Articoli per [cultura moderna]

5
luglio

PALINSESTI ITALIA 1 2016/2017

Italia1

Palinsesti Mediaset per la nuova stagione televisiva ormai presentati, tante le novità che riguardano da vicino anche Italia 1. Sei nuovi programmi di intrattenimento, qualche conferma, e ancora sport e serie tv. Ecco allora cosa ci aspetta per il 2016/2017 anche dalla programmazione di Italia 1.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




30
dicembre

PROGRAMMI TV DI STASERA, MERCOLEDI 30 DICEMBRE 2015. UNA VITA AL SUO ESORDIO IN PRIME TIME

Rapunzel

Rai1, ore 21.20: Tiziano Ferro – Lo Stadio – Prima Tv

Rai1 presenta in prima serata uno speciale tv dedicato a Tiziano Ferro che si racconta in musica e dialoghi. Partendo dall’’esperienza e dalle immagini del suo straordinario tour 2015 nei più grandi stadi italiani, l’’artista si ”sdoppia”, eseguendo al meglio le sue affascinanti performance e descrivendo la preparazione dello spettacolo, sia nella parte professionale che in quella personale ed emotiva.


28
novembre

FESTIVAL DI SANREMO 2016: ECCO LE OTTO NUOVE PROPOSTE

Sanremo Giovani - I vincitori che andranno al Festival

Il Festival di Sanremo 2016 ha le sue Nuove ProposteNel corso della diretta andata in onda su Rai 1 venerdì 27 novembre 2015 la commissione, presieduta da Carlo Conti e composta da Piero Chiambretti, Rosita Celentano, Federico Russo, Carolina Di Domenico, Giovanni Allevi e Andrea Delogu, ha scelto gli otto artisti che parteciperanno alla prossima kermesse: sei sono stati selezionati attraverso il “talent” Sanremo Giovani e due attraverso Area Sanremo. Conosciamoli meglio.





3
novembre

IL PIU’ GRANDE PASTICCERE 2015: LE CONCORRENTI

Kanako

Sono quattro le concorrenti donne che si contendono il titolo di Più Grande Pasticcere 2015. Conosciamole meglio (qui tutte le info sui concorrenti uomini).


3
settembre

MISS ITALIA 2015: ECCO LE 210 PREFINALISTE REGIONE PER REGIONE (FOTO)

Miss Italia 2015 - Prefinaliste Marche

Miss Italia 2015 ha le sue 211 finaliste. Anzi, 210: Miss Rocchetta Friuli Venezia Giulia, Anna Fiori, a cui era stato assegnato il numero 39, si è ritirata per motivi personali e non sarà sostituita. Ecco dunque i profili delle concorrenti ancora in gara, divise per regione, tra le quali la commissione sceglierà le 33 finaliste.





20
luglio

FUORI LUOGO: MARIO TOZZI TORNA IN SECONDA SERATA SU RAI 1

Mario Tozzi - Fuori Luogo

Partenza dall’antica sede della Società Geografica Italiana a Villa Celimontana a Roma, e spostamenti in giro per l’Italia esclusivamente con mezzi pubblici, sono questi due dei tratti distintivi di Fuori Luogo, il programma di divulgazione scientifica a cura di Mario Tozzi, che tornerà, dopo l’esperimento della scorsa estate,  martedì 21 luglio alle 23.30 su Rai1. Forte dei buoni riscontri ottenuti le due puntate speciali dedicate alle città di Matera e L’Aquila, il noto geologo torna sulla prima rete Rai con un nuovo ciclo, composto questa volta da 6 appuntamenti, in onda sino al 25 agosto.

In ogni puntata di Fuori Luogo la storia della terra e la storia degli uomini saranno unite in un solo racconto. Mario Tozzi viaggerà nei luoghi chiave del nostro Paese per scovare e capire questo incontro e per spiegare come i mutamenti millenari del pianeta hanno determinato anche cambiamenti fondamentali nel nostro modo di vivere. In particolare si analizzerà il cruciale passaggio dalla società tradizionale agricolo-pastorale a quella moderna industriale e manifatturiera. Uno snodo avvenuto in diverse epoche, che si è declinato diversamente a seconda, appunto, della storia della Terra in quella regione o in quella città.

Tra gli argomenti trattati nel corso degli appuntamenti ci saranno gli sventramenti del Fascismo a Roma, le bonifiche delle paludi, l’interramento dei fiumi cittadini, la fine delle miniere sarde, le tracce degli arabi in Sicilia, e l’influenza del clima sulla Grande Guerra. Il racconto sarà arricchito da effetti speciali, e da immagini aeree girate dai droni. In ogni puntata, inoltre, Tozzi realizzerà degli esperimenti scientifici in strade e piazze. Gli esperimenti saranno semplici e rigorosamente analogici, effettuati con quanto si può trovare in casa.

Fuori Luogo – Si parte da Palermo

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


8
luglio

ITALIANI: PAOLO MIELI INSEGNA LA STORIA SENZA NOIA

Paolo Mieli

Paolo Mieli ha detto una volta che l’importante, per chi vuol fare il lavoro di giornalista, è avere sempre un piano di riserva. Un ambito di approfondimento, uno spazio, una passione altra che possa subentrare quando il lavoro scarseggia e c’è bisogno di fermarsi ad aspettare, tenendosi però in costante allenamento.

Italiani: uno spaccato di realtà raccontato attraverso un personaggio

Per lui, firma di tanti ed importanti quotidiani italiani, il piano B è sempre stato la storia, la memoria. E ci ha creduto così tanto da renderla più che mai attuale, raccontandola senza noia anche in tv. Tra i tanti programmi di cui è stato volto, voce, curatore o anche solo collaboratore – ricordiamo tra gli altri La Grande Storia e Correva l’anno – l’ultima fatica si intitola Italiani, ed è in onda ogni martedì alle 21:30 su Rai Storia e il sabato notte su Rai 1. Il titolo, semplice ed immediato, dice tutto: attraverso personalità del Belpaese che si sono distinte, il programma offre uno spaccato dell’Italia in cui sono vissute; percorrendo le loro vite, viaggia di volta in volta in un’epoca diversa e racconta i capitoli di una storia che è la nostra. Quella di tutti.

Italiani: uno sguardo storico ma non settoriale

L’aspetto più interessante è la scelta degli italiani da “usare” in questo percorso, personaggi che provengono dai più disparati ambiti e che tolgono ad un programma così nettamente culturale lo snobismo che di solito porta a tenere fuori da questi contesti i personaggi dello spettacolo: accanto alle figure religiose - tipo Papa Giovanni XXIII e Papa Paolo VI -, quelle politiche - Nilde Liotti o Palmiro Togliatti – quelle imprenditoriali - Gianni Agnelli e Arnoldo Mondadori – hanno trovato spazio anche Vittorio De Sica, Leonardo Sciascia e Marcello Mastroianni. E chissà che in futuro non vi si affaccino anche volti televisivi puri.


31
marzo

CARLO FRECCERO A DM: LA RAI RIFORMATA? SARA’ RENZIANA E MONOCOLORE. L’ISOLA DEI FAMOSI E’ TV ANNI ‘90. SANTORO HA UN NUOVO PROGETTO, STA SCALDANDO I MOTORI. E SU ITALIA’S GOT TALENT…

Carlo Freccero

Ha l’occhio dell’analista, Carlo Freccero. Del guru che osserva il flusso televisivo accomodato sulla riva del fiume. “Io non sono un critico della tv, ma uno che cerca di capire come funziona il piccolo schermo” ci dice, mentre parla a tutto campo – e col piglio del professore – dei programmi che più richiamano l’attenzione del pubblico. L’ex dirigente Rai e Mediaset sbertuccia L’Isola dei Famosi, commenta il palinsesto della prima rete della tv pubblica, senza trascurare il satellite con 1992 – La serie e l’altra produzione di Lorenzo Mieli Italia’s Got Talent, migrata sul satellite. Ma soprattutto si accende quando gli chiediamo della riforma della Rai targata Renzi, che ha ottenuto un primo via libera dal Consiglio dei Ministri.

Come le sembra?

Non è ancora una riforma, Renzi ha presentato solo un’ipotesi di legge. L’attuale governance Rai è in scadenza, quindi il premier ne ha approfittato per dire che ci sono tre mesi di tempo. Qui ci sono diversi format renziani, per usare un linguaggio televisivo. Il primo è quello di annunciare le cose prima che esse si avverino, occupando così l’agenda mediatica. Un secondo format è l’idea che chi comanda in Rai debba essere uno solo: si chiama economia della disintermediazione, cioè eliminare le mediazioni del CdA ed avere un uomo solo al comando, che in questo caso abbia il profilo del renzista. Un ulteriore format è quello della demagogia, con la proposta di eleggere un rappresentate dei dipendenti Rai. Ma siccome lì molti sono super raccomandati, forse anche questo sarà un renziano. Non mi sembra una riforma che caccia i partiti dalla Rai, mi aspettavo che questo premier seguisse un criterio e presentasse un piano editoriale, industriale, economico. Invece sarà una Rai monocolore.

Renzi ha anche dichiarato di voler fare della Rai “la più innovativa azienda culturale che esiste in Europa”…

Ma questi sono luoghi comuni. La situazione è più complessa, il modello Rai era legato ad una specificità europea, quella del welfare, che la legava in qualche modo ad una continuazione della pubblica istruzione. Ma nel momento in cui l’economia diventa neoliberista, ecco che la Rai diventa un ossimoro, una contraddizione. Ormai le agenzie culturali sono molteplici e non legate ad un’entità statale, quindi capite perché è un luogo comune.

Un’altra caratteristica della nuova Rai dovrebbero essere le nomine trasparenti. A suo avviso questo sarà un obiettivo raggiungibile?

Per raggiungerlo ci vorrebbe – come dicevo – un progetto industriale, culturale, finanziario. Invece per ora è tutto poco chiaro, è ancora una volta un effetto speciale renziano che il premier aggiunge a quel treno di annunciate riforme lanciato nell’immaginario delle persone.

Cosa pensa, invece, della riforma dell’informazione Rai messa a punto da Gubitosi?

Diciamo subito che è un’assurdità che la Rai abbia così tante testate e redazioni, ma questo è dovuto al fatto che una volta ogni rete rappresentava un punto di vista, un’interpretazione della realtà. Questa era la lottizzazione. Oggi la Rai è un’azienda commerciale quindi deve nascere una razionalizzazione dell’informazione, ma spero che questa non sia solo una mossa economica. Quello che ha fatto Gubitosi va bene però non basta, serve un piano editoriale che specifichi cosa deve fare l’informazione: oggi infatti la tv pubblica assolve a due ruoli, cioè l’informazione e la produzione di immaginario attraverso la fiction, mentre tutto il resto è in mano alla tv commerciale. Ma la Rai ha un personale adatto a questa cosa?

Parliamo di trasmissioni in onda, invece, che ne pensa del palinsesto di Rai 1?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,