Televisione


23
ottobre

VESPAIO DI POLEMICHE SUI COMPENSI DI BRUNO: MA ECCO QUANTO GUADAGNANO AL MINUTO FAZIO, SANTORO, BIGNARDI E DANDINI

bruno_vespa

Ha tenuto banco nelle ultime ore il mancato rinnovo del contratto di Bruno Vespa. Il giornalista infatti, già forte di un contratto pari a 1,2 milioni di € all’anno (più altre fee per partecipazioni e progetti extra) ha chiesto al cda Rai un aumento di circa 400 mila €, per un totale, quindi, di 1,6 milioni di € (comprensivi questa volta degli impegni “extra Porta a Porta“). Il “buon Bruno” ha anticipato i tempi di contrattazione rispetto alla naturale scadenza del contratto, probabilmente consapevole della “giro di vite” che potrebbe esserci presto in Rai, nonchè conscio che la televisione pubblica, sempre più politicizzata, è legata ai cambi di scenari (politici) che, ovviamente, potrebbero avere conseguenze sulla sua “egemonia giornalistica“.

La risposta del CdA, e nello specifico dei consiglieri Nervo e  Petrone, è stata “troppo caro in tempi di crisi” e la conseguenza è stata il rinvio della questione al prossimo consiglio, mentre il direttore Masi ha chiesto chiarimenti sulle motivazioni e le caratteristiche di questa richiesta d’aumento da parte del famoso giornalista.

Vespa, preoccupato di veder nuovamente garantite le sue collaborazioni Rai, ha incassato il colpo: “Mi pare giusto che il Cda della Rai abbia chiesto un approfondimento su tutti i contratti da rinnovare e non soltanto sul mio. [...] Si potrà così constatare che alcuni elementi del mio contratto risalgono al 2001 e altri al 2004. Se si pensa che quando entrerà in vigore il prossimo contratto l’inflazione del decennio sarà intorno al 22%, sarà più facile ragionare“.

In realtà il giornalista sarebbe molto irritato per il clamore suscitato e soprattutto per la “pubblicità” fatta ai suoi compensi, e così ha pensato bene di “allargare il cono di luce” sugli stipendi di altri colleghi.




23
ottobre

X FACTOR 3, LE 5 DOMANDE ALL’ ESCLUSA CRISTIANA SORIANO: CHIARA? MENO SOTTERFUGI E MAGGIORE ONESTA’. MORGAN? LE SUE SCELTE MI HANNO “INVECCHIATA”

XFactor 3, intervista Cristiana

Anche la settima puntata di “X Factor” ha confermato il trend che vede sfavoriti e facilmente eliminabili i concorrenti entrati nel programma “in corso d’opera”: dopo Mario, questa settimana è il turno di Cristiana Soriano (categoria 16-24). “Pochi giri di valzer”, un paio di esibizioni e “sbam”… il giudizio incrociato di giudici e televoto punisce i nuovi arrivati (anche quando sono bravi).

Cristiana nasce a Milano il 14 maggio 1990. Si è appena diplomata al Liceo Scientifico, il suo genere preferito è l’R&B e il suo cavallo di battaglia è “Oceano” di Lisa. E’ stata definita durante la sua avventura: brava, bella, interessante, viziata, prepotente, sicura. Ma com’è, davvero, questa principessa milanese dalla voce cristallina?

L’abbiamo raggiunta per la nostra immancabile intervista all’escluso della settimana e abbiamo cercato di capire qualcosa in più di lei, del suo giudice e dei suoi compagni di viaggio, cosa abbiamo scoperto? Leggete…

Allora Cristiana… hanno detto di te cose tremende: c’è da preoccuparsi?

“No vedrai: sono una brava ragazza, e non dirò nulla per passare come la vittima di turno… fare la vittima non mi interessa”

Benissimo allora procediamo con le 5 domande alla “carnefice  di Cinisello Balsamo”.


22
ottobre

GRANDE FRATELLO: ALBERTO BAIOCCO E’ IL PRIMO CONCORRENTE UFFICIALE

ALBERTO BAIOCCO NUOVO CONCORRENTE GRANDE FRATELLO 10

Sale sempre di più l’attesa per le novità che saranno al centro della decima edizione del Grande Fratello; il reality di Canale 5, in partenza il prossimo lunedì, è ormai alle porte.

E fra stanze “invisibili o delle scelte“, ospitate di vecchie glorie e rumors circa i nomi dei nuovi concorrenti, le voci si rincorrono e non fanno altro che aumentare l’interesse dei telespettatori più affezionati al padre di tutti i reality, che quest’anno avrà una durata, e stando quanto dichiarato da Alessia Marcuzzi anche un regolamento, no limits. A mettere un punto fermo su tutti i pettegolezzi che si rincorrono nel web è arrivato il Tg5, che nell’edizione serale appena andata in onda ha svelato il nome del primo concorrente ufficiale della nuova edizione del Grande Fratello.

Lui è Alberto Baiocco, un ragazzo 25enne che ai provini si è mostrato come il classico “bravo ragazzo“. Alberto va in chiesa tutte le settimane, e nonostante sia corteggiatissimo, pare sia ancora illibato. Nei fotogrammi mostrati dal Tg della rete ammiraglia Mediaset abbiamo visto l’aspirante concorrente parlare del suo rapporto con le donne, discutendo di quanto oggi siano veloci e troppo facili gli approcci con l’altro sesso. C’è da specificare, infatti, che cinque anni fa, il bel moro Alberto, ha intrapreso un cammino di fede e di castità. E chissà che non sia stato scelto proprio per mettere alla prova questa sua scelta, oggi sempre più inusuale e rara.





22
ottobre

BALLOON BOY: QUANDO LA BUFALA TELEVISIVA E’ DI MODA.

Baloon Boy

In tantissime produzioni televisive aleggia misterioso e sempre più inquietante lo spettro della bufala: dalle pluricitate telerisse alle porno-cause di Forum, la convinzione che tutto ciò che il tubo catodico ci offra sia genuino è credibile come una banconota da 7 euro. Ma dai “soliti sospetti” appena citati alle vere e proprie bufale mediatiche ce ne passa, e l’argomento merita decisamente un capitolo a parte.

Uno dei casi più emblematici di bufala televisiva di proporzioni smisurate e dai contorni preoccupanti, è storia recentissima: una mongolfiera rudimentale con all’interno un bambino di sei anni (a chi non è mai capitato?) ha spiccato il volo nei cieli di Denver raggiungendo oltre tremila metri di altezza. Risultato? Milioni di telespettatori paralizzati davanti ai propri schermi, palinsesti impazziti (interrotto perfino un discorso del presidente Usa Barack Obama) e siti web d’informazione che, appena giunta la notizia della mongolfiera vuota, formulavano deliranti ipotesi di decesso del povero bambino.

Ma il lieto fine sarà dietro l’angolo: il bambino non ha mosso un centimetro da casa perchè era nascosto nel suo garage. In due parole: una “sòla” pazzesca. “L’abbiamo fatto per lo show” – ha sentenziato, sconsideratamente, la voce dell’innocenza del piccolo Falcon, che ha involontariamente smascherato i genitori, organizzatori della messa in scena per pubblicizzare una loro partecipazione in un reality. Presenza, la loro, che resterà in forte dubbio visto che Richard Heene e Mayumi Iizuka, già noti negli USA per alcuni comportamenti  “stravaganti” (no, i calzini turchesi non c’entrano nulla…), dovranno comparire davanti ad un giudice in tribunale.

Video dopo il salto:


22
ottobre

TEO TEOCOLI VA IN PENSIONE E TUONA: LA MORI E CELENTANO? STRANI E UN PO’ EGOISTI

Teo Teocoli

Cosa succede quando un’artista vede continuamente sfumare i progetti a cui tiene di più e si ritrova a fare il commentatore de “La Domenica Sportiva”? S’incavola e dichiara di voler presto appendere il “frac al chiodo”. E’ successo questo anche a Teo Teocoli, istrionico e “sempre verde” attore comico, al momento in forze proprio presso il programma sportivo di Raidue.

Forte di una carriera teatrale altrettanto longeva e riuscita, Teocoli in occasione della presentazione del suo spettacolo “La compagnia dei giovani” (che partirà da Napoli il 25 ottobre), trova il tempo di “lanciare la bomba mediatica” (che è sempre sinonimo di sicura pubblicità):

Dopo questa tournèe andrò in pensione! [...] Sono sei anni che non mi fermo un momento ed è giunta l’ora che mi dia una calmata e faccia scelte più tranquille”.

Durante un’intervista a Libero, l’attore milanese infatti fa un’analisi matura e un pò malinconica del suo iter artistico e  non solo dice “basta” al teatro per via di “un impegno fisico troppo pesante”, ma anche al cinema (“Ho fatto un film che ha visto solo mia madre e da allora non c’è stato più nulla da fare“) e con ottime probabilità alla tv (“Oggi sinceramente non vedo come e dove lavorare: [...] fare i one-man show a me non interessa, perchè  a me piace lavorare con gli altri“). Sulla base di queste riflessioni inoltre, Teocoli non manca di citare i troppi progetti per lui sfumati  e si toglie “più di un sassolino” dalla scarpa.





22
ottobre

X FACTOR 3, LA SETTIMA PUNTATA E L’ALZHEIMER-FACTOR DEI GIUDICI: ELIMINATA CRISTIANA SORIANO, ENTRA GIULIANO

XFactor 3, settima puntata

Durante una fredda e piovosa serata di ottobre, scorre via in tutta la sua lunghezza la settima puntata  di “X Factor“. Anche questa settimana poche novità sostanziali: fa il suo ingresso un nuovo talentuoso cantante sardo di nome Giuliano, la gara si svolge in una manche unica e al ballottaggio finale esce sconfitta Cristiana Soriano della categoria “16-24″; dopo l’esperimento non riuscito di allungare l’anteprima il più possibile, la sigla del talent show parte con svizzera puntualità e il primo ad esibirsi è il superospite, nonchè quarto giudice, Cesare Cremonini.

La gara procede ordinata ed eclettica, grazie anche al contributo artistico di Tommassini; sfilano nell’ordine: Silver, Damiano, Marco, le Yavanna, Cristiana, Sofia e Chiara“Testa di serie assoluta” si conferma Marco Mengoni, ancora una volta istrionico e vincente nella sua “psicopatica” performance di “Helter Skelter” dei Beatles, così come vincente e convincente è il ritorno sulle scena di una regina della musica pop come Whitney Houston (anche lei ospite della serata), grintosa nella sua nuova “Million Dollar Bill“.

Pochi “sussulti di ilarità” nel corso delle tre ore di diretta, eccezion fatta  per alcuni intoppi della Mori e della Maionchi che hanno candidamente sbagliato diversi nomi nel corso della serata (il dettaglio scoprilo nelle 7 note), iniziando loro stesse a preoccuparsi di un sopraggiunto accenno di alzheimer. Da sottolineare infine la nuova “sfuriata Moresca“. Quando il suo pupillo Damiano è finito al ballottaggio, la Madama si è infervorata ed ha iniziato un piccolo siparietto in “very Maionchi Style”: “Non ci sto, ca**o! [...] in questa trasmissione si vota per la dialettica e non per i cantanti.  [...] E a volte anche il pubblico dice delle grandi stron**te“, il risultato? Una copia sbiadita della furia pasionaria e sboccacciata di Nonna Salice (qui i dettagli), concorrente salvo e tante scuse finali per le parolacce dette.

Dopo il salto: i dettagli del ballottaggio finale e del nuovo ingresso, e le smemorate “7 Note di colore” della serata.


22
ottobre

GRANDE FRATELLO 10: ANCHE UN PRETE NEL CONFESSIONALE

Grande Fratello 10, confessionale

La categoria è in cima all’onda mediatica. E, infatti, tra Don Mattei e Sposini, e, soprattutto, qualche servizio scottante (qui l’ultimo caso portato a galla dalle Iene), ce li ritroviamo ovunque. Ora, forse, anche all’interno della casa più famosa e spiata d’Italia.

Parliamo dei preti e la location scelta è quella del Grande Fratello, edizione numero 10. Questa edizione monstre, evidentemente, lo sarà di nome e di fatto, e non ci riferiamo solo alla lunghezza extra di cinque mesi, anche se Alessia Marcuzzi ci assicura che ancora non c’è nulla di definitivo in merito. Ci riferiamo, soprattutto, a loro: i concorrenti, gli unici veri protagonisti e fautori del buon risultato o meno di ogni reality o talent show che si rispetti. E, allora, dopo un probabile palestrato (tale Giorgio Ronchini) e un possibile trans operato (nella fattispecie, una donna diventata uomo), ci mancava solo il pastore delle anime perdute. Un prete, appunto.

Come ci annuncia il quotidiano Il Tempo, infatti, tra le fila lunghissime dei 40 concorrenti in lizza per entrare nella casa del GF 10, ci sarebbe un sacerdote. Uno vero, con tanto di patentino a mo’ di nulla osta utile per potersi far spiare da tutti, laici e fedeli. Sì, soprattutto i fedeli al reality. E di anime pentite ce ne sono sempre tante, almeno transitate nelle passate edizioni. Si vocifera, infatti, che alcune tra le ex coppie scoppiate siano pronte a far mestamente e unitamente ritorno in quella che è stata definita la cosidetta stanza invisibile: oltre il dimenticato e dimenticabile clan degli Orlando, dovremmo rivedere Pasquale Laricchia e Victoria Pennington, Simona Salvemini e Filippo Bisciglia e, infine, Benedetta Zilli e Thiago Barcelos.


22
ottobre

L’ITALIA SUL 2, PER ALZARE GLI ASCOLTI, SI ABBASSA AL GOSSIP. MA LIOFREDI NON LO DETESTAVA?

Lorena Bianchetti

Torniamo ad occuparci di Raidue e della sua linea editoriale, da alcuni anni poco comprensibile anche ai telespettatori più attenti. Nonostante gli ascolti traballanti del pomeriggio (fresca la soppressione di Scalo76 Talent), il direttore Massimo Liofredi ha sempre difeso a spada tratta le proprie scelte, se vogliamo discutibili, di aprire il pomeriggio della seconda rete con un programma di approfondimento politico come Il fatto del giorno e di sostituire, a poche settimana dalla partenza de l’Italia sul 2, la conduttrice titolare Francesca Senette con Lorena Bianchetti. Poche settimane fa in un’intervista al quotidiano Repubblica tuonava:

“Lei (Francesca Senette, ndr) si occupava di gossip. Un genere che detesto”.

Le ultime parole famose, verrebbe da dire. E’ bastato sintonizzarsi qualche giorno fa su Raidue poco dopo l’ora di pranzo per vedere la Bianchetti e il suo partner Milo Infante affrontare il caso della coppia più chiaccherata degli ultimi mesi, vale a dire George Clooney ed Elisabetta Canalis. Clima disteso, sorriso dei conduttori in primo piano e opinionisti senza una particolare preparazione in materia, tra pettegolezzi e presunti retroscena, l’Italia sul 2 scorre piacevolmente, parlando di gossip. Perchè di gossip si tratta.

Non che qui su DM si disprezzi il genere, che ormai regna sovrano in ogni salotto televisivo, ma fa specie che la pia Bianchetti si sia “abbassata” a parlare di gossip di martedì e di tradimenti e sesso di mercoledì, nonostante la mission - ben chiara - di Liofredi. Ma il motivo del cambio di rotta (editoriale) è presto spiegato.