2
settembre

COTTO E MANGIATO: TESSA GELISIO IN POLE POSITION

Tessa Gelisio

I telespettatori di Cotto e mangiato conosceranno presto la nuova conduttrice. Nel frattempo dovranno accontentarsi ancora di un caldo toto-cuoca. Ci risulta, infatti, che non sia stata ancora scelta la sostituta di Benedetta Parodi, passata a La7 dove condurrà dal 19 settembre I Menù di Benedetta alle 12.25. Se è vero che la ricerca del nuovo volto continua, è altrettanto vero che in pole position al momento ci sarebbe Tessa Gelisio. A svelarlo è il settimanale Oggi, che ha pizzicato Tessa a cena con Giovanni Toti, direttore di Studio Aperto.

Messi a punto gli ultimi dettagli, la rubrica di cucina tornerà nel telegiornale di Italia1 il 25 settembre. Volto di punta di Rete4, Tessa non ha mai nascosto la sua passione per i fornelli. Ora avrà l’occasione per dimostrarlo live (o quasi) sulla rete giovane del Biscione. Appena concluso il programma in prima serata Lo spettacolo della natura, la Gelisio tornerà anche a condurre Pianetamare da domenica 11 settembre.

La sfida del mezzogiorno in cucina si fa interessante: dopo la Clerici, pronta a ricominciare con La prova del cuoco in versione rinnovata, e la Parodi sbarcata a La7, si fa strada anche Tessa Gelisio.




1
settembre

BENEDETTA PARODI ‘SFIDA’ LA CLERICI AI FORNELLI. E SU MEDIASET: “NON E’ ARRIVATA NESSUNA PROPOSTA. NE SONO RIMASTA STUPEFATTA”

Benedetta Parodi, dal 19 settembre su La7 con I Menù di Benedetta

E’ passata dalla conduzione di Studio Aperto a quella di Cotto e Mangiato. Per molti sembrò una retrocessione della più piccola delle sorelle Parodi, invece è proprio tra i fornelli che Benedetta ha trovato la sua fortuna, alla guida della rubrica culinaria che ha dato anche il nome al suo primo libro di ricette, rivelatosi un successo inaspettato (oltre 800.000 copie vendute). Da qui il secondo libro (Benvenuti nella mia cucina), fino alla clamorosa notizia del suo addio a Mediaset:

“Io me ne sono andata perchè dopo tre anni ero stanca di cucinare a casa mia (set di Cotto e Mangiato, ndDM) – dichiara la conduttrice in un’intervista a Donna Moderna – era molto faticoso soprattutto per gli allestimenti. Sarebbe bastato poco per farmi restare, ma non è arrivata nessuna proposta, di alcun tipo. E ne sono rimasta stupefatta. Hanno già oscurato anche tutte le repliche delle parodie di Cotto e Mangiato che facevano i Fichi d’India, sia dalla tv che dal web”.

La delusione, però, ha lasciato subito spazio all’entusiasmo per la nuova avventura che, dal prossimo 19 settembre, la vede al timone de I Menù di Benedetta, il nuovo programma di La7 in onda dal lunedì al venerdì alle 12.25. E non è per nulla spaventata dal dover passare da una piccola rubrica (Cotto e Mangiato durava pochi minuti) ad un programma vero e proprio di circa un’ora:

“E’ l’evoluzione di quello che già facevo: offrirò una gamma di piatti tutti veloci, che si aprono e chiudono nel giro di cinque-dieci minuti. Uno di questi sarà sempre preparato insieme a un ospite, i miei bambini, anche mio marito Fabio Caressa, il giornalista di Sky. Infine ci sarà una parte dedicata al lifestyle, con consigli su come allestire una tavola e una cena”.


27
agosto

FIAMMETTA CICOGNA A DM: “COTTO E MANGIATO? LA CUCINA E’ UNA DELLE MIE PASSIONI”. NEL FRATTEMPO, PER LEI, TAKESHI’S CASTLE E GREEN IDENTITY

Fiammetta Cicogna

Nella giornata conclusiva di IF TV, il festival delle nuove idee per la tv, protagonista di un “particolare” workshop di conduzione televisiva è stata Fiammetta Cicogna.

Con lei abbiamo parlato di Wild (che tornerà a gennaio) e delle voci che la vogliono alla guida di Cotto e Mangiato delle ammette candidamente e sinceramente (lo giura!) di non sapere nulla.

Nell’attesa di sapere se erediterà le padelle di Benedetta Parodi, scopriamo però che gestisce su un suo portale una web series Sopravvivenza tra i fornelli con delle ricette per sopravvivere a delle situazioni hard con il  frigorifero (potete trovare il suo sito Loveresto cliccando qui). Ma non finisce qui, Fiammetta infatti si appresta anche a tornare alla guida di Takeshi’s Castle per commentare una nuova edizione con Federico Russo e la sua anima “in sintonia con la natura” è pronta ad esprimersi in una serie di pillole chiamate “Green Identiy” che sveleranno i segreti sulla sopravvivenza urbana nel rispetto dell’ambiente.





26
agosto

COTTO E MANGIATO ALLA RICERCA DI UN NUOVO VOLTO. CHI VORRESTE AL POSTO DI BENEDETTA PARODI?

Nuovo volto per Cotto e Mangiato

In tempi di crisi se c’è una cosa che non scarseggia in Italia sono i talent e i programmi di cucina. Nell’aria di rinnovamento generale targato Italia 1 anche Cotto e Mangiato cambia volto, ma in questo caso non c’è stata una scelta editoriale a monte da parte della rete, bensì la volontà di Benedetta Parodi di avere più spazio nell’arrembante La7. Un sostituta ancora non c’è, come confermato dallo stesso direttore del Tg.

A Sorrisi Giovanni Toti non esclude che possa compiersi una scelta ‘in famiglia’, nomi interni alla testata. C’è chi azzardava un’ improbabile virata addirittura su Angelo Macchiavello, ma snocciolando in breve le caratteristiche che deve avere la ‘new entry’ ci ha pensato il direttore a chiarire l’identikit del volto ideale:

“Donna, telegenica, con autentica passione e sperimentata capacità ai fornelli, età intorno ai trent’anni per rispettare il target della rete”.

Le candidature non mancano, la seconda settimana di settembre dopo una serie di provini si arriverà alla scelta. Sono circolati i nomi di Fiammetta Cicogna, Elena Santarelli, Elisabetta Gregoraci, Tessa Gelisio. Le prime tre sicuramente sono volti che hanno dalla loro più logica nell’identità di rete. Unica incognita: come se la cavano in cucina?


23
giugno

COTTO E MANGIATO: CHI PRENDERA’ IL POSTO DI BENEDETTA PARODI?

Benedetta Parodi con la sorella Cristina nelle cucine di Cotto e mangiato

E’ partita la caccia alla sostituta. Uno degli spazi televisivi più ambiti degli ultimi mesi risulta libero da qualche giorno. Come sapete, Benedetta Parodi ha lasciato Mediaset per approdare a La7, dove andrà a vivacizzare il pomeriggio, con un nuovo show quotidiano. Nel frattempo le cucine di Italia1, o meglio di Studio Aperto, sono alla ricerca di un nuovo “chef”. Ebbene sì, Cotto e mangiato rimarrà all’interno del telegiornale della rete giovane del Biscione, anche a detta del direttore Giovanni Toti:

La volontà è di tenere viva la rubrica. Stiamo riflettendo se affidarla a una giornalista o no. Cotto e mangiato è un patrimonio del tg a prescindere dalla conduttrice“.

Chi prenderà quindi il posto di Benedetta, che con una piccola rubrica ha riscosso un successo personale ed editoriale non indifferente? Il posto è molto ambito. Con ogni probabilità sarà una donna a cimentarsi tra fornelli, pentole e ricette. Escludendo le giornaliste di Studio Aperto, abbiamo avanzato delle ipotesi che vogliamo sottoporvi: la prima candidata potrebbe essere Federica De Denaro che non tornerà in autunno A casa di Paola, vista la soppressione del programma della Perego. Il suo spazio, molto simile a Cotto e mangiato (leggi qui), potrebbe essere stata una palestra perfetta per il passaggio a Italia1.

Tra le ipotesi, non ci sentiamo di escludere nemmeno Wilma De Angelis che con Sale pepe e fantasia ha tenuto compagnia ai telespettatori di TeleMonteCarlo negli anni Novanta. Un’altra vecchia gloria della cucina (e della canzone) è Iva Zanicchi, la quale, sognando un programma celebrativo della sua carriera su Rai2, potrebbe trovare il tempo per tornare a spadellare in tv. Infine, perchè no, anche Francesca Romana Barberini, sicuramente meno conosciuta delle precedenti, ma volto noto del Gambero Rosso Channel. La Barberini fu la prima in un certo senso a sdoganare le ricette veloci e semplici nel 2005 con il programma Voilà, che regalò a Rai2 ottimi ascolti nel tardo pomeriggio del sabato.





20
giugno

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (13-19/06). PROMOSSI IL BOSS DELLE TORTE E SOS TATA, BOCCIATE LA CENSURA DI ITALIA 1 E L’ESTATE DI RAI1

Sara Tommasi (via La Repubblica)

10 a Il Boss delle Torte. Il reality show con Buddy Valastro è il programma più visto di Real Time nei primi mesi del 2011 con oltre 300 mila spettatori. Con buona pace delle italianissime star del canale: Enzo Miccio e Paola Marella.

 all’exploit di SOS Tata. Tata Lucia e company, complici “anni di gavetta”, e dopo il successo nel preserale de La7 d, sfiorano il 7% di share in prime time su La 7. Numeri che le altre donne della rete, Ilaria d’Amico e Daria Bignardi, raramente hanno visto.

8 ad un insolitamente autoironico Pippo Baudo che a Un Giorno da Pecora ha dichiarato: ”A me, ed a Bruno Vespa che conduceva insieme a me, hanno dato il premio ‘Teleratto’ 2011 per la peggior coppia televisiva. Ce lo siamo proprio meritato. Una coppia peggio di noi non si trovava”.

7 a Jerry Calà. Protagonista della “D’urso intervista”, l’ex gatto di Vicolo Miracoli fa il pieno d’ascolti con oltre il 26% di share. In più annuncia per settembre l’inizio delle riprese di un film tratto dalla serie cult Professione Vacanze.

6 d’incoraggiamento a Francesco Facchinetti. Pare che, dopo il flop di Ciak si Canta, l’ex mattatore di XFactor sia nervoso, almeno stando al Presidente di RTL 102,5. Chissà che il motivo non sia il rinnovo del contratto con Mamma Rai(per maggiori info clicca qui).


18
giugno

GIOVANNI TOTI PARLA DEL RESTYLING DI STUDIO APERTO E SU BENEDETTA PARODI: “LA SOSTITUIREMO. COTTO E MANGIATO E’ UN PATRIMONIO DEL TG”

Benedetta Parodi

Il “caso Studio Apertoandrebbe studiato e approfondito su testi specializzati in materia televisiva. E’ raro, infatti, trovare sul piccolo schermo qualcosa che – a feroci critiche negative su contenuti e linea editoriale – abbini un successo di ascolti davvero eccezionale. Stiamo parlando del telegiornale più visto in termini di share in Italia, che nell’edizione meridiana attualmente viaggia intorno al 25% con oltre tre milioni di spettatori, ma per gran parte dei teledipendenti – che lo apostrofano spregiativamente come ‘quotidiano di gossip’ o ‘rotocalco’ – non è neppure degno di fregiarsi della qualità di tg.

A partire da martedì 21 giugno Studio Aperto si rinnova nel look e nei contenuti e per l’occasione il direttore, Giovanni Toti ha deciso di illustrare le novità in un’intervista rilasciata ieri a Libero nella quale anticipa come il cambiamento partirà dallo studio, che sarà reso più moderno con un grande tavolo centrale e due maxi-schermi alle spalle del conduttore. Un restyling anche dei contenuti, che riguarderà prevalentemente l’edizione domenicale del tg, la cui durata è spesso ridotta per lasciare spazio alle dirette delle gare del Motomondiale: “Sarà ispirata ai quotidiani anglosassoni. Avremo più interviste, una storia di copertina, alcune rubriche tra cui una sul fitness e sui giovani fenomeni di internet: scrittori, blogger…“.

Di certo l’approfondimento giornalistico di Italia1 non perderà il suo spazio più celebre. Nonostante il passaggio di Benedetta Parodi a La7, confermato dallo stesso Toti (“Si è dimessa giusto ieri”), Cotto e Mangiato continuerà a vivere sugli schermi della rete giovane Mediaset: “La volontà è di tenere viva la rubrica. Stiamo riflettendo se affidarla a una giornalista o no. Cotto e mangiato è un patrimonio del tg a prescindere dalla conduttrice“.  Inoltre, il direttore respinge l’accostamento del nuovo approfondimento Tabloid all’”indimenticabile” Lucignolo.


19
maggio

DA LA PROVA DEL CUOCO A CUOCHI E FIAMME: LA CUCINA INVADE LA TELEVISIONE GENERALISTA

La Prova del Cuoco

La Prova del Cuoco

La Rai ci ha visto lungo nel lontano 2000 quando approvò il progetto di un programma culinario nell’ancora poco esplorata, quantomeno sulla prima rete pubblica, fascia pre-prandiale. E dopo ben 11 anni, nonostante la frammentazione degli ascolti e un diretto competitor assolutamente forte (Forum), la Prova del Cuoco si conferma un successo di Rai1, con una media che vacilla tra il 18 e il 20% di share.

La cucina è una passione che accomuna gran parte degli italiani e non è mica un caso che siamo tra i più apprezzati in tutto il mondo. Non stiamo qui a disquisire su quanto siamo bravi e quanto sia sia salutare la nostra cucina, ma preferiamo soffermarci sull’incredibile interesse che sta mostrando la televisione generalista verso il “genere cucina”. Per anni relegato al satellite, dove spopolano le offerte del gruppo Sitcom, la cucina sta vivendo una nuova giovinezza, forse eccessiva, sulla generalista.

Mica solo grazie alla Clerici. Anzi, forse gran parte del merito è di Benedetta Parodi che ha in qualche modo “sdoganato” il genere con i suoi menu velocissimi, come Cotto e mangiato dopotutto, adatti alla frenetica vita degli italiani (qui una nostra intervista a Benedetta Parodi). Altrettanto veloci sono le prove di Cuochi e Fiamme, promosso di recente su La7 – che ospita anche Chef per un giorno -, e le ricette di Federica de Denaro a Casa di Paola nel daytime di Rai1. E una nuova produzione è in arrivo addirittura nel prime time di Canale5, a dimostrazione, ma non avevamo dubbi comunque, che le potenzialità non mancano.