8
agosto

DM LIVE24: 8 AGOSTO 2009

DM Live24: 8 Agosto 2009
Live Comment on davidemaggio.it

Non sai cos’è DM Live24? Leggi qui

Dal Diario di ieri…

  • La Tribù Missione India, arriva il logo

mìsterFRIKY ha scritto alle 11:18

Stanotte su Canale 5 prima del Tg5 della notte è andato in onda il promo del reality della Perego e per la prima volta si vedeva il logo, che è molto simile a quello della talpa…

  • Mario Giordano alla direzione di Studio Aperto

AleJonica ha scritto alle 18:28

Cologno Monzese, 7 ago. (Adnkronos) – Mario Giordano, direttore Nuove Iniziative News di Mediaset, dal primo settembre 2009, assumera’ anche la carica di direttore di Studio Aperto, il tg di Italia 1 che ha gia’ guidato dal novembre del 2000 al settembre 2007, quando fu chiamato a dirigere ‘Il Giornale’. Con lui, alla guida del telegiornale di Italia 1, arrivera’, dal primo ottobre 2009, Giovanni Toti con la qualifica di condirettore. La notizia – anticipata dall’ADNKRONOS – viene confermata ufficialmente da un comunicato di Mediaset.

  • Rai4

iLollo ha scritto alle 22:43

Su Rai4 è passato un interessante promo con vari video di scioperi e manifestazioni del popolo, forse è un documentario! Quello che è certo è che Tempi di Woodstock andrà in onda martedì 18 agosto, ed è la prima volta che questo canale realizza simili iniziative! Sono curioso di saperne di più su questa cosa!




7
agosto

THE SHIELD: VIC MACKEY, EROE CORROTTO, RITORNA DA STASERA SU ITALIA1 CON LA SESTA STAGIONE

The ShieldProstituzione, traffico di droga, stupri e omicidi, si susseguono alimentando un’atroce spirale di violenza, sullo sfondo della città degli angeli, Los Angeles, che di angelico ha ben poco. Il solo che riesce a combattere, in maniera incisiva, la deriva criminale della città è il detective Vic Mackey, protagonista di The Shield.

Dimenticate, però, il poliziotto buono e compassionevole. Mackey è tutt’altro, al limite tra legale e illegale, perennemente in lotta contro il male, allo scopo di combatterlo, ne assume il modus operandi. Solo, infatti, scendendo a patti con la malavita riesce a limitarne il potere. Vicky è a capo di un’unita scelta chiamata Squadra d’Assalto, composta da poliziotti specializzati nella lotta al crimine e disposti ad agire secondo le sue regole. I suoi discutibili codici di comportamento lo rendono, spesso, oggetto di critiche da parte dei suoi superiori.

The Shield, ritorna a partire da stasera su Italia1, in seconda serata, con i dieci episodi inediti della sesta e penultima stagione. La serie, in America, è stata ben accolta dalla critica per via dell’estremo realismo del racconto e del linguaggio. Ciò nonostante non possiamo esimerci dallo stigmatizzare alcuni eccessi narrativi votati alla morbosità e al sensazionalismo. Al buon riscontro della critica sono seguiti una serie di premi, tra cui un Emmy e un Golden Globe per Michael Chiklis, l’attore che dà il volto a Mackey, per la sua interpretazione.

Di seguito le trame degli episodi in onda stasera:


7
agosto

FABRIZIO CORONA VS SIMONA VENTURA: RISSA SFIORATA IN COSTA SMERALDA

Simona Ventura VS Fabrizio Corona

Nelle caldi notti della Costa Smeralda, tra locali pregni di aspiranti veline, ricchi imprenditori e personaggi del jet set, può succedere di tutto. Passioni esplosive, tradimenti, sbronze e addirittura risse. Chissà quante ne hanno dovute placare i bodyguards dei locali più alla moda della Sardegna, ma quella che è successa ieri sera nel privè del locale “Sottovento” sta facendo il giro delle agenzie e dei giornali per via dei protagonisiti illustri coinvolti nella vicenda.

Entrambi personaggi televisivi, molto famosi, dal carattere fumantino, senza peli sulla lingua. Lui: Fabrizio Corona, aria da bullo, già noto alle cronache giudiziare, in vacanza con la fidanzata Belen Rodriguez. Lei: Simona Ventura per nove mesi regina di Raiude, in estate regina della Costa Smeralda. Constatate le generalità, passiamo ai fatti. Erano le 3.30 del mattino quando, a quanto si apprende dall’Adnkronos, nel privè del “Sottovento” i due, seduti allo stesso tavolo, hanno iniziato a discutere animatamente. Ad un certo punto la situazione è precipitata quando l’ex agente di fotografi e futuro attore si è alzato e si è avvicinato alla conduttrice gridandole contro e insultandola.

Per evitare l’inevitabile, tempestivo l’intervento di un bodyguard che si e’ avvicinato temendo che Corona, visibilmente molto agitato, potesse farsi troppo sotto alla Ventura. Infastidito dal tentativo della security di immobilizzarlo, l’ex fotografo ha cercato di allontare il bodyguard con uno spintone. La muscolosa guardia del corpo ha tuttavia ricambiato la cortesia colpendolo al viso. Scongiurato il peggio, Mona Nostra se l’è data a gambe lasciando frettolosamente il locale. La domanda sorge spontanea, cari amici pettegoli del web: cosa si saranno detti i due da causare una simile reazione?





7
agosto

REAZIONE A CATENA: UN SUCCESSO DA PROMOZIONE PER PUPO E IL QUIZ CHE RINFRESCA LA MENTE

Reazione a Catena

La fascia preserale è una delle più importanti e strategiche di tutta la giornata televisiva, sopprattutto per quanto riguarda le reti ammiraglie. E lo è per due motivi: il primo risiede certamente nell’importanza degli investimenti pubblicitari che vengono destinati allo slot di cui parliamo; il secondo è la strategicità della fascia oraria che traina i telespettatori ai telegiornali delle reti ammiraglie (sono fondamentali, dunque, per i risvolti che hanno sull’informazione). Eredità e Milionario a parte, molti quiz sono stati testati e molti cassati per scarsi ascolti (soprattutto in quel di Cologno Monzese) ed è risultato difficile trovare dei prodotti competitivi che intrattengano casalinghe pronte a mettersi ai fornelli e mariti di ritorno dal lavoro (i quiz ormai storici sono in onda da svariati anni e la voglia di innovare non è trascurabile). Ma in quest’estate catodica senza infamia e senza lode, il preserale di Raiuno ha colpito nel segno: Reazione a catena sta facendo un ottimo lavoro coniugando divertimento, abilità linguistiche e brillanti risultati d’ascolto.

Al terzo anno di sperimentazione estiva, Reazione a catena sta navigando a vele spiegate nel mare dei palinsesti tv,  incrementando di settimana in settimana audience e share (come si può notare grazie alla rubrica Auditel): partito con una media che si aggirava attorno al 23-24% di share, in alcune puntate è arrivato a superare addirittura il 30%,  facendo sfigurare la nuova edizione di Sarabanda, nonostante un lato B-elen che tanto piace agli italiani. Gongolerà il timoniere Pupo, reduce da una stagione da dimenticare (vedi Volami nel cuore e I Raccomandati al 18%), il quale pochi minuti prima delle 20 lascia la linea al Tg1 con uno share che ha ben poco da invidiare a quello dell’ormai celebre Ghigliottina di Carlo Conti.

Ecco perchè, dati alla mano, viene da proporre una promozione sul campo per il quiz che rinfresca la mente: è arrivato il momento di lasciare i lidi estivi e di sperimentare Reazione a catena nel periodo invernale. Perfetto sarebbe un ciclo di prova, a nostro parere, durante le prossime strenne, per poi ipotizzare una staffetta con l’Eredità, in maniera tale da non usurare il format. Anche il Moige appoggerebbe la nostra proposta, visto che, nel report di luglio, ha promosso a pieni voti il game di Pupo.


7
agosto

ELENA SOFIA RICCI E I MOTIVI DELL’ADDIO AI CESARONI. CHE NE SARA’ DI LUCIA?

Elena Sofia Ricci Cesaroni

2005: Elena Sofia Ricci abbandona Orgoglio, serie incredibilmente di successo, ascolti da capogiro. 2009: Elena Sofia Ricci abbandona I Cesaroni, vero e proprio fenomeno di costume dal successo inarrestabile. La storia si ripete, perchè lei, la bella Elena, è coraggiosa e non vuole rimanere incastrata in un personaggio, anche se questo è adorato dalla gente.

E così, a poco tempo di distanza dalla notizia che ha lasciato di stucco i fan della serie ambientata nel quartiere romano della Garbatella, la Ricci decide di spiegare il perchè di questa nuova fuga dal set, che si rivela premeditata fin dalla primissima firma del contratto che ha legato l’attrice alla famiglia più amata del piccolo schermo. In un’intervista a Il Giornale, Elena Sofia Ricci confessa: “In verità ci pensavo dall’inizio. Avevo firmato un contratto per tre serie e quindi mi ero già data un limite. Per avere la libertà di prendere le distanze. Loro sono una famigliona incredibile e io sono un tipo monogamo e affezionato. Per questo la scelta è stata molto dolorosa. Potrei tornare solo se ci fossero delle novità strabilianti. Ma dovevo pur pensare alla mia carriera“.

Ed è proprio alla carriera che l’attrice guarda con occhi pieni di speranza. Nel futuro per lei c’è già “Gli ultimi del paradiso“, miniserie Rai che ha girato a Trieste con Massimo Ghini, una storia d’amore che è anche un racconto delle morti bianchi e della solidarietà fra lavoratori. E poi il cinema, quel sogno che fatica a svanire e che la Ricci dice di voler realizzare con i registi che non hanno pregiudizi verso gli attori che vengono dal tubo catodico. “Per anni ho avuto difficoltà a girare film perché c’era un muro che separava chi lavorava in tv e chi al cinema” - confessa – “Ora c’è una nuova generazione di registi molto intelligente che vuole lavorare con gli attori che ama“, e fra i suoi preferiti cita Tornatore e il sempre più amato Ozpetek, nella speranza che raccolgano l’appello.





7
agosto

FENOMENO SOTTOTITOLI: QUANDO LE SERIE TV PARLANO ITALIANO TROPPO PRESTO (E FANNO CROLLARE GLI ASCOLTI?)

Subtitles Fenomeno Sottotitoli Serie Tv

Tutti le conoscono, in pochissimi le guardano (sul piccolo schermo). Sono le serie tv americane, da sempre un importante richiamo nei palinsesti per il pubblico giovane. Eppure, da qualche anno, quando un telefilm approda in tv, è già vecchio.

Colpa del file sharing, direte voi. E del diffusissimo fenomeno dei subtitles, aggiungiamo noi: quei sottotitoli che permettono la visione di una qualsiasi serie proveniente dall’estero, in lingua originale (non ce ne vogliano i doppiatori, ma che gran cosa!) e con tanto di traduzione in sovraimpressione. La filosofia è semplice e quanto mai funzionale: giocare d’anticipo, arrivando a sfornare un prodotto fruibile a chiunque non parli nemmeno una parola di inglese, non soltanto prima della diffusione sui canali satellitari (vi dicono qualcosa Fox, Fox Life e company?), ma praticamente poche ore dopo la messa in onda di una puntata nel suo paese d’origine. E così capita che casalinghe disperate, naufraghi dispersi e medici celeberrimi parlino italiano ancor prima di mettere piede sui nostrani cieli di Sky, per la felicità dei serial-addicted.

In Italia, dove la maggior parte dei sottotitoli viene prodotta e veicolata senza scopo di lucro da portali come italiansubs.net, il fenomeno è la testimonianza di come una semplice passione possa trasformarsi in un motivo di fastidio per i grandi network, che si ritrovano a comprare prodotti già passati per le mani, e i player video, di buona parte degli aficionados. Ma non è solo questo. Il fatto che un gruppo di “traduttori per passione” riesca a rendere accessibile al pubblico la sottotitolatura di un episodio di Desperate Housewives appena ventiquattrore dopo la messa in onda negli Stati Uniti, la dice lunga su quanto potrebbe essere più facile e veloce l’acquisto e la fruizione di telefilm con un accordo fra le due parti, produttore ed acquirente. In questo senso si è mossa un anno fa la rete francese TF1, con un’operazione che ha molto da insegnare a noi cugini del belpaese.


7
agosto

Protetto: ASCOLTI TV DI GIOVEDI 6 AGOSTO 2009: LA THERON BATTE PIERO ANGELA, IN PRESERALE REAZIONE A CATENA DOPPIA SARABANDA (IN REPLICA)

Questo post è protetto da password. Per leggerlo inserire la password qui sotto:


Inserire la propria password per visualizzare i commenti

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


7
agosto

DM LIVE24: 7 AGOSTO 2009

DM Live24: 7 agosto 2009
Live Comment on davidemaggio.it

Non sai cos’è DM Live24? Leggi qui

Dal Diario di ieri…

  • La Mona vuole Gullit sull’Isola?

Mattia Buonocore ha scritto alle 10:56

Secondo Novella 2000, Gullit e Simona Ventura si sarebbero incontrati per discutere di un eventuale sbarco sull’Isola dei Famosi dell’olandese.

  • Rai4 in streaming sul web

iLollo ha scritto alle 11:13

Rai4 è finalmente disponibile in diretta streaming QUI


Davide Maggio consiglia...

Quando finiscono i programmi TV

La stagione televisiva 2019/2020 è arrivata alle ultime settimane di programmazione. Un’annata segnata dall’emergenza Covid-19, che ha interrotto trasmissioni ma più ripartite, sospeso momentaneamente altre e costretto altre

Netflix e la regola delle ‘3 s’: Sesso, Sangue, Spagna

Sesso, Sangue, Spagna. La popolarità su Netflix riscrive la regola delle 3 s (sesso, sangue, soldi); gli abbonati della piattaforma prediligono prodotti dai “contenuti bollenti”, infarciti di omicidi

Ascolti TV: i debutti della stagione 2019/2020 confrontati con quelli dell’anno precedente

La stagione tv 2019/2020 è ormai nel vivo e il tema caldo degli ascolti, crocevia per la riuscita o meno di un programma, anima (e agita) diretti interessati

10 espedienti per «massaggiare» gli ascolti TV

Sulla generalista vincono sempre tutti, non c’è mai nessuno che perda. Sulle tematiche è un record dopo l’altro, è sempre il miglior risultato di sempre. L’avvento dei nuovi