Europei



14
giugno

EURO 2012: ITALIA NON PUOI SBAGLIARE! MA LA CROAZIA E’ LA BESTIA NERA…

Euro 2012 - la formazione dell'Italia

Vietato sbagliare! Dopo il convincente esordio di domenica contro i campioni in carica della Spagna, l’Italia torna in campo alle 18.00 (diretta su Rai 1 e in simulcast su Rai HD e Rai Sport 1, con la telecronaca di Bruno Gentili e il commento tecnico di Beppe Dossena) contro la Croazia, a caccia dei primi tre punti ad Euro 2012, fondamentali per arrivare all’ultima partita di lunedì col passaggio del turno esclusivamente nelle nostre mani, evitando così lo spauracchio del clamoroso biscotto di Euro 2004 (chi se lo dimentica?!).

Il ct Cesare Prandelli non ha comunicato la formazione, che dovrebbe comunque non riservare sorprese. Tutte le indiscrezioni, infatti, portano alla conferma dell’unidici titolare che ha ben figurato contro le Furie Rosse: Buffon in porta; difesa a tre con Bonucci, Chiellini e De Rossi; a centrocampo la qualità di Pirlo, Marchisio e Motta, con Giaccherini e Maggio che agiranno sugli esterni; in attacco il duo Cassano-Balotelli, con Di Natale pronto a subentare dalla panchina.

Aggrapparsi ai precedenti ha portato bene con la Spagna; farlo, invece, con la Croazia sarebbero soltanto “dolori”. Nei sei precedenti contro i biancorossi, infatti, gli azzurri sono riusciti ad imporsi soltanto in un’amichevole (vinta 4-0) giocata a Genova nel 1942; poi, con l’annessione nella Seconda Guerra Mondiale della Croazia alla Jugoslavia, le due squadre non si sono più incrociate fino agli anni ‘90. E, score alla mano, ne avremmo fatto volentieri a meno: tre sconfitte e due pareggi.




10
giugno

EURO 2012, SPAGNA-ITALIA: I PRECEDENTI DICONO AZZURRO, LA SNAI NO

Spagna - Italia

La Spagna campione del mondo contro la solita “bistrattata” Italia: le Furie Rosse pronte a macinare gioco e gol, mentre gli azzurri costretti ad arginare l’urto iberico? Forse. I precedenti tra le due squadre, però, dicono azzurro: 10 sfide ufficiali, con uno score italico di 5 vittorie, 4 pareggi e una sola sconfitta (per 2-0 alle Olimpiadi di Anversa 1920, quando partecipavano ancora le nazionali maggiori).

Ad accrescere l’ottimismo nostrano, inoltre, sono i tre precedenti agli Europei, dove la Spagna non è mai riuscita a segnare almeno un gol all’Italia: 0-0 ad Euro ‘80, 1-0 firmato Vialli ad Euro ‘88 e 0-0 ad Euro 2008 (con vittoria delle Furie Rosse ai rigori). Il totale dei precedenti sale a 29 se consideriamo anche le 19 amichevoli: l’ultima il 10 agosto 2011, con vittoria a Bari dell’Italia per 2-1 (reti di Montolivo, Aquilani e Xabi Alonso).

La Snai, però, guarda meno al passato e più al presente, rendendo giustizia alla squadra campione di Euro 2008 e Mondiali 2010. La vittoria degli uomini allenati da Del Bosque è data a 1.80, mentre per Prandelli e Co il successo tocca quota 4.50; il pareggio a 3.50. Insomma, gli scommettitori bocciano le speranze azzurre, sconsigliando il segno 2.


10
giugno

EURO 2012: TOCCA ALL’ITALIA, IN CAMPO ALLE 18.00 CONTRO LA SPAGNA

Spagna - Italia

L’Italia debutta agli Europei, in un alone di pessimismo che avvolge il mondo del pallone nel Belpaese, macchiato dallo scandalo del calcio-scommesse. La prima degli azzurri contro le Furie Rosse della Spagna, in un poco avvincente 0-0 finale. E’ quanto successo ad Euro ‘80 che segna il primo precedente tra le due squadre nel torneo. A distanza di trentadue anni, l’amara considerazione che a cambiare possa essere soltanto il risultato del match.

Oggi, dunque, il debutto ad Euro 2012: in campo a Danzica alle 18.00, in diretta su Rai 1 – in simulcast anche su Rai Sport 1 e Rai HD (canali 57 e 501 del DTT) – con un ricco prepartita a partire dalle 16.15 con Stadio Europa. Spagna-Italia è certamente la prima partita di cartello del torneo (insieme a Francia-Inghilterra di domani), una sorta di finale anticipata tra le due squadre che hanno conquistato gli ultimi Mondiali, con le Furie Rosse che partono favorite per riconfermarsi al vertice, avendo trionfato anche ad Euro 2008.

Loro sono più forti, noi più bravi. E’ questo il Buffon-pensiero della vigilia, a testimonianza di come gli azzurri non partano mai abbattuti, nonostante le ultime ingloriose amichevoli. Ma, si sa, quando conta l’Italia sa essere seconda a pochi, a maggior ragione se c’è da zittire gli scettici di casa nostra (che non mancano mai): scatta, in questi casi, una sorta di corsa alla “vendetta” sportiva, cercando (come nel 2006) di accoglierli tutti sul carro dei vincitori.





8
giugno

EURO 2012, FASE A GIRONI: IL CALENDARIO RAI

Slavko e Slavek le mascotte di Euro 2012

Il dato più importante della ricca programmazione di Rai Sport per Euro 2012 è certamente la messa in onda di tutte le partite del torneo (in totale sono trentuno), dalla fase a gironi fino alla finale del primo luglio. E’ tempo, dunque, di conoscere il calendario dei primi ventiquattro incontri, dai quali usciranno le otto squadre che accederanno direttamente ai quarti di finale.

La fase a gironi si apre oggi, venerdì 8 giugno, con la prima giornata del Gruppo A e si chiude martedì 19 giugno con l’ultima giornata del Gruppo D, per un totale di venti partite in diretta e quattro in differita. L’Italia gioca i primi due match alle 18.00.

Gruppo A: Grecia – Polonia – Repubblica Ceca – Russia

8 giugno, ore 18.00 diretta su Rai 1: Polonia vs Grecia
8 giugno, ore 20.45 diretta su Rai 1: Russia vs Repubblica Ceca
12 giugno, ore 18.00 diretta su Rai 1: Grecia vs Repubblica Ceca
12 giugno, ore 20.45 diretta su Rai 1: Polonia vs Russia
16 giugno, ore 20.45 diretta su Rai 1: Repubblica Ceca vs Polonia
16 giugno, ore 23.00 differita su Rai 1: Grecia vs Russia

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,


8
giugno

EURO 2012: ECCO LA PROGRAMMAZIONE DI RAI SPORT. MAXISCHERMI NELLE ZONE TERREMOTATE

Euro 2012 su Rai Sport

Oltre alle sedici che si contenderanno il titolo, un’altra squadra scende in campo per gli Europei 2012 in Polonia e Ucraina: Rai Sport. Sulla tv di Stato è partita una ricca programmazione interamente dedicata alla quattordicesima edizione dei campionati europei di calcio, a cominciare dalle prime ore del mattino fino a tarda notte: oltre 200 ore tra telecronache, approfondimenti, notiziari e rubriche.

Il primo numero che conta è quello delle partite: 31 incontri, di cui 27 in diretta, in esclusiva sulle reti Rai 1 e Rai HD (canale 501 del DTT), con il solo match di domenica 10 giugno tra Irlanda e Croazia che verrà trasmesso da Rai 2. Si parte ogni giorno alle 7.00 su Rai Sport 1 (canale 57 del DTT e 227 di Sky) con la novità Mattina Sport Europei condotto da Mario Mattioli, con la partecipazione in studio di Marino Bartoletti e in postazione web news di Antonello Orlando: approfondimenti, prime notizie della giornata, rassegna stampa, ospiti e collegamento con Diretta Azzurra per le ultimissime dal ritiro dell’Italia.

Paola Ferrari e Franco Lauro, “supportati” da Enrico Varriale e Ivan Zazzaroni, guideranno i telespettatori nei pre e post gara con Stadio Europa: dalle 17.10 su Rai 1 per le partite delle 18.00; dalle 20.00 su Rai 3 per lasciare campo libero al Tg1, per poi tornare sull’ammiraglia pochi istanti prima del match serale. Dalle 23.00, invece, scatta su Rai 1 Notti Europee per un resoconto generale di quanto successo in giornata, con gol e interviste dei protagonisti: conducono questo appuntamento Andrea Fusco e Simona Rolandi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,





8
giugno

EURO 2012 AL VIA ALLE 18.00: APRE POLONIA-GRECIA, L’ITALIA DEBUTTA DOMENICA

Euro 2012

Si parte! Finalmente il calcio scommesso e chiacchierato cede la scena a quello giocato, con gli Europei 2012 al via in Polonia e Ucraina. La quattordicesima edizione del torneo (l’ultima a sedici squadre) apre una ricca estate di eventi sportivi in tv, da Wimbledon alle Olimpiadi di Londra. Ora, però, è il campionato europeo di calcio a guadagnare la prima pagina, col match inaugurale di oggi (alle 18.00 su Rai 1) tra Polonia e Grecia al National Stadium di Varsavia.

Venti minuti prima del fischio d’inizio, da non perdere la spettacolare cerimonia d’apertura diretta da Marco Balich (Olympic Producer e presidente della Filmmaster Events), già “regista” alle Olimpiadi di Torino 2006. Una coreografia con 800 volanti performer, provenienti da 63 Paesi, sulle musiche del pianista ungherese Adam Gyorgy. L’evento, della durata di dodici minuti, sarà seguito da oltre 150 milioni di spettatori in tutto il mondo.

In Italia la copertura di Euro 2012 è garantita dalla squadra di Rai Sport, che trasmetterà in esclusiva tutte le 31 partite del torneo – 27 in diretta e 4 in differita – su Rai 1 e Rai HD (canale 501 del DTT), ad eccezione di Irlanda-Croazia di domenica 10 giugno, trasmessa dalle 20.45 su Rai 2. Match, questo, che chiude la prima giornata del Gruppo C, dove la nostra Nazionale è attesa all’esordio (alle 18.00) contro la Spagna campione del mondo e detentrice del titolo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


8
giugno

EURO 2012: GENE GNOCCHI SPICCA NELLA POCO ACCATTIVANTE SQUADRA DI RAISPORT

Euro 2012

Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo. Dopo aver impreziosito con le sue gag una Domenica Sportiva ridondante, Gene Gnocchi è chiamato a un’altra non facile mission. Il suo umorismo surreale sembra la nota più lieta di una spedizione  infarcita dei soliti volti come si annuncia quella di Rai Sport ad Euro 2012.

I ‘lampi di Gene’ illumineranno lo studio di Notti Europee, l’approfondimento quotidiano che il servizio pubblico offrirà al telespettatore in seconda serata condotto da Tiberio Fusco e Simona Rolandi. Gli ospiti fissi di questa trasmissione saranno Jacopo Volpi, Sandro Mazzola e Serse Cosmi, l’unico a poter vivacizzare il ritmo di uno show che – data l’ora e la ripetizione dei contenuti (highlights, commenti e approfondimenti vari andranno in onda praticamente senza sosta nel corso delle altre rubriche) – corre il rischio di diventare soporifero.

Se più di una volta abbiamo manifestato le nostre perplessità in relazione alla squadra allestita da Rai Sport, non ci sentiamo di eccepire alcunché sotto il profilo della copertura dell’evento. Da un punto di vista strettamente quantitativo infatti la Rai oltre a garantire anche in streaming e in HD sul canale 501 del digitale terrestre (forse per l’ultima volta date le dichiarazioni di Garimberti e della Lei) la diretta di tutte e 31 le partite ha allestito una serie di rubriche che – da mattina a notte – permetteranno al calciofilo di respirare in pieno il fascino della manifestazione continentale.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


26
marzo

EURO 2012 IN ESCLUSIVA SU RAI1. QUALI COMMENTATORI ‘CONVOCHERESTE’ NELLA SQUADRA DI RAI SPORT?

Cesare Prandelli, CT Italia

Mentre si combatte senza esclusione di colpi la partita per i diritti in chiaro del prossimo campionato di Serie A (proprio in queste ore l’assemblea di Lega sta discutendo la questione), i calciofili possono tirare un sospiro di sollievo pensando al prossimo Campionato Europeo previsto in Polonia e Ucraina che, come saprete, sarà trasmesso in esclusiva dalla Rai.

Rai1 farà la parte del leone con la messa in onda di ben 30 partite su 31. La rete ammiraglia lascerà infatti a Rai2 la sola Irlanda-Croazia, peraltro una gara dello stesso girone dell’Italia, prevista per le 20.45 di domenica 10 giugno. Per quanto riguarda la terza giornata della fase a gironi (dal 16 al 19 giugno) invece – nella quale deve essere garantita la contemporaneità tra i due match in programma – la scelta di Rai Sport è quella di trasmettere in diretta la gara principale e in differita (alle 23.00) quella meno importante. La conseguenza è che per Grecia-Russia, Danimarca-Germania, Croazia-Spagna e Svezia-Francia gli appassionati dovranno aspettare l’arrivo della seconda serata. E’ ovvio che la scelta dei match da mandare in differita può essere cambiata in relazione della situazione di classifica.

Venendo alla squadra di Rai Sport, il telecronista della Nazionale sarà Bruno Gentili, al debutto in una competizione importante mentre resta da capire quali saranno le seconde voci e i talent che si dovranno occupare dei commenti tecnici della manifestazione. La sensazione è che in questo campo Rai Sport debba provare a mettere a segno “un grande acquisto” dal momento che nessuno dei tecnici alternatisi in questi mesi ha dato un contributo incisivo: uno tra Marcello Lippi o Fabio Capello, se non dovessero ancora esser messi sotto contratto da qualche squadra, potrebbero essere la scelta migliore.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,