X Factor 7


10
ottobre

X FACTOR 7 – CATEGORIE ASSEGNATE: ALLA MONA I GRUPPI, A MIKA LE UNDER DONNA. ELIO E MORGAN SI RIPETONO

X Factor 7 (foto Sky.it)

Il BootCamp, oltre ad essere la tappa più spietata per gli aspiranti talenti di X Factor, è anche lo step nel quale i giudici conoscono l’assegnazione delle categorie. E così, dopo aver scelto i 24 concorrenti da portare agli Home Visit, Simona Ventura, Elio, Morgan e Mika hanno finalmente scoperto la squadra da guidare al live show; la comunicazione ufficiale è arrivata proprio da Simon Cowell. Ecco le quattro accoppiate giudice-categoria di X Factor 7.

Simona Ventura – Gruppi Vocali

Era forse l’assegnazione che tutti attendevano, Simona Ventura compresa. La categoria storicamente più difficile, quella dei gruppi vocali, tocca alla Mona, ormai da tempo euforica di trovare i nuovi One Direction italiani. Per la giurata, alla quinta partecipazione a X Factor, si chiude, dunque, un cerchio, avendo guidato, senza mai ripetersi, tutte le categorie: a X Factor 1 aveva gli over, a X Factor 2 gli under (quando ancora non c’era la doppia categoria uomo e donna), a X Factor 5 le under donna, a X Factor 6 gli under uomo e, per l’appunto, a X Factor 7 i gruppi vocali. Non cambia, invece, la vocal coach: Simona Ventura si affida ancora una volta a Paola Folli.

Elio – Over

Per il giudice dalle mille trasformazioni (look parlando) si tratta di un ritorno alle origini. Ad Elio, infatti, è stata assegnata la categoria degli over, come successo nella quarta edizione, l’ultima in Rai, che l’ha visto debuttante in giuria a X Factor. Nell’era Sky, invece, gli sono toccati i gruppi a X Factor 5 e le under donna lo scorso anno. Ad affiancarlo in questa avventura il vocal coach fidato Alberto Tafuri.




10
ottobre

X FACTOR 7: ECCO I 24 CONCORRENTI CHE ACCEDONO AGLI HOME VISIT

X Factor 7 - I FreeBoys (foto Sky.it)

Dal BootCamp di X Factor 7, terzo appuntamento di questa fase casting del talent di SkyUno, arrivano i 24 concorrenti scelti da Simona Ventura, Elio, Morgan e Mika, pronti a giocarsi giovedì prossimo agli Home Visit l’accesso al live show. Il campo reclute ne ha accolti 100, che si sono dati battaglia in quella che è senza alcun dubbio la tappa più spietata che precede la gara vera e propria.

Il BootCamp, infatti, si è svolto in due differenti giornate al Mediolanum Forum, che sarà anche la location della finale. La prima ha ridotto il numero degli aspiranti concorrenti a 48, attraverso un meccanismo tutt’altro che indolore per i cantanti: per ciascuno è scattato un semaforo, crocevia senza ritorno della loro avventura a X Factor 7. I fortunati, o meglio i più talentuosi, hanno poi avuto una notte di tempo per imparare la canzone da presentare nella seconda giornata e convincere i giudici a rientrare tra i 24 che si contenderanno l’ingresso ufficiale nel programma. Scopriamo chi sono.

X Factor 7: i 24 concorrenti che accedono agli Home Visit

I giudici ne hanno scelti 6 per categoria:

Gruppi Vocali

Ape Escape
Dynamo
Extra
Street Clerks
FreeBoys
Mr Rain & Osso

Under Uomo

Andrea Butturini
Lorenzo Iuracà
Michele Bravi
Andrea D’Alessio
Galup
Marco Colonna

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


10
ottobre

X FACTOR 7 – BOOTCAMP: STASERA LA SCELTA DEI 24 CONCORRENTI E L’ASSEGNAZIONE DELLE CATEGORIE AI GIUDICI

X Factor 7 - BootCamp

E’ la puntata più dura, la più spietata per i concorrenti e la più elettrizzante per i giudici, tra le quattro che precedono il live show, al via giovedì 24 ottobre. Questa sera, su SkyUno a partire dalle 21.10, a X Factor 7 è tempo di BootCamp, il campo reclute dove i 100 aspiranti talenti sopravvissuti alle Audizioni diventeranno 24. Ma non solo: nel corso della puntata assisteremo all’assegnazione delle categorie ai quattro giudici, con la loro conseguente reazione.

X Factor 7 – BootCamp: da 100 a 48 concorrenti

I concorrenti arrivati al BootCamp sono coloro che alle Audizioni hanno ottenuto dalla giuria almeno tre Si per continuare a sognare il palco di X Factor 7. I giudici hanno rivisto le registrazioni delle loro esibizioni e deciso chi deve immediatamente tornarsene a casa. Per gli aspiranti talent scatta, dunque, un adrenalinico semaforo (tra le novità di questa edizione): verde per coloro che hanno convinto ed accedono di diritto alla seconda giornata di BootCamp; giallo per coloro nei confronti dei quali i giudici nutrono dubbi, concedendo loro la possibilità di esibirsi in 30 secondi a cappella per guadagnarsi il pass; rosso per coloro che, invece, possono già dire addio al programma, senza alcuna necessità di performance. Al termine di questa prima scrematura, i giudici si ritroveranno con 48 concorrenti. Ma sono ancora troppi.

X Factor 7 – BootCamp: da 48 a 24 concorrenti

I 60 concorrenti “superstiti” hanno una notte di tempo per imparare il brano dell’ultima e decisiva performance; quella da dentro/fuori senza alcuna possibilità di rimedio. Terminate le esibizioni, i giudici, dopo essersi riuniti, li chiameranno sul palco suddivisi per categoria e, ad uno ad uno, verrà comunicato loro il verdetto: accedono agli Home Visit di giovedì prossimo in 24.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





9
ottobre

X FACTOR 7: QUANDO GENOVA DIVENTA NAPOLI

X Factor 7 (foto Sky.it)

L’apparenza inganna. E, nel caso di X Factor 7, pure inutilmente. Quello di DavideMaggio.it inizialmente era soltanto un dubbio, prontamente smentitoci dai diretti interessati (il che, con il senno di poi, fa un po’ sorridere); un dubbio che, invece, trova conferma. Di cosa stiamo parlando? Delle Audizioni “svolte” dai giudici del talent targato SkyUno in quel di Napoli; audizioni che, in realtà, nella città partenopea non sarebbero mai avvenute.

X Factor 7: a Napoli solo i pre-casting senza i giudici

Facciamo il punto della situazione. Napoli e Genova sono le città che hanno tenuto a battesimo la settima edizione di X Factor. Ai piedi del Vesuvio, nella suggestiva cornice di Castel Sant’Elmo, il 12, 13 e 14 maggio 2013 si sono tenuti i primi casting per gli aspiranti concorrenti del talent, dando così il via alla cosiddetta fase di pre-selezioni (quella, per intenderci, alla quale la giuria non prende ancora parte). Soltanto il 1° giugno, al 105 Stadium di Genova, sono iniziate le Audizioni e c’è stato il debutto di Simona Ventura, Elio, Morgan e Mika. Audizioni proseguite, poi, a Milano. Insomma, tutto normale… finché non arriva la messa in onda.

X Factor 7: “Grazie Napoliii”… di non esserci stata!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


4
ottobre

X FACTOR 7 – AUDIZIONI 2^ PUNTATA: ECCO I CONCORRENTI CHE ACCEDONO AL BOOTCAMP

X Factor 7 - Lorenzo Iuracà (foto Sky.it)

X Factor 7 è una musica che funziona. Funziona la giuria, la migliore sinora. Funziona il meccanismo, coinvolgente fin dalle Audizioni. E funziona l’auditel, che sembra premiare questa edizione con ottimi numeri (la seconda puntata di casting ha sfiorato i 760.000 spettatori, regalando a XF7 le Audizioni più seguite nell’era Sky). A funzionare, però, è anche il talento: dopo i concorrenti promossi nella puntata d’esordio, andiamo ora a conoscere i protagonisti che hanno superato le Audizioni di Napoli e Genova, guadagnando così l’accesso al BootCamp.

X Factor 7 – Audizioni Seconda Puntata: i concorrenti che accedono al BootCamp

Luca D’Arbenzio – Giovane cantante 17enne di Quadrelle (Avellino), sua mamma è una casalinga, suo papà disoccuppato. La sua passione non passa per scuole e accademie di musica, ma il suo talento sembra poter andare oltre all’esperienza e alle possibilità, com’è anche giusto che sia. Emozionante in “Father and son” di Cat Stevens. La giuria, priva di Morgan bloccato in autostrada, lo promuove all’unanimità (3 Si).

Ape Escape – Quando si dice: l’apparenza inganna. Due cantanti e un rapper, con l’aria tutt’altro che da pop star, formano un trio incredibilmente esplosivo, capace di coinvolgere tutto il teatro di Napoli. Gli Ape Escape cantano “Madness” dei Muse e, seppur non impeccabili vocalmente, conquistano senza esitazioni 3 Si dai giudici, salutando tutti accompagnati da una standing ovation.





3
ottobre

X FACTOR 7: STASERA ANCORA AUDIZIONI. I GIUDICI RIPARTONO DA NAPOLI E GENOVA

X Factor 7 - I giudici a Genova (foto Sky.it)

Rotto il ghiaccio con l’esordio di giovedì scorso, condito da un esilarante Mika, questa sera su SkyUno, a partire dalle 21.10, riprende la cavalcata di X Factor 7 con la seconda puntata dedicata alle Audizioni. La caccia ai talenti da portare al live show, dunque, prosegue e, dopo il pass conquistato dai provinanti in quel di Milano, è tempo di conoscere gli altri concorrenti ai quali i giudici hanno consentito l’accesso al BootCamp.

X Factor 7 – Audizioni Seconda Puntata

I quattro giudici proseguono le Audizioni con le tappe di Napoli e Genova. Nella suggestiva cornice di Castel Sant’Elmo nei giorni 12-13-14 maggio scorsi si sono svolti i normali casting di avvio della nuova edizione del programma; quelli, per intenderci, ai quali, come da regolamento, la giuria non prende parte. Il debutto dei quattro giudici è avvenuto, invece, il 1° giugno, quando al 105 Stadium di Genova è ufficialmente iniziato X Factor 7 con le prime Audizioni.

X Factor 7 – Audizioni Seconda Puntata: gli ascolti saliranno ancora?


27
settembre

X FACTOR 7 – AUDIZIONI 1^ PUNTATA: ECCO I CONCORRENTI CHE ACCEDONO AL BOOTCAMP

X Factor 7 - Roberta Pompa

L’esordio di X Factor 7 è andato (qui la nostra recensione). La prima puntata con le Audizioni di Milano ha fatto conoscere alcuni degli aspiranti concorrenti che hanno conquistato l’accesso al BootCamp, terzo atto di questi primi quattro appuntamenti dedicati alle selezioni. Simona Ventura, Elio, Morgan e Mika, con quest’ultimo assoluto mattatore, hanno dato il là ad una netta scrematura, tra talenti e scommesse, giovani speranze e aspiranti pop star, tutti con unico obiettivo: salire sul palco di X Factor.

X Factor 7: i primi concorrenti che accedono al BootCamp

Galup – E’ Alberto Galuppini, ma il suo nome d’arte è Galup, come lo chiamano tutti i suoi amici. Ha 21 anni, è un perito agrario e gestisce un allevamento di suini con la famiglia. Prima ancora di esibirsi ammette che non ha mai cantato in vita sua una cover; ci prova con “Mi servirebbe sapere” di Antonio (ma lui lo chiama Andrea) Maggio. E infatti si dimentica metà testo. Si salva con un suo brano a cappella, che coinvolge il pubblico del teatro. Passa con 3 Si (No per Morgan).

Valentina Tioli – Studentessa 21enne di Modena, ha grinta e determinazione da vendere. In più è intonata, il che risulta un mix assolutamente vincente. Canta “My kind of love” di Emeli Sande, scatenando l’euforia del pubblico fin dalle prime note. Le sue lacrime, a fine esibizione, sono inevitabili. Per Morgan è persino la luce della musica. La ragazza passa a pieni voti (4 Si).

Street Clerks – Una band di quattro giovani voci maschili, per un’alchimia che inizialmente non convince Mika in “Candy” di Robbie Williams. Anche loro, però, si salvano con un proprio pezzo inedito, accedendo al BootCamp con ben 4 Si. Per Morgan arriveranno al live show.


27
settembre

X FACTOR 7: MIKA VI SIETE PERSI LA PRIMA PUNTATA?

XFactor 7 - i giudici

Mancano 1 minuto e 57 secondi. Allo “0″ partirà A E I O U e faremo il trenino. No, dai, è uno scherzo. Posate quella bottiglia di spumante, non è Capodanno. E’ il 26 settembre e siamo su Sky Uno. Parte XFactor 7. E la premessa è inquietante. Simona Ventura vuole trovare una star internazionale. E Mika ha una fetta di piede che ha fatto impallidire tutte le cotolette alla milanese di Brera e dintorni. Sullo stereotipo del presentatore italiano che arriva in macchina discriminato rispetto a quello straniero che arriva in elicottero interverrà domani l’onorevole Boldrini. Al commento sulle scarpe di Mika con le borchie ci penserà invece Guido Barilla che, nel prototipo di famiglia italiana, solo mocassini. Preferibilmente Tod’s.

L’atmosfera è quella a cui ormai Sky ci ha abituato, quando si tratta di XFactor. Lo show internazionale, il red carpet per i giudici, il bagno di folla, Cattelan con l’attacco di esaltazione compulsiva. Partono così le audizioni e un po’ già lo sappiamo quello che ci aspetta. I bravi, quelli che i giudici li fanno commuovere. I particolari, quelli che per uno sono bravissimi e per l’altro stonatissimi, le macchiette inconsapevoli, quelli che ci credono per applauso ricevuto (dalle nonne), le macchiette consapevoli, che a essere talento incompreso magari ci paghi le bollette per un paio di mesi. In questa fase Xfactor è Woodstock e i giudici vivono il momento hippy. Si scambiano occhiate complici, alzano al cielo le loro mani intrecciate per cantare tutti insieme “in magica armonia”, si baciano in bocca perchè loro fanno l’amore non la guerra. Ah no, non si sono baciati. Ci siamo lasciati trasportare dall’atmosfera peace & love.

E poi c’è lui, carismatico che parla con quell’italiano stentato ma corretto, capace di far andare il pubblico in ovazione e gli altri giudici in minoranza. Mika è, praticamente, il Papa Francesco di Xfactor 7. E’, come avevamo già intuito dal promo, lui il catalizzatore di questa edizione. Gli altri giudici gli ruotano attorno. Morgan che, per personalità, sarebbe il suo diretto competitor è furbo e, in questa prima fase, ha deciso di allearsi. Ma noi lo sappiamo. Lo sta studiando per capire quali armi usare per batterlo. Ricordare che lui ha vinto 6 edizioni di Xfactor su 7 ha il suono dell’avvertimento. Simona Ventura ostenta la sua personalità musicale. A ogni costo. Troppo costo. A Elio, invece, non gliene “può fregà de meno”. Lui ascolta, giudica e… chi sei tu? Mika? Piacere, Elio.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,