Televisione


24
aprile

1 CONTRO… IL SOCIO

1 contro 100 @ Davide Maggio .it 

Si mormora che sui canali di servizio (bassa frequenza) di Mediaset faccia bella mostra il logo de Il Socio, il preserale di Fatma Ruffini scartato per far posto a “1 contro 100” che andrà in onda dal prossimo 7 maggio.

Che la Ruffini non si sia arresa e voglia a tutti i costi che il Suo preserale trovi una collocazione nel palinsesto delle reti del Biscione?

Intanto questo blog aspetta con ansia la prima del quiz show di Amadeus.

Vuoi venire col titolare alla prima di 1 contro 100? Clicca qui


[Hai scoperto i vantaggi della registrazione a davidemaggio.it? Sarai avvisato, se lo vorrai, via email della pubblicazione di ogni nuovo post. Per registrarti, clicca qui]

[Su davidemaggio.it hai la possibilità di abbinare al Tuo indirizzo email (quando commenti) un'immagine personale. Per farlo, registrati al servizio Gravatar cliccando qui]

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




23
aprile

CHE S…VENTURA!

Simona Ventura @ Davide Maggio .itC’è chi ritiene che in questi giorni parlar male di Simona Ventura sia un must.

Per quanto mi riguarda, ritengo troppo facile screditare un personaggio in concomitanza di un sonoro flop appena… incassato!

Non Vi nascondo che quando c’è da parlare della Mona Nazionale sono sempre un po’ combattuto e non riesco mai a sbilanciarmi troppo preferendo un equilibrio, seppur precario, che difficilmente caratterizza i miei “scritti”.

Non riesco a spiegarmi per quale motivo la conduttrice dell’Isola dei Famosi nonostante i notevoli successi realizzati sulla seconda rete non riesca realizzare un ”programma col botto” che coronerebbe, in maniera gloriosa, la fine della Sua carriera.

Sono convinto che la Ventura sia alla ricerca spasmodica di una sorta di ”consacrazione” che le consenta di entrare tra i grandi della televisione italiana e, proprio per questo motivo, di ritirarsi dalle scene in maniera gloriosa.

Scelta a mio avviso giustissima. Ritirarsi nel momento di maggior successo è sicuramente una scelta difficilissima ma vincente.

Questo momento di maggior successo, però, sembra che per la conduttrice piemontese non voglia arrivare e si debba tornare alla penultima edizione del reality di RaiDue per registrare l’apice della carriera della showgirl dolce & gabbanata.

Per il “defintivo salto di qualità”, la Ventura sembrava aver organizzato tutto alla perfezione : ennesimo cambio di look sia fisico (ennesimi piccoli ritocchi) che stilistico (ha lasciato Dolce & Gabbana in favore di Alessandro Dell’Acqua) e un contratto decisamente forte ed impegnativo con RaiUno.

Ma non è andata come si sperava.

Uno dei progetti iniziali è stato archiviato ancor prima dell’esordio (il “Musichiere“) e il primo ad aver visto la luce sull’ammiraglia della Radio Televisione Italiana, Colpo di Genio, è stato chiuso dopo sole due puntate per ascolti decisamente da… fame.

Non è finita qui.

Ad aggravare la situazione di per sè poco felice, troviamo Patrizia Mirigliani. Contestualmente alla chiusura di Colpo di Genio, la RAI ha, infatti, annunciato il prossimo impegno della Ventura : Miss Italia.

A prescindere dal fatto che mi ripugna sentir parlare la Mirigliani di televisione, c’è da dire che la figlia del patron di Miss Italia ha manifestato le proprie perplessità sull’affidamento della conduzione del concorso ideato dal padre alla presentatrice di cui parliamo.

E lo ha fatto senza andare troppo per il sottile…

Era come minimo scontato che si prendesse atto dei risultati negativi della sperimentazione della presentatrice in prima serata su Raiuno e si avviassero nuove consultazioni.

Meraviglia questa repentina ufficialità da parte della Rai senza alcun preventivo contatto con noi. Miss Italia non può essere bruciata in tentativi di riproposta ad oltranza di soluzioni già rivelatesi ‘non potabili per il pubblico di Raiuno’, come le hanno definite alcuni critici. D’altra parte, anche da un punto di vista legale, ogni decisione sul presentatore presuppone sempre un’intesa tra la Rai e Miss Italia. Dico tutto ciò, ovviamente, con la stima e l’amicizia di sempre per Simona. Mi attendo ora una convocazione urgente per esaminare di comune accordo con la Rai il problema della conduzione”.

Diciamo che mi sembra eccessivo. Purtroppo la Ventura non ha dalla sua la simpatia ma in un periodo in cui a condurre un programma troviamo anche Elisabetta Gregoraci e Sara Varone, è davvero un’eresia mettere in discussione (soprattutto in termini come quelli appena citati) un personaggio della cui professionalità penso ci sia ben poco da discutere.

Nonostante gli innumerevoli difetti, Simona Ventura è uno dei pochi personaggi del panorama televisivo italiano che può, a mio giudizio, vantare un proprio stile. Uno stile ricercato e caraterizzante, simile ad alcuni showmen/showgirls americani ma che, in Italia, a quanto pare, non viene apprezzato!

Ahimè!


20
aprile

1 CONTRO 100 : I LETTORI DI DAVIDEMAGGIO.IT ALLA PRIMA!

1 contro100 @ Davide Maggio .it

La faraonica scenografia di 1 contro 100 non è ancora ultimata ma già da questo pomeriggio iniziano le prove ufficiali del programma per un test sul campo.

Il via vero e proprio, come ho già scritto, è invece previsto per il prossimo 7 maggio su Canale5 alle 18.40 e, udite udite, il quiz-show dovrebbe andare ininterrottamente in onda sino a settembre con un piccolo break di due settimane ad agosto.  

La prima registrazione di questo caldo (vista la stagione) tour de force avrà luogo negli studi di Mediaset a Cologno Monzese il prossimo 2 maggio.

Ebbene. Per la serie “i lettori di davidemaggio.it hanno sempre un posto in prima fila”, c’è un congruo numero di posti a Voi riservati per assistere alla prima del nuovo preserale di Amadeus.

La partecipazione è assolutamente gratuita. L’unico ”limite” è rappresentato dall’età (minima 16 anni, massima 50).

Qualora foste interessati, scrivetemi a 1contro100@davidemaggio.it fornendomi oltre al vostro nome e cognome, un recapito telefonico e, se possibile, una fotografia. Vi contatterò per fornirVi tutti i dettagli.

[I dati forniti per la partecipazione alla prima di "1 contro 100" non saranno forniti per nessun motivo a terzi con l'esclusione della società che gestisce il pubblico del programma per consentire l'ingresso agli studi.]





20
aprile

CHIUSO COLPO DI GENIO

Colpo di Genio @ Davide Maggio .it

Quanto anticipato da questo blog, ha trovato, purtroppo, conferma nel pomeriggio di ieri.

Visti, infatti, gli ascolti decisamente inferiori al “punto di non ritorno” del 17% di share (l’ultima puntata ha totalizzato il 14,9%), la RAI ha deciso (bene) di sopprimere il nuovo show della strana coppia Ventura-Teocoli. Colpo di Genio è, dunque, ufficialmente chiuso.

Certo che la Ventura farebbe meglio a star lontana dall’ammiraglia della Radio Televisione Italiana.

3 programmi condotti… tutti e tre dei flop. Oltre a Colpo di Genio, la mia memoria ricorda “Le Tre Scimmiette” e un tristissimo “Festival di Sanremo“.

Che ne sarà di Miss Italia?

Prima di lasciarci, ecco il comunicato ufficiale della RAI.


RAIUNO CHIUDE “COLPO DI GENIO”
Dopo i risultati delle prime due puntate il programma “Colpo di genio”  viene cancellato.

La decisione e’ stata presa all’unanimita’ dopo incontri separati che il direttore di Raiuno Fabrizio Del Noce ha avuto con la conduttrice Simona Ventura, con i produttori della societa’ Endemol e dopo aver sentito telefonicamente l’altro co-conduttore Teo Teocoli. E’ infatti emersa la convinzione che il meccanismo del programma sia stato respinto dal pubblico e che la sua prosecuzione non avrebbe portato a risultati soddisfacenti.Con Simona Ventura il Direttore Del Noce ha convenuto di portare avanti i programmi gia’ concordati, il primo dei quali sara’ la conduzione di Miss Italia.

[Via Ufficio Stampa Rai]


18
aprile

COPPIE VINCENTI

Luca e Paolo @ Davide Maggio .it

Ottimo esordio per le due nuove sit-com di Italia 1, Buona La Prima e La Strana Coppia. Nella serata di ieri la nuova serie di Ale&Franz, è stata seguita da tre milioni e mezzo di telespettatori. Risultato lievemente inferiore ma comunque ottimo per la sit-com di Luca e Paolo.

Una vittoria all’insegna della sperimentazione e dell’innovazione, elementi che da sempre hanno contraddistinto Italia 1 e che negli ultimi tempi sembravano latitare.

A porsi come vera notivà è senz’altro Buona La Prima, adattamento del format tedesco Schiller Strasse, che ha messo in luce tutte la capacità attoriali di Ale&Franz, proponendo anche un genere inedito in tv, lo sit-show o sit-game se preferite.

E’ andata in scena l’arte dell’improvvisazione. Come sapete infatti, gli attori non solo non hanno un copione ma devono dare vita alla storia solamente con le loro forze e con l’aiuto, piuttosto esiguo, di un suggeritore.

L’essenza del teatro e dello spettacolo in generale, per attori che hanno divertito, divertendosi. Una piccola apoteosi.

Discorso diverso per La Strana Coppia, sit-com ispirata alla commedia di Neil Simon che pur non dicendo niente di nuovo, può definirsi una piccola consacrazione per Luca e Paolo.

Attori decisamente “in parte”, che qui riescono a mostrare qualcosa in più rispetto ai lavori precedenti come Tandem e Camera Cafè. Certo siamo lontani dalle performances di Jack Lemmon e Walther Mattau ma del resto non è e non deve essere questo l’obiettivo.

Niente di eccezionale nel complesso ma sicuramente una piacevole novità rispetto ad un panorama televisivo sempre più tristemente uguale a se stesso.

Visti i buoni risultati ottenuti, si profila per i telespettatori un’estate in compagnia di questi due nuovi show. Buona La Prima e La Strana Coppia infatti continueranno ad andare in onda anche quando il caldo prenderà il sopravvento.

Nel frattempo Luca e Paolo, a breve, saranno impegnati nelle riprese della nuova serie di Camera Cafè, un altro successo di Italia 1 che quest’anno chiude la sua stagione in maniera spettacolare. In tutti i sensi.

UPDATE: Eccezionalmente la prossima settimana le due sit-com andranno in onda mercoledì anzichè martedì.





16
aprile

E SE RISERVISSIMO IL PRANZO?

Il Pranzo è Servito @ Davide Maggio .it

Abbiamo avuto modo di parlare tempo fa dello scarso successo che riscuote il mezzogiorno di Canale5 che non è mai riuscito a battere la concorrenza della Rai nonostante i tentativi che si sono succeduti negli anni.

A ben guardare, però, l’ammiraglia del Biscione un successo l’ha prodotto e l’ha trasmesso per ben 10 anni, dal 1982 al 1992.

  • il 13 settembre 1982 la prima puntata
  • 2.481 puntate
  • 2.470 concorrenti
  • 29.772 giri di ruota
  • 37.215 domande formulate
  • 999.240 minuti di programma
  • 5.112.900.000 di lire di premi distribuiti
  • 6.947.000.000 spettatori collezionati nell’arco dei dieci anni
  • Parliamo de Il Pranzo è Servito, format storico condotto da Corrado e, negli ultimi due anni di programmazione, da Claudio Lippi e Davide Mengacci (quest’ultimo lo condusse per un solo mese prima di testare la versione serale, La Cena è Servita).

    Ebbene! C’è chi questo programma vorrebbe riproporlo con un’edizione nuova di zecca.

    Considerando che in questo periodo in televisione oltre a medici, avvocati e forze dell’ordine, a farla da padrona c’è la cucina, ho pensato che potesse essere il momento giusto per dar voce ad un gruppo di fedelissimi del programma che ha addirittura realizzato un sito pieno zeppo di notizie, curiosità e…

    una petizione per dar voce a chi, come loro, vorrebbe che si “servisse nuovamente il pranzo” su Canale5.

    Qualora anche Voi siate dei nostalgici del programma firmatela pure. Vedremo cosa si riuscirà a fare.

    Nel frattempo Vi lascio alla sigla de “Il Pranzo è Servito” e subito dopo ad una scheda dettagliata del programma.

    [Clicca qui]

    “Il Pranzo è Servito” nasce nel 1982, in seguito ai molteplici contatti tra il grande Corrado e il patron della allora giovane Canale 5 Silvio Berlusconi, che in un incontro privato con il presentatore gli fa una proposta: “Sto cercando un presentatore che abbia una buona idea per un programma da lanciare all’ora di pranzo”.
    Inutile dire che quell’idea si rivelò ben presto la carta vincente di Canale 5 per ben 10 anni!
    Corrado condusse la trasmissione fino al 1990 quando per sua volontà cedette lo scettro del suo storico programma ad un giovane Claudio Lippi che lo portò quasi fino alla sua chiusura, lasciandolo per l’ultimo mese di conduzione nelle mani di Davide Mengacci.
    L’ultima puntata è datata 12 Settembre 1992.
    Nel Marzo del 1993 torna a grande richiesta ma lo smalto non è più quello di prima… Tanto è che il 19 Giugno 1993 l’amato programma del mezzogiorno chiude i battenti.
    Durante il mese di Giugno 2006 Canale 5 Plus (digitale terrestre) ripropone le repliche dell’edizione estiva del Pranzo ed. 1992.
    A “Il Pranzo è Servito” prendono parte sempre due concorrenti, e il loro obiettivo finale è di completare un simbolico pranzo, composto da 5 portate tradizionali di un pranzo italiano: un piatto di spaghetti per il primo, un secondo di pollo, un piatto di formaggio, una fetta di dolce, e per finire, la frutta. Ad ognuna di queste portate viene assegnato un valore calorico, utile al gioco, e un valore monetario, per costituire il bottino dei concorrenti. Per aggiudicarsi il diritto di un giro di ruota, i concorrenti sono sottoposti a una serie di prove: le 5 prove al pulsante, la prova pratica e le domande finali. Le prime 5 prove al pulsante sono una serie di indovinelli, giochi di parole, memorizzazione di figure, semplici domande, stima di pesi e prezzi e per rispondervi i concorrenti si devono prenotare con il pulsante oppure dare entrambi una risposta scrivendola su una lavagnetta.
    Dopo le 6 prove, che variano in ogni puntata, c’è la fase delle domande finali, sostanzialmente tre domande che danno al concorrente la possibilità di guadagnarsi fino a 3 giri di ruota per completare il suo “Pranzo”, o quantomeno incrementare la sua raccolta di portate e… conquistare il montepremi finale!


    13
    aprile

    VOGLIA DI FLOP?

    Uno, Due, Tre Stalla @ Davide Maggio .it

    L’Italia è un paese strano. Il popolo italico (quanto meno una gran parte) anzichè dispiacersi per qualcosa che va male, prova una sorta di sadica soddisfazione per gli insuccessi incassati da qualcosa o qualcuno con cui, bene o male, interagisce quotidianamente.

    E molto spesso non ci si limita ad apprezzare dall’esterno una situazione di per sè non positiva ma si “spinge” affinchè possa accadere l’irreparabile.

    Tra questi “qualcosa e qualcuno” ci sono la televisione e i Suoi patinati protagonisti.

    La considerazione nasce spontanea leggendo una serie di recensioni sull’ultimo reality show prodotto da Endemol per Canale5 “Uno, due, tre stalla“.

    Che sia un clone de La Pupa e il Secchione e conseguentemente poco originale, ci sta.

    Che sia l’ennesimo reality della stagione e non se ne possa più, ci sta.

    Che la D’Urso forse è il caso che torni a fare la Dottoressa Giò, ci sta.

    Che il programma in sè per sè non sia particolarmente stimolante, anche.

    Ma affermare in maniera perentoria che il programma del prime time del mercoledi dell’ammiraglia del Biscione sia un flop, lo trovo davvero eccessivo.

    Prendiamo i dati auditel della scorsa puntata del reality (quella di mercoledi 11 u.s.).

    Uno, Due, Tre Stalla ha totalizzato 4.029.000 ascoltatori con uno share del 18,35%.

    Risultati che di per sè non sono esaltanti, non ci piove. Ma contestualizzandoli e considerando la concorrenza che prevedeva nientepopodimenoche la partita di Champions League Bayern Monaco - Milan (che ha realizzato il 29.92% di share con 8.155.000 ascoltatori) io oserei parlare di risultati più che sufficienti.

    Per amore di onestà, va detto che, dopo gli esordi deludenti, sono state adottate alcune misure per evitare il rischio flop, come la sostituzione del capo progetto Simona Ercolani col gruppo creativo di Maria De Filippi in veste di “amichevole” consulente.

    Maria La Sanguinaria, non se l’è fatto dire due volte e ha trasformato il reality in un programma a sfide che vede schierati, gli uni contro gli altri, i protagonisti del programma, contadini e vallette. Una sorta di Amici in versione bucolica, insomma.

    Ciliegina sulla torta: l’ingresso di Filippo Bisciglia, ex inquilino della casa del Grande Fratello (sesta edizione), entrato nel reality al solo scopo di dare man forte alla vallette.

    I contorti e diabolici meccanismi defilippici ha sortito l’effetto desiderato e si è giunti a quei risultati più che sufficienti dei quali parlavo qualche riga più su. 

    Risultati più che sufficienti anche e soprattutto in considerazione di quella che tutti definiscono “crisi dei reality” ma che per me è, più semplicemente, una acquisita capacità del pubblico italiano a saper prendere le distanze dal reality a tutti i costi.


    10
    aprile

    I LETTORI, PRIMA DI TUTTO!

    Fabrizio Trecca @ Davide Maggio .itHo parlato di questo personaggio in un post di qualche tempo fa. Incontrarlo è stato favoloso. E’ una specie di mito.

    Per Voi sono riuscito a strappargli un autografo (cosa che fa molto raramente a quanto mi dicono)!

    Stava per firmare “Fabrizio Trecca” ma gli ho ricordato che, per me, è e rimarrà Star Trekka e la correzione è stata d’obbligo.

     

    Autografo Fabrizio Trecca @ Davide Maggio .it

    Qualora vogliate scaricare l’autografo, cliccate qui sotto.

    Fabrizio Trecca Autografo Scaricato: 20953 volte

    Condivi questo articolo:
    • Facebook
    • Twitter
    • Digg
    • Wikio IT
    • del.icio.us
    • Google Bookmarks
    • Netvibes

    , ,