MasterChef



9
marzo

ANTONIO RICCI SU MASTERCHEF: IL VEGGENTE ERO IO. MANCANZA DI RISPETTO FAR APPARIRE I GIUDICI CARISMATICI QUANDO DUE DI LORO SONO BACCALA’

Antonio Ricci

“Il veggente ero io”. Parola di Antonio Ricci. Il padre-padrone di Striscia la Notizia nega la spoilerata gratuita nei confronti di Masterchef e parla al Corriere della Sera di mero pronostico personale:

Fino alla proclamazione del vincitore non ero sicuro, non c’è stata nessuna spifferata dall’interno (…) È stato un sacrilegio, una provocazione, per verificare ancora una volta il funzionamento della comunicazione”.

Primo, secondo e terzo posto azzeccati in pieno, a quanto sembra solo grazie ad una puntata del cooking show rivista per ben tre volte per colpa della figlia più piccola:

“Mi sono messo a guardarla pure io e ho dato la classifica: la narrazione del programma portava a quella soluzione, lo avrebbe capito qualunque allievo della Scuola Holden di Baricco. Non mi sento un genio. Nel servizio abbiamo preso delle precauzioni, si parlava di un veggente, uno ai livelli di Paolo Brosio: era il piano B, la via d’uscita. Nessuno si è chiesto quali prove avessimo fornito”.

Ricci non ci sta a passare per guastafeste, né tantomeno per colui che manca di rispetto al pubblico. E in tal senso non lesina un chiaro affondo a Cracco, Barbieri e Bastianich.

“La mancanza di rispetto è quella di chi si mette in queste condizioni: perché non l’hanno fatto in diretta? La mancanza di rispetto potrebbe anche essere far risultare i tre giudici delle persone carismatiche e non dei baccalà come due su tre di loro sono, e lo dico con affetto sincero, soprattutto per il baccalà alla vicentina. Quando sono andati in diretta l’anno scorso è stato un mezzo disastro, ma se li vedi dopo un bel montaggio sembrano tutta un’altra cosa. E poi è evidente che per lo spettacolo è meglio ricorrere a semiprofessionisti piuttosto che a cuochi della domenica”.




4
marzo

MASTERCHEF, IL WEB VOLTA LE SPALLE A STRISCIA PER LO SPOILER SUL VINCITORE. TRADITO IL RAPPORTO DI FIDUCIA COL PUBBLICO?

Masterchef, lo spoiler di Striscia

Masterchef, lo spoiler di Striscia

Il web sta con Masterchef. La spoilerata di Striscia la notizia a danno del talent culinario di Sky Uno punisce il tg satirico, accusato di scorrettezza dagli appassionati del programma. L’irritazione è la stessa che si prova verso coloro che svelano il finale del film a chi deve ancora vederlo. In tal senso, la reazione di Andrea Scrosati, Vice Presidente di Sky Italia, è eloquente:

“E’ inutile commentare. Mi ricorda un tizio che andava davanti ai cinema dove facevano I Soliti Sospetti e urlava ‘Kaiser Sose è lo zoppo’”.

Poco prima era stata la volta di Bruno Barbieri - “sconcertato per il gesto irrispettoso da parte di Striscia” - anticipato nel pomeriggio dal collega Carlo Cracco che pregava Antonio Ricci di evitare la messa in onda della ’soffiata’: “Il rispetto per i telespettatori deve venire prima di tutto. Invidie e ripicche lasciamole fuori please”.

In effetti, a lasciare interdetti è l’assenza di nesso tra la rivelazione del podio della quarta edizione del cooking show e l’inchiesta relativa alla presunta (e nel frattempo smentita) incompatibilità di uno dei concorrenti con il regolamento della trasmissione, che accoglie solo cuochi non professionisti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


17
aprile

SCOMMESSE SUI PROGRAMMI TV: ECCO QUANDO E’ REATO. IL CASO MASTERCHEF

Masterchef Italia

Lo sanno in pochi, ma si tratta di un reato in piena regola. In Italia, scommettere sul vincitore di un programma televisivo è (quasi sempre) illegale. Nel nostro Paese, infatti, il gioco d’azzardo sugli eventi extra sportivi viene concesso solo in casi particolari, e l’unico ente preposto a farlo è l’Aams, l’agenzia delle dogane e del monopolio. Tutto il resto è fuori legge. Esiste però una zona d’ombra in cui operano alcune società di gioco che prendono sede all’estero, sfruttando la mancata trasparenza legislativa in merito: in Italia, infatti, queste agenzie sono considerate fuori legge ma in Europa no.

E così, nella prateria del gioco d’azzardo, si consumano affari in barba alle norme. Ma attenzione: in Italia, sia le società di scommesse sia lo scommettitore sono perseguibili per legge. Secondo quanto riporta Il Corriere, nel nostro Paese sono circa 6.000 le agenzie aperte senza permessi. Ed è proprio da queste sale, frequentate da avventori spesso inconsapevoli del reato commesso, che partono anche le puntate non autorizzate sulle finali di alcuni programmi televisivi. Al riguardo, il caso più recente ed eclatante è stato quello della finale di MasterChef Italia trasmessa il 6 marzo scorso.

Scommesse illegali: il caso Masterchef

Per quell’occasione, la società maltese Bet1128 aveva deciso di bloccare le giocate perché erano state registrate scommesse troppo alte – anche da 10mila euro – su Federico, il concorrente che da lì a poco avrebbe vinto. Solitamente i bookmaker stranieri non aprono scommesse su eventi già conclusi, quindi registrati, ed il caso di Masterchef rientrava in questa fattispecie. In ogni caso, l’Aams non aveva autorizzato giocate sulla finale del popolare talent culinario, quindi per lo Stato italiano si trattava comunque di una partita fuori legge.





5
febbraio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (30/01-5/02/2014). PROMOSSI MASTERCHEF E IL 6 NAZIONI SU DMAX, BOCCIATI I PROMO DI SANREMO E DOMENICA IN

Imitazione Il Segreto

Promossi

10 a Masterchef. L’abbuffata televisiva di chef e ricette non ha impoverito il menù offerto dal programma della pay tv satellitare, capace di soddisfare la platea come solo pochi show sanno fare. E’ il grande vero successo di Sky che unisce ascolti e qualità produttiva.

9 ai 10 anni delle Winx. Se ne parla poco ma le fatine animate rappresentano uno dei più felici (se non il più felice) esempi di esportazione di serialità tricolore. Un modello virtuoso che riguarda la sempre bistrattata – spesso a torto, altre volte a ragione – Rai.

8 al lancio del 6 Nazioni da parte di Dmax. L’investimento (ingente, supponiamo) di Discovery sul rugby è andato al di là della mera acquisizione di diritti. Dmax ha creato un mondo capace di rafforzare e contestualizzare l’evento – percepito come tale anche da chi ignora la forma ovale della palla – senza perdere di vista l’identità di rete.

7 a Sky che si assicura Italia’s Got Talent. Acquisire il programma di intrattenimento seriale più visto degli ultimi anni è un colpaccio senza se e senza ma. Tuttavia rimaniamo convinti che la pay tv satellitare dovrebbe occuparsi delle nicchie più che del grande pubblico. Il format poi non si sposa pienamente con le logiche di una pay tv e trovare degli eredi di De Filippi e Scotti – veri driver del successo di IGT – sarà un’impresa non facile.

6 all’imitazione de Il Segreto a Quelli che il Calcio. L’idea è super azzeccata, il soggetto si presta, e Nuzzo e Di Biase riescono, in qualche modo, pur a ricordare fisicamente i protagonisti della saga iberica. Malgrado ciò I Segreti non fanno ridere (o quasi). Confidiamo nelle prossime puntate.

Bocciati


4
febbraio

DMLIVE24: 4 FEBBRAIO 2014. MASTERCHEF AL TOP SUI SOCIAL, LA7 RETE PIU’ INTERATTIVA

Rachida - MasterChef

Rachida - MasterChef

Il DM Live 24 è un post pubblicato ogni giorno (a mezzanotte circa) nel quale, tramite i commenti, vengono raccolte in tempo reale le segnalazioni degli utenti su qualunque programma in onda e, più in generale, in relazione a qualsivoglia notizia televisivamente rilevante. I più interessanti verranno pubblicati nel DM Live 24 del giorno successivo.

MasterChef al top sui social

Cambia la classifica settimanale (27 gen-2 feb) della Top Social TV Programs di Blogmeter che per la prima volta mette assieme i dati di Twitter e Facebook. Perdono posizioni i talk politici, ritornano la Bignardi e Fabio Fazio, crescono Le Iene e Amici di Maria de Filippi. La7 è ancora una volta la rete più social

Questa settimana la consueta classifica della Top Social TV Programs stilata da Blogmeter, attraverso il tool proprietario socialTVmeter, presenta una novità metodologica. Se fino a ieri la classifica relativa alle performance e all’attività social dei programmi televisivi italiani era basata esclusivamente su Twitter, adesso comprende anche Facebook. La conseguenza è che cambiano le metriche considerate: il dato dei “messaggi” è ora comprensivo sia dei post che dei tweet e quello che riguarda gli “autori unici” si riferisce sia agli utenti di Facebook che a quelli di Twitter. Non cambia invece il dato sulle unique impressions che rimane ancorato al solo Twitter.





3
gennaio

DM CHARTS, VOTA IL MIGLIOR PROGRAMMA DEL 2013 #programmadel2013

Programma dell'anno 2013

Programma dell'anno 2013

E anche il 2013 è andato. Un’ennesima annata di transizione, in cui senza dubbio abbiamo assistito ad un lento ma inesorabile declino della televisione generalista e, contestualmente, ad un maggiore interesse da parte del pubblico verso le proposte della cosiddette “altre” del digitale terrestre. Certo, i “big” radicati ormai nelle abitudini degli spettatori continuano a macinare numeri tutt’altro che miseri, ma la riduzione degli investimenti, la crisi in atto e il continuo puntare sull’usato sicuro sta danneggiando proprio quelli che ormai erano considerati “successi certi”.

Novità? Poche a dire il vero anche se va apprezzato lo sforzo di introdurre “nuovi linguaggi”, nonostante, nella maggior parte dei casi, il risultato non si può affatto considerare sufficiente. Non deve sorprendere quindi che, nella DM Charts 2013, ci siano alcune “care vecchie glorie” tra i 10 programmi che la redazione di DM ha selezionato per voi e che proprio voi siete chiamati a votare per eleggere il Programma dell’anno 2013. Armatevi quindi di pazienza, riflettete bene e date sfogo ai vostri gusti: vi ricordiamo che potete esprimere la vostra preferenza su Twitter con l’hashtag #programmadel2013 e – a partire dal pomeriggio di oggi – nel nostro sondaggio (che sarà pubblicato in questo articolo), e che il tempo stringe, e potrete votare entro e non oltre le 23:59 di venerdi 3 gennaio 2014.

Ecco la Top10:

DM Charts: qual è il miglior programma del 2013? #programmadel2013

  • Avanti un altro - Canale 5 (10% con 316 Voti)
  • Bake Off Italia - Real Time (6% con 188 Voti)
  • Il Commissario Montalbano - Rai 1 (3% con 84 Voti)
  • Così lontani così vicini - Rai 1 (1% con 21 Voti)
  • Il segreto - Canale 5 (32% con 1.048 Voti)
  • MasterChef 2 - Skyuno (3% con 90 Voti)
  • Masterpiece - Rai 3 (1% con 25 Voti)
  • Tale e Quale Show - Rai 1 (16% con 518 Voti)
  • Il Testimone - MTV (27% con 899 Voti)
  • X Factor 7 - SkyUno (1% con 208 Voti)

Voti Totali : 3.325

Loading ... Loading ...

Di seguito le motivazioni:


6
dicembre

DMLIVE24: 6 DICEMBRE 2013. MASTERCHEF PER UN GIORNO A MILANO, LA D’AVENA A MATRIX, THE BLACKLIST SU FOXCRIME

Bruno Barbieri - MasterChef

Bruno Barbieri - MasterChef

Il DM Live 24 è un post pubblicato ogni giorno (a mezzanotte circa) nel quale, tramite i commenti, vengono raccolte in tempo reale le segnalazioni degli utenti su qualunque programma in onda e, più in generale, in relazione a qualsivoglia notizia televisivamente rilevante. I più interessanti verranno pubblicati nel DM Live 24 del giorno successivo.

Cristina D’avena a Matrix

Markos ha scritto alle 18:45

Domani sera Cristina D’Avena sarà a “Matrix”, il programma della seconda serata di Canale5 condotto da Luca Telese. (Fonte: Cristina D’Avena’s Facebook)

The Blacklist su FoxCrime

Arriva in esclusiva su FoxCrime (canale 115 di Sky) THE BLACKLIST, la serie con protagonista Raymond “Red” Reddington (James Spader Crash, Lincoln – vincitore di tre Emmy Awards per il ruolo di Alan Shore in The Practice and Boston Legal). Reddington è un genio del crimine internazionale ricercato dalle polizie di tutto il mondo che, improvvisamente, si presenta nel quartier generale dell’FBI per costituirsi. Qui offre il suo aiuto per catturare i nomi contenuti in una sua speciale black list in cui si troverebbero i più pericolosi terroristi in circolazione, criminali dalle mille false identità sconosciuti e imprendibili per la stessa FBI. Reddington pone però una condizione alla sua offerta d’aiuto: darà informazioni solo a Elizabeth Keen (Megan Boone, Law & Order, Los Angeles), una giovane profiler dell’FBI che sarà catapultata al centro di un torbido intrigo. Guest star del secondo episodio è Isabella Rossellini. La serie è stata rinnovata per una seconda stagione.

Masterchef per un giorno a Milano

Dopo Bari, anche Milano si prepara ad ospitare MasterChef per un giorno, l’evento gratuito che invita tutti i fan del cooking show targato Sky Uno a mettersi ai fornelli e provare il brivido della MysteryBox! In attesa della terza stagione di MasterChef – in arrivo su Sky Uno HD dal 19 dicembre in prima serata  – la cucina del talent apre le sue porte a Milano, domenica 8 dicembre, presso la Galleria Meravigli (Ingresso Via G. Negri) dalle ore 10.30 alle 18.00.

Sono ancora aperte infatti le iscrizioni sul sito di MasterChef -  masterchef.sky.it – per tentare di far parte dei 48 aspiranti chef che si affronteranno, in quattro manche da 12 concorrenti ciascuna, nella prova della Mystery Box, la celebre scatola di MasterChef che contiene gli “ingredienti segreti” che i concorrenti dovranno utilizzare per la realizzazione del loro piatto. I finalisti di ogni manche passeranno al livello successivo e si sfideranno nell’insidioso Pressure Test, la prova di abilità e tecnica culinaria che decreterà il vincitore.


27
agosto

MASTERCHEF 3 PARTE IL 19 DICEMBRE. BASTIANICH: “FAREMO LE ESTERNE ANCHE IN AFRICA”

Joe Bastianich

Tutti a caccia dell’avvocato Tiziana Stefanelli, campione in pectore della riuscitissima seconda edizione di MasterChef Italia. Già, in questi giorni si sono concluse le riprese della terza stagione del talent show culinario e, di conseguenza, iniziano a trapelare le prime notizie ufficiali. La data di partenza, ad esempio, è stata fissata per il 19 dicembre in prima serata su Skyuno, quindi resta il giovedì il giorno di programmazione della trasmissione che farà staffetta con X Factor, come avvenuto nella stagione televisiva 2012/13.

Inoltre, a svelare qualche succulento dettaglio sono stati i giudici del programma nel corso di varie interviste. Joe Bastianich, ad esempio, ha fatto sapere – come riporta l’Ansa – che le sfide in esterna di questa stagione si svolgeranno anche in location inedite:

“Ci saranno concorrenti molto interessanti, un livello molto alto ed esterne in diverse parti del mondo, tra cui l’Africa

La terza stagione di uno dei programmi più amati dal pubblico di Sky, inoltre, si caratterizzerà per il fatto di essere la prima in cui i tutti e tre giudici affiancheranno all’esperienza di MasterChef anche delle nuove avventure. Se Bruno Barbieri ripartirà da MasterChef Junior (clicca qui per conoscere gli altri giudici) e Carlo Cracco sarà il volto italiano di Hell’s Kitchen, Joe Bastianich si prepara ad affrontare la sfida di un nuovo format, slegato dall’ambito culinario e che lo vedrà cimentarsi in una nuova veste: