermo archivia dodici mesi che fanno senza dubbio riflettere. Ma c’è chi può esultare, chi ha saputo fare ancora breccia nel telespettatore, guadagnando la scena e soprattutto i primi posti nella corsa all’Auditel. Un anno di successi iniziato subito: il 3 gennaio, su Canale 5, prosegue la maratona del Grande Fratello 11, culminata con la finale del 18 aprile che vale all’ammiraglia del Biscione il record in valori assoluti di tutto l’anno per un programma d’intrattenimento (6.622.000 spettatori, pari al 32.79% di share). Il 14 gennaio tocca a Zelig (6.567.00026.70%) con una quattordicesima edizione che si conferma un successo (media 5.754.000 – 22.74%).

Rai 1 risponde con un mese di febbraio da incorniciare: prima la cinque giorni record del Festival di Sanremo targato Gianni Morandi (media 11.450.00047.78%); poi la partenza col botto di Ballando con le Stelle 7 (quasi 6 milioni, saliti a 6.458.000 nella finale del 30 aprile, che valgono all’edizione una media pari a 5.408.000 individui, share del 26.16%); infine la due giorni del 27 e 28 con la fiction Atelier Fontana – Le sorelle della moda, capace di chiudere sfiorando i 9 milioni di spettatori (8.893.00029.92%).

Nei primi due giorni di marzo, invece, succede quel che non t’aspetti, e cioè che è Canale 5 a fare il botto con una fiction. Il miracolo è firmato Raoul Bova con Come un delfino: ai 6 milioni di appassionati dell’esordio, infatti, seguono i 7.345.000 (27.09%) della puntata conclusiva. Ma lo scettro del campione va ancora a Il Commissario Montalbano: il 14 marzo debutta coi nuovi episodi incollando su Rai 1 ben 9.561.000 spettatori (32.59%), confermando lo stesso trend nelle tre puntate successive. A ridosso dell’estate, si consuma sull’ammiraglia Mediaset la seconda edizione di Italia’s Got Talent (media 5.317.000 – 27.55%) che, col 33.14% incassato nella finale dell’11 giugno (seguita da 6.402.000 spettatori), fa segnare alla rete il record dell’anno in valori percentuali.





29
dicembre

DM CHARTS, VOTA IL MIGLIOR PROGRAMMA DEL 2011

Vota il miglior programma del 2011

Il 2011 volge a termine ed è tempo degli immancabili bilanci anche per il piccolo schermo. Dodici mesi particolarmente delicati per il panorama televisivo nostrano: mentre nascono e si affermano nuove realtà digitali e/o satellitari, la tv generalista si fa ‘notare’ per numeri più bassi rispetto al passato, tanti scivoloni e una voglia di sperimentare ancora più flebile. Tra tutte le produzioni trasmesse, però, qualcosa di buono c’è stato. Abbiamo selezionato 10 programmi – che a nostro giudizio si sono distinti per successo di pubblico e contenuti -, tra i quali vi chiediamo di decretare il Miglior Programma del 2011.

Le votazioni sono aperte sia su DM che sulla nostra pagina Facebook. Per esprimere la vostra preferenza avete tempo fino alle 23.59 del 30 dicembre 2011.

Ecco la Top 10:

Avanti un altro – Canale 5. Il game show di Paolo Bonolis è riuscito a risollevare la fascia preserale di Canale 5, in crisi da tempo, con ottimi ascolti (picchi superiori al 22% e di quasi 5 milioni) e un gradimento in crescendo. Il meccanismo, semplice ma al tempo stesso originale, spicca per l’atmosfera ludica in perfetta osmosi con l’estro del padrone di casa.

Ballarò – Rai3. Giovanni Floris ha trovato la formula del successo: un talk show vispo, di sinistra ma senza eccessi e con un parterre di ospiti sempre azzeccato. La puntata di martedi 6 dicembre, dedicata alla manovra del governo Monti, con 6.328.000 spettatori e uno share del 24.06% è la più vista di tutte le 10 edizioni del programma.

Qual è il miglior programma del 2011?

  • Avanti un Altro (Canale 5) (28% con 536 Voti)
  • Ballarò (Rai 3) (2% con 36 Voti)
  • C'è Posta per Te (Canale 5) (3% con 59 Voti)
  • Festival di Sanremo 2011 (Rai 1) (2% con 46 Voti)
  • Il Commissario Montalbano (Rai 1) (1% con 17 Voti)
  • Il Più Grande Spettacolo Dopo il Week End (Rai 1) (19% con 371 Voti)
  • MasterChef (Cielo) (25% con 482 Voti)
  • Squadra Antimafia (Canale 5) (5% con 100 Voti)
  • TG La7 (La7) (4% con 70 Voti)
  • X Factor 5 (Skyuno) (11% con 201 Voti)

Voti Totali : 1.916

Loading ... Loading ...

C’è Posta per te – Canale 5. E’ la roccaforte del sabato sera della televisione italiana nonchè l’unico programma d’intrattenimento a regalare soddisfazioni all’ammiraglia Mediaset nella stagione appena trascorsa. E se i numeri non sono comprensibilmente più quelli di una volta (media  4.792.000 – share 22.89%), l’alto impatto emotivo del programma è rimasto pressochè inalterato.


22
dicembre

LA CUCINA RIVELAZIONE DELLA STAGIONE, MA NON DIMENTICATE CHE ANTONELLA CLERICI…

Antonella Clerici nelle cucine de La prova del cuoco

Giù le mani dai fornelli di Rai1. Antonella Clerici non ha alcuna intenzione di lasciare La prova del cuoco, programma antesignano della cucina in tv, al termine della stagione televisiva in corso. Molto dipenderà dal contratto della bionda conduttrice, in scadenza a giugno 2012, ma se la Rai dovesse riconfermarla anche in day time, lei non avrebbe dubbi. Con il proliferare dei cooking show, la Clerici, che ha portato pentole e ricette in televisione nel lontano 2000, ha tutte le intenzioni di rimanere al suo posto. Gli ascolti del resto sono dalla sua parte: nelle ultime settimane La prova del cuoco viaggia su una media attorno ai 2 milioni e mezzo di telespettatori con il 20% di share, in ripresa dopo un inizio di stagione tutto in salita.

Per lei che cucina in diretta e ha aperto la strada a molte colleghe, mollare quando i programmi di cucina spopolano sulle generaliste e tematiche, non avrebbe senso, per la serie “battere il ferro finchè è caldo”. La Clerici, a detta sua non considerata trendy dai blog (se questo può esserle riconosciuto per la cucina, forse è arrivata tardi con Il treno dei desideri), approderà in prime time con La prova del cuoco il 6 gennaio, in occasione dell’estrazione finale della Lotteria Italia. Poi si dedicherà al nuovo people show previsto in primavera, sempre su Rai1.

Tornando tra i fornelli, la cucina va alla grande, ma come precisa Antonellina “il programma di cucina che va meglio dopo di noi fa il 3%“. Dati alla mano, Benedetta Parodi e i suoi Menù non si schiodano da quella cifra, comunque positiva per il day time de La7. Il programma della parodi si rivolge a una fetta di pubblico ristretta, ma è diventato un cult su internet e traslato con successo in libreria. Sono lontani i tempi del boom di popolarità con Cotto e mangiato, ma proprio quest’ultimo con l’addio di Benedetta ha perso tutto il suo smalto ed è finito nel dimenticatoio, almeno dei media.


18
dicembre

ILARIA DALLATANA: “POTREBBE ARRIVARE MASTERCHEF JUNIOR. L’ISOLA? PUNTEREMO DI PIU’ SULLA COMMEDIA”

Ilaria Dallatana

Ad Ilaria Dallatana non spaventa l’ingombrante spettro di Giorgio Gori. D’altronde dopo 15 anni di lavoro fianco a fianco con l’ex direttore di Canale 5, doveva pur arrivare per lei il momento di camminare da sola. Nessuna rivoluzione, però: la nuova numero uno di Magnolia è decisa a proseguire nel solco della tradizione.

Intervistata da Laura Rio per Il Giornale, rivela che Magnolia sarà “uguale a come è stata finora. Il mio imprinting è già molto forte. E poi la nostra azienda è quasi come una famiglia, con uno spirito di amicizia che va oltre il lavoro: un motivo del nostro successo”

Di fatto, però, si è trovata sin da subito con una bella ‘gatta da pelare’: l’addio di Simona Ventura all’Isola dei Famosi, format che ha giocato un ruolo cardine nell’ascesa della sua casa di produzione. Un’assenza pesante che la Dallatana mira a far dimenticare attribuendo una connotazione più ironica al reality, non nascondendo che la prossima edizione sarà decisiva per il futuro dello show.

Per noi è una scommessa. Dopo molti anni, ovviamente il genere va rinnovato: per questo ci sarà un parte del cast con i vecchi concorrenti. Ma avrà anche altre sorprese e punteremo di più sul lato commedia, sui fatti ridicoli o spiritosi che possono accadere (non per niente si è scelto come successore di Simona Nicola Savino). Penso comunque che questa edizione sarà decisiva per deciderne il futuro“.