3
luglio

SOTTO IL RED CARPET NIENTE: E LE CHIAMANO “PRESENTAZIONI”…

Presentazioni Palinsesti 2009/2010 @ Davide Maggio. it

Estate: tempo di repliche per i telespettatori, tempo di nuovi palinsesti per addetti ai lavori e investitori pubblicitari, in trepidante attesa delle famigerate presentazioni, per scoprire che cosa riserverà loro la nuova stagione televisiva, fra conferme, smentite e sorprese dell’ultima ora, che sembrano non arrivare mai.

Estate appunto. Mesi e mesi prima che i programmi in questione siano addirittura strutturati, scritti o pronti per la loro realizzazione. Estate si, quando alcuni di questi progetti nemmeno hanno ancora un nome, e risultano in piena fase embrionale. E allora perchè presentare qualcosa che non è ancora nato? Perchè spacciare una cellula per un neonato? Ce lo chiediamo anche noi di fronte a queste attesissime presentazioni estive, in cui non si aggiunge nulla di più a ciò che svariato tempo prima ha riempito le pagine di riviste, quotidiani e, ovviamente, blog, il nostro blog. Emblema di tutto ciò che vi abbiamo appena descritto è il reality che Paola Perego condurrà dalla prima settimana di settembre; non ha ancora un nome, ma ci danno la scoppiettante notizia che sarà ambientato in India. Come se noi di DM non lo avessimo già anticipato prima di qualunque altra fonte, numerose settimane fa!

E se di televisione dobbiamo parlare, e di questo DM si occupa, sembra anche superfluo commentare un red carpet o una manifestazione, per quanto sontuosa o pseudo-americana possa essere. Perchè sotto il red carpet, oltre alla polvere, bisognerebbe trovare i contenuti, quei contenuti che possano essere ritenuti degni di un tappeto rosso, di un buffet e del fantomatico clima di attesa che intorno a questi “eventi” si viene a creare. Da qui la scelta di posticipare i nostri resoconti, e relative osservazioni, sui palinsesti 2009/2010 di Mediaset (non che la RAI sia stata da meno, per carità), come in segno di ”protesta” di fronte a quello che non è altro che un ritorno su argomenti ampiamente trattati. Si perchè i lettori di davidemaggio.it sapevano già tutto quello che c’è da sapere sul Colore dei soldi, sul ritorno di Peter Pan, dell’approdo del simpatico Savino a Colorado o dell’Appuntamento al Buio della Tatangelo. E’ come un vizio: ci piace giocare d’anticipo, e proprio non troviamo nessuno stimolo nel seguire il copia-incolla di massa. D’altro canto, su DM si è già arrivati a parlare dei possibili “giochi” delle strenne natalizie 2009/2010 (leggi qui).




3
luglio

Protetto: ASCOLTI TV DI GIOVEDI 2 LUGLIO 2009: ZIG ZELIG VINCE LA SERATA (18.98%). RAITRE (14.52%) SOPRA RAIUNO (13.81%)

Questo post è protetto da password. Per leggerlo inserire la password qui sotto:


Inserire la propria password per visualizzare i commenti

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


3
luglio

DM LIVE24: 3 LUGLIO 2009

DM Live24 - 3 Luglio 2009
Live Comment on davidemaggio.it

Non sai cos’è DM Live24? Leggi qui

Dal Diario di ieri…

  • 90210 rinviato a settembre

iLollo ha scritto alle 16:36

90210 rimandato a settembre! [Via | Antonio Genna]





2
luglio

NICOLA SAVINO, DALLA RAI A MEDIASET PASSANDO PER DM. DOMANI SU DAVIDEMAGGIO.IT

Nicola Savino

2
luglio

BOOM! SARABANDA POTREBBE TORNARE IN AUTUNNO. DAL 30 NOVEMBRE

Belen Rodriguez - Sarabanda

Eh si, per la celeberrima saga “Cercasi erede Milionario disperatamente” il lieto fine potrebbe essere dietro l’angolo. Dopo anni e anni di sperimentazioni fallite, pare che a riuscire nell’ardua impresa di trovare un preserale valido da alternare a Chi Vuol Essere Milionario ci siano riusciti Teo Mammucari e il lato B di Belen Rodriguez. Che culo verrebbe da dire. No, non quello di Belen, ma l’aver raggiunto un obiettivo che sembrava più un miraggio.

Si dice, infatti, che qualora Sarabanda riuscisse a mantenere il 20% di share anche con la concorrenza di Reazione a Catena, potrebbe tornare in autunno. A dirla tutta, ci sarebbe già una data: si parla del 30 novembre per il ritorno dello spolverato et traslocato quiz musicale di Endemol.

Decisiva sarebbe la settimana in corso. Dicono che Gerry Scotti abbia avallato la scelta. Dicono.





2
luglio

CANTANDO, BALLANDO… “SOFFRENDO”: ECCO A VOI IL PROGRAMMA DI PUNTA DI CANALE ITALIA

Cantando Ballando

Le tv locali ci hanno abituato, soprattutto nei loro mirabolanti prime time, ad assistere a fenomeni da baraccone destinati ad un pubblico decisamente popolare ma che, allo stesso tempo, riescono a strappare un sorriso, se non una grassa risata, al telespettatore più elitario. A quanto pare, però, questi singolari siparietti non sono prerogativa esclusiva delle emittenti locali. 

Merita tutta la nostra attenzione, infatti, un programma di quella rete che, dalla prossima stagione, aspira nientemeno che ad essere la settima rete della nostra Penisola con un palinsesto completamente rinnovato (qui i dettagli). Parliamo di Canale Italia e di ”CantandoBallando“, programma “di punta” della rete (così recita il claim sul sito web ufficiale). Ma La7 può dormire sonni beatissimi: “CantandoBallando” è un programma che non sarà certo sfuggito all’occhio più attento, ma soprattutto quello più masochista, del telespettatore medio italiano.

L’obiettivo primario di questa trasmissione è senza dubbio quello di ricreare sul piccolo schermo le tipiche atmosfere che si respirano nelle feste di piazza o di qualunque altra sagra di paese, tradizione tipicamente italica. Difficile affermare se trattasi di geniale intuizione o di cretinata micidiale ma se prendiamo in analisi il programma partendo dallo studio e dai conduttori, bisogna ammettere che l’impegno di Canale Italia è sicuramente fuori discussione.


2
luglio

NESSUNA DATA CERTA PER LO SWITCH OFF VALDOSTANO

Switch off Aosta

La Valle d’Aosta è ancora lontana dallo switch off e una data certa non c’è. Lo ha annunciato il presidente della Regione, Augusto Rollandin, durante l’ultima seduta del Consiglio regionale.

Lo switch off era stato previsto, nei calendari ministeriali, per i giorni tra il 14 e il 23 settembre 2009 ma è sorto un problema: trovare le frequenze per i canali francofoni. La regione ha chiesto la disponibilità di un’ulteriore frequenza che permetta la trasmissione dei canali francesi sul territorio valdostano per garantire visibilità alla minoranza linguistica francese.

Le dichiarazioni del presidente della Valle d’Aosta smentiscono di fatto, quindi, quanto annunciato dall’on. Paolo Romani durante la presentazione dei Mediaset Days per lo switch over romano. Romani, viceministro alle Comunicazioni, aveva sottolineato che “Il calendario sarà rispettato” e “i canali a disposizione saranno largamente sufficienti per soddisfare le aspettative di tutti i broadcaster nazionali e locali, compreso anche il dividendo digitale”.

Con molta probabilità, lo switch off aostano slitterà solo per il tempo necessario all’assegnazione di un canale digitale alle emittenti francofone come già è avvenuto in Trentino dove la Ras, che cura la ritrasmissione dei segnali tedeschi e austriaci sul territorio italiano, ha già attivato molti impianti digitali in vista del prossimo switch-off.

Intanto Aosta e altri 16 comuni limitrofi hanno già spento Rai2 e Rete4 e ora li ricevono solo in digitale.

Rimaniamo in attesa di novità che possano, in conclusione, accontentare tutti: ministero, consiglio regionale e popolazione.


2
luglio

AMADEUS: CONTI, RIPRENDITI LA SCOSSA ALL’EREDITA’

Amadeus Intervista Seconda Parte @ Davide Maggio .it

[Di seguito la seconda parte dell'intervista esclusiva ad Amadeus. Qualora aveste perso la prima, potete trovarla qui]

  • Dopo 1 contro 100 sono stati testati Fifty Fifty e Jackpot. Un parere su entrambi e sui conduttori.

Io nelle mie dichiarazioni mi sono sempre fermato al lato professionale. Non mi sognerei mai di dare un apprezzamento su un conduttore. Nel caso di Gerry, ad esempio, che è uno che comunque ha fatto tutta la sua bella gavetta, mi è dispiaciuto leggere su Sorrisi e Canzoni che, ad una domanda postagli dal giornalista, ha risposto “Chi l’ha detto?”. E il giornalista: “Amadeus”. Scotti rispose: “ah, pensavo uno importante”. Ecco, questa è una cosa che io trovo veramente triste. In relazione al programma (Fifty Fifty, ndDM), invece, sarebbe da ipocriti non ammettere che sia andato male. Anche se mi piacerebbe sapere come mai non leggo alcuna critica e anzi vengono offerte al conduttore altre possibilità per testare altrettanti programmi. Significa che l’azienda crede in quel personaggio e io non posso far altro che essere contento per lui.

  • A te, invece, seconde chance non ne sono arrivate?

Non solo a me non mi sono state offerte le stesse possibilità, ma mentre i miei programmi sono stati etichettati come fiaschi, dei suoi non si è fatta alcuna menzione. Ecco perché, illo tempore, parlai di figli e figliastri”. C’è chi viene tutelato e chi no.

  • I rapporti tra voi sono, dunque, poco “simpatici”.

Beh, se lo incontro gli offro anche un caffè. Anzi, l’ho incontrato anche al ristorante e gli ho offerto una bottiglia.

  • Lui ti ha mai offerto niente?

In quell’occasione mi disse “A buon rendere”. Sto ancora aspettando, sono passati tre anni.

  • Probabilmente hai rappresentato per lui una minaccia, visto che eri stato chiamato per “soffiargli la poltrona”.

Non credo che sia stata una scelta lampo da parte dell’azienda e presumo che ne fosse a conoscenza.  

  • Per assurdo, poi, il fatto che Formula Segreta e 1 Contro 100 abbiano avuto vita breve, sembrano aver accresciuto il suo potere.


Davide Maggio consiglia...

Ascolti TV: i debutti dell’estate 2022 confrontati con quelli dell’anno precedente

Con la stagione tv 2021/2022 alle battute finali e l’estate 2022 al via, DavideMaggio.it continua a monitorare gli ascolti di tutti i debutti, confrontandoli con quelli della precedente

Streaming: punti di Forza e Debolezza, Opportunità, Minacce per Netflix, Disney+ e co.

E’ la nuova tv che avanza. Dai passi spediti però si è passati a qualche inciampo. Cosa succede nel modo delle piattaforme streaming? Molto spesso quando si parla

Giortì, 10 momenti cult: dal ‘rapimento’ di Giulia De Lellis alla voce del sess0 di Gemma Galgani

Dal goliardico rapimento di Giulia De Lellis alle mirabolanti gesta di Gemma Galgani nelle vesti di pizzaiola. Dalla “voce del sesso” sfoderata dalla dama di Uomini e Donne Over

10 espedienti per «massaggiare» gli ascolti TV

Sulla generalista vincono sempre tutti, non c’è mai nessuno che perda. Sulle tematiche è un record dopo l’altro, è sempre il miglior risultato di sempre. L’avvento dei nuovi