TV Estera


3
settembre

SVENTO’ L’ATTENTATO SUL TRENO IN FRANCIA: ALEK SKARLATOS SARA’ CONCORRENTE DI DANCING WITH THE STARS

Alek Skarlatos

Da eroe nazionale a ballerino in tv. Alek Skarlatos, il militare statunitense che il mese scorso ha contribuito a sventare l’attentato sul treno Amsterdam-Parigi, sarà tra i concorrenti di Dancing With the Stars, il popolare programma americano che porta alcune celebrità a sfidarsi sulla pista da ballo. Il suo nome è stato annunciato a Good Morning America, trasmissione dell’emittente Abc, assieme a quello degli altri componenti del cast. Non senza suscitare stupore.




27
agosto

GLI ATTORI DI “THE BIG BANG THEORY” SONO I PIU’ PAGATI D’AMERICA

TBBT

TBBT

L’annuale classifica di “Forbes” relativa agli attori più pagati della tv americana vede per la prima volta quattro attori dello stesso show sul podio (due a pari merito). Si tratta di Jim Parsons, Johnny Galecki, Simon Helberg e Kunal Nayyar di “The Big Bang Theory”, la sit-com più popolare d’America, capaci di guadagnare in quattro ben 96 milioni di dollari.


26
agosto

OMICIDIO IN DIRETTA SULLA TV AMERICANA. L’ASSASSINO FILMA TUTTO, POI SI SUICIDA

Reporter e cameraman uccisi in diretta in Virginia

Reporter e cameraman uccisi in diretta in Virginia

Nell’era del voyeurismo dilagante, fomentato e incrementato dall’utilizzo costante dei social, dalla messa in onda di reality di ogni genere in cui ogni momento privato è stato sviscerato e dato in pasto al pubblico, si è aggiunto a questo enorme puzzle mediatico il pezzo che mancava: un omicidio in diretta. E’ quanto è successo ieri pomeriggio in America, su una rete locale della Virginia, a pochi passi dalla capitale Washington: una giovanissima e bionda reporter della stazione Wdbj 7 Alison Parker, appena 24enne, e il suo cameraman Adam Ward, di 27, sono stati brutalmente uccisi da un loro collega, un ex reporter licenziato di recente, che ha ben pensato di riscattarsi con questo servizio in esclusiva.

L’assassino Bryce Williams filma l’omicidio in diretta

Al killer infatti, non bastava che l’omicidio andasse in onda solo per i pochi “fortunati” che stavano seguendo la tv in quel momento. Con una pistola in una mano e lo smartphone in un’altra, ha ripreso tutto con grande abilità, riuscendo ad immortalare il terrore sul volto della donna quando si è resa conto di cosa stesse succedendo.

Vester Lee Flanagan, in arte Bryce Williams, reporter afroamericano, morto poi in ospedale dopo aver tentato il suicidio, ha twittato e pubblicato su Facebook il video dell’omicidio (i social hanno, poi, rimosso gli account del killer. Dagospia li ha ripubblicati): la collega uccisa, Alison Parker, sarebbe stata rea di aver fatto commenti razzisti, per i quali in passato era stata indagata dalle autorità e scagionata.

Chi è l’assassino Bryce Williams

Bryce Williams

Bryce Williams

Un vero e proprio comportamento da terrorista quello di Williams, definito il “Jihadi John della Virginia”, comportamento già condiviso in passato da altri “sparatori di massa” americani, che per essere ricordati, avevano registrato l’azione cercando pretesti per giustificare il loro crimine. L’ex reporter ha fatto tutto questo, scrivendo anche un manifesto di 23 pagine spedito alla rete Abc nel quale ha spiegato di aver agito in rappresaglia alla strage nella chiesa afro-americana di Charleston: “Dio mi ha ordinato di farlo”.

Il 41enne omicida di Roanoke, la cittadina di quasi 100mila abitanti dove è avvenuto il delitto, era sempre stato un tipo difficile, creando problemi ovunque andasse. Nel 2000 aveva denunciato un’emittente della Florida sostenendo di essere stato discriminato e insultato, arrivando ad essere chiamato “scimmia”, ma la causa era finita in nulla. Flanagan sfata il mito di essere ricordato come una “persona tranquilla, buona”, come nella maggior parte dei casi succede quando avvengono omicidi del genere. Nemmeno gli ex colleghi delle diverse emittenti televisive per cui ha lavorato, infatti, ne conservano un buon ricordo.

Un uomo arrabbiato. Non era facile lavorare con lui. È stato coinvolto in molti episodi sgradevoli. Era strano, sembrava lo scemo del villaggio. Si sentiva perseguitato, alcuni dei ricordi.





21
maggio

DAVID LETTERMAN SALUTA IL PUBBLICO TRA IRONIA, CELEBRAZIONI E ASCOLTI RECORD. L’ULTIMA PUNTATA STASERA SU RAI5 (VIDEO)

David Letterman

L’unica cosa che mi resta da fare per l’ultima volta in televisione è dirvi grazie e buonanotte”. Con queste parole, ieri sera, David Letterman ha chiuso i suoi 33 anni di carriera televisiva. Dopo oltre 6.000 puntate, ieri sera dall’Ed Sullivan Theater a New York, è andato in onda l’ultimo atto del suo “Late Show” (che verrà trasmesso stasera, alle 23:35, su Rai5), il talk con cui ha tenuto compagnia al pubblico dal 1982 (prima su Nbc e poi, dal 1993, su Cbs) e in cui ha intervistato tutte le personalità più influenti del mondo.

E’ stata una puntata che ha celebrato la carriera del conduttore, aperta da un gag a cui hanno partecipato niente meno che i Presidenti degli Stati Uniti Bill Clinton, George W. Bush, George H.W. Bush e Barack Obama (già ospite in una delle scorse puntate, per fargli il suo personale saluto). Tutti e tre hanno ripetuto la stessa frase: “Il nostro lungo incubo nazionale è finito”, e solo Obama, alla fine, ha specificato quale fosse l’incubo: “Letterman va in pensione” .

Lunga standing ovation per il conduttore

Dopo aver ospitato, negli ultimi giorni, personaggi del calibro di George Clooney, Tom Hanks, Julia Robert, Oprah Winfrey, Al Pacino e, appunto, il Presidente Obama, ieri sera – mentre su Twitter impazzava l’hashtag #ThanksDave – sul palco si sono alternati, tra gli altri, Jim Carrey, Bill Murray, Tina Fey, Jerry Seinfeld, Alec Baldwin e, in chiusura, il gruppo dei Foo Fighters che si è esibito sulle note di “Everlong” sullo sfondo degli highlights della carriera del conduttore.


7
maggio

C’E’ POSTA PER TE NEL MONDO: ALTRO CHE RICONCILIAZIONE, UN RAGAZZO PICCHIATO IN DIRETTA (VIDEO)

C'è Posta per te

In genere, chi scrive a C’è posta per te lo fa per riconciliarsi con una persona cara. La reazione della persona contattata la si conosce solo in studio ma, alla peggio, se chi riceve la lettera del programma, una volta visto il mittente, non ne vuole sapere di riallacciare un rapporto, può sempre chiudere la busta e andar via.

Lo stesso avrà pensato Youssef, un ragazzo che ha scritto a “Al Mousameh Karim”, l’adattamento degli Emirati del nostro C’è posta per te, per incontrare un suo vecchio amico, Mohcine. Difficilmente avrà immaginato che sarebbe stato picchiato in diretta. Sì, la reazione del suo “amico” Mohcine, quando Youssef si è materializzato sul led della busta, non è stata delle migliori.

Dapprima, Mochine si è alzato nervosamente in piedi, intenzionato ad andar via. Il conduttore ha cercato di calmarlo, insistendo perché rimanesse. Ma non è servito a nulla. Mochine ha iniziato a inveire, puntando il dito contro il led che mostrava il viso di Youssef e ha detto: “a causa sua ho perso tutto, mi ha truffato”. E ancora: “Non sei un uomo”. Infine, in uno scatto d’ira, ha superato la busta e si è buttato su Youssef per picchiarlo. E’ dovuto intervenire un assistente di studio per separarli ed evitare che la situazione degenerasse ulteriormente. Intanto, il video dell’episodio, su YouTube, ha superato le 500.000 visualizzazioni. Eccolo.

C’è posta per te: il video dell’aggressione





5
maggio

BYE BYE DAVID LETTERMAN: “O ACCETTO LA PENSIONE DA PERSONA ADULTA O MI DARO’ AL CRIMINE”. IL SALUTO DI OBAMA

Obama e David Letterman

Barack Obama, Madonna, George Clooney, Bruce Springsteen, Julia Roberts, Andre Agassi, David Beckham, Bill e Hillary Clinton, David Cameron, Jennifer Aniston, Lady Gaga, Paul McCarteny. E’ una lista di nomi che potrebbe continuare all’infinito e c’è solo una persona che può vantarsi di averli ospitati tutti nel “suo” salotto, probabilmente il più famoso – e imitato – della tv americana e mondiale: David Letterman. 68 anni appena compiuti (è nato a Indianapolis il 12 aprile 1947), di cui 33 passati sul piccolo schermo a intervistare politici, attori, cantanti, sportivi (tra gli italiani intervistati da lui, Maurizio Costanzo, Roberto Benigni, due volte, Marcello Mastroianni, Sophia Loren e Alex Zanardi), Letterman nell’aprile 2014 ha annunciato il suo ritiro dalle scene. Il 20 maggio condurrà la sua ultima puntata del Late Show, il programma in onda tutte le sere dall’Ed Sullivan Theater, a New York, e saluterà il pubblico a cui ha tenuto compagnia dal 1982 (prima su Nbc con il titolo Late Night With David Letterman e poi, dal 1993, su Cbs mentre in Italia è attualmente in onda su Rai5).

Obama a David Letterman: “Siamo cresciuti con te, ti vogliamo bene”

E per rendergli omaggio, come racconta l’Adnkronos, è intervenuto anche il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ospite per la terza volta dello show:

“Siamo cresciuti con te. Penso che gli americani, dopo una dura giornata di lavoro, hanno sempre saputo che c’eri tu a dargli un po’ di gioia e risate. Ha significato tanto… Ci hai fatto un bel regalo e ti vogliamo bene

sono state le parole del Presidente che ha ironizzato sul momento in cui anche lui andrà in pensione: “Stavo pensando che, quando saremo entrambi in pensione, potremmo ritrovarci a giocare insieme a domino” e “a raccontarci un po’ di storie da Starbucks”. Le apparizioni di Obama nello show sono state “particolarmente significative per me”, ha detto Letterman, “così come per la maggior parte degli americani, abbiamo avuto modo così di conoscerti” e “io posso solo augurarti tutto il meglio”.

David Letterman: “Sono inondato dalla malinconia, già mi manca disperatamente”


16
aprile

KARAOKE, IN GIAPPONE LA NUOVA FRONTIERA: SI CANTA MENTRE SI VIENE MASTURBATI (VIDEO)

Sing What Happens Next - Karaoke-masturbazione

Sing What Happens Next - Karaoke-masturbazione

In Italia, il Karaoke non è certo sinonimo di “novità”. E’ tornato in onda da poco e, guardandolo, sembra di fare un salto indietro nel tempo, alla tv di venti anni fa. In Giappone, invece, sono riusciti a essere più innovativi. Come riporta Dagospia, la nuova frontiera del karaoke nipponico, infatti, si intitola “Sing What Happens Next” e per partecipare bisogna avere un requisito fondamentale: essere uomini. Perché? Perché l’abilità non sta tanto nel cantare, quanto nel riuscire a farlo mentre si viene masturbati, fino all’orgasmo, da ragazze in tenuta da infermiera.

Karaoke giapponese: in premio prodotti erotici e sex toys

In questa singolare versione di Killer Karaoke, per “raggiungere lo scopo” le “infermiere” possono utilizzare mani e piedi. Rimanere concentrati, senza sbagliare parole e intonazione, per i concorrenti, non è ovviamente facile, ma è essenziale per vincere un premio che, come si può immaginare, è in tema: prodotti erotici e sex toys. Il programma viene trasmesso su un canale per adulti ma, grazie ad alcuni video caricati su YouTube, sta facendo il giro del mondo. (VIDEO QUI IN BASSO)

Karaoke giapponese: video


7
aprile

SUPERVIVIENTES 2015: UN’EX CORTEGGIATRICE DI UOMINI E DONNE NEL CAST VIP DELL’ISOLA SPAGNOLA

Elisa De Pancis

Tutte (o quasi) le edizioni dell’Isola dei Famosi sono state accompagnate dalla solita polemica sulla risicata fama del cast di concorrenti. Tuttavia se volgiamo lo sguardo al di là dei Pirenei, la situazione di Supervivientes sembra di gran lunga peggiore. Stessa location, stessa produzione – affidata alla filiale spagnola di Magnolia -, stesso editore (Mediaset) e un cast che non sembra poter fare a meno di personaggi dal talento tutto da dimostrare, “riciclati” da altri programmi.

Tra i concorrenti figurano ex di Gran Hermano (Grande Fratello), di Quién quiere casarse con mi hijo (Mammoni), di Gandia Shore (adattamento di Jersey Shore) e ben tre di Mujeres y Hombres y Viceversa (Uomini e Donne). Non solo, a Supervivientes 2015 ci sarà anche una naufraga italiana, proveniente dalla versione tricolore del dating show di Maria De Filippi.

Lei è Elisa De Panicis e nel curriculum televisivo vanta una partecipazione – passata quasi inosservata – in qualità di corteggiatrice a Uomini e Donne. Era la stagione 2011/2012 e sul trono sedeva Alessio Lo Passo. Nel suo video di presentazione l’avvenente Elisa dice di fare la modella e di aver partecipato per gioco al programma di Canale 5, all’età di 18 anni. Spiega, poi, che si innamora ogni settimana e che con un cameriere non potrebbe fidanzarsi (“gli uomini mi incantano quando hanno testa e posseggono qualcosa...”). Si definisce una leader e pensa di riuscire a cavarsela in Honduras. I media spagnoli, ghiotti delle sue foto sexy, l’hanno annunciata come un “terremoto italiano“.

Supervivientes 2015: l’inviata è la fidanzata di Alonso