La Domenica Sportiva



8
ottobre

DMLIVE24: 8 OTTOBRE 2013. CASO ZAZZARONI A RAI SPORT PER BALLANDO CON LE STELLE?

Ivan Zazzaroni a Ballando con le Stelle 2013 - 5 ottobre

Ivan Zazzaroni a Ballando con le Stelle 2013 - 5 ottobre

Il DM Live 24 è un post pubblicato ogni giorno (a mezzanotte circa) nel quale, tramite i commenti, vengono raccolte in tempo reale le segnalazioni degli utenti su qualunque programma in onda e, più in generale, in relazione a qualsivoglia notizia televisivamente rilevante. I più interessanti verranno pubblicati nel DM Live 24 del giorno successivo.

Rai Sport e caso Zazzaroni: interviene il cdr?

aleimpe ha scritto alle 12:54

Rai Sport e caso Ivan Zazzaroni: come è noto il giornalista-opinionista da sabato sera è giurato a “Ballando con le stelle” e lo sarà sino a dicembre. Per questo il direttore di Rai Sport, Mauro Mazza, ha voluto che abbandonasse la “Domenica Sportiva”, trasmissione-cult della che Paola Ferrari conduce con abilità e polso fermo, tenendola sempre oltre il 10 per cento di share. Zarraroni non sarà sostituito alla Ds e rientrerà solo a dicembre. E questo non è piaciuto affatto al cdr, che protesterà (domani?) con una nota. La Ds non è una trasmissione di serie B, tutt’altro, e va tutelata: questo il pensiero dei giornalisti di Rai Sport. Inoltre, non sono ancora arrivati alla redazione sportiva la Scarnati, Franzelli e Barteletti: Mario Orfeo li tiene “prigionieri” al Tg1. Il cambio di uffici era previsto all’inizio di ottobre. (da “Spy Calcio”)




25
agosto

PAOLA FERRARI PUNGE ILARIA D’AMICO E PENSA A UNO SHOW CON SABRINA FERILLI

Paola Ferrari

Quella che prende il via questa sera, in seconda serata su Rai 2, sarà l’ultima edizione de La Domenica Sportiva condotta da Paola Ferrari. La conduttrice, come annunciato giorni fa, al termine della stagione dirà addio allo storico programma calcistico. Inizialmente ha parlato di un normale cerchio che va a chiudersi, oggi, invece, rivela che più di un malumore l’ha spinta a dire basta e, tra un po’, la porterà a vuotare il sacco:

“Ma arriverà il momento per farlo, tra qualche mese – dichiara la Ferrari al Corriere della Sera – Alcuni avvenimenti mi hanno turbata profondamente. Ringrazio comunque l’azienda che crede in me: sono una forza interna, una giornalista Rai”.

E per questo guarda avanti, a nuovi progetti televisivi nei quali possa finalmente mescolare professionalità e ironia, “miscela” che dice di aver scoperto da quando Gene Gnocchi la affianca e la “deride” a La Domenica Sportiva.

Paola Ferrari: uno show con Sabrina Ferilli

Le idee non le mancano di certo:

“Vorrei inventarmi qualcosa di nuovo per i Mondiali: uno show con Sabrina Ferilli, anche lei tifosissima. Ora ne parleremo. Bisognerà anche vedere se la Rai ascolterà”.


14
agosto

PAOLA FERRARI: SARA’ IL MIO ULTIMO ANNO A LA DOMENICA SPORTIVA. SOGNO LA VERSIONE CALCISTICA DI QUELLI DELLA NOTTE

Paola Ferrari

Paola Ferrari

Paola Ferrari c’è. A dispetto di chi la voleva tra i primi “trombati” del nuovo direttore di Rai Sport, Mauro Mazza, la conduttrice de La Domenica Sportiva sarà al timone della trasmissione di Rai2 anche per la stagione 2013/14 anche se, come rivelato a Il Giornale, questo sarà l’ultimo anno di permanenza prima di una sostituzione inevitabile per chi conduce il programma da ormai ben cinque edizioni consecutive e nove in totale:

“E’ giusto chiudere un ciclo dopo aver rilanciato una trasmissione che tutti davano per morta. Devo iniziare la mia seconda vita, i miei secondi 50 anni. Nei prossimi mesi valuterò con calma, ci penserò. E alla fine de La Domenica Sportiva deciderò quali progetti seguire”.

In realtà, la Ferrari ha ben chiaro qual è il suo sogno nel cassetto. Aldilà dell’impegno politico e sociale, infatti, la giornalista confessa di voler restare nel mondo della tv cercando di applicare un nuovo linguaggio al mondo del calcio:

Mi divertirebbe una cosa in stile ‘Quelli della notte’ di Arbore ma legato al calcio. Niente studi seri e tanti opinionisti, comici, musica. Uno show da mandare in onda dalle 23 all’1 di notte. Si, mi piacerebbe essere l’Arbore del football. Anzi, dovrei chiamare Renzo per avere qualche suggerimento…”.





20
maggio

SERIE A: LA CLASSIFICA FINALE DELLE TRASMISSIONI SPORTIVE. CIELO CHE GOL E 90° MINUTO IN “SERIE B”

Sky Calcio Show

Se è vero, come è vero, che il calcio italiano sta vivendo uno dei momenti più bui della sua storia recente, bisogna anche dire che le trasmissioni televisive dedicate al dio pallone appena concluse dopo la disputa dell’ultimo turno sono la degna espressione della nostra scalcinata Serie A. Dibattiti ridondanti, nessuna innovazione e poca competenza calcistica hanno spadroneggiato con la conseguenza che – a parte qualche eccezione – il bilancio dello sport in tv segna il rosso fisso anche per quest’anno. Fatte le debite premesse, dunque, è arrivato il momento di farvi leggere la nostra personalissima classifica finale per la stagione 2012/13:

SCUDETTO – La parte del leone – o meglio, della zebra (ogni riferimento alla Juventus, Campione d’Italia, non è puramente casuale) – la fa senza dubbio Terzo Tempo, in onda con noi, la trasmissione di approfondimento condotta da Roberta Noè il sabato e la domenica sera su Sky. Il merito del successo è tutto di Marione Sconcerti, competente e ironico al punto giusto. Le sue analisi sono sempre lucide e corredate da dati numerici inoppugnabili (in questo Sconcerti è il degno erede del mai troppo compianto Giorgio Tosatti) e le risposte date al pubblico da casa che interviene via mail, telefono e sms per porre dei quesiti sono senz’altro meglio delle domande stesse. Mezz’ora di approfondimento ragionato senza voci che si accavallano e luoghi comuni da bar sport legittimano uno scudetto più che meritato.

CHAMPIONS LEAGUE – Promosso anche lo staff di SportItalia che, guidato da Michele Criscitiello, ha saputo conquistare sul campo grande autorevolezza tra gli addetti ai lavori nonostante il budget evidentemente più risicato rispetto a quello dei grandi network televisivi. I toni di trasmissioni come Monday Night o Calcio&Mercato sono indubbiamente più alti rispetto a quelli di Sky ma i programmi del canale hanno il merito di proporre i pareri anche di personaggi meno conosciuti (direttori sportivi in primis) e dare la dovuta attenzione anche alle categorie minori. Menzione anche per la scelta di dare spazio a giornalisti giovani e agguerriti, tutti under 30, in luogo delle cariatidi presenti in altri lidi.


16
maggio

PAOLA FERRARI: SERENA DANDINI? BELLA STR*NZA

Paola Ferrari

Il tempo non sana le ferite, le acuisce. Almeno questo suggerisce il rinnovato (e giustificato) livore con cui Paola Ferrari si è espressa nei confronti dell’autrice dellinopportuno pezzo sul femminicidio interpretato da Paola Cortellesi.

“La Dandini? La prima cosa che ho pensato è: bella str*nza

La Ferrari non ci sta. E ribadisce che sentirsi dire, seppur in scena, che fa schifo è del tutto gratuito e manca di rispetto al suo lavoro quotidiano, per il quale timbra il cartellino ogni giorno e prende uno stipendio normale e non gli ottocentomila euro l’anno che guadagnava Serena Dandini quando lavorava per la Rai. Va meglio alla Cortellesi, ma non del tutto: la Ferrari ha apprezzato il suo tentativo, benché decisamente maldestro, di mettere una pezza e a quanto pare le due si incontreranno per chiarirsi dal vivo.

Intanto la carriera della signora De Benedetti potrebbe subire una svolta, se vogliamo interpretare con malizia ciò che ha detto a Giuseppe Cruciani, nel programma La Zanzara su Radio 24.





12
maggio

PAOLA FERRARI CONTRO LA CORTELLESI PER UNO SKETCH SUL FEMMINICIDIO (VIDEO): “E’ UN ATTO DI UNA VIOLENZA VERBALE INAUDITA”

Paola Cortellesi recita il brano contro il Femminicidio

E’ quantomeno paradossale che uno spot contro il femminicidio, una delle piaghe dell’Italia contemporanea, principale causa di morte tra le donne, dia origine a una lite proprio tra due donne, entrambe protagoniste della nostra tv. Ed è ancora più paradossale che il casus belli sia scoppiato proprio sul piccolo schermo, all’interno della puntata di giovedì scorso di Servizio Pubblico quando – a seguito dell’ospitata di Serena Dandini, autrice di Ferite a morte, il libro e spettacolo teatrale incentrato sui racconti delle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un ex – è andato in onda uno sketch interpretato da Paola Cortellesi.

L’ex conduttrice di Zelig con una performance tanto amara quanto ricca di sarcasmo veste i panni di una donna, uccisa e gettata dentro un pozzo dal quale fa partire un grido d’allarme rivolto alle istituzioni e a coloro che dovrebbero indagare per prevenire i tanti, troppo femminicidi italiani. Il suo grido di dolore contiene un passaggio, chiaramente rivolto a Paola Ferrari, che vi riportiamo testualmente:

“Decideva sempre lui (l’uomo che ha ucciso il personaggio interpretato dalla Cortellesi, ndDM) ciò che si doveva guardare. Meglio morta che guardare un’altra Domenica Sportiva co’ cosa, con l’illuminata, quella presentatrice piena di luce che pare la Madonna, quella bionda che dice i risultati con le labbra, il rossetto forte e gli orecchini a lampadario. A lui piace tanto, quanto gli piaceva…beh, a me faceva proprio schifo guarda un po’…”


24
agosto

SERIE A, TUTTI GLI APPUNTAMENTI TV. RAI2 CONFERMA I SUOI PROGRAMMI, AUSTERITY PER ITALIA1. LE PAYTV PUNTANO SULLE DIRETTE (E SKY SULL’HD)

Quelli che

Si riparte! Tra poco più di 24 ore tornano in campo le squadre di Serie A e con esse tutto il cucuzzaro di approfondimenti sportivi che i calciofili sono abituati a seguire per non perdersi nemmeno un gol, una polemica, un’azione da moviola di quello che era il campionato più bello del mondo. Per comodità espositiva, una prima distinzione che occorre fare è quella tra programmi in chiaro e l’offerta delle pay tv che puntano forte sulla diretta delle partite. Le trasmissioni di Rai2 e Italia1, uniche due emittenti nazionali che dedicano parte del proprio palinsesto del weekend al calcio italiano, saranno le uniche accessibili alle tasche di tutti.

MEDIASET – A risentire maggiormente dell’austerity è proprio il canale diretto da Luca Tiraboschi. Archiviati infatti Controcampo – che sarà sostituito da Undici, il nuovo talk show di Pierluigi Pardo in partenza lunedì 17 settembre su Italia2 – e Guida al Campionato, ad offrire una panoramica generale sui match è rimasta solo l’edizione domenicale di Sport Mediaset XXL in onda per un’ora dalle 13 con la conduzione di Mino Taveri. L’impossibilità di competere con le tv a pagamento sul terreno della Serie A ha portato Mediaset a spendere tutte le risorse sul terreno europeo dove, tra le dirette dei match di Champions ed Europa League e i relativi approfondimenti, ha allestito un’ottima programmazione in grado di soddisfare li calciofilo che non ha sottoscritto alcun abbonamento pay.

RAI – Nonostante l’estenuante tira e molla sui diritti tv, Rai2 è riuscita a confermare (ad un prezzo molto più basso di quello richiesto dalla Lega di Serie A) quasi tutte le trasmissioni che il tifoso da poltrona è ormai abituato a conoscere. Il quasi è riferito a Quelli che il calcio, collocato in uno slot per il quale il Servizio Pubblico non è riuscito ad accaparrarsi i diritti ed è stato rinominato semplicemente Quelli che (al via il 16 settembre). Per il resto nessuna novità: confermati Sabato Sprint (con Simona Rolandi), Stadio Sprint (Varriale), 90°Minuto (Lauro) e la Domenica Sportiva (Ferrari e Gnocchi) mentre si è studiata una nuova formula per Dribbling che perde il conduttore e lo studio ed è stato ripensato come un rullo di sevizi l’uno dietro l’altro.

Scopri dopo il salto l’offerta pay.


22
agosto

LA DOMENICA SPORTIVA – PAOLA FERRARI CONFERMA IL SUO TEAM. GENE GNOCCHI: “RIFARO’ LA DS E ZELIG”

Paola Ferrari e Gene Gnocchi

Con le partite in programma sabato 25 agosto (alle 18.00 Fiorentina-Udinese, alle 20.45 Juventus-Parma), scatta ufficialmente la Serie A 2012/2013. L’Italia ha abbandonato il fascino olimpico e si appresta a tornare nel pallone, insieme alle trasmissioni ormai storiche e capaci da sempre di tenere vivo il calcio giocato oltre il novantesimo minuto. Tra queste c’è ovviamente La Domenica Sportiva, pilastro della seconda serata domenicale di Rai 2, saldamente nella mani di Paola Ferrari:

“I successi di audience della nostra DS, confermati anche la scorsa stagione, sono merito di tutti: di chi sta davanti e di chi sta dietro le telecamere” ha dichiarato la conduttrice in un’intervista a TeleSette, pronta a capitanare una squadra che, sulla stessa scia del calcio in crisi, ha dato forfait alla campagna acquisti/cessioni:

Squadra che vince non si cambia, ma qualcosa di nuovo ci sarà. Ad esempio il nostro Adriano Bacconi (analista di tattiche calcistiche, ndr) sarà nello studio e non in collegamento, il che permetterà al suo ‘aguzzino’ Gene Gnocchi di dar vita con lui a duetti esilaranti. Confermati Ivan Zazzaroni, Fulvio Collovati e, come detto, il ‘mio’ Gene…”.