Maria De Filippi


Tutto su Maria De Filippi – Foto, notizie, aggiornamenti sulla conduttrice e i suoi programmi Uomini e Donne, Amici, C’è Posta per Te e Italia’s Got Talent.


11
febbraio

MARIA DE FILIPPI : IL SANGUINARIO GENIO TELEVISIVO DI UNA ASCOLTATRICE STRAORDINARIA

Maria De Filippi @ Davide Maggio .it

Da quando seguo (televisivamente) Maria De Filippi, mi assale un dubbio.

Se mi fossi limitato ad analizzare Amici quando era semplicemente un talk show, un fantastico talk show, non avrei avuto probabilmente dubbi nel definire la conduzione di Maria De Filippi come un “unicum” (o quasi) della nostra televisione.

Agli esordi, infatti, una timida Maria ha portato alla ribalta un nuovo tipo di conduzione, più simile ad una moderazione, grazie al quale colei che sarebbe diventata, per tutti, “la sanguinaria”, avendo quasi timore ad interrompere i fiumi di parole dei propri interlocutori, interveniva nei propri programmi soltanto quando era necessario mettendo in piedi, con straordinaria maestria, dei talk show degni di questo nome.

Maria De Filippi @ Davide Maggio .itCaratteristiche che se da un lato facevano sorgere nella maggior parte dei telespettatori dei dubbi sulle sue qualità catodiche, dall’altro sono riuscite ad attirare le simpatie del pubblico che ha gradito la presenza in televisione di un personaggio che personaggio non era.

Una signora vicina ai propri telespettatori che poco aveva a che fare col mondo dello spettacolo nel quale sembrava non trovarsi a proprio agio ma del quale, ben presto, sarebbe diventata una delle protagoniste indiscusse.

Il difficile rapporto con le televendite, unico momento di “conduzione canonica”, testimoniava e continua a testimoniare l’approccio del tutto particolare della Nostra al piccolo schermo.

La stessa De Filippi sembrava (e sembra tuttora) consapevole delle peculiarità del suo ruolo, tutto nuovo per la televisione italiana, e non esita nelle proprie trasmissioni a far annunciare la propria presenza con un “In Studio… Maria De Filippi” al posto del più tradizionale e ricorrente “Conduce… Maria De Filippi”.

L’evoluzione televisiva della Signora Costanzo, però, l’ha portata, pur mantenendo i principi della sua singolare conduzione, ad accendere i toni dei propri programmi andando, quasi sempre, alla ricerca di un confronto/scontro anche dove il talk dovrebbe assumere un aspetto decisamente secondario.

Il passo da una scelta di stile ad un marchio indelebile che l’ha portata ad essere definita come la sanguinaria della televisione italiana è stato breve ma nonostante le facili etichettature che le sono state cucite addosso, non riesco a vedere in Maria De Filippi la sanguinaria che tutti descrivono.

L’essere rimasta con i piedi per terra pur con la consapevolezza dello strapotere acquisito, l’emozionarsi ancora nell’avere nelle proprie trasmissioni un ospite che Le è caro, il reprimere palesemente l’emozione per l’uscita di un concorrente di Amici, l’autocritica decisamente severa che manifesta nelle pochissime interviste che rilascia,  il ritenersi quasi fortunata per aver avuto la possibilità di fare ciò che fa senza ritenersi affatto la migliore, le conferiscono un’umanità sopra le righe che si nasconde dietro la Maria televisiva che ogni giorno entra nelle case degli italiani.

La chiave di lettura sta, probabilmente, in quello che è il suo pregio più grande, saper ascoltare. Questo ciò che fa Maria De Filippi ed è questo ciò che ha fatto da quando ha debuttato sul piccolo schermo. Un saper ascoltare costante e silenzioso che Le permette di capire nel profondo le persone con cui interagisce e le permette di soddisfare i desideri (magari anche quelli più nascosti) dei telespettatori.

Le conseguenze sono state fondamentalmente due.

Da un lato è riuscita a realizzare dei programmi dando voce a persone comuni, facendole semplicemente parlare e riuscendo a ”mettere in piazza” la loro quotidianità, aspetto decisamente poco spettacolare ma che fa indiscutibilmente spettacolo.

Dall’altro ha riscosso con i suoi people show un successo strabordante pur peccando, in alcune situazioni, di buon gusto e di eleganza.

Non credo, però, che il risultato finale dei prodotti targati Fascino Pgt rispecchi l’interiorità della sua “artefice” prima.

Non ho esistato a parlare di “dualismo di Maria De Filippi” proprio perchè la sanguinarietà, lungi dall’essere una caratteristica propria del personaggio di cui parliamo, è l’espressione di quella che non può altrimenti essere definita se non genialità televisiva. Genialità televisiva di chi riesce, meglio di tutti, ad interpretare i desideri della maggior parte dei telespettatori e riesce, proprio per questo, a far apparire raggiungibile un mondo che di per sè è inavvicinabile.

Tutto questo Maria De Filippi riesce a farlo pur non potendo essere annoverata, per assurdo, tra quei conduttori con la C maiuscola. Con tutta probabilità la chiave del successo è da riscontrare nell’essere rimasta una persona “comune” in mezzo a tante persone comuni.

Proprio come faceva nella prima edizione di Amici che ha condotto.




3
febbraio

Dr. HOUSE e MARIA DE FILIPPI… PER UNA ANOMALA PRIMA SERATA!

Dr. House (Hugh Laurie) e Maria De Filippi @ Davide Maggio .it

di Ruben Kahlun per davidemaggio.it 

Canale 5 decide da stasera di esordire con quella che abbiamo definito prima serata doppia (vale a dire con due programmi di prime time in rapida successione), proponendo la coppia Dr. HouseAmici di Maria de Filippi.

La nascita di questo nuovo tipo di programmazione era inizialmente prevista per Marzo, dove si sarebbero unite le avventure del medico più bisbetico della televisione con le riflessioni antropologiche a metà tra il serio ed il faceto del duo Bonolis – Laurenti e il loro Senso della Vita. Una coppia di programmi destinati ad un target simile!

Perché allora anticipare quest’esperimento abbinando per quattro domeniche il telefilm cult per eccellenza con il talent-show più litigioso della Tv Italiana?

Causa di questa modifica in corso è stato, probabilmente, il deludente riscontro della fiction “Questa è la mia terra, vent’anni dopo” che non ha raggiunto i risultati sperati ed è stata spostata al mercoledì, giorno in cui avrebbe dovuto debuttare il serale di Amici. Viste le evidenti difficoltà che in quest’inizio di secondo periodo di garanzia (una per tutte quella del sabato sera in cui il Bagaglino è sonoramente battuto da Carlo Conti e i suoi Migliori Anni), l’unica soluzione è quella di puntare su un cavallo sicuro come “Amici” che viene da anni di collaudato successo nel serale della domenica, giornata di per sè difficile televisivamente parlando.

Mediaset tenta così, prima del trasloco definitivo del programma al mercoledì sera (previsto tra quattro settimane), di arginare un’emorragia d’ascolti in prima serata, difficilmente sopportabile, poiché i competitor sfoderano nella serata domenicale i pezzi da novanta : Raiuno punta storicamente sulle fiction e Sky sulla trasmissione dei big – match della Serie A.

Analizzando i dati Auditel (senza quindi fare alcuna previsione che potrebbe rivelarsi un boomerang) notiamo che il Dr. House (in onda dalle 20.35 con l’episodio 11 della seconda serie) si è fatto apprezzare nel corso delle stagioni precedenti da un pubblico pregiato, molto ricercato dagli investitori pubblicitari che risponde alle caratteristiche di quest’identikit : di sesso maschile, giovane, colto, abitante prevalentemente nel settentrione (il 29% degli spettatori del telefilm risiede nel nord-ovest, mentre il 23% abita nel Nord-Est).

Continua a leggere Dr. House e Maria De Filippi….per una anomala prima serata! :


27
novembre

AMICHETTI DI MARIA : LUI, LUI, L’ALTRA!

Triangolo Bisex Amici @ Davide Maggio .it

Son successe cose strane, ieri, nella “scuola” più famosa d’Italia.

Durante una lezione di recitazione con Fioretta Mari è accaduto che Cassandra, poco ligia alle regole per i motivi che cercherò di spiegarVi tra poco, abbia palesato al pubblico la presenza di un triangolo amoroso al quale, tra l’altro, pare si sia aggiunta, dopo l’accaduto, una nuova pretendente.

Vi chiederete “…DM si scandalizza per un triangolo?”.

La risposta, ovviamente, è no. Ma non per il fatto che in un triangolo sia da individuare la “forma” perfetta di una relazione sentimentale ma per il fatto che non mi piacciono le “costruzioni televisive” quando sfociano in situazioni come quella che andremo a vedere.

Bisogna sapere, infatti, che dopo l’accaduto che vedrete tra poco, in scuola si è scatenata una piccola “sommossa autorale” per decidere sul da farsi…

L’anomalia della situazione, già percepita dalla parole dell’insegnante subito dopo il coming out, è sfociata in un ridicolo stop della diretta su SkyVivo e una successiva “ora d’aria” per gli allievi durante la quale gli autori pare si siano riuniti per i provvedimenti da adottare e i telespettatori di Sky hanno potuto contare su… video e immagini di repertorio.

Ho parlato di coming out perchè, cari i miei lettori, qui siamo in presenza di un triangolo bisex. Mica capita tutti i giorni eh…

Tutto è incominciato quando Cassandra De Rosa, durante una “eccellente” prova delle proprie qualità artistiche, ha letteralmente urlato al collega Sebastiano Formica “ma perchè amiamooooo la steeeessa persoooonnnnaaaa” (per la cronaca “la stessa persona” è Francesco Mariottini).

Guardate…

Ora, vogliamo cercare di capire la reazione di Fioretta Mari!?!
A prescindere dal fatto che parlare di palo e poi consigliare di tirar fuori le palle è sembrato, alla luce dei fatti, leggermente fuori luogo, non è strano che una persona talmente navigata nel mondo dello spettacolo si perda in siffate “masturbazioni mentali” su se, come e perchè proseguire perchè è venuta fuori una relazione a tre, in cui due dei tre sono degli ometti?

Ad occuparsi della faccenda, sino ad ora, c’è stato soltanto il bravo River, specialista del “settore”, ma probabilmente non tutti sanno qualcosa…

Si dice infatti che Maria Nostra abbia letteralmente posto il veto alla messa in… video di storie d’amore e di passione tra gli studenti della scuola, al di fuori delle ordinarie relazioni eterosessuali.

Sta di fatto che, dopo l’ora d’aria, ci sono stati alcuni chiarimenti (potete guardarne un paio QUI e QUI) ma il caro Sebastiano Formica si è ritrovato immanentemente ad indossare una maglietta rossa… è in sfida!

Che ipocrisia!

Ma Maria e Consorte, non erano un tempo i paladini della libertà?

E gli autori del programma son disposti a sottostare a questa anomale regole andando addirittura contro ciò che per alcuni di loro sembrerebbe essere la norma?

Voglio proprio vedere cosa accadrà durante la diretta di sabato.

Benvenuti nel mondo dello spettacolo!

[Rileggi l'intervista a Luca Zanforlin di Davide Maggio]

[Ricordatevi di votare DM al premio WWW de Il Sole 24 Ore. Per farlo basta cliccare qui, registrarsi e  cliccare successivamente sulle stelline. In palio per chi vota ci sono 2 week end in una beauty farm, 8 notebook e una Land Rover]





16
settembre

MARIA – ANTONELLA : 1 – 0

Antonella Clerici - Maria De Filippi @ Davide Maggio .it 

Ieri sera si è aperta ufficialmente la prima vera sfida della stagione televisiva appena iniziata.

A scontrarsi nel prestigioso prime time del sabato sera delle due principali emittenti italiane ci sono stati, per la prima volta, due programmi sostanzialmente identici : Il Treno dei Desideri su RaiUno e C’è Posta per Te su Canale5.

Nonostante la pessima scenografia sempre uguale sin dagli esordi (pavimento a parte), l’atmosfera un po’ ovattata preferibile per un day time all’Alda D’Eusanio che a un grande show del sabato sera e la formula invariata e poco originaleMaria De Filippi ha realizzato, ieri sera, il miglior risultato che potesse ”incassare”.

A nulla sono serviti, dunque,  la pomposità, la ricercatezza, la cura dei dettagli e lo studiatissimo traino con una bellissima puntata de I Soliti Ignoti che sembravano favorire la cara Antonellina Clerici che, invece, non è riuscita a farla franca.

La Signora Costanzo con un look nuovo di zecca e con le solite caramelle scaramanticamente attaccate alla cartellina è riuscita a vincere la serata!

Colei che è il personaggio meno televisivo che la nostra televisione abbia mai conosciuto è diventato, in realtà, LA televisione italiana.

Colei che non riesce a fare con disinvoltura neanche una televendita, è riuscita a conquistare il pubblico del belpaese portando in tv delle idee semplici ma tutte accomunate da un unico comune denominatore : Maria De Filippi ha portato in video persone comuni con relativi problemi al seguito riuscendo, di fatto, a cambiare le abitudini dei telespettatori e riuscendo persino a far entrare nuovi termini nel vocabolario della lingua italiana.

Ha sostanzialmente ridotto le barriere tra il mondo dello spettacolo e quello reale ed è stata in grado di imporsi, nonostante le dubbie qualità da conduttrice, come la donna più potente del piccolo schermo italiano.

Un’amica, una confidente e soprattutto una… speranza.

Gli italiani non dicono “guardiamo C’è Posta per Te” ma “guardiamo Maria“.

E poco importa se l’ingrediente base del cocktail De Filippi sia la sanguinarietà o, ancor peggio, l’apoteosi del trash.

Giudice supremo dei prodotti televisivi è il pubblico. E il pubblico ieri sera ha deliberato!

A questa donna, non possono che andare i più fervidi complimenti per riuscire a fare, con poco, grandi successi!


2
agosto

AMARCORD: GLI ALBORI DEL TRASH – AGENZIA MATRIMONIALE

Marta Flavi @ Davide Maggio .it 

La scorsa settimana, occupandoci di Indietro Tutta, abbiamo visto quanto già negli anni 80, la televisione si stesse inesorabilmente orientando verso il trash.

Una legittima preoccupazione dal momento che i palinsesti pochi anni più tardi sarebbero stati invasi da programmi di “pubblico servizio”, in realtà mirati alla strumentalizzazione dei sentimenti con funzione acchiappa-auditel.

Uno dei precursori di questo trend è senza dubbio alcuno Agenzia Matrimoniale, trasmissione di attualità andata in onda su Canale 5 dal 1989 al 1995 e condotto da Marta Flavi, all’epoca ancora fidanzata con Maurizio Costanzo.

Il programma nato da un’idea di Vito Oliva e prodotto dalla Fortuna AudioVisivi di Maurizio Costanzo (oggi diventata Fascino Pgt) si proponeva di favorire l’incontro di persone alla ricerca dell’anima gemella ed eventualmente di seguire gli sviluppi della loro storia, qualora questa fosse decollata.

In uno studio (l’Araldo) trasformato in salotto intimo e confortevole, Marta Flavi accoglieva persone di mezz’età, quasi tutte accomunate dalla voglia di riscatto dopo un matrimonio o una relazione naufragati miseramente.  Marta le intervistava, ripercorrendo i momenti più delicati delle loro relazioni passate ed infine le sollecitava ricordandoci puntualmente l’importanza di lasciarsi andare ai sentimenti.

Un’idea portata in televisione da Enzo Tortora nel suo Portobello, che nella sua declinazione timidamente pruriginosa e melensa ha fruttato alla trasmissione un grande successo. Agenzia Matrimoniale aveva infatti un ascolto medio di 2.000.000 di telespettatori per uno share che ha sfiorato spesso il 30%. Decisamente un buon risultato per l’epoca.

Massimo Guarischi

Un consenso che ha dato il via all’ampliamento del programma che per qualche tempo è stato anche Centro di Collocamento. Le persone che scrivevano in redazione avevano anche la possibilità di proporsi professionalmente, qualora fossero alla ricerca di un lavoro.

Da questa rubrica è nato in un secondo tempo il programma Cerco e Offro (2 edizioni), condotto da Massimo Guarischi, l’assessore più giovane d’Italia, in forza al Comune di Milano.

E non solo. Nel 1991 da Agenzia Matrimoniale  è nato anche “Ti Amo, Parliamone”, un talk-show attraverso il quale l’innamorato di turno poteva lanciare un videomessaggio destinato alla sua metà e mirato a dirimere le incomprensioni che funestavano la coppia.

Una formula ripresa con successo tre anni dopo da Stranamore, anche se è bene precisare che quest’ultimo programma si ispirava ad un format olandese e non a Ti Amo Parliamone.

Alessandro Alessandro





20
luglio

AMICI 7 : CASTING ONLINE

Amici @ Davide Maggio .it

Come al solito le date per i provini di Amici di Maria De Filippi sono state superaffollate.

Probabilmente, però, non sono stati trovati talenti con la T maiuscola ai quali concedere l’accesso al talent show più famoso del bel paese.

Per questo, in vista di eventuali riaperture dei casting, Amici va… online!

Aspiranti ballerini, cantanti ed attori possono, sin d’ora, inviare un proprio video per accedere ad una sorta di preselezione alla quale potrebbe far seguito una vera e propria convocazione.

Potete inviare il vostro materiale QUI.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,


4
maggio

AMARCORD, Che Fine Hanno Fatto…i protagonisti di AMICI DI MARIA DE FILIPPI? (2^ puntata)

The image “https://www.davidemaggio.it/images/amarcordamici.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.

Amici di Maria De Filippi. Per molti un programma di culto per altri un vero e proprio “spauracchio”. Non solo per chi lo segue, ma anche per chi vi partecipa. Rimanere sulla cresta dell’onda dopo un bagno di popolarità relativamente facile e senza per questo rimanere per forza legati al grande baraccone De Filippi-Costanzo non è cosa semplice. Tanti sono i reduci di Amici, ad essersi persi per strada. Alcuni di loro per fortuna si stanno costruendo una loro credibilità artistica che prescinde dai soliti noti.

Vediamo quindi che fine hanno fatto alcuni di loro.

ANTONELLA LOCONSOLE

Antonella Loconsole @ Davide Maggio .itHa partecipato alla prima edizione del talent show. Successivamente ha preso parte ad un’edizione di Buona Domenica che ha abbandonato dopo soli 3 mesi. Conclusa l’esperienza televisiva si è dedicata completamente della musica ed ha iniziato a collaborare con musicisti molto apprezzati. Questo l’ha portata a duettare ad esempio con Gino Paoli e a diventare una stimata interprete di musica jazz. Nel 2005 è uscito il suo disco Luna di Seta, una vera chicca per gli intenditori. Ancora oggi è impegnata in concerti e tournée. Ha 27 anni.

TERRY PATERNOSTER

Terry Paternoster @ Davide Maggio .itHa partecipato alla seconda edizione del talent show (vinta da Giulia Ottonello). Al suo arrivo ad Amici, aveva già un ottimo bagaglio di esperienze teatrali. Dopo quest’esperienza ha continuato a recitare ma anche proseguito gli studi: nel 2005 si è laureata in scienze dello spettacolo. Oggi gestisce il Nuovo Teatro Stabile di Monterano (Roma), dove ha fatto il suo esordio come autrice e regista nella piece Bastardo Cronico.

MIRIAM DELLA GUARDIA

Miriam Della Guardia @ Davide Maggio .itHa preso parte alla prima edizione del reality, quando ancora si chiamava Saranno Famosi (vinta da Dennis Fantina). Prima di Amici, aveva avuto qualche esperienza a teatro ed aveva recitato in un cortometraggio. In seguito ha continuato a lavorare, entrando nel corpo di ballo di svariate trasmissioni come “Ma il cielo è sempre più blu”, “La Corrida” e “L’Eredità“. Attualmente fa parte del cast de I Raccomandati. Condurrà il programma Mash Up su Rosso Alice. Oggi ha 28 anni.

ROBERTA MENGOZZI

Roberta Mengozzi @ Davide Maggio .itAnche lei come la Paternoster ha preso parte alla seconda edizione di Amici. Prima del suo ingresso nella scuola aveva avuto qualche esperienza di rilievo in teatro. Una volta finito il programma, ha continuato a studiare, prendendo parte ad alcuni stage. Dal 2005 partecipa a Radio Sex, sit-com Sky. In questo periodo è possibile vederla recitare, nella sit-com La Strana Coppia dove interpreta Germana. Oggi ha 28 anni.

ANDREA DIANETTI

Andrea Dianetti @ Davide Maggio .itHa partecipato alla quinta edizione, classificandosi secondo (ha vinto Ivan D’Andrea). In seguito ha preso parte a tournée e piece teatrali. Dal 6 maggio debutterà al Teatro Don Orione di Roma con il monologo Zitto sa, o non ti televoto. Una sorta di one man show messo di cui è anche autore e coreografo. Ad ottobre entrerà a far parte del cast di A un passo dal sogno, il musical scritto da Enrico Vaime e Maurizio Costanzo e tratto dal romanzo di Chicco Sfondrini e Luca Zanforlin. Dichiara di essere single da poco tempo e di aver concluso da poco una storia, con un’attrice di cui non vuole fare il nome. Oggi ha 19 anni.

QUALCHE CURIOSITA’:

  • Fausto Monteforte, ballerino della seconda edizione, oggi è diventato insegnante di danza;

  • Zita Fusco, aspirante conduttrice della prima edizione si divide tra programmi per tv locali venete ed il teatro;

  • Paolo Stella, attore presente nella terza edizione, è comparso nella fiction Un Ciclone in Famiglia 2.

  • Corinne Marchini, cantante dell’edizione appena conclusa, interpreta la sigla della nuova soap opera di Canale 5 Cuori Tra Le Nuvole


13
aprile

VOGLIA DI FLOP?

Uno, Due, Tre Stalla @ Davide Maggio .it

L’Italia è un paese strano. Il popolo italico (quanto meno una gran parte) anzichè dispiacersi per qualcosa che va male, prova una sorta di sadica soddisfazione per gli insuccessi incassati da qualcosa o qualcuno con cui, bene o male, interagisce quotidianamente.

E molto spesso non ci si limita ad apprezzare dall’esterno una situazione di per sè non positiva ma si “spinge” affinchè possa accadere l’irreparabile.

Tra questi “qualcosa e qualcuno” ci sono la televisione e i Suoi patinati protagonisti.

La considerazione nasce spontanea leggendo una serie di recensioni sull’ultimo reality show prodotto da Endemol per Canale5 “Uno, due, tre stalla“.

Che sia un clone de La Pupa e il Secchione e conseguentemente poco originale, ci sta.

Che sia l’ennesimo reality della stagione e non se ne possa più, ci sta.

Che la D’Urso forse è il caso che torni a fare la Dottoressa Giò, ci sta.

Che il programma in sè per sè non sia particolarmente stimolante, anche.

Ma affermare in maniera perentoria che il programma del prime time del mercoledi dell’ammiraglia del Biscione sia un flop, lo trovo davvero eccessivo.

Prendiamo i dati auditel della scorsa puntata del reality (quella di mercoledi 11 u.s.).

Uno, Due, Tre Stalla ha totalizzato 4.029.000 ascoltatori con uno share del 18,35%.

Risultati che di per sè non sono esaltanti, non ci piove. Ma contestualizzandoli e considerando la concorrenza che prevedeva nientepopodimenoche la partita di Champions League Bayern Monaco - Milan (che ha realizzato il 29.92% di share con 8.155.000 ascoltatori) io oserei parlare di risultati più che sufficienti.

Per amore di onestà, va detto che, dopo gli esordi deludenti, sono state adottate alcune misure per evitare il rischio flop, come la sostituzione del capo progetto Simona Ercolani col gruppo creativo di Maria De Filippi in veste di “amichevole” consulente.

Maria La Sanguinaria, non se l’è fatto dire due volte e ha trasformato il reality in un programma a sfide che vede schierati, gli uni contro gli altri, i protagonisti del programma, contadini e vallette. Una sorta di Amici in versione bucolica, insomma.

Ciliegina sulla torta: l’ingresso di Filippo Bisciglia, ex inquilino della casa del Grande Fratello (sesta edizione), entrato nel reality al solo scopo di dare man forte alla vallette.

I contorti e diabolici meccanismi defilippici ha sortito l’effetto desiderato e si è giunti a quei risultati più che sufficienti dei quali parlavo qualche riga più su. 

Risultati più che sufficienti anche e soprattutto in considerazione di quella che tutti definiscono “crisi dei reality” ma che per me è, più semplicemente, una acquisita capacità del pubblico italiano a saper prendere le distanze dal reality a tutti i costi.