Uomini e Donne

I personaggi di Uomini e Donne con le anticipazioni, le novità, le foto del programma condotto da Maria De Filippi su Canale5.


2
febbraio

UOMINI E DONNE: LEONARDO SCEGLIE DILETTA E BUBI SI SFOGA SU FACEBOOK. COSA NE SARA’ DELLA PIU’ ADOLESCENTE TRA LE QUARANTENNI?

Leonardo e Diletta

Tanto ha tirato la corda…che si è spezzata! E’ finita nel peggiore dei modi l’avventura a Uomini e Donne di Barbara (Bubi) Barbieri, croce e delizia dell’esperimento “L’amore non ha età” che ha visto ventenni e quarantenni contendersi Leonardo Greco. Evidentemente tutta una serie di sceneggiate inenarrabili con dichiarazioni d’amore in diretta, abbandoni e rientri in studio, attacchi fulminanti di gelosia, insulti e offese alla rivale hanno contribuito a far pendere la bilancia dalla parte della corteggiatrice più giovane.

Già dalle ultime puntate si capiva come l’atteggiamento di Bubi avesse esasperato il tronista: la bufala della love story tra la rivale e Samuele Mecucci e i continui riferimenti al suo precedente fidanzamento con Cristiano Angelucci (tutti appartenenti alla solita compagnia di giro) non hanno sortito gli effetti sperati dalla corteggiatrice più vivace degli ultimi tempi. E il coupe de theatre della presenza dell’ex concorrente de “La Talpa” all’ultima puntata non ha fatto che portare acqua al mulino della concorrente. Il tronista, infatti, ha scelto proprio la rivale ventenne Diletta Pagliano.

Più interessante della scelta in sè è la reazione della Barbieri, affidata a Facebook, ormai assurto ad “ufficio stampa” ufficiale della quarantenne. Sul social network più famoso del mondo abbiamo potuto vedere una Bubi al naturale, senza censure, che ha commentato la sconfitta con il colorito linguaggio al quale ci ha abituati.

Leonardo Greco non hai fatto una scelta leale, ma mi hai usata per non far fare la figura del ripiego alla tua Diletta… codardo senza palle, mi sono innamorata di un bluff, ma l’amore passa e le tue palle restano grosse come due biglie“.

Bisogna saper perdere, cantavano i Rokes nel lontano 1967. Bisogna però darle l’attenuante di essere stata “forzata” da Leonardo, che aveva già intenzione di scegliere l’altra, ad entrare in puntata solo per metterla di fronte alla sconfitta.




31
gennaio

DEEJAY CHIAMA… ROSETTA!

Rosetta, Uomini e Donne (foto| Un due tre blog)

Quando la Castigatrice va in trasferta fa sempre bottino pieno. Tra poco questa frase potrebbe entrare nella saggezza gnomica e diventare proverbio. L’ultima sortita di Maria De Filippi a Radio Deejay è stata densa di soddisfazioni: dopo l’annuncio ufficiale dei contatti tra Diana Del Bufalo e la Gialappa’s, sfociato poi nella realizzazione effettiva di Mai dire Amici, un nuovo particolare emerge dalla puntata odierna di Uomini e donne.

Ebbene sì, la novantenne più divertente del tubo catodico torna a far danni. Maria la butta sul ridere e chiede a Rosetta, indaffarata a spartire baci e vaffa al pubblico che la adora, se vuole farsi una passeggiatina dalle parti di Milano a Radio Deejay, dato che hanno chiesto insistentemente di lei. Nella sua meravigliosa inconsapevolezza e genuinità la nonnetta risponde per le righe con il suo solito motto, chiedendosi che piffero sia tutto sto bailamme di gente che la cerca, ma soprattutto dove cavolo si dovrebbe recare per conoscere questi tizi di cui ignora anche l’esistenza. Sembra di sentire l’eco di Carlo Verdone che racconta la sua infatuazione per la Sora Lella, all’epoca voce radiofonica per una rubrica di cuori infranti su una radio locale romana, che farciva i suoi consigli per signore con i suoi indimenticabili li mortacci, sto fijo de na migxxxxx, ma va a morì ammazzato.

Peccato che una rubrica radiofonica non la possa condurre (già con queste capatine continue a Roma sostiene un ritmo forsennato) ma alla radio sarebbe veramente un tormentone imperdibile. Nel nonno-kitsch che avanza, Uomini e donne e la De Filippi trovano una vitalità entusiasmante e il pubblico, sempre più trasversale grazie alle tattiche di esportazione orizzontale del prodotto, apprezza e si diverte.


19
gennaio

UOMINI E DONNE E IL BUBI SHOW: AMO QUESTO TRONISTA E ME LO PORTEREI A CASA ANCHE PIENO DI M… (LA DE FILIPPI CHIUDE LA TRASMISSIONE LASCIANDOLA STRILLARE SENZA TELECAMERE)

Uomini e Donne - Leonardo, Bubi e Diletta nel bakcstage

Sulla puntata di Uomini e donne cala il sipario ma Bubi continua a fare show dietro le quinte. Per ordine della Castigatrice la trasmissione finisce e le telecamere si spengono senza che i diretti protagonisti siano avvisati. Lasciateli lì dietro tanto ancora ne hanno per quaranta minuti ancora, noi chiudiamo la trasmissione perché il tempo è finito. La conduzione in sottrazione di Maria scrive oggi una pagina epica: la realtà creata dalla tv diventa così iperreale da non poter essere più contenuta. Che strillassero pure inascoltati!

Con tanto di pellicciotto da alta aristocratica, la quarantenne più calda della storia della tv non teme ancora una volta di colpire nel segno con dichiarazioni fortissime: plurimi Fai schifo alla rivale in amore, definita come una mera collezionatrice di tronisti. Dal canto suo invece Bubi professa amore incondizionato a Leonardo con una dichiarazione solennemente trash, proprio in pieno stile con tutto il suo modo di fare all’interno del programma. L’ormone non ha età e confini: il bel giovanotto, nemmeno fosse un nanetto da giardino, è  così ardentemente ambito dalla quarantenne che se lo porterebbe a casa anche inzaccherato di letame, parafrasiamo così.

Se non sarà ammore tra i due (cosa difficile grazie alle belle copertine che una storia così innovativa procurerebbe) vogliamo subito la signora Bubi sul trono a fare pelo e contro pello a simpatici esemplari di corteggiatori che scenderebbero quelle scale per lei. Carne fresca o capello brizzolato non importa…l’amore, per lo spettacolo, ormai non ha più età e Maria ne è pienamente cosciente.





17
gennaio

UOMINI E DONNE, DAL TRASH AL KITSCH: L’OPERAZIONE ‘VERISMO’ DI MARIA DE FILIPPI

Uomini e Donne Over: Arnaldo, Maria Stella, Italia

Dalle stelle della Milano trash-glamour alle stalle di paese con i vecchietti delle balere. Sembrano passati secoli dalle avventure di Costantino e company, i troppo belli in odore di agenzia: adesso a Uomini e donne domina la geriatro-telegenia. La Castigatrice ha tolto le castagne dal fuoco nell’ultimo istante utile, su opportuno consiglio di Maurizio Costanzo, vero ideatore della versione over, lasciando che le storie del suo programma tornassero a sapere di normalità. Dalla brace dei bellocci da happy hour alla padella dell’Italia rustica e profonda, dai localini dell’happening alle sane vecchie tavolate, tra feticci kitsch, come la Marylin campeggiante sul salotto di Maria Stella, e memorie del tempo che fu.

L’invecchiamento dell’audience ha determinato uno spostamento di baricentro non irrilevante: il predominio assoluto degli amori sempreverdi imperversa ormai libero in lungo e in largo nella programmazione del talk-dating pomeridiano. Fanno poco notizia persino le follie in salsa rosa della quarantenne Bubi, mentre un cono d’ombra avvolge i tronisti tradizionali, relegati spesso all’ultimo giorno, quando ormai la candela è consumata. L’idea defilippiana di distinguere i suoi programmi dai tanto vituperati reality trova, almeno sul piano teorico, una grande ancora a cui agganciare la rinascita.

I gioiellini della Milano da bere targati Mora adesso devono trovare nuovi mercati di sbocco, da Maria c’è posto solo per Arnaldo e Maria Stella, coriacei baluardi dell’Italia neorealista. Nell’epoca dell’overdose del trash solo il kitsch può salvare lo spettacolo. Se prima erano le segnalazioni delle serate a tener banco ora sono i turbamenti erotici del plurilaureato Ennio. Il cambiamento di rotta vive nel brodino di gallina e nelle anticaglie dei salottini dei nonni innamorati la sua massima emozione. Complice un montaggio delle esterne sempre più vivido e sempre meno di pura registrazione la De Filippi porta a compimento la sua ossessione verista.


5
gennaio

UOMINI E DONNE: IL TRONO OVER E’ IL PIU’ VISTO (MA NON DAI GIOVANI). NELLA CLASSIFICA WEB TUTTI PAZZI PER ANDREA ANGELINI.

Ennio, Uomini e Donne Over

Le tante critiche negative pareggiano il successo di pubblico che rende Uomini e Donne leader tra i programmi del primo pomeriggio. Ma chi guarda  il dating show di Maria De Filippi? La nostra analisi auditel sulla trasmissione rivela alcuni dati interessanti (e per certi versi sorprendenti) sulla composizione del pubblico (in base a titolo di studio, età, sesso) delle singole puntate.

I valori assoluti dei singoli appuntamenti non lasciano spazio a dubbi o interpretazioni: è il Trono Over ad avere un riscontro maggiore. Ad esempio, prendendo in esame le ultime puntate di dicembre 2010, vediamo come quella di mercoledì 15 ha fatto registrare 2.980.000 spettatori con uno share del 24.04%, che sale al 28.41% sul target commerciale. Relativamente alla composizione del pubblico, si nota come la maggior parte degli spettatori (523.000, circa il 18%) appartenga al target 45-54 anni e a quello 35-44 (482.000, poco meno del 17%). Oltre 1/3 del totale individui (1.005.000 ascoltatori) ha, dunque, un’età compresa tra i 35 e i 54 anni, superando numericamente i telespettatori più giovani (607.000 nella fascia 15-34 per una percentuale di share del 27.11%). Le avventure di Ennio, Giuseppe e Rosetta riescono a suscitare interesse anche tra i laureati: la puntata di mercoledì 15 ha infatti raccolto 111.000 “dottori”, pari al 20.71% di share su questo tipo di target.

Il trono L’amore non ha età“, invece, pur raccogliendo un consenso inferiore (2.667.000 ascoltatori – 21.93% di share, 26.11% nel t. c. nella puntata di giovedì 16 dicembre) ottiene un maggior seguito nel pubblico dei 20-24enni: il 36.20% di ragazzi appena usciti dall’adolescenza ha guardato la puntata con Bubi mattatrice. La tipologia di trono introdotto fa breccia anche nei cuori del pubblico meno colto: ben 151.000 spettatori privi di titolo di studio (il 18.08% di questo particolare target di riferimento) si sono interessati alle avventure di Leonardo Greco.





22
dicembre

UOMINI E DONNE IN SALSA ‘BALLANDO CON GLI ARZILLI’ PER LA VITTORIA DI UNA CROCIERA

Uomini e Donne - I Vecchietti ballano per vincere la crociera

Chi ha avuto per anni in mente l’immagine di Maria De Filippi come conduttrice di successo per via del suo stile sobrio, quasi in sottrazione, deve ammainare le bandiere e prepararsi alla rivoluzione. Sarà l’aria di fine anno ma la Maria nazionale sembra in vena di rinnovamento, è tutta un friccicorìo di battutine, un baluginìo di ammiccamenti sagaci. Pulizie di Pasqua e apertura a nuove avventure? Che cosa bolle in pentola? Lo scopriremo solo vivendo, ma l’assaggio dato oggi a Uomini e donne è degno sicuramente di nota.

Sul leit motiv dell’allegra balera di paese che spesso anima le puntate over della sua trasmissione pomeridiana oggi la De Filippi ha lanciato un concorso di ballo, una sorta di versione popolare del Ballando con le stelle di Bibi Ballandi, più volte lodato dalla stessa conduttrice. Pettorine bordeaux, reggiseni volanti e fritto misto di arzilli e maturi… e via col ballo. A giudicare l’agone danzereccio l’assistente coreografa di Garrison Rochelle, Claudia, oggi in prima fila come ribaltamento parodico di Zazzaroni e Mariotto.

Il concorso porta in pista agguerrite signore e temerari cavalieri: la crociera sulle fantasmagoriche navi dello sponsor dell’iniziativa fa gola a tutti, quindi nessun timore e tutti in sala. Si aggiudicano il premio lo spigoloso nonno Arnaldo dalla coppola rossa e la ringalluzzita compagna d’avventura Maria Stella, che si rivela una decana solcatrice dei mari d’Oriente al momento della scelta dell’itinerario-premio. L’altra coppia a portare a casa bottino pieno è quella capeggiata da Patrizia, pochi minuti prima protagonista di un moto di sincera commozione verso gli amici che grazie al paraninfo De Filippi sono in odor di nozze.


17
novembre

UOMINI E DONNE: FEDERICO SCEGLIE YLENIA TRA LE ACCUSE DI TINA E GIANNI SPERTI.

Uomini e Donne, Federico Romano e Ylenia Isidori

Non è stata una presenza indimenticabile. La permanenza di Federico Romano all’interno di Uomini e Donne non ha certamente lasciato una traccia indelebile. Il tronista della versione “L’amore non ha età” si è dimostrato troppo timido e riservato (facciamo sinceramente fatica a ricordare il tono della sua voce) per poter tenere testa al collega, l’esuberante Leonardo Greco, vero “one  man show” del trono. Più volte Maria De Filippi ha concluso le puntate incentrate su di loro scusandosi con Federico per il pochissimo tempo dedicato alle sue vicende, fagocitate dalle sortite di Bubi.

Federico però – stando a quanto riporta Vicolodellenews - ha scelto Ylenia Isidori e non si può dire che – nonostante sia stato un evento in tono minore rispetto al solito senza petali di rose ed acclamazione del pubblico (s)parlante – la cosa sia passata inosservata come il resto del suo percorso a Uomini e Donne. Infatti, le continue insinuazioni di Tina su una conoscenza tra i due avvenuta prima della trasmissione con susseguente frequentazione segreta contemporanea alle registrazioni hanno inquinato la vicenda e insospettito la conduttrice, che ha autorizzato la solita inquisizione mediatica con l’ex vamp e Gianni Sperti nei panni di Angela Lansbury e Poirot.

I due “sbirri”, garanti della genuinità della trasmissione, hanno iniziato a prendere i cellulari dai camerini e leggere gli sms in pubblico, portando avanti le proprie tesi colpevoliste senza avere alcuna prova dell’accordo segreto tra corteggiatrice e tronista. I lettori più attenti ricorderanno che un analogo teatrino nella scorsa stagione aveva visto protagonisti Federico D’Aguanno e Valentina Arquilla, ma in quella circostanza la “combine” era stata inequivocabilmente dimostrata: il furbo Federico non aveva cancellato i messaggi inviati dalla ragazza.


8
novembre

UOMINI E DONNE: UNA DANIELONA SENZA PELI SULLA LINGUA BOCCIA GLI ATTUALI TRONISTI.

Andrea Angelini, tronista di Uomini e Donne

E’ costretta a mordere il freno in panchina, a passare i pomeriggi in naftalina guardando dalla televisione quello che era indiscutibilmente il suo regno ma Danielona (al secolo Daniela Ranaldi) non lesina i giudizi sui nuovi tronisti e sulle dinamiche che si sviluppano in Uomini e Donne. Dalle pagine di Top, l’opinionista più schietta della televisione italiana mette un po’ di pepe sui protagonisti della trasmissione che la vedeva protagonista prima dello scandalo estivo che l’ha coinvolta, auspicando un suo ritorno in grande stile dopo la conclusione dei troni autunnali.

La Ranaldi, come sempre senza peli sulla lingua, stronca senza mezzi termini tutti i tronisti della stagione in corso, a partire da quell’Andrea Angelini più volte appoggiato quando il ragazzo rivestiva i panni del corteggiatore di Ramona Amodeo. Danielona non esita a definire il ragazzo come una delusione, condividendo il giudizio dato dalla “collega” Rosi nella puntata odierna che aveva notato come il bolognese non mantenesse i piedi per terra : “Credo che si sia un po’montato la testa, l’ho sempre ammirato per la sua educazione ma è diventato cattivello. Sarà la giovane età“. Neppure il compagno di trono, Samuele Nardi, incontra il gusto della giunonica opinionista che gli raccomanda di “Scegliere una corteggiatrice che non gli piace” come unica soluzione per evitare il secondo rifiuto consecutivo dopo quello subito da Teresanna. Più che un consiglio, sembra un invito al masochismo!

Il nostro rimpianto è quello di non vedere Danielona ne L’amore non età (che premette di seguire con meno costanza rispetto alle altre puntate): in quel contesto la sua verve ed il suo spirito critico avrebbero potuto rendere al meglio. Chissà quante “quarantenni e dintorni” sarebbero state attaccate e quanti epiteti avrebbe rivolto a Bubi, deus ex machina di quella tipologia di trono. La Ranaldi non crede che Leonardo nutra un interesse per la più adolescente tra le quarantenni ” probabilmente la tiene lì soltanto per stimolare le ventenni”, mentre un giudizio positivo viene espresso nei confronti dell’introverso Federicoleale nei confronti delle corteggiatrici e della trasmissione“. In effetti, Danielona ha sempre dato peso alla correttezza nei confronti di Maria e del suo gruppo di lavoro.