Televisione


25
novembre

VLADIMIR LUXURIA TRIONFA ALL’ISOLA DEI FAMOSI: LE DICHIARAZIONI SULLA VITTORIA

Isola dei Famosi 6 - Vittoria Vladimir - 24 novembre 2008 @ Davide Maggio .it

Non credo che vincere l’Isola voglia dire essere la vincitrice effettiva del programma. Vincere vuol dire resistere fino a che non ti nominano, fino a che il pubblico non ti manda via o fino alla destinazione finale. Vinci solo se l’hai vissuta con la testa, come un’esperienza formativa e non come una vetrina.

Io oggi posso dire di avere vinto l’Isola perchè ho fatto la scelta giusta, ho ascoltato la mia voce e non quella delle critiche, come ho fatto quando ho deciso di essere libera, di essere la trans che sono dentro, di fare politica, di fare Mucca Assassina, di organizzare i Gay Pride, di fare l’Isola.

Ancora una volta posso dire di aver fatto la scelta giusta.

Sono contenta perchè ho resistito alla fame, ho resistito agli attacchi, a una vita di convivenza forzata e sono contenta perchè per tutta questa esperienza sono stata me stessa e ho trovato una me stessa migliore di quanto mi aspettassi.

Ho deciso di devolvere la parte che andrà in beneficenza all’Unicef perchè so che non avrò dei bambini e quindi, a mio modo, voglio aiutare dei bambini che sono nati sfortunati.




24
novembre

ISOLA DEI FAMOSI 6: CONFERENZA STAMPA DI CHIUSURA , LIVE SU DM

Isola dei Famosi 6 - Conferenza Stampa di Chiusura @ Davide Maggio .it

In diretta dalla Sala Stampa degli studi RAI di Via Mecenate, la conferenza stampa di chiusura della sesta edizione dell’Isola dei Famosi.

Sono le 19.31 e finalmente fa il suo ingresso in studio il trio dello svecchiamento formato, manco a dirlo, da Antonio Marano, Giorgio GoriSimona Ventura (in tuta StarChic) accompagnati, per l’occasione, dall’inviato di questa sesta edizione Filippo Magnini.

I fotografi sono a lavoro. Dopo la pausa foto ci si accomoda. Partiamo. Buona Conferenza a tutti.

Prende la parola Tonino Manzi, capo ufficio stampa di Raidue, che ringrazia il CPTV di Milano per aver realizzato in tempi record la sala stampa. Dopo un breve excursus sugli ascolti (punte del 50% di share con picchi 8 milioni di telespettatori) la parola viene ceduta al direttore di rete, Antonio Marano.

L’Isola ha dimostrato la capacità di sapersi rigenerare per la qualità della produzione e degli autori. Ho avuto modo di dire che questo era il cast piu’ forte di tutte le edizioni e non mi sbagliavo“. Ha esordito così il direttore di Raidue che prosegue: ”gli ascolti sono sotto gli occhi di tutti. Abbiamo vinto contro Zelig, contro la Grande Fiction. Una vittoria che, dunque, risulta ancora più interessante per la qualità della concorrenza“.

“‘L’Isola è stato un grande successo. Ricordate contro chi abbiamo giocato. E, scusate, ma abbiamo vinto”.

Una vittoria ancora maggiore se si considera il target sul quale l’Isola è riuscita a strappare dei punti di share preziosi: il pubblico del nord-est, in assenza del quale, la rete rischiava di essere un’esclusiva del centro-sud.  

Punta l’accento sulla netta vittoria anche Simona Ventura:


24
novembre

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DI X FACTOR. I CASTING DA DOMANI ALLE 19 SU RAIDUE

Sta per scattare l’ora X. Domani parte ufficialmente la seconda edizione di X Factor. Con la striscia quotidiana alle 19.00 su Raidue, si potranno vedere e ascoltare le aspiranti star che si sono presentate nelle diverse tappe dei casting in giro per l’Italia. Tra di loro i futuri partecipanti del talent show targato Rai2.

Talent show diventato un cult su internet e per gli appassionati di musica ma che non è riuscito a conquistare del tutto il pubblico generalista. La più idonea collocazione della striscia quotidiana (lo scorso anno alle 20 contro i Tg) e il boom della nuova stella della musica italiana Giusy Ferreri potrebbero lanciare X Factor anche negli ascolti tv.

Confermato il conduttore Francesco Facchinetti e il “trio giudicante” formato da Simona Ventura, Morgan e Mara Maionchi. Sono stati oltre 15.000 i provinati dai giudici e solo una dozzina arriveranno alla prima puntata in prime time che dovrebbe partire mercoledì 14 gennaio, stesso giorno di partenza del serale di Amici, tatticamente aniticipato rispetto alle precedenti edizioni. Proprio questa coincidenza potrebbe generare qualche cambiamento e potrebbe toccate ad Antonio Marano fare un passo indietro spostando X Factor al lunedì o al martedì sera.





24
novembre

AMICI DI MARIA, PRIMA ALICE ULTIMO PEDRO. RESTANO NELLA SCUOLA PAMELA E MARIO

Amici - 23 novembre 2008 @ Davide Maggio .it

La vittoria annunciata della Squadra del Sole, un brano inedito in palio e due sfide estemporanee che, contrariamente alle previsioni, vanno ad appannaggio dei titolari. Assente d’eccezione della puntata, la polemica prolungata.

Questi i tratti salienti dell’ultimo speciale domenicale di “Amici di Maria De Filippi“. La Squadra del Sole, causa provvedimento disciplinare nei confronti del concorrente Valerio Scanu, parte in vantaggio di due punti. Non riesce la rimonta alla Squadra della Luna che manda in sfida il cantautore Mario, la ballerina classica Serena e la cantante Pamela.

Mentre la sfida di danza, curata dall’insegnante Alessandra Celentano, si terrà soltanto la prossima settimana, quelle incentrate sulla musica si tengono immediatamente con l’arrivo in studio del critico Marco Mangiarotti, ancora una volta chiamato a far da giudice di gara. Parte Pamela che, senza infamia e senza lode, ha la meglio su una sfidante di indubbio talento ma che si lascia prendere troppo dall’emozione. Trionfa anche Mario, per la prima volta alle prese con uno sfidante esterno.


24
novembre

IL LATO BBBelen DELL’ISOLA DEI FAMOSI. CHI VINCERA’?

Belen Rodriguez @ Davide Maggio .it

Manca poco alla finalissima dell’Isola dei Famosi (questa sera alle 21.10 su Raidue) che vedrà fronteggiarsi a colpi di televoto i quattro naufraghi rimasti: Leonardo Tumiotto, lo sportivo, Carletto, il bidello perfetto, Vladimir Luxuria, la più famosa transgender del belpaese e la procace argentina Belen Rodriguez.

Se i primi tre nomi non destano sorpresa, lo stesso non può dirsi dell’ultima isolana. Giammai, infatti, il variopinto mondo dei reality show ha visto una donna talmente sexy e discussa sopravvivere così a lungo. Vuoi perchè il pubblico televotante è composto per lo più da donne non propriamente benevole nel giudicare le loro simili, vuoi perchè le rappresentanti del gentil sesso non erano effettivamente “meritevoli”, ma la storia ci ha insegnato che il binomio bella donna/vittoria al televoto è fallimentare.

E allora escludendo che il motivo di cotanto successo sia attribuibile al suo famoso Fattore C, possiamo affermare, senza riserva alcuna, che la sexy argentina abbia conquistato meritatamente la finale grazie ad una personalità forte ed esplosiva.





24
novembre

E MAGO MERLINO DIVENNE GIOVANE E SEXY… SU ITALIA 1 PARTE MERLIN

Merlin @ Davide Maggio .it

“La magia è il suo destino. Camelot è il suo regno”, recita così il claim italiano di Merlin, serie tv in arrivo su Italia 1 da lunedi 15 dicembre, in prima serata, con 13 episodi da 45 minuti.

Merlin sta per Merlino, il leggendario mago del ciclo bretone e delle leggende di re Artù. La serie, infatti, narra le vicende del giovane Merlin, interpretato da Colin Morgan, che arriva a Camelot dove il re Uther Pendragon ha imprigionato l’ultimo dragone. E sarà proprio quest’ultimo a rivelargli il suo già scritto destino: proteggere Arthur (Bradley James), l’arrogante figlio di Uther, in modo che il giovane possa essere un buon re per la sua gente. Merlino, infatti, non è una persona qualunque ma possiede uno straordinario talento nascosto (che tale dovrà rimanere): la magia.

Merlin è una produzione inglese, tutt’ora in onda su BBC one, che ha raggiunto livelli di  share altissimi, tra il 25% e il 30%, nonostante la controprogrammazione di  X Factor che su ITV arriva a toccare il 40%. A riprova del grande successo, persino gli autoctoni americani con la NBC ne hanno acquistato i  diritti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


23
novembre

“PRIVATE PRACTICE” E “DESPERATE HOUSEWIVES” NEL MARTEDI’ DI RAIDUE

Medici & casalinghe disperate. Ecco la nuova accoppiata da telefilm che vedremo nel martedì di Raidue. A partire dal 2 dicembre la rete di Antonio Marano propone Private Practice, spin off di Grey’s Anatomy, che tanto successo ha ottenuto in America sulla Abc. Un altro telefilm di genere medico/ospedaliero che vede intrecciarsi le vite dei protagonisti, tra cui spiccano Kate Walsh e Tim Daly.

I nove episodi della prima stagione andranno in onda di martedì alle 21 con un episodio a settimana, tranne martedì 2 dicembre quando Rai2 trasmetterà i primi due episodi della serie. 

Ma Private Practice non sarà solo. Sempre al martedi, ma dal 9 dicembre, alle 21.50, torneranno le avventure delle celebri casalinghe Teri Hatcher, Marcia Cross, Eva Longoria e Felicity Huffman. All’episodio della nuova serie medical, infatti, seguiranno due episodi della quarta stagione di Desperate Housewives, i segreti di Wisteria Lane, che come è successo lo scorso anno (con Ghost Whisperer), ha bisogno di un traino forte per reggere la prima serata. [Martedì 2 dicembre alle 22.35 andrà in onda la replica dell'ultimo episodio della terza serie].


23
novembre

I VICERE’: L’ITALICA VOCAZIONE AL TRASFORMISMO

I Vicerè @ Davide Maggio .it

Un film dedicato ai trasformisti di ieri e di oggi”: così Giancarlo Leone, vice direttore generale della Rai, parla, durante la conferenza stampa di presentazione, de “I vicerè”, in onda questa sera, domenica 23, e domani, lunedì 24 novembre, in prima serata, su Raiuno.

Prodotto da Jean Vigo Italia e Rai Fiction e diretto da Roberto Faenza, che lo scorso anno ne ha presentato anche una versione cinematografica, “I vicerè” è la storia tragica del finire di un secolo, di un’Italia in cui, in una fase di drammatica transizione, dominano, incontrastati, gretto trasformismo, cinico opportunismo e logiche di tracotante sopraffazione. Uno spaccato impietoso di una società costellata da personaggi equivoci e grotteschi: pseudorivoluzionari voltagabbana, aristocratici potenti e prepotenti, governanti corrotti e religiosi viziosi.

Il film, ispirato all’omonimo romanzo di De Roberto, narra la saga della famiglia Uzeda, nobile stirpe di origine spagnola, da secoli ai vertici del potere politico ed economico di Catania. È proprio attraverso il racconto del conflitto interno, aspro e dolorosamente lacerante di una famiglia, per così dire esemplare, che Faenza denuncia, con spietato realismo, il degrado morale, politico e sociale di un Paese, il nostro, intriso da una mentalità irrimediabilmente cinica ed egoistica secondo la quale: “ora che l’Italia è fatta, dobbiamo fare gli affari nostri”.