Televisione


21
novembre

MEDIASET ALLA CONQUISTA DI ENDEMOL?

Mediaset / Endemol @ Davide Maggio .it*

La notizia risale al 28 settembre scorso quando il quotidiano olandese Telegraaf ha annunciato una possibile alleanza tra Mediaset e John De Mol per rilevare la famosa casa di produzione ENDEMOL.

John De Mol, infatti, dopo averla creata ha pensato bene di vendere la Sua società alla spagnola “Telefonica” per la cifra record di 5.5 miliardi di Euro ma, a quanto pare, è intenzionato a riappropriarsi del Suo “gioiello”.

Il partner di questa operazione dovrebbe essere per l’appunto Mediaset che, oltre ad affidare già da tempo ad Endemol la produzione di numerosi programmi del palinsesto delle propri reti, condivide con la casa di produzione olandese la proprietà di MediaVivere, la società che produce, in esclusiva, soap e fiction per le reti del biscione.

La Endemol che attualmente opera nel nostro paese tramite Endemol Italia S.p.A., Endemol Italia Holding S.p.A., Palomar s.r.l., YAM112003 s.r.l. e MediaVivere s.r.l. potrebbe diventare, grazie all’entrata in scena di Mediaset, tutta (o quasi) italiana.

Per il momento, come ha precisato un’ansa del 20 novembre, non ci sono da parte degli interessati conferme o smentite.

[* : il logo NON è il logo ufficiale di Mediaset S.p.A. e ha il solo scopo di presentare il post. I proprietari dei rispettivi marchi posso chiedere la cancellazione del presente logo contattando davidemaggio.it via email - mail@davidemaggio.it ]

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




21
novembre

CHE (S)VENTURA!

Simona Ventura - Lucia Ocone @ Davide Maggio .it

Simona Ventura ha deciso di scherzare col fuoco!

Evidentemente le polemiche per l’ospitata di Luciano Moggi a “Quelli Che il Calcio e”, le critiche per la scorrettezza salace che hanno macchiato la conduzione dell’edizione hondurena de L’Isola dei Famosi e il fastidio che ormai suscitano nei telespettatori le Sue grida sovrumane non son bastati a ridimensionare gli eccessi che caratterizzano, negli ultimi tempi, il personaggio Ventura.

Eccessi che a mio avviso sono sintomo della consapevolezza di una leadership e di un potere mediatico conquistati definitivamente con gli ascolti da record della terza edizione dell’Isola dei Famosi che, è bene ricordarlo, ha potuto contare sul clamore suscitato dalla bagarre sentimentale della coppia Al Bano – Loredana Lecciso.

E la conseguenza è stata l’acquisizione di ciò che definisco un “passepartout televisivo“ implicitamente ed automaticamente rilasciato, secondo una consolidata seppur recente tradizione, ai personaggi meritevoli d’aver “portato a casa” risultati (in termini di ascolti e di share) non trascurabili e in virtù del quale è consentito ”espatriare”, senza conseguenza alcuna, dal buon gusto, dall’educazione, dal rispetto e/o semplicemente da quella che ormai è un’inesistente televisione di qualità

Una sorta di Maurizio Costanzo al femminile, insomma, con l’aggravante d’essere un personaggio di una Tv che commerciale non è e che, a volte, dovrebbe metter da parte le sfide all’ultimo…telespettatore in ragione di interessi superiori.

L’ultima “stravaganza” c’è stata proprio la scorsa domenica quando Lucia Ocone ha preso di mira, in una delle Sue parodie domenicali, l’ormai celeberrima Supplente di Matematica di Nova Milanese sorpresa in classe con alcuni allievi a far tutt’altro che una lezione di matematica.

Di sicuro divertente (la parodia) ma probabilmente, in una fascia oraria come quella, la Radio Televisione Italiana avrebbe potuto evitare di giocare su un fatto di cronaca sul quale sarebbe preferibile ironizzare ben poco

Se la Ventura ha deciso di scherzare col fuoco… Le auguriamo di non scottarsi!

Voi, intanto, scottatevi pure con il video della Ocone!

[Segnalato su Libero.it]


20
novembre

MAI DIRE … SKY

Sky TV - News Corp @ Davide Maggio .it

Che Sky fosse un’ottima, valida alternativa alla TV generalista penso sia fuori discussione.

L’idea di offrire i migliori contenuti televisivi nazionali ed internazionali viene quotidianamente assicurato dalla piattaforma digitale via satellite nata nel 2003.

Non è un caso che, ad oggi, si contino oltre 3 milioni e 830 mila abbonati.

Abbonati chiaramente esigenti che scelgono una tv di qualità sulla quale poter guardare, come e quando si vuole, ciò che si desidera e soprattutto SENZA ALCUNA INTERRUZIONE PUBBLICITARIA!

Fu questa peculiarità a decretare, anni addietro, il successo della PayTv.

Non riesco, però, a spiegarmi una cosa!

Sin dallo scorso ottobre, doveva vedere la luce un nuovo programma curato dalla Gialappa’s Band.

Una trasmissione sportiva che, come tutte le produzioni Sky, avrebbe dovuto rappresentare un’interessante alternativa a programmi ormai storici che ogni domenica soddisfano una delle passioni più forti e radicate nel belpaese : il calcio!

Nonostante la puntata di prova, lo show non è partito nemmeno la prima domenica di novembre, data scelta, dopo un primo rinvio, per la messa in onda.

Fin qui, nulla di strano : scelte commerciali e valutazioni che, di sicuro, non sono sindacabili nè da chi Vi scrive, nè da qualunque altro telespettatore.

Il punto, però, è un altro.

Secondo indiscrezioni giunte a questo blog, Sky avrebbe giustificato allo staff del programma che la mancata partenza della trasmissione era dovuta a RACCOLTA PUBBLICITARIA INSUFFICIENTE.

Una PayTv che non realizza un programma per “raccolta pubblicitaria insufficiente”?

E l’assenza di “consigli per gli acquisti” che caratterizza(va) un’emittente come Sky dove è andata a finire?

Che il crescente successo della piattaforma di Murdoch (si ritiene che nel 2008 la quota di Sky Italia nel mercato tv salirà al 29% e sarà solo due punti sotto quella della Rai) possa mettere a rischio quei punti fermi (come l’assenza di pubblicità all’interno dei programmi) che hanno conquistato una “platea” stimata in 12 milioni di telespettatori?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





16
novembre

FLAVIA VENTO CONSIGLIA..

Flavia Vento @ Davide Maggio .it

Martedì sera, a Porta a Porta, si è parlato di chirurgia estetica e Bruno Vespa ha pensato bene di invitare, insieme agli illustri ospiti, anche Flavia Vento.

La show girl ha dispensato tanti consigli ai telespettatori proprio come è solita fare sul suo blog in cui si fa portavoce di battaglie importanti… per un mondo migliore!

Come la pace nel mondo per Miss Italia, insomma!

Purtroppo, però, sembra che nessuno ascolti seriamente le perle di saggezza di questa ragazza che non si capisce perchè susciti così tanta ilarità. 

Anche Bruno Vespa pare che non sia totalmente d’accordo.

Ho pensato di raccogliere qualche spezzone della puntata in maniera tale che possiate farne tesoro anche Voi.

Anzi, Vi dirò di più, mi piacerebbe che questa donna prendesse parte alla nostra TVina Commedia in maniera tale da poterne capire qualcosa in più!!! 

[1. Consigli alternativi ma, forse, impraticabili per non ricorrere alla Chirurgia Estetica]

[2. Consigli alternativi e praticabili]

[3. Consigli per la ricerca scientifica]


14
novembre

TUTTI A CASA, CECCHERINI ALLA GOGNA!

Isola dei Famosi Honduras - Gran Galà @ Davide Maggio .it

Continua ad imperare quell’ipocrisia della quale abbiamo parlato in merito al bigottismo delle produzioni delle tv italiane nei confronti dei bestemmiatori mediatici.

Questa sera, infatti, al Gala dell’Isola dei Famosi, Tutti A Casa, saranno presenti tutti i naufraghi ad eccezione, ovviamente, del condannato a morte (quanto meno televisivamente parlando) Massimo Ceccherini.

Fortunatamente la serata si preannuncia scoppiettante per la presenza di uno dei più aspramente ironici critici televisivi, Alessandro Rostagno.

Spero vivamente che si torni sull’argomento anche solo per errore (uno di quei tanti finti errori) e per pochi secondi.

Quei secondi necessari ad accendere gli animi degli astanti e tra costoro mi auguro che Rostagno non faccia economia delle sue pungenti e sottilmente cattive ma allo stesso tempo incredibilmente vere “perle di sarcasmo”.

Per la cronaca, animeranno il parterre degli opinionisti, oltre a Rostagno, la mamma di Paolo Brosio e Nancy Dell’Olio.





13
novembre

DOPO LA MONOPOLIZZAZIONE COSTANZIANA, A MEDIASET E’ RICCI A FARLA DA PADRONE…

… e CULTURA MODERNA va in PRIMA SERATA


Maurizio Costanzo @ Davide Maggio .itNegli ultimi anni abbiamo assistito ad una graduale monopolizzazione delle emittenti del biscione che ha modificato in maniera significativa il palinsesto delle emittenti di Cologno Monzese.

Parlo, naturalmente, della penetrazione sempre più profonda di Maurizio Costanzo, Maria De Filippi e la loro Fascino PGT principalmente nelle programmazioni di Canale5.

Il risultato è stato (vi dirò poi per quale motivo parlo al passato) sotto gli occhi di tutti : si inziava la mattina del lunedi con Tutte le Mattine e si finiva la sera della domenica alle 20 con il termine di quella che è stata e continua ad essere, oggi più di prima, l’icona del trash nostrano. Una settimana televisiva piena zeppa di Costanzo, Signora e il loro staff di fedelissimi.

Una presenza eccessiva che è riuscita addirittura a spostare il baricentro delle produzioni Mediaset dalla imponente sede di Cologno Monzese a Roma dove Mediaset, avendo un centro di produzione di dimensioni davvero modeste (P.zza SS. Giovanni e Paolo), è “costretta” a prendere in “prestito” studi televisivi in quel di Cinecittà (che, nemmeno a farlo apposta, vede coinvolto in prima linea Maurizio Costanzo).

Non è finita qui.

L’ascesa di Lucio Presta a manager di punta per il reperimento di risorse artistiche e l’alleanza stretta da quest’ultimo proprio con Costanzo hanno fatto si che lo spostamento in quel di Roma (assieme all’inarrestabile potere costanziano) si rafforzasse ancor di più. Quasi tutti gli artisti del successore di Lele Mora, infatti, lavorano e risiedono nella capitale (giusto per citarne alcuni, Paolo Bonolis e Paola Perego).

Sembra però che ci sia quest’anno (e finalmente) un’inversione di rotta.

L’uscita di scena di MCS dal contenitore domenicale dell’ammiraglia di casa Mediaset ha rappresentato, a mio avviso, il primo di una serie di atti che hanno segnato un dietrofront dell’anchorman più famoso d’Italia quasi desideroso di un ritorno al “vecchio stile” in cui s’occupava di tematiche di scottante attualità senza macchiare e farcire i propri programmi con quel trash del quale, negli ultimi tempi, non riusciva proprio a fare a meno.

Non solo…

I risultati poco esaltanti incassati da Mediaset nel periodo di garanzia di questa nuova stagione televisiva hanno fatto si che i pochi programmi di successo realizzati siano stati elevati a esempi di altissima televisione pur non essendolo, in realtà, nemmeno un po’.

Antonio Ricci @ Davide Maggio .itParlo di Striscia la Notizia, di Cultura Moderna e di Paperissima.

Sarà un caso, fortuna o sarà bravura, ma tutti e tre i programmi citati fanno capo a colui che s’appresta a divenire il nuovo “gestore” dei palinsesti berlusconiani : Antonio Ricci.

Vi sono sincero. Il tipo di televisione che fa Antonio Ricci non mi piace. Ci si trova di fronte ad una frivolezza che se può risultare stimolante, gradevole e divertente nella mezz’ora quotidiana di Striscia la Notizia (meritevole, per quanto mi riguarda, dei successi sinora riscossi) rischia di diventare monotona e piatta se propinata per 2 ore e mezza di fila come nel caso di Paperissima.

Ma la dura legge dell’auditel non fa sconti a nessuno e dà potere a chi porta a casa il maggior numero di telespettatori senza curarsi dei perchè e dei per come quel risultato e’ stato raggiunto.

E cosi’, in un periodo di magra, gli ascolti di Striscia, Paperissima e Cultura Moderna forniscono ad Antonio Ricci quell’autorevolezza necessaria per poter influire (sulla scia Costanzian-Defilippiana) sui palinsesti delle più grandi tv commerciali italiane.

Già tempo fa, qualcuno l’aveva definito come Signore delle Marionette ma, a quanto pare, il teatrino (delle marionette) si sta ingrandendo a dismisura.

C’e’ infatti una novità non trascurabile.

Cultura Moderna starebbe per approdare alla prima serata!

Da gennaio, pare che dovremmo imbatterci in una versione prolungata (circa 2 ore) del programma condotto da Teo Mammucari. Dovrebbero essere infatti realizzate alcune puntate che, per alcune settimane, dovrebbero sondare il gradimento del pubblico.

E’ proprio così disgustosamente inaccettabile mettere in cantiere la produzione di un bel varietà vecchio stile?!?


9
novembre

NUOVA RUBRICA : INTERVISTE… (AGGIORNAMENTO)

Cari Lettori

riporto questo post in pole position poichè domani inauguriamo questa nuova rubrica con l’intervista a Cristina Plevani.

Rimane però da decidere il titolo. Per questo ho pensato di riprendere le proposte arrivate e metterle ai voti!

Resta inteso che qualora abbiate un’improvvisa idea geniale sottoponetemela commentando.

Ecco qui le proposte selezionate :

[Votazioni Terminate]



Tra qualche giorno (per la verità, si spera tra qualche ora) partirà su davidemaggio.it una nuova rubrica. Ci occuperemo di “estorcere” qualche simpatica intervista a quei personaggi nei confronti dei quali mostrate particolare interesse e qualora, ovviamente, accettino di fare “quattro chiacchiere” con Davide Maggio e i Suoi lettori.

Prima di inaugurare questa rubrica, però, ho bisogno del Vostro aiuto per due ragioni :

  1. trovare un titolo accattivante per la nuova rubrica
  2. ricevere i Vostri suggerimenti per i personaggi da intervistare corredati dalle domande che vorreste loro sottoporre.

In attesa che l’intervista a Cristina Plevani inauguri questa rubrica, attendo i Vostri consigli via email o, ancora più semplicemente, nei commenti a questo post.

Enjoy!


8
novembre

LE NUOVE FRONTIERE DEL PRESERALE DI CANALE5

Amadeus @ Davide Maggio .itGerry Scotti @ Davide Maggio .itPaolo Bonolis @ Davide Maggio .it

Ammettiamolo, suvvia!

Le vicende e le sorti di Formula Segreta e di Fattore C hanno animato le pagine di questo blog tanto da farlo diventare punto di riferimento per anticipazioni e curiosità relative alla preziosissima fascia preserale di Canale5, foriera di ingenti introiti pubblicitari. 

Le notizie e le anteprime fornite nelle scorse settimane, ben prima di qualsivoglia testata e di qualunque altro blog, iniziano a trovare conferme!

Prima di passare alle novità, però, riassumiamo sinteticamente ciò che è successo al travagliato preserale dell’ammiraglia di casa Mediaset, dal debutto della nuova stagione televisiva (4 settembre) ad oggi.

  1.  
    1. Amadeus prende il posto di Gerry Scotti e Passaparola viene sostituito da un programma che originariamente doveva chiamarsi “A Tutti i Costi” ma che nella notte tra il 24 e il 25 agosto è diventato “Formula Segreta”;
    2. Si parte il 4 settembre e gli ascolti risultano deludenti. Non si va oltre il 14% di share;
    3. Questo blog annuncia che si prospettava una sonora chiusura per il preserale di Amadeus. Fa seguito dopo alcuni giorni Dagospia;
    4. Viene proposta dopo due sole settimane di programmazione una versione riveduta e corretta del quiz show ma il programma non decolla. E’ flop;
    5. Dopo una settimana di prova, il programma viene definitivamente soppresso e lascia il posto ad un altro mezzo flop della nuova stagione televisiva del biscione : Fattore C;
    6. Questo blog annuncia che si sarebbe trattato di una sostituzione temporanea. Nessuno, però, conferma;
    7. Si deve aspettare il 12 ottobre per una conferma del diretto interessato (Paolo Bonolis) che dalle pagine del settimanale Anna rivela che il Suo programma era stato programmato per un mese e che era, dunque, agli sgoccioli;
    8. Nel frattempo davidemaggio.it aveva già annunciato, primo tra tutti, il 2 ottobre, che era in preparazione un nuovo preserale che avrebbe probabilmente segnato il ritorno di Amadeus e la conseguente chiusura di Fattore C;
    9. Dagospia riprende la mia notizia;
    10. Si susseguono da quel momento una miriade di notizie/agenzie che parlano di un possibile ritorno di Gerry Scotti;
    11. Questo blog, invece, sostiene che a ritornare sarà proprio Amadeus come avevamo sostenuto sin dal 2 ottobre;
    12. La conferma arriva dallo stesso Amadeus che, intervistato da Maurizio Costanzo nella puntata di Conversando dell’8 ottobre, annuncia il Suo ritorno dopo Natale;

Detto questo, facciamo luce su ciò che dovrebbe accadere nei prossimi giorni a conferma di quanto avevo annunciato già tanto tempo fa.

  • LE NOVITA’

Partiamo da quello che dovrebbe essere un dato di fatto : 

il 4 dicembre Fattore C chiuderà i battenti.

Un nuovo preserale, dunque, dovrà prendere il posto del quiz show di Bonolis.

In effetti Mediaset sta testando 6/7 format per la fascia pre-tg. Alcuni dei quali addirittura all’estero (Olanda)!

Due di questi, Il Socio (format giapponese adattato in Italia da Fatma Ruffini) e 8 x 8 (tristissima riesumazione di un vecchio gioco nientepopodimenoche di OK il Prezzo è giusto!) sono stati già provati nelle scorse settimane presso gli studi Mediaset di Cologno Monzese.

Nemmeno a dirlo, il conduttore è Amadeus.

C’è, però, qualcosa che non quadra. Se Fattore C viene chiuso i primi di dicembre e Amadeus ha chiaramente affermato che il Suo ritorno in video avverrà dopo Natale, cosa succede in queste tre settimane dicembrine?

Ecco che si spiegano le notizie trapelate che annunciavano il ritorno di Gerry Scotti! A riempire questi 21 giorni dovrebbe esserci proprio Chi Vuol Essere Milionario che torna dal 4/5 dicembre e, come di consueto, intervalla il preserale della più importante tv commerciale italiana. [Se per il preserale di Amadeus fosse "filato tutto liscio", in realtà avrebbe ugualmente lasciato temporaneamente il posto (come, del resto, accadeva con PassaParola) a Chi Vuol Essere Milionario secondo le normali "tabelle di marcia" di Canale5 (orientativamente intorno a Gennaio)].

Dopo la parentesi Scottiana, Amadeus dovrebbe infine riappropriarsi del Suo preserale con la speranza che, almeno questa volta, si possa assistere a qualcosa di realmente accattivante e divertente (cosa che in realtà non sembrerebbe possibile se la scelta di Mediaset dovesse cadere su uno dei due format sino ad ora testati in Italia).

PER DOVERE DI CRONACA…

C’è da dire che si vociferava (fonte Il Giornale) che tra questi format in fase di test ce ne fosse uno (Uno contro 100, questo il titolo) che non vedrebbe Amadeus ma bensì Gerry Scotti alla conduzione del programma.

Ipotesi, quella della conduzione di Gerry Scotti, che a mio avviso è da scartare!