Televisione


29
novembre

FRANCE 24 … PRONTA AL LANCIO!

France24 @ Davide Maggio .it

In Francia, stanno per prendere il via le trasmissioni di un nuovo canale internazionale all news.

A far compagnia a CNN, BBC World e alla nuova versione inglese di Al Jazeera, ci sarà France 24 che, al pari dei già affermati “colleghi” si propone di raggiungere, in pochi mesi, una copertura globale.

A render degno di nota il debutto di questo canale c’è il rapporto che France 24 intende instaurare con la rete e, soprattutto, con il “popolo” che la anima.

Non è un caso che il lancio dell’emittente satellitare avverrà su internet, prima ancora che sui satelliti che inizialmente copriranno Europa, Africa e Medio Oriente.

V’è di più.

France 24 si pone un obiettivo ben preciso : interagire con i navigatori prestando particolare attenzione ai bloggers, considerati, come afferma Stanislas Léridon, Internet and New Media Director di France 24, i nuovi opinion leaders.

Per questo motivo l’emittente ha selezionato in tutto il mondo alcuni bloggers da coinvolgere per il lancio.

DavideMaggio.it ha avuto l’onore di essere tra gli 8 italiani prescelti che saranno destinatari di informazioni esclusive (in alcuni casi addirittura prima della stampa tradizionale).

L’appuntamento con il lancio in anteprima sul web è per il 6 dicembre prossimo alle 20.20.

Il segnale sarà definitivamente acceso, invece, circa 30 ore dopo, l’8 dicembre.

France 24 “parla” francese, inglese ed arabo; è disponibile 7 giorni su 7, 24 ore al giorno.

Vi lascio con un efficace trailer di quest’innovativo canale internazionale.

Beyond the news (part I)
Caricato da FRANCE_24




29
novembre

L’ORA “X”? PER LA RAI, LE 21.10

RaiUno @ Davide Maggio .it

RaiDue @ Davide Maggio .it

L’undici dicembre scatterà l’ora “X”.

Non ci sono lancette da spostare avanti o indietro ma, semplicemente, bisognerà regolare i propri videoregistratori o sedersi in poltrona con (finalmente) una ventina di minuti di anticipo.

La RAI, infatti, nei giorni scorsi ha deciso di porre termine al vergognoso slittamento dell’inizio del prime time che quest’anno ha battuto ogni record : siamo arrivati alle 21.30 con conseguente slittamento della seconda serata che, a conti fatti, è diventata…terza!

Un fenomeno inarrestabile che ha alla base una sola motivazione : battere i concorrenti e vincere la prima serata.

Una vera e propria gara tra la TV pubblica e le 3 principali reti commerciali con un’unica vittima, impotente. Il telespettatore.

Telespettatore che, però, altro non ha fatto se non accettare passivamente una lotta della quale non poteva importargli assolutamente niente.

Un attaggiamento sbagliato al posto del quale avremmo potuto, anzi dovuto, reagire diversamente.

Fortunatamente, dall’undici dicembre, quanto meno in RAI, si cambia.

Il Consiglio d’Amministrazione ha stabilito che i programmi delle 3 reti della Radio Televisione Italiana dovranno iniziare rispettivamente alle

21.10 RaiUno

21.05 RaiDue

21.00 RaiTre

Non solo…

Dal 1° gennaio 2007 la durata di qualsiasi programma non potrà superare le due ore e la seconda serata dovrà inziare alle 23.10.

Saranno ammesse delle eccezioni esclusivamente nelle giornate di sabato e domenica.

Queste notizie, in realtà, risalgono ad un paio di settimane fa, ma mi ha fatto riflettere non poco il commento di una nostra lettrice che ci segue dalla Germania. Marika scrive pochi giorni fa :

Vivo in Germania ed ho installato la parabola per poter vedere tutti i miei programmi italiani preferiti. Ora, da qualche tempo oramai è diventata una lotta incredibie tra le varie reti, programmi che dovrebbero iniziare alle 21.00 iniziano alle 21.30 se si è fortunati. Io faccio un lavoro che mi tiene fuori casa parecchie ore al giono, a volte anche fino a tarda sera, per cui programmo il videoregistratore per non perdermi i miei programmi…..conclusione…..quasi tutti i miei programmi preferiti sono a metà tra ritardi di inizio e pubblicità varie……Quando finirà tutto questo?….pensano che il pubblico sia una massa di fantocci che pagano e stanno zitti a guardare le loro diatribe??? [...] Ma in Italia…nessuno reagisce??? Tutti pagano canone senza fiatare??? Nessuno protesta???? E che diamine!

Sarei curioso di sapere come “risponderà” Mediaset. Ne approfitterà o si adeguerà?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , , ,


28
novembre

LE SORPRESE NON FINISCONO… MAIK!

Mike Bongiorno @ Davide Maggio .itSuperfluo cercare di "sintetizzare" in poche righe i tratti salienti di colui che rappresenta, per il nostro Paese, la storia della televisione.

Ininterrottamente in video da 52 anni, Mike Bongiorno ha tenuto a battesimo il piccolo schermo nel 1954 con "Arrivi e Partenze" consacrando un genere televisivo del quale, a tutt’oggi, ne è il Re indiscusso.

Alla veneranda età di 82 anni, sembra proprio che il "salumiere dell’etere" non abbia intenzione di smettere!

Tutt’altro! Tra uno dei Suoi ennesimi quiz (attualmente è in onda con Il Migliore. Domani l’ultima puntata) e qualche spot pubblicitario, Mike ha deciso d’allargare ancor di più i propri orizzonti mediatici dedicandosi al doppiaggio.

Lo vedremo, infatti, cimentarsi in questa nuova disciplina nientepopodimenoche in alcune delle prossime puntate dei Simpson nelle quali doppierà, pensate un po’, Babbo Natale!

In attesa di ascoltare il buon vecchio Mike, chiudiamo questo post con una carrellata di ciò che contraddistingue (tra le altre cose, s’intende) il mito del tubo catodico… LE PAPERE!

Lunga vita a Mike Bongiorno!





26
novembre

PICCOLO SPAZIO PUBBLICITA’ 2 … PARIS HILTON RITOCCATA!

Paris Hilton 3 @ Davide Maggio .it

Questa domenica è tutta dedicata alla pubblicità.

Oltre allo spot di Telecom Italia del quale abbiamo parlato in –> questo post, ad allietare i telespettatori abbiamo, da pochi giorni, il nuovo spot della Mobile Media Company 3.

Insieme all’ormai insostituibile Claudio Amendola, questa volta è toccato a Parin Hilton pubblicizzare le offerte natalizie dell’operatore telefonico italiano.

Lo spot fa a dir poco pietà e non sarebbe degno di nota se non per la presenza della più chiacchierata star hollywoodiana.

C’è un però! Non si capisce assolutamente nulla di ciò che dice la capricciosa ereditiera!

Il disperato tentativo di far parlare italiano alla star americana sembra proprio mal riuscito. Evidenti appaiono le deformazioni del volto della Hilton, frutto dell’immane sforzo per pronunciare “Coambiare coosta toanto”. Ciò nondimèno, sembra che Amendola stia accompagnando d’urgenza la star, a bordo della propria Vespa, dal più vicino dentista!

Ho realizzato che il problema fosse davvero serio quando ieri sera un amico, dopo aver guardato lo spot in questione, mi dice : “Devo fare un corso d’inglese. Non sono riuscito a capire nulla”. La mia secca risposta è stata : “Guarda che era italiano!”.

Il problema, dunque, esiste ed è notevole. E per fortuna sembra che se ne siano accorti anche ai piani alti di 3 che, mettendo in pratica i suggerimenti presenti nello spot, si son detti “MEGLIO CAMBIARE!“.

Pochi minuti fa, infatti, è andato nuovamente in onda lo spot di 3 con una novita!

Paris Hilton è stata “ritoccata”. E questa volta, ad essere ritoccata (strano ma vero), è stata la voce!!!

Il risultato è ancora più sgradevole. Il doppiaggio (fatto probabilmente dalla stessa Hilton) è talmente palese da far rivoltare nella tomba il grande Ferruccio Amendola.

Non appena disponibile metterò online la nuova versione. Nel frattempo, gustatevi la prima!

 

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , , ,


26
novembre

PICCOLO SPAZIO PUBBLICITA’ 1 … TELE…SVUOTO a ZERO ZERO!

Teleconomy Zero Zero @ Davide Maggio .it

Oggi Vi parlo di uno spot che sta “intasando” gli spazi pubblicitari delle nostre tv :

Teleconomy Zero Zero di Telecom Italia con Sergio Rubini e Tosca D’Aquino

Lo spot, neanche a dirlo, è ben realizzato e assolutamente gradevole. Il classico spot che, però, grazie a testimonial d’eccezione e ad una sapiente regia “accalappia” il telespettatore sottoponendogli offerte “assolutamente (s)vantaggiose”.

In realtà, le “incredibili” offerte commerciali pubblicizzate a caratteri cubitali “nascondono” condizioni contrattuali da… leggere con attenzione!

Secondo lo spot pubblicitario con questa opzione si chiamerebbero gratis telefoni fissi e mobili.

Per soli 10 Euro al mese, i clienti avrebbero, infatti, l’opportunità di chiamare e videochiamare verso fisso e verso mobile a 0 €cent/min.

Come no! Guardate cosa riserva nel dettaglio questa strepitosa offerta di Telecom Italia.

Per le chiamata ai fissi : FINO a 1000 MINUTI di chiamate e videochiamate a 0 €cent. E mica è finita qui. Per ogni chiamata verranno addebitati alla risposta 12,5 €cent per le chiamate e 15€cent per le videochiamate (insomma qualcosa in più anche dello scatto alla risposta!).

Per le chiamate ai mobili ancora peggio : FINO a 100 MINUTI per le chiamate e 30 MINUTI per le videochiamate SOLO VERSO CELLULARI TIM. Naturalmente anche qui c’e’ un importo da pagare alla risposta pari a 30 €cent per le chiamate e 90€cent per le videochiamate.

Speriamo che gli ZERO ZERO stiano ad indicare gli abbonati che abbocheranno a questa “indispensabile offerta” per risparmiare e non vendere, di conseguenza, l’auto della propria moglie!





24
novembre

ANDATA E RITORNO : UNA DELLE PROTAGONISTE SU DAVIDEMAGGIO.IT

Andata e Ritorno @ Davide Maggio .it

Cari Lettori,

Vi ricordate quando Vi parlai, qualche tempo fa, di un tête à tête avuto su un Eurostar Bologna-Milano con un’ex concorrente del Grande Fratello?

Cinzia Molena @ Davide Maggio .itBene! Ora l’arcano può essere svelato : si trattava di Cinzia Molena che in quell’occasione mi anticipò di un Suo nuovo progetto del quale adesso possiamo parlare apertamente.

Cinzia sarà infatti una delle protagoniste di Andata e Ritorno, la nuova istant comedy prodotta da Rai Fiction e realizzata da Grundy Italia, con la collaborazione del Gruppo Ferrovie dello Stato, che racconta il rientro di un gruppo di persone che lavora a Milano.

Sono felice di comunicarVi che Cinzia sarà la prossima “vittima” della TVina Commedia e ha già dedicato ai lettori di davidemaggio.it una bella foto autografata che presto metterò online.

Qualora vogliate porre a Cinzia qualche domanda, commentate pure questo post : le migliori domande (con il nome dei relativi autori) verranno inserite nell’intervista.

Non riesco, purtroppo, a darVi una tempistica precisa visto che la nostra sorellina pare non vada molto daccordo con il pc e sembra che controlli le email moooolto di rado!

In attesa di leggere l’intervista a Cinzia Molena, Vi riporto dal sito dedicato ad Andata e Ritorno qualche informazione in più su questa istant comedy che prenderà il via lunedi prossimo, 27 novembre, alle 18.50 su RaiDue.

“Andata e Ritorno” non è una soap, non è un reality, non è una docu-fiction, non è un talk-show, non è una sit-com. Né tantomeno un’inchiesta sul pendolarismo italiano. Può essere definita instant-comedy, ovvero una fiction vera e propria che, puntata dopo puntata, si muove in parallelo con la realtà; un genere televisivo nuovo che nasce dal contagio di più generi. I temi affrontati, dai più leggeri e divertenti a quelli più seri e importanti, sono sviluppati, nelle immagini e nei dialoghi, con ritmo e freschezza, sulla linea della commedia, senza eccessive drammatizzazioni ma neanche con una comicità da sketch, con uno stile asciutto e brillante.Tutto si svolge sul treno, non sono previsti altri ambienti. Un treno ricostruito in teatro nei minimi dettagli e che s’ispira al “Minuetto” delle Ferrovie dello Stato, disegnato da Giugiaro. Unico sfondo lo scorrere del paesaggio al di là del finestrino, visibile grazie alla retroproiezione su grandi schermi di immagini girate sull’immaginaria tratta che i protagonisti percorrono tutti i giorni. Il compito di realizzare “Andata e Ritorno” è stato affidato alla società di produzione Grundy Italia, che ha curato l’adattamento del format australiano, “Going Home”, riproposto in Canada (“Train 48″) e in Francia (“Le Train”), dove è stato definito da pubblico e critica “best new show”. La sigla originale, dal titolo “La vita è un treno”, è della band Aeroplani Italiani (ed. Sugar).

I sei personaggi protagonisti della serie rappresentano persone che si potrebbero facilmente incontrare nei giorni feriali su un treno che collega Milano ai centri piccoli e medi del territorio. Sono impiegati e piccoli imprenditori, professori e stagisti, precari e aspiranti dirigenti. Tre uomini e tre donne, che esprimono appartenenze sociali, culturali e professionali differenti. Di ognuno di loro si conoscono i problemi e le soddisfazioni, le sconfitte e i desideri, le rinunce e i progetti.

Anna Roversi (Nadia Carminati) è una cinquantenne insegnante di Lettere e Filosofia in un liceo milanese. Bruno Annoni (Marco Di Francisca) è un coetaneo, vicedirettore di banca. Daria Lorenzi (Elisa Lepore) ha 38 anni ed è un tecnico sanitario che opera in un grande ospedale. Michele Fantini (Michele Bottini), 33 anni, è un addetto agli scaffali di un supermercato. Vincenzo Marsiglia (Francesco Foti) ha 40 anni e fa l’agente immobiliare. Infine Giorgia Motta (Cinzia Molena), 24 anni, studentessa di filosofia, è un’hostess di terra part-time; l’unico personaggio che non torna a casa, ma va al lavoro.

Periodicamente i nostri personaggi incontreranno sul treno diverse guest del mondo dello spettacolo, dello sport, del giornalismo, della moda. Guest che parteciperanno alle puntate o nel ruolo di se stessi o interpretando caratteri di finzione, andando ad arricchire ulteriormente il panorama di storie narrate.


21
novembre

MEDIASET ALLA CONQUISTA DI ENDEMOL?

Mediaset / Endemol @ Davide Maggio .it*

La notizia risale al 28 settembre scorso quando il quotidiano olandese Telegraaf ha annunciato una possibile alleanza tra Mediaset e John De Mol per rilevare la famosa casa di produzione ENDEMOL.

John De Mol, infatti, dopo averla creata ha pensato bene di vendere la Sua società alla spagnola “Telefonica” per la cifra record di 5.5 miliardi di Euro ma, a quanto pare, è intenzionato a riappropriarsi del Suo “gioiello”.

Il partner di questa operazione dovrebbe essere per l’appunto Mediaset che, oltre ad affidare già da tempo ad Endemol la produzione di numerosi programmi del palinsesto delle propri reti, condivide con la casa di produzione olandese la proprietà di MediaVivere, la società che produce, in esclusiva, soap e fiction per le reti del biscione.

La Endemol che attualmente opera nel nostro paese tramite Endemol Italia S.p.A., Endemol Italia Holding S.p.A., Palomar s.r.l., YAM112003 s.r.l. e MediaVivere s.r.l. potrebbe diventare, grazie all’entrata in scena di Mediaset, tutta (o quasi) italiana.

Per il momento, come ha precisato un’ansa del 20 novembre, non ci sono da parte degli interessati conferme o smentite.

[* : il logo NON è il logo ufficiale di Mediaset S.p.A. e ha il solo scopo di presentare il post. I proprietari dei rispettivi marchi posso chiedere la cancellazione del presente logo contattando davidemaggio.it via email - mail@davidemaggio.it ]

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


21
novembre

CHE (S)VENTURA!

Simona Ventura - Lucia Ocone @ Davide Maggio .it

Simona Ventura ha deciso di scherzare col fuoco!

Evidentemente le polemiche per l’ospitata di Luciano Moggi a “Quelli Che il Calcio e”, le critiche per la scorrettezza salace che hanno macchiato la conduzione dell’edizione hondurena de L’Isola dei Famosi e il fastidio che ormai suscitano nei telespettatori le Sue grida sovrumane non son bastati a ridimensionare gli eccessi che caratterizzano, negli ultimi tempi, il personaggio Ventura.

Eccessi che a mio avviso sono sintomo della consapevolezza di una leadership e di un potere mediatico conquistati definitivamente con gli ascolti da record della terza edizione dell’Isola dei Famosi che, è bene ricordarlo, ha potuto contare sul clamore suscitato dalla bagarre sentimentale della coppia Al Bano – Loredana Lecciso.

E la conseguenza è stata l’acquisizione di ciò che definisco un “passepartout televisivo“ implicitamente ed automaticamente rilasciato, secondo una consolidata seppur recente tradizione, ai personaggi meritevoli d’aver “portato a casa” risultati (in termini di ascolti e di share) non trascurabili e in virtù del quale è consentito ”espatriare”, senza conseguenza alcuna, dal buon gusto, dall’educazione, dal rispetto e/o semplicemente da quella che ormai è un’inesistente televisione di qualità

Una sorta di Maurizio Costanzo al femminile, insomma, con l’aggravante d’essere un personaggio di una Tv che commerciale non è e che, a volte, dovrebbe metter da parte le sfide all’ultimo…telespettatore in ragione di interessi superiori.

L’ultima “stravaganza” c’è stata proprio la scorsa domenica quando Lucia Ocone ha preso di mira, in una delle Sue parodie domenicali, l’ormai celeberrima Supplente di Matematica di Nova Milanese sorpresa in classe con alcuni allievi a far tutt’altro che una lezione di matematica.

Di sicuro divertente (la parodia) ma probabilmente, in una fascia oraria come quella, la Radio Televisione Italiana avrebbe potuto evitare di giocare su un fatto di cronaca sul quale sarebbe preferibile ironizzare ben poco

Se la Ventura ha deciso di scherzare col fuoco… Le auguriamo di non scottarsi!

Voi, intanto, scottatevi pure con il video della Ocone!

[Segnalato su Libero.it]