Documentario



9
giugno

STANOTTE A FIRENZE: ALBERTO ANGELA IN PRIME TIME SU RAI1 CON UN DOCUMENTARIO AD ALTISSIMA DEFINIZIONE

Stanotte a Firenze, Alberto Angela

Provate a dimenticare la voragine apertasi sul Lungarno, che non è certo una bella immagine: con Alberto Angela non sarà difficile farlo. Questa sera – 9 giugno – il popolare divulgatore sarà infatti in prime time su Rai1 con un viaggio suggestivo tra le bellezze artistiche del capoluogo toscano. Quelle che tutto il mondo ci invidia. Stanotte a Firenze è il titolo dello speciale documentario che Angela ha realizzato nella città dei Medici, utilizzando telecamere ad altissima definizione.




21
aprile

IL PRESIDENTE – THE QUEEN: RETE4 RACCONTA LA REGINA ELISABETTA II (CHE OGGI FA 90)

Regina Elisabetta II d'Inghilterra

La monarca più longeva della storia del Regno Unito vista da vicino. Raccontata nella sua quotidianità, nelle stanze dei suoi palazzi, anche quelle più segrete. Nel giorno del suo 90° compleanno, Rete4 omaggia la regina Elisabetta II d’Inghilterra, un personaggio controverso e amato che domina la scena politica e la storia del costume. Oggi (21 aprile) in seconda serata, il canale diretto da Sebastiano Lombardi trasmetterà Il Presidente – The Queen, un documentario dedicato a Sua Maestà, alla sua figura pubblica ma anche a quella privata.


2
dicembre

RACING EXTINCTION: LA TV PROVA A CAMBIARE IL MONDO

Empire State Building

Il regista premio Oscar per il miglior documentario con The Cove (2009), Louie Psihoyos, ha realizzato con Discovery un documentario di denuncia a sostegno della salvaguardia ambientale. Racing Extinction, questo è il titolo del documentario, sarà trasmesso oggi in 220 paesi in tutto il mondo. Per il Belpaese l’appuntamento è riservato agli utenti della pay-tv, Racing Extinction sarà in onda alle 21:00 su Discovery Channel (canali 401 e 402 di Sky).





11
agosto

IL MARKETING DELLE ADOZIONI: UN DOCUMENTARIO SHOCK SU CIELO, STASERA IN SECONDA SERATA

Il Marketing delle Adozioni

Su Cielo va in onda questa sera – martedì 11 agosto 2015 – alle 23:00 il documentario Il Marketing delle Adozioni, che mette a confronto Stati Uniti ed Europa su un tema molto delicato che riguarda i minori alla ricerca di una nuova famiglia. Titolo originale Catwalk Kids, ovvero La passerella dei bambini.

Il Marketing delle Adozioni: in USA vige lo “shopping di bambini”


16
aprile

JOHN DICKIE A DM: SU HISTORY CHANNEL SVELO LA CHIESA MAFIOSA. UN ATTENTATO A PAPA FRANCESCO? SAREBBE UN AUTOGOL DEI BOSS

John Dickie

Feste patronali finanziate dalla criminalità organizzata, Messe celebrate nei nascondigli dei boss, preti disposti ad assolvere i picciotti. John Dickie scopre gli altarini – è proprio il caso di dirlo – e su History Channel racconta le connivenze tra mafia e religione. Chiesa Nostra è il titolo del documentario che lo storico inglese ha realizzato sull’argomento e che vedremo in onda in prima visione giovedì 28 maggio prossimo. In prime time sul canale 407 di Sky, Dickie condurrà un viaggio nell’Italia meridionale, là dove alcuni uomini di Chiesa hanno accettato di stringere una pericolosa alleanza con le mafie. E’ lo stesso storico ad anticiparci i contenuti del suo reportage, co-prodotto da GA&A Productions e ZDF Arte:

E’ un documentario che racconta una storia lunga, che ha una svolta importantissima in questa fase storica: il rapporto tra Mafia e Chiesa. Perché c’è una mafia devota a modo suo, ma anche una Chiesa colpevole di silenzi e addirittura di collusioni.

John, perché parli di Chiesa colpevole?

Ci sono stati dei casi di preti mafiosi, che sparano e fanno parte del mondo mafioso. Ma a parte questi episodi, che non sono tipici, più in generale mi riferisco a una disponibilità a legittimare un potere mafioso che cerca di manifestarsi in modo pubblico, per esempio attraverso l’infiltrazione in processioni religiose. Questa è una pratica molto diffusa nel sud Italia: il boss si esibisce in prima fila nella processione del santo locale o in chiesa, accanto alle autorità. E’ un modo per rendere accettabile il potere della mafia.

Di recente Papa Francesco ha detto che “i mafiosi non sono in comunione con Dio, sono scomunicati“. Queste parole di condanna cambieranno qualcosa o resteranno lettera morta?

E’ proprio questo lo scopo della nostra indagine: capire se questa scomunica è davvero una svolta profonda o se invece è un gesto retorico che può essere interpretato in diversi modi e che, nelle zone ad alta densità mafiosa, non avrà conseguenze concrete. Da quello che abbiamo visto, i preti più esposti – ad esempio il cappellano di un carcere pieno di ‘ndranghetisti o il sacerdote in un territorio tradizionalmente mafioso – sono più propensi a non vedere la novità. Però c’è piuttosto un segnale di cambiamento storico nella gerarchia della Chiesa. Bisogna vedere se questo nuovo capitolo verrà comunicato anche alla base.

Il Papa deve temere ritorsioni?





22
novembre

SAMANTHA CRISTOFORETTI: SERATA SPECIALE SU RAI3. FABIO FAZIO INTRODUCE IL DOCUMENTARIO LA DONNA DELLE STELLE – MISSIONE FUTURA

Samantha Cristoforetti (AFP)

Il capitano Samantha Cristoforetti è pronta. Chissà con quali emozioni nel cuore. Alle 22:01:13 (ora italiana) di dopodomani, domenica 23 dicembre, l’Astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea verrà lanciata nello spazio dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan per affrontare la Missione Futura. Sarà la prima donna italiana ad andare nello spazio e la quinta compatriota ad abitare la Stazione Spaziale Internazionale. A quasi 24 ore dal suo inizio, l’impresa della nostra cosmonauta verrà celebrata da Rai3 nel corso di una serata dedicata in programma proprio oggi.

Rai3, il documentario su Samantha Cristoforetti

A partire dalle ore 22.00, la terza rete omaggerà Samantha Cristoforetti trasmettendo, in anteprima assoluta, il documentario dedicato “La Donna delle stelle – Missione Futura” realizzato da Gianluca Cerasola e prodotto da Endemol Italia, in collaborazione con Agenzia Spaziale Europea ESA- Agenzia Spaziale Italiana ASI, Aeronautica Militare Italiana e Morol. Per la prima volta un’astronauta è stata seguita da una troupe durante tutto il periodo che precede il lancio: dagli addestramenti nei simulatori, a quelli di sopravvivenza, fino a tutte le fasi della preparazione. Nel reportage ci saranno anche i racconti della Cristoforetti e di altri esperti, con curiosità e dettagli sulla sopravvivenza in orbita.

Emergerà la figura professionale della nostra astronauta, ma anche la sua parte più umana, con gli hobby, le sue curiosità e la sua vita durante l’addestramento. Per realizzare il documento speciale, la troupe – composta da tre sole persone – si è adattata ad ogni tipo di situazione con microcamere ed attrezzature tecniche particolari necessarie a far fronte alle varie condizioni e temperature. Le telecamere, in particolare, hanno seguito Samantha nel Johnson Space Center di Houston (Usa) della NASA, nel centro di Star City di Mosca (Russia), nella sede dello European Astronaut Centre di Colonia (Germania) e in Italia presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, dove è stato completato l’addestramento.

Fabio Fazio introduce la serata speciale su Samantha Cristoforetti


4
dicembre

DRIVE IN, L’ORIGINE DEL MALE: SU CANALE5 IL DOCUMENTARIO ‘ANTI REVISIONISTA’

Drive In

Ci saranno tutti. Da Mr. Taroccò al roseo Tenerone, passando per Vito Catozzo e il cocker Has Fidanken. I personaggi e volti comici di Drive In riappariranno stasera in tv per “difendere” se stessi. Alle 23.20, i protagonisti del programma comico ideato da Antonio Ricci rivivranno su Canale5 in un documentario dedicato al popolare varietà degli anni ‘80, di cui ricorre il trentesimo anniversario. L’approfondimento, intitolato Drive In – L’origine del male, riproporrà alcune gag dello storico show di Italia1, replicando a quanti lo accusano di essere stato il capostipite di qualsivoglia turpitudine televisiva.

Drive In: nel documentario anche De Mita e Gad Lerner

C’è stata una vera e propria campagna revisionista su Drive in, siamo stati oggetto di critiche e polemiche qualche volta in buona fede, ma soprattutto in malafede” aveva accusato Antonio Ricci. Ebbene, stasera il produttore ligure potrà prendersi una rivincita: il documentario di Canale5, infatti, proverà a depositare una “pietra tombale” sulle polemiche riguardanti Drive In, dedicando un notevole spazio a come negli anni 70-80 erano rappresentate le donne da giornali, pubblicità, cinema, tv. L’approfondimento, inoltre, raccoglierà i contributi di Pippo Baudo, Walter Veltroni, Tinì Cansino, Ciriaco De Mita, Enrico Vanzina, Gad Lerner, Luca Mastrantonio.

Drive In – L’origine del male, ricostruirà lo spirito degli anni ‘80 riproponendo le gag satiriche del celebre programma, nonché le imitazioni di Pippo & Raffaella, De Mita, Spadolini, Andreotti. “Siamo stati additati come gli ispiratori degli anni ‘80, mentre noi ne eravamo lo specchio, la critica feroce, siamo stati una trasmissione profetica: ora abbiamo le prove documentate” aveva tonato Ricci al riguardo. E, in effetti, bisogna riconoscere come alcuni di quegli sketch risultino ancora oggi molto attuali.


11
maggio

DM LIVE24: 11 MAGGIO 2013. TINTO BRASS VUOLE RENZI, MARCO CARTA A DEEJAY, VAURO E IL RIFIUTO DI RAI 3

Marco Carta - Ti voglio bene

Marco Carta - Ti voglio bene

>>> Dal Diario di ieri…

  • Tinto Brass vuole Renzi

PierVivaCanale5 ha scritto alle 16:19

Tinto Brass, maestro del cinema erotico, per un suo film vorrebbe come protagonista il sindaco di Firenze Matteo Renzi. “Lo vedrei bene in un mio film – dice al quotidiano Qui Firenze che ha anticipato una sintesi dell’intervista – Con la sua aria da primo della classe, a Messa tutte le domeniche con il suo giubbettino da Fonzie, ha tutta l’aria di uno che non la disdegna e a letto non le manda a dire. E’ ‘na bronsa coverta’, come si dice a Venezia, cioe’ braci che ardono sotto la cenere”. (Ansa)

  • Documentario di Vauro rifiutato da Rai3 (ma non faceva vignette?)

tinina ha scritto alle 20:27

La Rai ha rifiutato la trasmissione di un documentario girato da Vauro tra i bambini di Chernobyl: “Troppo triste” Lo racconta il Fatto Quotidiano, dove Vauro pubblica spesso le sue vignette in prima pagina. Il reportage è stato ceduto gratuitamente a Mediaset che si è offerta di trasmettere il video questa sera nell’ambito del programma Confessione Reporter (su Italia 1, seconda serata). Il reportage – che dura un quarto d’ora ed è stato rifiutato da RaiTre perché “è un argomento troppo triste” – è stato realizzato lo scorso giugno insieme alla Ong Sole Terre, che si occupa di tumori dei bambini nel mondo. (Fonte Leggo.it)

  • Marco Carta lunedi a Deejay