6
agosto

I PALINSESTI DI SETTEMBRE DEI CANALI RAISAT: FILM, FICTION, CARTONI ANIMATI E INTRATTENIMENTO PER TUTTI

Settembre sui canali RaiSat 

L’appena ri-nata RaiSat, dopo l’uscita dalla piattaforma Sky, è pronta per la sua prima stagione free (sul digitale terrestre e su TivùSat) che, stando a quanto annunciato, non si discosterà molto dalla precedente con l’unica eccezione del David Letterman Show che passerà sull’ormai concorrente SkyUno.

RaiSat Cinema, come suo solito, offrirà tante pellicole cinematografiche italiane e internazionali cult dedicando, ogni serata, ad un tema. Il lunedì aprono le danze a colpi di cazzotti due “eroi” italiani dai nomi americaneggianti Bud Spencer e Terence Hill che vi divertiranno con i loro avvincenti film degli anni 70. Il martedì toccherà al fantascientifico con titoli del calibro di “Alien Predator”, film statunitense del 1987 diretto da Deran Sarafian. Il melodramma cinematografico torna in tv il mercoledì mentre la commedia americana ed estera avrà la sua serata d’onore il giovedì. Nel più classico giorno settimanale della paura, il venerdì, anche RaiSat Cinema dedicherà la prima serata ai film thriller mentre le serate dei più piovosi sabati autunnali saranno dedicate al divertimento con la commedia all’italiana degli anni 70 e 80, spaziando da Carlo Verdone ad Alberto Sordi. La domenica sarà, infine, dedicata ad un altro eroe romano ma dal nome americano: Tomas Millian con i suoi film più noti come “Squadra antifurto” e “Squadra antitruffa”.

RaiSat Premium, che, vista la programmazione, si sarebbe potuto chiamare RaiSat Fiction, trasmetterà per tutta la settimana fiction Rai come Il veterinario e “Il Maresciallo Rocca” (lunedì), Donna Detective e Provaci ancora prof! (martedì), Commesse (mercoledì), Lo Zio d’America (giovedì), Tutti pazzi per amore” (venerdì), Don Matteo (domenica) e dedicherà il sabato alle migliori miniserie condensate in una sola serata. Tra queste ritroviamo Assunta spina con una brava Bianca Guaccero, La provinciale con Sabrina Ferilli, Cime tempestose, tratta dall’omonimo romanzo.




6
agosto

BOOM! E BASTA!

Punto Interrogativo

Bisogna saper Regolare le notizie quando si tratta di piccoli, grandi, Signori che si apprestano a lasciare la direzione di prestigiosi settimanali per prendere quella di un’emittente televisiva.

Soprattutto quando questa è un’ammiraglia.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes


6
agosto

PAULA ABDUL LASCIA AMERICAN IDOL. IL TALENT PIU’ FAMOSO DEL PIANETA PERDE LA SUA GIURATA PIU’ SIMPATICA

Paula Abdul lascia American Idol

E’ ufficiale, la giurata più simpatica di American Idol, Paula Abdul, fa le valigie e saluta il talent show più visto negli Stati Uniti d’America e più famoso del pianeta.

La notizia è stata data dalla stessa cantante agli affezionati fan attraverso la sua pagina ufficiale di Twitter, con parole piuttosto inequivocabili: “Con la tristezza nel cuore ho deciso di non tornare ad American Idol. Mi mancherà scoprire nuovi talenti, ma più di ogni cosa mi mancherà essere parte di uno show che ho aiutato dal primo giorno a diventare un fenomeno internazionale. Quello che più mi preme dire è quanto io apprezzi il vostro supporto ed enorme amore, è veramente da togliere il fiato. Ho senza alcun dubbio i migliori fans in tutto il mondo. Vi amo“. Un lungo e accorato addio dunque, ma nessuna motivazione che spieghi quel posto vuoto al bancone della giuria, dove nell’ultima edizione Paula Adbul, Randy Jackson e Simon Cowell avevano accolto anche una quarta componente, la talent scout e produttrice Kara Dioguardi, che resterà come unica donna nella prossima edizione dello show.

Due i rumors più insistenti circa questa improvvisa uscita di scena dell’artista. Il primo riguarda il cachet della Abdul, che avrebbe chiesto almeno trenta milioni di dollari l’anno, a fronte dei cinque offerti da FOX, cifra rimasta invariata durante tutte le stagioni precedenti di American Idol. Il secondo, invece, ha a che fare con il futuro lavorativo della quarantasettenne Paula, che stando ai pettegolezzi non resterebbe disoccupata per molto tempo; Nigel Lythgoe, produttore sia di American Idol che del suo corrispettivo nel mondo della danza, “So You Think You Can Dance“, avrebbe già chiesto alla star degli anni ottanta di entrare nel team di quest’ultimo, come coreografa e giurata dei futuri ballerini d’America.





6
agosto

INTERVISTA ESCLUSIVA A PAOLA PEREGO. PROSSIMAMENTE SU DM

Paola Perego

Ce l’abbiamo fatta! Nei prossimi giorni DM intervisterà Paola Perego in vista della partenza della sua Tribù per la Missione Indiana che animerà i palinsesti di Canale5 dal prossimo 16 settembre.

Un’intervista che ha un sapore tutto particolare poichè si pone l’obiettivo di essere più che un’intervista un confronto, come richiesto a gran voce dai lettori di questo blog.

Per questo motivo e in considerazione del tempo a nostra disposizione, avete la possibilità di suggerire una domanda da porre alla conduttrice. Mano alle “penne”, dunque. Da questo momento i commenti sono a vostra disposizione.


6
agosto

Protetto: ASCOLTI TV DI MERCOLEDI 5 AGOSTO 2009: GLI ITALIANI PREFERISCONO SOGNARE PIUTTOSTO CHE METTERSI ALL’OPERA. REAZIONE A CATENA DA RECORD (29.52%)

Questo post è protetto da password. Per leggerlo inserire la password qui sotto:


Inserire la propria password per visualizzare i commenti

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





6
agosto

COLPO DI SCENA NELL’ANIMAZIONE: SBLOCCATI I DIRITTI DI “SAILOR MOON” CHE TORNA SU HIRO. MA LA RAI NON STA A GUARDARE: CODE GEASS E GURREN LAGANN DA SETTEMBRE SU RAI 4

Sailor Moon

I più incalliti fan di anime sono pronto a gridare al miracolo. Ed invece il prodigio è avvenuto: Sailor Moon torna sugli schermi italiani dopo un decennio dall’ultimo saluto al bel paese su Italia1. Ed il ritorno, come rivela Fabrizio Margaria dalle pagine di AnimeFun, avverrà in grande stile niente popodimeno che sul digitale terrestre pay di Mediaset: Hiro accoglierà la serie campione d’ascolti a partire da gennaio 2010.

Sailor Moon, fondatore del genere anime “fantasy” in cui guerriere e paladine della giustizia, dotate di magici poteri, combattono per la libertà e per la Terra, è uno tra i più popolari e celebri anime di tutti i tempi. Cinque serie animate e tre lungometraggi hanno fidelizzato un pubblico che non teme rivali nonostante l’interruzione della messa in onda, in tutto il mondo, per questioni legate ai diritti: ancora non è dato sapere se i motivi siano legati a vicende interne alla casa editrice o se sia da ricercare nello scarso gradimento che l’autrice ma mostrato nei confronti delle continue censure apportate alla serie da parte delle emittenti televisive di tutti i paesi. Censure che sono riuscite a ribaltare le trame ma che “dovevano” essere adottate a causa degli eccessivi riferimenti sessuali e all’uso della violenza che non rendevano il prodotto frubile da un pubblico di ragazzine, come volevano network tv e inserzionisti.

Dopo lo sblocco dei diritti, avvenuto per primo in Gran Bretagna, si era affacciata l’ipotesi di una riproposizione anche in Italia, prospettiva che si è fatta sempre più concreta sino alle recenti dichiarazioni di Mediaset. Quel che sembra certo è che, proposto prima sul dtt, Sailor Moon verrà anche inserito nel palinsesto di Italia1, per rappresentare, forse, una valida alternativa a Dragon Ball in lunch time.


6
agosto

DM LIVE24: 6 AGOSTO 2009

DM Live24: 6 Agosto 2009
Live Comment on davidemaggio.it

Non sai cos’è DM Live24? Leggi qui

Dal Diario di ieri…

  • Spostamenti

AleJonica ha scritto alle 20:06

[da Dagospia] Giorgio Mulè ritorna a Segrate per dirigere “Panorama” - A “Studio Aperto” si aprono le porte per Brachino – Mario Giordano a Videonews

  • Survivors

iLollo ha scritto alle 18:02

Su RaiTre, da giovedì 3 settembre in prima serata, andrà in onda il telefilm Survivors.


5
agosto

METTIAMOCI ALL’OPERA, STASERA SU RAIUNO FABRIZIO FRIZZI AVVICINA IL TEATRO ALLA TV

Mettiamoci All’opera Fabrizio Frizzi Raiuno

Se Amici di Maria De Filippi è riuscito nell’intento di riavvicinare la danza classica al piccolo schermo, è il caso di considerare possibile anche l’esperimento che si affaccia stasera alle 21:10 sul palinsesto estivo di Raiuno, questo “Mettiamoci all’Opera“, condotto da Fabrizio Frizzi e rivolto a tutti gli appassionati della musica lirica.

Un talent-show che poco ha a che fare con i grandi numeri della musica pop, e che strizza l’occhio al mondo, anche leggermente snob, del teatro, da troppo tempo lontano dal piccolo schermo, in cui in tempi non remoti era ospitato, seppur a piccole dosi. E se i tenori in versione baby di “Ti lascio una Canzone” hanno riscosso un successo tale da poter tentare il lancio discografico, con tanto di tour mondiale, c’è speranza anche per gli otto giovani cantanti lirici, quattro soprani e quattro tenori, che stasera si sfideranno all’ultimo acuto, accompagnati da un’orchestra di ben 35 elementi, diretta dal maestro Nicola Colabianchi. A fare da cornice a questo ritorno di Frizzi in prima serata sarà il Teatro Vespasiano di Rieti, celebre per essere stato uno dei luoghi più importanti della Lirica e per la sua straordinaria acustica.

E così la Rai gioca d’anticipo, considerando che dalla prossima stagione la lirica sarà una delle materie di insegnamento nella nuova scuola di Amici, che, abbandonata la categoria degli Attori, ha deciso di dedicarsi alle impegnative arie ed opere che hanno fatto la storia della musica con la emme maiuscola. E chissà che non sia proprio la magia delle note ad avvicinare il teatro, foriero di una cultura difficilmente approcciabile da tutti, al tubo catodico, in cui si fa breccia nel cuore del pubblico attraverso il pop che piace e conquista i numeri, orfano ingiustamente delle tavole del palcoscenico. Perchè se i talent-show che già conosciamo hanno contribuito a riportare in auge il balletto, e ad avvicinarlo ai grandi numeri che fanno share, è auspicabile che anche il canto vada, seppur in parte, in quella direzione, nella speranza di riavvicinare due mondi che sembrano così incompatibili ma che potrebbero, attraverso una reciproca tolleranza, sperimentare e stupire il proprio pubblico.


Davide Maggio consiglia...

Quando finiscono i programmi TV

La stagione televisiva 2019/2020 è arrivata alle ultime settimane di programmazione. Un’annata segnata dall’emergenza Covid-19, che ha interrotto trasmissioni ma più ripartite, sospeso momentaneamente altre e costretto altre

Netflix e la regola delle ‘3 s’: Sesso, Sangue, Spagna

Sesso, Sangue, Spagna. La popolarità su Netflix riscrive la regola delle 3 s (sesso, sangue, soldi); gli abbonati della piattaforma prediligono prodotti dai “contenuti bollenti”, infarciti di omicidi

Ascolti TV: i debutti della stagione 2019/2020 confrontati con quelli dell’anno precedente

La stagione tv 2019/2020 è ormai nel vivo e il tema caldo degli ascolti, crocevia per la riuscita o meno di un programma, anima (e agita) diretti interessati

10 espedienti per «massaggiare» gli ascolti TV

Sulla generalista vincono sempre tutti, non c’è mai nessuno che perda. Sulle tematiche è un record dopo l’altro, è sempre il miglior risultato di sempre. L’avvento dei nuovi