diMartedì



2
settembre

DICIANNOVEQUARANTA E DIMARTEDI’: GIOVANNI FLORIS DEBUTTA SU LA7. “NON FAREMO LA COPIA DI BALLARO’”

DiMartedì, Giovanni Floris

Giovanni Floris lascia (la Rai) e raddoppia. Approdato su La7 con un colpaccio di telemercato, il giornalista sarà alla guida di due nuovi appuntamenti. Dall’8 settembre prossimo lo vedremo a Diciannovequaranta, una striscia quotidiana di approfondimento in onda in fascia preserale (come da titolo), mentre il 16 settembre debutterà diMartedì, nuovo talk show della rete terzopolista nato dall’evoluzione di Ballarò. Two is meglio che one: la posta in gioco è alta, ma il Giova sembra pronto ad affrontare la sfida.

Diciannovequaranta e diMartedì: la redazione

Stamane il conduttore ha presentato le sue nuove creature alla stampa, tutto entusiasta per il suo esordio sull’emittente di Urbano Cairo. “La7 ci ha dato grandissima fiducia, investe su di noi per 5 anni, con un progetto che ci permette di ripartire da capo” ha dichiarato. Alle spalle del giornalista ci sarà una nutrita redazione composta da Lavinia Orefici, Isotta Galloni, Felicia Mammone, Luca Calvetta, Emanuela Pendola, Lucia Magi, Lorenzo Caroselli, Carlotta Garancini, Filippo Sciucchini, Raquel Garcia Alvarez, Luciano Cerasa, Francesca Caria, Giulio Taliercio, Claudia Nanni. Tutti all’opera per entrambi i programmi guidati da Floris. In regia, manco a dirlo, Duccio Forzano.

Diciannovequaranta: la nuova sfida di Floris

Il primo banco di prova per la squadra sarà lunedì prossimo con l’avvio di Diciannovequaranta. E’ un progetto coraggioso, in cui la rete crede, che piace a tutti e due” ha detto Floris, spiegando che al centro dell’appuntamento quotidiano ci sarà una notizia del giorno. Quindici o diciotto minuti per approfondirla e commentarla, con il supporto di Nando Pagnoncelli e dei suoi sondaggi. Non sempre e non necessariamente ci saranno ospiti in studio. Un progetto, questo, che il giornalista avrebbe voluto realizzare già in Rai, tuttavia per conferire al conduttore una collocazione quotidiana c’è voluta La7.

Floris su La7: c’erano divergenze con la Rai




21
agosto

LA7, GIOVANNI FLORIS METTE IN SCENA UN PROMO-TRASLOCO PER IL NUOVO PROGRAMMA

Giovanni Floris

Floris a La7: il promo del nuovo programma

Il titolo non è stato ancora svelato ma il promo c’è già. E l’idea è originale. Giovanni Floris mette in scena un trasloco, metafora del suo passaggio a La7. Il cambio di residenza – neanche a dirlo – è dal civico 3 al civico 7 di una medesima strada. Guardatelo:

Floris al lavoro per il nuovo programma su La7

Articolo dell’11 agosto 2014 – Lavori in corso. Alla faccia del ferragosto incombente, Giovanni Floris è all’opera per preparare al meglio il suo debutto su La7. Urbano Cairo ci tiene moltissimo, e il nuovo acquisto della rete terzopolista non può sbagliare il colpo. Con l’inizio della prossima stagione televisiva, l’ex conduttore di Ballarò anticiperà ogni giorno il tg di Enrico Mentana con uno spazio tutto suo, ma soprattutto occuperà il prime time del martedì con un programma d’attualità inedito sul quale si stanno concentrando le attese di molti. Floris, infatti, sfiderà a viso aperto il collega Massimo Giannini, designato come suo successore su Rai3. Sarà un duello a colpi di notizie e di ospiti, con un occhio ai dati d’ascolto.

Floris a La7: titolo del nuovo programma

Sulla nuova creatura di Floris si sa ancora poco. Persino il titolo è tenuto rigorosamente top secret. Secondo quanto riporta AdnKronos, però, il talk show potrebbe intitolarsi “diMartedì“, con ovvio e poco fantasioso riferimento al giorno della messa in onda. Il Giornale, invece, aveva suggerito che il programma potesse chiamarsi Abracadabra. Radar era invece il possibile titolo spifferato dall’Ansa. In attesa di conferme, la girandola di nomi lascia presagire un certo lavoro autorale anche sulla scelta del titolo. La sfida con Giannini comincerà anche da lì.

Al contempo, l’ex giornalista Rai sta gettando le basi anche per l’altro appuntamento affidatogli, che lo vedrà impegnato ogni giorno – dal lunedì al venerdì – nella fascia preserale, prima del notiziario delle 20 condotto abitualmente da Enrico Mentana. Si tratterà di una striscia d’approfondimento della durata di alcuni minuti, giusto il tempo per commentare o analizzare le principali notizie della giornata. Secondo AndKronos, il titolo del programma sarebbe “20 alle 20“, anche qui con riferimento alla collocazione in palinsesto.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,