Televisione


20
ottobre

WHITNEY HOUSTON A TUTTI GLI XFACTOR DEL MONDO (VIDEO UK)

Whitney Houston (XFactor)

Negli ultimi anni di lei si erano quasi perse le tracce se non per qualche notizia di gossip purtroppo triste e macabra; sembrava che fosse ad un certo punto cosi’ in preda a crisi di crack che avesse il terrore di aprire la porta di casa controllando dallo spioncino che non fosse Satana a bussare…

E invece, lei, Whitney Houston, la donna che ha venduto milioni di dischi in tutto il mondo, l’artista che rinunciò negli anni 80 ad interpretare il ruolo di Denise Robinson nel fortunato”Cosby Show” (dichiarò che un impegno così lungo non avrebbe coinciso con il suo desiderio di affermarsi come cantante), è tornata alla grande con “I look to you”, il nuovo album che è svettato in cima alle classifiche di tutto il mondo.

Ma, cosa più importante, si è assicurata un tour promozionale in vista dei concerti del 2010 che è iniziato nel firmare una serie di partecipazioni ai vari X- factor mondiali grazie al produttore Simon Cowell.

Video dopo il salto:




19
ottobre

UNA SERA D’OTTOBRE, CI ASSOPIMMO.

Una Sera d'Ottobre - Vanessa Hessler e Gabriele Greco

Nuda sotto la doccia ad insaponarsi, insaponarsi e poi, di nuovo, insaponarsi, spiata dal buco della serratura dai Pierino di turno. E’ così,  giovane e pulita, che ci sarebbe piaciuto ricordare Edwige Fenech. Ma, invece, siamo costretti a fare i conti con Una sera d’ottobre, l’ennesima produzione seriale dell’ex signora Montezemolo, ennesimo trionfo della banalità per la fiction di RaiUno.

Una sera d’ottobre, infatti, si basa sul più semplice degli assiomi: prendete una bella e brava ragazza di sani principi in crisi con il suo ragazzo, trafitta da un colpo di fulmine per un tenebroso e affascinante uomo, aggiungete, ma tanto per fare gli originali, un pizzico di giallo e… il successo è assicurato! Ben 5.600.00 gli spettatori che hanno seguito la première, attratti dalla disarmante semplicità della miniserie. La mancanza di originalità, però, appare un microscopico difetto dinnanzi alle altre, ben più gravi, nefandezze della fiction.

A cominciare dalla sceneggiatura, pessima, e proseguendo con dialoghi ai limiti dell’assurdo. Tra battute che rasentano un’offesa per il telespettatore (“Siccome ho dovuto convincere la mamma a lasciarti vivere a Firenze per frequentare medicina vorrei essere sicuro di non aver sbagliato”), o che sembrano tratte dal peggior film di Moccia (“Non ho nessuna, ma voglio avere te”) ne spuntano persino alcune di “alta funzione civica e morale” (“Ti proibisco di scaricare film perchè è vietato dalla legge”).


19
ottobre

TAPIRO D’ORO A CLAUDIO BRACHINO: STASERA A STRISCIA LA NOTIZIA, CALZINI TURCHESI PER TUTTI!

Tapiro calzini turchesi (Claudio Brachino)

A detta di buona parte del mondo politico e non, il direttore di Videonews giovedì scorso l’ha fatta grossa. Claudio Brachino, infatti, avrebbe superato i limiti di un “buon servizo giornalistico” nel trasmettere un video che riprendeva nella sua normale sfera quotiditiana, per non dire intima, Raimondo Mesiano, il giudice che ha emesso il cosidetto lodo Mondadori; la sentenza, per intenderci, che ha condannato Fininvest a pagare 750 milioni di euro alla Cir di De Benedetti.

Il giudice del Csm era stato ripreso dalle telecamere di Mattino Cinque mentre passeggiava, fumava, andava a tagliarsi i capelli e si sedeva su una panchina. Azioni, queste, tutte bollate come “stranezze”, mentre “stravaganti“ erano stati definiti i calzini turchesi indossati dal giudice con i mocassini bianchi.

Reazioni, scuse e quant’altro non sono bastati e, pertanto, a “bastonare” simpaticamente Brachino sono arrivati quelli di Striscia la Notizia. Stasera, infatti, verrà trasmessa la consegna di un tapiro, dai colori sgargianti. D’oro, come conviene ad occasioni importanti di questo tipo, e con indosso dei calzini turchesi, in omaggio alla stravaganza attribuita al giudice Mesiano. 

Dopo il salto le dichiarazioni di Brachino durante la consegna:





19
ottobre

SIMONA VENTURA IN ESCLUSIVA PER IL WEB. DOMANI SU DAVIDEMAGGIO.IT

Simona Ventura, intervista

Domani, su DM, intervista a Simona Ventura

in esclusiva per il web


19
ottobre

INTELLIGENCE INCONTRA I RIS: IL CROSSOVER FRA SERIAL, CHE PIACE TANTO AGLI AMERICANI, SBARCA IN ITALIA

INTELLIGENCE RIS CROSS OVER

Come ormai noto, i RIS del piccolo schermo stanno per perdere il capitano Venturi, sostituito in vista della nuova stagione da Euridice Axen, pronta a vestirne i panni, o meglio la divisa.

Eppure, per Lorenzo Flaherty c’è ancora tempo di un’ultima indagine con la squadra dei RIS, eccezionalmente arrivata sul set di Intelligence per dare una mano a Raoul Bova e colleghi sulla scena di un delitto che sarà al centro delle vicende della quinta puntata della fiction di Taodue, in onda stasera su Canale 5 alle 21:10. Così Intelligence – Servizi & Segreti, entra nella storia della serialità Made in Italy, non soltanto come produzione più costosa mai realizzata (20 milioni di Euro per 36 settimane di riprese), ma anche come prima serie del bel paese ad ospitare un crossover, ovvero l’incontro fra i protagonisti di due produzioni diverse in uno dei due serial, tanto in voga negli Stati Uniti.

E proprio negli States i crossover più apprezzati si sono rivelati essere ambientati nell’ambito investigativo: si sono incontrati per unire le proprie forze e il proprio intuito, infatti, Gil Grissom (William Petersen) e Jack Malone (Anthony LaPaglia), protagonisti rispettivamente di CSI e Senza Traccia; ha fatto lo stesso anche Scotty Valens (Danny Pino) di Cold Case, giunto sul set, e nella trama, di CSI: New York per indagare su un delitto irrisolto da dieci anni. E come non citare  il triplo crossover previsto per il prossimo novembre? In tre puntate speciali, infatti, i detective protagonisti di CSI Miami, Las Vegas e New York lavoreranno ad uno stesso caso, realizzando un incrocio fra serie televisive senza precendenti che, siamo sicuri, avvicinerà i fan e sbancherà gli ascolti.





19
ottobre

EZIO GREGGIO AL FESTIVAL DI SANREMO 2010 ACCANTO ALLA CLERICI? IMPROBABILE!

Ezio Greggio (Festival di Sanremo)Il Festival di Sanremo 2010 è più vicino di quanto si possa credere. E mentre, da un lato, ci si adopera per scegliere i cantanti in gara, continua la ricerca spasmodica di un valletto per la conduttrice ufficiale, Antonella Clerici.

O meglio, di un co-conduttore o di una guest-star per ciascuna delle cinque serate del concorso. Infatti, se questa estate si era pensato a dei volti giovani e, per lo più, inesperti per affiancare la Antonella nazionale (qui le candidature di Accorsi, Argentero, De Luigi e Facchinetti), col passare dei mesi si è puntato decisamente più in alto. Sarà stata la paura di non reggere il confronto dell’auditel rispetto all’edizione bomba di Bonolis, sarà stata l’ingerenza del sindaco della città dei fiori, che non ha accordato piena fiducia alla conduttrice, ma i nomi che saliranno sul palco dell’Ariston cominciano ad essere davvero tanti (forse, troppi) e tutti di grande richiamo. Dopo Fiorello (qui i dettagli su un suo possibile intervento) e l’appello della stessa Clerici all’amico Bonolis, notizia di oggi è che a far parte della squadra, seppur solo per una puntata, potrebbe essere Ezio Greggio.

La notizia, però, non ci convince appieno. Nella settimana del Festival di Sanremo, Striscia la Notizia rappresenta l’unico baluardo di fronte all’emoraggia di ascolti che investe tutto il piccolo schermo. Pensare, quindi, che Striscia possa rinunciare al suo conduttore principale, solito ad abbandonare il bancone del tg satirico più famoso d’Italia proprio dopo il Festival, non lo vediamo fattibile.


19
ottobre

X FACTOR NEGLI AFFARI PER I PROTAGONISTI DEL TALENT DI RAIDUE

xfactor_celentano_mori

La convocazione di Claudia Mori come terzo giudice di “X Factor non ha avuto gli esiti previsti: lo share della trasmissione non ne ha beneficiato e  non è riuscita (o comunque non del tutto) la ri-affermazione mediatica della signora Moroni in Celentano. Alla base della sua scelta da parte della produzione tante motivazioni, fra cui probabilmente: la volontà di puntare su un “outsider” televisivo, la costruzione di un aggancio per portare il marito Adriano in trasmissione (quale ospite d’eccezione migliore per la finalissima?) ed inoltre il fatto che la Mori sarà pure permalosa e monocorde ma l’ “X-factor” ce l’ha. Soprattutto negli affari!

A voler essere cattivi si potrebbe riassumere il tutto dicendo che il miglior “affare” della Mori sia stato sposare il molleggiato”, ma la verità è che la Madama ha il grande merito di essere stata non solo una compagna e una madre fedele  e premurosa, ma anche un’ottima socia in affari. L’accoppiata Mori-Celentano infatti gestisce in tutto sette società tra loro collegate, che nel 2008 hanno fatturato qualcosa come 8 milioni di euro (fonte: Italia Oggi).

Diverse le attività direttamente imputabili alla Mori. In primis la proprietà (100%) della s.r.l. “Ciao Ragazzi” (5 milioni di fatturato), società di produzione di fiction come”Albert Einstein“, e di altre, già in cantiere, come “La città dei matti“, basata sulla vita dello psichiatra Franco Basaglia, e “Un corpo in vendita“, serie in sei puntate interpretata da Vittoria Puccini. Sul fronte musicale invece la Mori è al comando della “Luna Park  s.r.l.” (un utile passato da 88.569 € nel 2007 a 168.683 € nel 2008), e della “Clan edizioni musicali” (oltre 400.000 € di fatturato) che gestisce i diritti d’autore delle canzoni del Molleggiato, senza dimenticare la storica società di produzione discografica di Celentano, ovvero la “Clan Celentano s.r.l.“, di cui  la Mori detiene il 2,23% (il resto è diviso tra il Molleggiato e la figlia Rosita) e ne è consigliere delegato.


19
ottobre

IL (GRAN) FINALE DI INTELLIGENCE VENERDI’ 23, DISTRETTO DI POLIZIA PASSA ALLA DOMENICA SERA (SOLO PER IL 25)

Raoul Bova (Intelligence)

Dopo avervi presentato alcune mosse strategiche di palinsesto targate Rai (leggi qui), in vista del decennale del Grande Fratello, anche Mediaset ha messo a punto alcune modifiche. Alle variazioni di palinsesto siamo ormai abituati: è diventata un’abitudine, il venerdì sera, dopo le riunioni di palinsesto, l’aggiornamento del timetable del principale broadcaster della tv commerciale. In questo caso ad essere interessate dallo spostamento sono il finale di Intelligence e una nuova puntata di Distretto di polizia.

Partita come la fiction-evento della stagione, Intelligence ha perso molti telespettatori col passare delle settimane: è bastata una controprogrammazione forte (la fiction Tutta la verità) per far crollare i Servizi & Segreti di Raoul Bova ad un modesto 18% di share. Sarà stato questo risultato poco esaltante a spingere i vertici di Canale5 a spostare il gran finale della fiction, inizialmente previsto per domenica 25, a venerdì 23, evitando così l’ennesimo scontro con una miniserie (come accadrà questa sera con la seconda e ultima puntata di Una sera d’ottobre) e andandosi a confrontare con il varietà nostalgia di Carlo Conti, I migliori anni.

E se Intelligence sbarca nella serata del venerdì, Distretto di polizia 9 trasloca alla domenica sera, ma solo per il 25 ottobre. Resta da scoprire cosa verrà mandato in onda di domenica a partire dal primo novembre (contro la miniserie Pinocchio su Raiuno), quando l’access di Canale5 vedrà l’arrivo di Striscia la domenica, condotta da Valerio Staffelli e Cristiano Militello. Probabilmente assisteremo all’ennesimo scontro tra fiction, visto che, Canale5 ha ancora nel cassetto molte serie tv, tra cui I liceali 2Caterina e le sue figlie 3.