21
settembre

IL TELECOMANDO, LA GUIDA TV DI DM: 21 SETTEMBRE 2009

Guida tv del 21 settembre 2009

PRIME TIME

Raiuno, ore 21.10: Da Nord a Sud… e ho detto tutto

Parte stasera il varietà condotto da Vincenzo Salemme e Anna Falchi, per maggiori info su Da Nord a Sud… e ho detto tutto clicca qui.

Raidue, ore 21.05: Voyager: ai confini della conoscenza

Il programma ideato e condotto da Roberto Giacobbo giunto alla quindicesima edizione prende il via, a partire da stasera e sarà in onda, tutti i lunedì, per 11 puntate, dal nuovo studio 1 del CPTV di Torino. La prima puntata presenta la più estesa indagine sul 2012 mai realizzata prima, sulla scia del successo del libro di Roberto Giacobbo “2012 la fine del Mondo?” edito da Rai ERI e Mondadori e dopo aver ricevuto centinaia di mail e fax dai telespettatori. Cosa c’è di vero nelle profezie che prevedono la fine del mondo il 21 dicembre di quell’anno? Quali sono le sorprendenti coincidenze che collegano tra loro popoli e leggende provenienti da luoghi e tempi così lontani? Perché le loro profezie indicano tutte la stessa data? La squadra di Voyager ha raggiunto i recessi più nascosti del pianeta alla ricerca di risposte.

Raitre, ore 21:05: Chi l’ha visto?

Si parlerà del mistero della scomparsa di Letizia Teglia. In una registrazione rimasta segreta per 12 anni, si sente la voce della giovane donna, quasi cieca, che piange e racconta un sogno in cui una ragazza sta subendo una violenza sessuale da parte di due uomini. La voce di Letizia dice che bisogna chiamare la polizia. Ma la donna violentata era immaginaria, oppure era proprio lei, Letizia? E in che giro era finita la ragazza, scomparsa da Torino all’età di 25 anni?

Canale 5, ore 21.10: Intelligence

Al via oggi la fiction evento, in sei puntate, della stagione Mediaset. Per maggiori info sulla miniserie con Raul Bova clicca qui.

Italia1, ore 21.10: L’era glaciale 2, il disgelo

L’era glaciale 2 – Il disgelo è un film di Carlos Saldanha del 2006, con Ray Romano, John Leguizamo, Denis Leary, Seann William Scott, Josh Peck, Queen Latifah, Will Arnett, Jay Leno, Chris Wedge. Prodotto in USA. Durata: 90 minuti. Distribuito in Italia da 20th Century Fox a partire dal 21.04.2006. Trama: L’Era Glaciale è al termine e i ghiacciai stanno per sciogliersi, distruggendo le valli sottostanti. Starà a Diego, Manny e Sid avvertire tutti del pericolo incombente.




21
settembre

UOMINI & DONNE: CON MARCO E GIUSEPPE, NUOVI TRONISTI, SI APRE LA STAGIONE DEGLI AMORI IN TV

UOMINI E DONNE MARCO GIUSEPPE NUOVI TRONISTI

E’ ricominciato come ogni anno, con lo studio, il pubblico e la conduttrice di sempre. Anche gli opinionisti non sono cambiati, il solito Gianni Sperti e la solita Tina Cipollari, che da vamp si è trasformata per l’occasione in un’improbabile Ivana Trump. Stiamo parlando di Uomini e Donne, partito oggi con la prima puntata dedicata al trono blu. Due tronisti, tanti sgabelli da riempire, e il pubblico che scaldava i motori in attesa di poter gridare ancora una volta le proprie idee sull’amore, il corteggiamento e le dinamiche, per la verità negli ultimi anni un pò scarsine, che si scateneranno.

Il primo nuovo tronista si chiama Marco, è siciliano e nella vita fa l’istruttore di scuola guida. Le persona che non lo conoscono lo definiscono “tirato e montatello” ma lui ci tiene a specificare che “si sbagliano completamente“. Spiccato accento siculo, Marco ricalca di sicuro, e per sua stessa ammissione, il modello Federico, che vuole il tronista come un ragazzo semplice, senza esperienze nel mondo dello spettacolo, che possa garantire un sempre più latitante lieto fine. Cerca una donna “alta, semplice ma molto curata” e in parole povere definisce la donna dei suoi sogni “un femminone“. E su questi “femminoni“, ahinoi, Marco ha già le idee molto chiare, opinioni che hanno portato subito pubblico e corteggiatrici a definirlo un vero e proprio maschilista; Si perchè per il bel tronista “l’uomo è uomo, impara prima della donna, soprattutto a guidare. La donna è più propensa a fare altro, come badare ai figli“. E se lo dice lui…

Completamente diverso, almeno così sembrerebbe, è Giuseppe, 29enne di Milano che nella capitale della moda gestisce un negozio di abbigliamento. Occhi azzurri, un passato da modello, il neo-tronista dice di saper “lavare, stirare e cucinare“, come se questo lo qualificasse in qualche modo a star seduto alla corte di Maria, e la sua donna ideale “non è troppo barbie, precisina e impostata“. Forse vuole apparire aperto, forse vuol vantare di aver lavorato all’estero, ma quando dice di preferire una “ragazza smart” rimaniamo tutti un pò perplessi. Se Marco ricalca lo stile Federico, Giuseppe ci appare come un aspirante Costantino, troppo convinto di essere la persona giusta al momento giusto.


21
settembre

IL FATTO DEL GIORNO: UNA GARA CONTRO IL TEMPO PER L’APPROFONDIMENTO PIU’ VELOCE DELLA TV ITALIANA

MONICA SETTA IL FATTO DEL GIORNO

“L’unica novità di Raidue”, a detta della sua conduttrice, Monica Setta, che così ha esordito questo pomeriggio a Il Fatto del Giorno, l’approfondimento giornalistico che da oggi fino a giugno, dal lunedì al venerdì, seguirà a ruota le rubriche del Tg2 delle 13.00. “I fatti, in diretta, rigorosamente separati dalle opinioni: questo è il nostro slogan”, ha detto sempre Setta, ma stavolta in conferenza stampa. E l’ansia, Monica, dove la mettiamo? Un’ansia palpabile, una corsa da velocisti su rettilineo – sigla del programma è il Bartali di Paolo Conte, d’altronde -, dettata dalla volontà di comprimere in tre quarti d’ora scarsi, fortunatamente senza stacchi pubblicitari – almeno quello! -, tanta di quella carne al fuoco che Vespa ci camperebbe per una buona settimana.

E invece, in questi tre quarti d’ora scarsi di trasmissione, Monica Setta parla, a ritmo come non mai incalzante: dei caduti di Kabul – e delle loro famiglie, dell’eccezionale commozione degli italiani (e mica siamo bestie, comunque), delle posizioni contrastanti di governo e di parte dell’opposizione, dei perché della missione (“di pace”, come ha tenuto a sottolineare più volte), e ci lancia pure un sondaggio finito col 65% del pubblico a favore del nostro ritiro dall’Afghanistan; dell’omicidio di Saana a Pordenone - e del padre sciagurato, della madre edotta dall’imam locale, delle sorelline, dell’integrazione dei musulmani in Italia, di integralismo religioso, e ci infila anche un pò di ggente che di fronte alla domanda “Come reagirebbe se sua figlia frequentasse uno straniero” risponde con cose tipo “Se lui è un bravo ragazzo, mi basta che lei sia felice (e mica siamo bestie, ribadiamolo); e intervista Paolo Ferrero, il segretario di Rifondazione Comunista. In pratica, un quarto d’ora a ‘fatto’.

Il bello è che in questi tre quarti d’ora scarsi Monica Setta trova anche il tempo  per ascoltare le opinioni (ma lo slogan non era “fatti, non opinioni”?) di un parterre quanto mai affollato: il redivivo Raffaele Morelli e la super-rediviva Enrica Bonaccorti, Simona Izzo, gli onorevoli Pdl Saltamartini e Capezzone, la segretario Ugl Renata Polverini e la sempre tanto discussa Debora Serracchiani, PD. Tante di quelle teste pensanti – e parlanti - che ce ne sarebbe per far finire tutto in cagnara.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





21
settembre

INDISCRETO DM: ERNESTO SCHINELLA ALLA CORTE DEL REGISTA DE I CESARONI

ERNESTO SCHINELLA PROVINO CESARONI

Vi ricordate di Ernesto Schinella, detto Ernestino? L’ultimo enfant prodige della televisione italiana ha mosso i primi passi nel 2002, quando ha partecipato allo Zecchino D’Oro con la canzone “Il Ramarro con tre Erre“. Dal Festival dei bimbi è poi approdato, nel 2008, allo show rivelazione di Antonella Clerici “Ti Lascio una Canzone“, nel quale si è fatto notare non solo per la sua voce, quanto per la sua spontaneità di fronte all’occhio delle telecamere. E così, se Ernestino ha dimostrato di essere nato per intrattenere, Raiuno non si è lasciata scappare l’occasione di allevare un così giovane talento, affiancandolo al più navigato Pupo, durante lo show del sabato sera “Volami nel Cuore“.

Pare, però, che il futuro riservi al bimbo prodigio un futuro nella fiction nostrana, segnando il passaggio del piccolo Schinella dalla musica alla recitazione. Sembra, infatti, che nella carriera di Ernesto si sia affacciata la possibilità di un provino con il regista della seguitissima serie de I Cesaroni, arrivata ormai al suo quarto anno di messa in onda sugli schermi italiani, orfana del personaggio di Lucia, interpretato da Elena Sofia Ricci e pronta ancora a far sognare gli italiani con nuove storie d’amore e d’amicizia.

Sarà stato un casting proprio per l’amatissima saga familiare di Canale5? E di quale personaggio potrebbe vestire i panni Ernestino? Sarebbe possibile ipotizzare che per il baby cantante si profili un ingresso nella fiction grazie al nuovo nucleo familiare composto, fra gli altri, anche dal personaggio di Olga, new-entry della serie che avrà il volto della bella Barbara Tabita, chiamata come nuova presenza femminile in arrivo al quartiere della Garbatella.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


21
settembre

DM LIVE24: 21 SETTEMBRE 2009 [OCCHI PUNTATI SU UOMINI E DONNE, la premiere]

DM Live24: 21 Settembre 2009

>>> Appuntamenti LIVE del giorno

Per tutta la giornata seguiremo le premiere di RAI e Mediaset. Nello specifico:

Dalle 14.00: Il Fatto del Giorno (Raidue)

Dalle 14.45: Italia sul 2 (Raidue)

Dalle 14.45: Uomini e Donne (Canale5)

Dalle 16.40: Scalo 76 Talent (Raidue)

Come sempre, invece, dalle 18.55 seguiremo LIVE il day time di XFactor.

>>> Dal Diario di ieri…

iLollo ha scritto alle 15:53

L’Isola dei Famosi riparte mercoledì 13 gennaio!

  • I Muse, che burloni

Assimo ha scritto alle 17:45

Delurko per segnalare che dalla Ventura i Muse hanno suonato e sono stati intervistati in composizione “strana”. Per prenderla per i fondelli? Comunque, solo la Ventura non se ne è accorta. Che donna! (trovate già i video su youtube)

[i Muse si invertono gli strumenti e nessuno in studio si accorge che il batterista cantava e suonava il basso, il bassista la chitarra e il cantante era alla batteria. Finita l'esibizione Simona Ventura ferma l'improvvisato cantante, che in realtà è il batterista, al quale fa qualche domanda di rito, continuando a non accorgersi dello scherzo anche quando vengono citati i nomi degli altri componenti del gruppo nei ruoli invertiti. Un applauso ai Muse, geniali non solo nella musica ma anche nell'umorismo - da disinformatore.com]





21
settembre

DOMENICA IN: VALERIA MARINI C’E’. E SI AGGIUNGE L’EREDITA’ DI CARLO CONTI

Valeria Marini (Domenica In)

L’avevamo annunciato una decina di giorni fa: la guerra degli ascolti della domenica pomeriggio era alle porte e un ciclone chiamato Valeria Marini stava per abbattersi sul contenitore domenicale di Raiuno (leggi qui). Oggi, dopo il debutto di Domenica Cinque, in casa Rai continuano i preparativi per la nuova Domenica In, al via domenica 4 ottobre, e arrivano le prime conferme. Come anticipa Tv Sorrisi e Canzoni, in edicola domani, il direttore di rete Mauro Mazza non solo ha pensato a uno spazio per Valeriona nazionale ma ha intenzione di regalare al Tg1 delle 20.00 un Eredità di tutto rispetto.

I lavori sono ancora in corso, ma l’idea della fiction in replica tra gli spazi di Giletti e Baudo pare essere stata accantonata e per battere la concorrenza bislacca di Canale5 il pomeriggio è stato “ristrutturato” rispetto alle idee iniziali: l’Arena di Massimo Giletti in partenza alle 14 (dopo il nuovo spazio-interviste del direttore Mazza) si allungherà di mezz’ora per cedere immediatamente dopo la linea a Pippo Baudo con Domenica In 7 giorni. E proprio all’interno della fascia baudiana si collocherà il nuovo spazio della Marini:

Per Valeria Marini abbiamo pensato a uno spazio all’interno del programma condotto da Pippo Baudo” annuncia Mazza. “Una sorta di salotto tv dove chiacchierare tra donne o, se si vuole, il classico tè con pasticcini del pomeriggio”.

Uno spazio al femminile, dunque, per accontenare le casalinghe all’ascolto. All’ufficialità manca solo la firma, ma i giochi sembrano ormai fatti. Mazza anticipa che Pippo Baudo avrà un programma rinnovato, strizzando l’occhio al talent show: “uno spazio veramente innovativo nel quale saranno protagonisti tanti giovani ricchi di talento”. Ma Baudo non cederà la linea direttamente al Tg1 poichè Mazza ha ben pensato di posizionare anche alla domenica L’eredità di Carlo Conti, facendolo scontrare direttamente col Milionario, che nella scorsa stagione spesso e volentieri superava Baudo in ascolti. Sarà contento Minzolini, visto che il suo Tg1 alla domenica sera soffre nei confronti del Tg5.


21
settembre

CHIAMBRETTI NIGHT: TORNA PIERINO ED E’ SUBITO QUESTIONE MORALE

Chiambretti Night (Dana Mattews e Fabio Capello)Pierino, dì qualcosa di sinistra! E invece: “A Mediaset godo della massima libertà”, “Mi sembra che la libertà di stampa in Italia goda di ottima salute”, e ancora, “La sinistra mi ha procurato uno sgretolamento progressivo delle palle“. Virgolettati pescati qui e là – La Repubblica, Quotidiano NazionalePanorama – lanciati da Piero Chiambretti alla vigilia della riapertura del Night ‘ciòvane’ di Italia1; ospiti delle prima puntata Alessia ‘Wüber’ Marcuzzi, Alfonso Signorini e il cardinal Ersilio Tonini a confronto sulla sìddetta questione morale (a Mediaset).

La questione morale a Mediaset? Quale ardire! Sicuri che Fidèl Confalonieri (el lìder màximo de Cologno, ndDM) gradirà? La questione morale a Mediaset: ma è “la notizia del secolo”, si stupefà Silvia Fumarola, l’intervistatrice di Repubblica; “E perché mai”, ribatte Chiambretti, già pasionario della gauche nostrana, “sono stato censurato in Rai, mica a Italia1. Si vede Mediaset come il diavolo tentatore del malcostume, ma se negli anni ‘80 è stata pioniera della tv scollacciata bisogna contestualizzare: erano gli anni in cui l’ombelico poteva essere motivo di contestazione”.

Quale affronto al quotidiano delle fatidiche dieci domande al Premier, che infatti cerca subito di riportare le fila del discorso sul giusto binario – il suo, nient’altro che il suo - chiedendo con malcelata malizia al conduttore torinese se avrebbe affrontato l’affaire escort se non avesse le ali tarpate dal nemico: “I programmi non possono diventare sedi processuali, io di escort ho parlato anche alla presentazione dei palinsesti, non è una parola che non si possa usare a Mediaset. Nessuno mi ha mai detto niente“. E allora cosa la frena, Chiambretti? – prova a incalzarlo un’ultima volta la povera Fumarola: “Il buongusto. Non mi ritengo né il portatore di un messaggio di cui non si può fare a meno, né il fustigatore dei costumi, né il leader di un partito sottotraccia”.


21
settembre

DE GRANDE FRATELLO HISTORIA UNIVERSALE/ 6: ALBANIA

Grande Fratello Albania

Ennesima puntata della nostra storia del Grande Fratello nel tempo e nello spazio in attesa della decima edizione straordinaria che partirà il 19 ottobre in Italia. Dopo Australia, Medio Oriente, Filippine, Africa e Olanda, oggi andiamo a curiosare in Albania

Nemmeno l’Albania, terra profondamente segnata da problemi economici e sociali, ha resistito al GF, anche se lo trasmette da soli due anni e con montepremi di gran lunga inferiori ai nostri (circa 70 mila euro). La moda mediatica ha acceso il Big Brother anche negli studi di Tirana, conquistando subito la ribalta del sabato sera con la puntata settimanale in prime time. Produzione sobria dunque ma risultati formidabili, a tal punto da diventare il principale argomento di discussione all’interno del paese data l’estrema popolarità presso gran parte dei segmenti di audience.

Non solo. L’eco mediatica raggiunta ha determinato in due tv via cavo la volontà di ”fare business” sul live dalla casa (in Italia quest’anno sarà in esclusiva sul digitale). Addirittura pare che l’effetto di choc positivo sulla popolazione sia stato così dirompente da acquisire spesso la nomenclatura di Magic Eyes. Eppure i problemi produttivi non sono mancati: il corso della prima edizione infattiè stato pesantemente segnato da ostacoli e imprevisti. Per ben tre volte lo show serale è stato sospeso, è successo di tutto: un’esplosione violenta a poca distanza dalla casa (VIDEO nella seconda parte del post) con il conseguente trasferimento dei concorrenti in Hotel, la prematura scomparsa in un incidente automobilistico del direttore della rete emittente, una lite eccessivamente violenta tra due inquiline.


Davide Maggio consiglia...

Ascolti TV: i debutti della stagione 2020/2021 confrontati con quelli dell’anno precedente

Anche quest’anno DavideMaggio.it ha deciso di monitorare tutti i debutti della nuova stagione TV 2020/2021 confrontandoli con quelli dello scorso anno. Nessuno, d’altronde, può prescindere dagli ascolti. Ecco

Autunno 2020: quando partono i programmi TV – calendario aggiornato

Via alla stagione TV 2020/2021. Si parte, come ogni annata, dai palinsesti autunnali e DavideMaggio.it ha stilato il calendario delle partenze. Prendete nota: ecco giorno per giorno – salvo

Netflix: la rivoluzione è borghese

Sorpresona: Netflix è un’azienda che mira al profitto esattamente come le altre. E’ strano ribadirlo ma i ‘moti di protesta’ contro l’azienda di Los Gatos ci spingono a

10 espedienti per «massaggiare» gli ascolti TV

Sulla generalista vincono sempre tutti, non c’è mai nessuno che perda. Sulle tematiche è un record dopo l’altro, è sempre il miglior risultato di sempre. L’avvento dei nuovi