Europei



19
giugno

EURO 2012, QUARTI DI FINALE: L’ITALIA INCONTRA L’INGHILTERRA

Euro 2012 - Italia ai quarti di finale

Si è ufficialmente chiusa la fase a gironi di Euro 2012 e, dunque, si completa il quadro dei quarti di finale, che vedeva già in tabellone Repubblica Ceca-Portogallo e Germania-Grecia. Le ultime partite dei gruppi C e D hanno promosso le quattro nazionali rappresentanti – insieme a quella tedesca – dei più blasonati campionati di calcio, promettendo un’infuocata fase finale del torneo.

Gruppo C
1 Spagna (7 punti)
2 Italia (5)
3 Croazia (4)
4 Irlanda (0)

Gruppo D
1 Inghilterra (7)
2 Francia (4)
3 Ucraina (3)
4 Svezia (3)

Spagna vs Francia (sabato 23 giugno, in diretta alle 20.45 su Rai 1, Rai HD e Rai Sport 1) – La vincitrice del Gruppo C contro la seconda classificata del Gruppo D è il terzo quarto di finale in programma. Gli spagnoli, vincenti 1-0 nell’ultima partita con la Croazia, trovano a sorpresa i francesi, sconfitti 2-0 da una poco motivata Svezia, perdendo la testa del girone. Chi vince incontra in semifinale una tra Repubblica Ceca e Portogallo.




19
giugno

TELECINCO REGISTRA IL MINUTO PIU’ VISTO NELLA STORIA DELLA TV SPAGNOLA CON CROAZIA-SPAGNA (ALLE 22.37 78.2%)

Curva ascolti Croazia-Spagna - Telecinco

Alle 22.37 di ieri, durante l’ultimo minuto dell’incontro Croazia-Spagna degli Europei di Calcio 2012, con 18.136.000 spettatori e il 78.2% Telecinco registra il minuto più visto nella storia della televisione spagnola.

La partita, nel complesso, ha registrato una media di 14.265.000 calciofili con il 70.4% di share e rappresenta la quinta tramissione più vista nella storia della televisione spagnola, la seconda in quella di Telecinco.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


18
giugno

EURO 2012: ITALIA-IRLANDA, CI SIAMO! PRANDELLI CAMBIA FORMAZIONE PER L’ASSALTO AI QUARTI

Euro 2012 - i tifosi ci credono

Cesare Prandelli non ha dubbi: “La sfida più importante della mia vita”. Italia-Irlanda vale tutto: faccia, orgoglio e soprattutto passaggio del turno ai quarti di finale di Euro 2012. Stasera, in diretta su Rai 1 alle 20.45 (in simulcast su Rai HD e Rai Sport 1), al Municipal Stadium di Poznan gli azzurri vanno a caccia dei primi tre punti nel torneo, con la speranza di non ricevere un altro amaro biscotto.

La telecronaca dell’incontro è affidata a Bruno Gentili e Beppe Dossena, con tante “finestre” sul match Croazia-Spagna (in contemporanea su Rai Sport 2 con Gianni Cerqueti e Fulvio Collovati); dai due risultati dipendono le sorti azzurre in terra polacco-ucraina, anche se in molti (diretti interessati compresi) scongiurano una combine per far fuori l’Italia.

Formazione – Il ct Prandelli sembra intenzionato ad abbandonare il 3-5-2, per optare per il più classico 4-4-2: Buffon in porta; in difesa torna Barzagli a far coppia con Chiellini, con la possibilità di vedere sugli esterni i “debuttanti” Abate e Balzaretti (a vantaggio di Maggio e Bonucci); a centrocampo avanza De Rossi tra gli intoccabili Pirlo e Marchisio e il confermato Motta; in attacco Balotelli (tra infortunio e scelta tecnica) cederà la maglia da titolare a Di Natale, che agirà al fianco di Cassano.





17
giugno

EURO 2012, QUARTI DI FINALE DEL 21-22 GIUGNO: REPUBBLICA CECA-PORTOGALLO E GERMANIA-GRECIA

Euro 2012 - il portoghese Cristiano Ronaldo

In attesa di conoscere il destino dell’Italia, dei campioni in carica della Spagna e del duo Francia-Inghilterra, si è completata la parte alta del tabellone di Euro 2012, dove gli esiti dei match del Gruppo A e del Gruppo B hanno decretato le quattro squadre protagoniste dei primi due quarti di finale.

Gruppo A
1 Repubblica Ceca (6 punti)
2 Grecia (4)
3 Russia (4)
4 Polonia (2)

Gruppo B
1 Germania (9)
2 Portogallo (6)
3 Danimarca (3)
4 Olanda (0)

Repubblica Ceca vs Portogallo (giovedì 21 giugno, in diretta alle 20.45 su Rai 1, Rai HD e Rai Sport 1) – Il match tra cechi e portoghesi è il primo quarto di finale in programma, che vede in campo la vincente del Gruppo A contro la seconda classificata del Gruppo B. La Repubblica Ceca, grazie al successo per 1-0 sui padroni di casa della Polonia, ha chiuso in testa un girone dove il ruolo di favorita toccava alla Russia. Ancor più inatteso, invece, il passaggio del turno del Portogallo, che all’ultima giornata ha conquistato il pass grazie al successo per 2-1 sull’Olanda, delusione numero uno degli Europei.


16
giugno

EURO 2012: AL VIA LA DECISIVA ULTIMA GIORNATA

Euro 2012

Update: La Rai ci ripensa e con un comunicato diramato questo pomeriggio fa sapere che: “Da stasera fino a martedì 19 giugno tutte le partite dei Campionati europei di calcio, previste in differita su Rai1 in seconda serata, saranno trasmesse anche in diretta su Raisport 2. Si comincia da stasera con Grecia-Russia”. Scatta questa sera l’ultima giornata della fase a gironi di Euro 2012. Il pericolo biscotto nei quattro gruppi è in agguato; tanti, infatti, sono i verdetti ancora da stabilire, con molte nazionali a caccia degli ultimi tre punti disponibili, che potrebbero ribaltare le classifiche. Non si gioca più alle 18.00, dunque, ma tutti i match vanno in contemporanea alle 20.45, con la Rai “costretta” a ricorrere alla differita (trasmettere due partite su due canali era così impossibile?).

Grande bagarre nel Gruppo A, dove le quattro squadre sono ancora tutte in corsa per accedere ai quarti di finale. La Grecia tenta il colpaccio contro la Russia (differita su Rai 1 alle 23.00), mentre il match scelto per la diretta delle 20.45 (su Rai 1, Rai HD e Rai Sport 1) è Repubblica Ceca-Polonia.

Gruppo A
1 Russia (4 punti)
2 Repubblica Ceca (3)
3 Polonia (2)
4 Grecia (1)

Ancor più incredibile è la situazione nel Gruppo B, dove la Germania, seppur a punteggio pieno, non è matematicamente sicura del passaggio del turno, così come l’Olanda non è ancora fuori, nonostante gli 0 punti in classifica. Portogallo-Olanda è la partita della diretta di domenica, con lo scontro al vertice tra danesi e tedeschi in differita.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,





15
giugno

EURO 2012: L’ITALIA PASSA IL TURNO SOLO SE…

Euro 2012 - Italia

Torna lo spauracchio del biscotto. Ancora una volta, come agli Europei del 2004, l’Italia si vede costretta a fare i conti non soltanto in casa propria. Il pareggio contro la Croazia (1-1) e la vittoria della Spagna sull’Irlanda (4-0) nella seconda giornata del Gruppo C impongono agli azzurri la vittoria obbligatoria nell’ultima partita di lunedì; tre punti fondamentali che potrebbero anche non bastare per il passaggio del turno.

Al momento la classifica vede Croazia e Spagna in testa con 4 punti, seguite dall’Italia a 2 e l’Irlanda a 0 (già eliminata). Ricordando che passano il turno le prime due classificate, ecco tutti i possibili scenari che si potrebbero palesare lunedì sera al termine di Croazia-Spagna e Italia-Irlanda. La squadra di Cesare Prandelli si qualifica ai quarti di finale di Euro 2012 se vince contro gli uomini del Trap e il match tra croati e spagnoli non finisce in parità (o vincono i primi oppure i secondi). In questo caso, la classifica finale sarebbe la seguente:

1 Spagna (o Croazia) 7 punti
2 Italia
5 punti
3 Croazia (o Spagna) 4 punti
4 Irlanda 0 punti

Se, invece, la partita Croazia-Spagna dovesse finire con un pareggio, le due squadre salirebbero a 5 punti insieme all’Italia (che, come detto, è comunque obbligata a vincere). Tre squadre con lo stesso punteggio, chi passa il turno? In questo caso si considera, nell’ordine, la differenza reti negli scontri diretti (che non porterebbe a nulla, dal momento che risulterebbero comunque tre pareggi), il numero di gol fatti negli scontri diretti e la differenza reti globale.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


14
giugno

EURO 2012: ITALIA NON PUOI SBAGLIARE! MA LA CROAZIA E’ LA BESTIA NERA…

Euro 2012 - la formazione dell'Italia

Vietato sbagliare! Dopo il convincente esordio di domenica contro i campioni in carica della Spagna, l’Italia torna in campo alle 18.00 (diretta su Rai 1 e in simulcast su Rai HD e Rai Sport 1, con la telecronaca di Bruno Gentili e il commento tecnico di Beppe Dossena) contro la Croazia, a caccia dei primi tre punti ad Euro 2012, fondamentali per arrivare all’ultima partita di lunedì col passaggio del turno esclusivamente nelle nostre mani, evitando così lo spauracchio del clamoroso biscotto di Euro 2004 (chi se lo dimentica?!).

Il ct Cesare Prandelli non ha comunicato la formazione, che dovrebbe comunque non riservare sorprese. Tutte le indiscrezioni, infatti, portano alla conferma dell’unidici titolare che ha ben figurato contro le Furie Rosse: Buffon in porta; difesa a tre con Bonucci, Chiellini e De Rossi; a centrocampo la qualità di Pirlo, Marchisio e Motta, con Giaccherini e Maggio che agiranno sugli esterni; in attacco il duo Cassano-Balotelli, con Di Natale pronto a subentare dalla panchina.

Aggrapparsi ai precedenti ha portato bene con la Spagna; farlo, invece, con la Croazia sarebbero soltanto “dolori”. Nei sei precedenti contro i biancorossi, infatti, gli azzurri sono riusciti ad imporsi soltanto in un’amichevole (vinta 4-0) giocata a Genova nel 1942; poi, con l’annessione nella Seconda Guerra Mondiale della Croazia alla Jugoslavia, le due squadre non si sono più incrociate fino agli anni ‘90. E, score alla mano, ne avremmo fatto volentieri a meno: tre sconfitte e due pareggi.


10
giugno

EURO 2012, SPAGNA-ITALIA: I PRECEDENTI DICONO AZZURRO, LA SNAI NO

Spagna - Italia

La Spagna campione del mondo contro la solita “bistrattata” Italia: le Furie Rosse pronte a macinare gioco e gol, mentre gli azzurri costretti ad arginare l’urto iberico? Forse. I precedenti tra le due squadre, però, dicono azzurro: 10 sfide ufficiali, con uno score italico di 5 vittorie, 4 pareggi e una sola sconfitta (per 2-0 alle Olimpiadi di Anversa 1920, quando partecipavano ancora le nazionali maggiori).

Ad accrescere l’ottimismo nostrano, inoltre, sono i tre precedenti agli Europei, dove la Spagna non è mai riuscita a segnare almeno un gol all’Italia: 0-0 ad Euro ‘80, 1-0 firmato Vialli ad Euro ‘88 e 0-0 ad Euro 2008 (con vittoria delle Furie Rosse ai rigori). Il totale dei precedenti sale a 29 se consideriamo anche le 19 amichevoli: l’ultima il 10 agosto 2011, con vittoria a Bari dell’Italia per 2-1 (reti di Montolivo, Aquilani e Xabi Alonso).

La Snai, però, guarda meno al passato e più al presente, rendendo giustizia alla squadra campione di Euro 2008 e Mondiali 2010. La vittoria degli uomini allenati da Del Bosque è data a 1.80, mentre per Prandelli e Co il successo tocca quota 4.50; il pareggio a 3.50. Insomma, gli scommettitori bocciano le speranze azzurre, sconsigliando il segno 2.