Televisione


1
ottobre

ASCOLTI TV : ANALISI DELLA SETTIMANA n. 39

Dati Auditel Settimana n.39/2007 @ Davide Maggio .it

“Cari amici vicini e lontani” eccoci qui, puntuali dopo sette giorni, all’appuntamento con i commenti sugli ascolti tv della settimana appena trascorsa : la numero 39 del 2007.

  • PRESERALE : L’EREDITA’ VS CHI VUOL ESSERE MILIONARIO

Iniziamo col commentare la sfida più calda, ovvero quella del preserale di Raiuno e Canale 5.

Lunedì 24 settembre è partita la nuova edizione di CHI VUOL ESSERE MILIONARIO condotta da un carichissimo e sempre in forma Gerry Scotti che ha preso in eredità la fascia oraria occupata da maggio da Amadeus ed il suo “1 CONTRO 100”, ultimamente assestatosi sul 20-21% di share.
Nonostante il cambio di grafica (ora molto più vivace e leggibile) e l’aggiunta di un nuovo “aiuto” per i concorrenti, il quiz dello zio Gerry, pur avendo ascolti buoni e oltre la media di rete, non riesce ancora a raggiungere gli ascolti a cui ci aveva abituati fino a qualche mese fa : prima della sua chiusura, a maggio 2007, il programma aveva uno share del 27% medio e in alcuni giorni ha superato anche il 29%.

L’Eredità @ Davide Maggio .itChi vuol essere milionario ha avuto nella sua prima puntata di questa stagione il 25,57% contro il 23,35% ottenuto da L’EREDITA’ – La sfida dei 6, dopo tre giorni (il 26 settembre 2007) Scotti ha ottenuto il 23,46% contro il 25,52% di Conti, dopo cinque giorni (il 28 settembre 2007) Canale 5 ha ottenuto il 23,55% contro il 25,43% di RaiUno.

Se torniamo indietro di un anno andando ad analizzare l’arrivo di Chi vuol essere milionario che subentrò a Fattore C (che viaggiava su una media del 16-17% di share), notiamo che nella sua puntata di esordio del 4 dicembre 2006 Scotti fece il 25,88% contro il 29,37 di Conti, dopo tre giorni (il 6 dicembre 2006) il primo fece il 27,08% ed il secondo il 29,77%, dopo cinque giorni (l’8 dicembre 2006) il primo fece il 24,18% ed il secondo il 27,07%.

Da questa analisi vediamo che entrambi i format sono calati negli ascolti però c’è da dire che Conti, nonostante il drastico calo, batte Scotti. Attenderei ancora settimana prossima per vedere meglio cosa accadrà.

RISULTATO PARZIALE :

L’EREDITA’ VS CHI VUOL ESSERE MILIONARIO 5 – 1

  • PRIME TIME : Venerdi e Sabato

Claudio Bisio e Vanessa Incontrada (Zelig) @ Davide Maggio .itVenerdì sera si è svolta una sfida nuova di zecca tra due show: BALLANDO CON LE STELLE e ZELIG.

A dire il vero, ero convinto che la vittoria sarebbe andata nettamente al secondo dati i traballanti ascolti dell’ultima edizione della tramissione della Carlucci. Ma non è andata proprio così!

Canale 5 ha ottenuto il 25,90% mentre Raiuno il 24,52%, una sfida vinta di pochissimo da Bisio e Incontrada. Nonostante, ai fini di questa rubrica, la vittoria debba essere assegnata a Zelig la sfida potrebbe essere considerata pari aspettando venerdì prossimo per vedere cosa accadrà con la seconda puntata.

Complimenti a Raiuno che ha ottenuto un risultato eccellente per un format che tutti ormai davano per defunto!

Sempre venerdì sera ha debuttato un po’ in sordina LE INVASIONI BARBARICHE di Daria Bignardi su La7. Il programma più radical chic dell nostra tv ha ottenuto il 3,40% di share medio ma potrebbe essere considerato un guastasfida in tarda serata quando, con l’intervista a Ricucci, ha raggiunto punte di oltre l’11% di share!

RISULTATO PARZIALE :

BALLANDO CON LE STELLE VS ZELIG : 0 – 1




27
settembre

ANTEPRIMA DM : WALTER VELTRONI E STEFANO RICUCCI DOMANI ALLA PRIMA DELLA INVASIONI

Walter Veltroni, Stefano Ricucci, Daria Bignardi (Invasioni Barbariche) @ Davide Maggio .it

Nei giorni scorsi si è fatto un gran parlare dell’abbaglio preso dal Venerdi di Repubblica sui 3 ospiti della prima puntata della nuova edizione delle Invasioni Barbariche che andrà in onda domani alle 21.30 su La7.

Trovate qui una spiegazione di Daria Bignardi su come sono andati i fatti.

Siccome, però, DM al Venerdi gli fa un baffo (si scherza eh) … sappiate che domani alla scrivania delle Invasioni dovrebbero essere piacevolmente accomodati :

  1. Walter Veltroni
  2. Stefano Ricucci
  3. ???

Visto che la conduttrice, in relazione ai primi 3 ospiti, parlava di “Buono, Brutto e Cattivo“, chi sarà il terzo?


27
settembre

AMARCORD: Che Fine Hanno Fatto…GLI INTERPRETI DI VITA DA STREGA?

Vita da Strega @ Davide Maggio .it

C’era un tempo in cui la televisione amava proporre storie dal forte spirito conservatore senza per questo rinunciare ad un tocco di stravaganza. Un mix che ha premiato decine di prodotti televisivi negli anni 70 e 80, permettendo a questi di entrare di diritto nella storia della televisione.

Risponde a questi requisiti uno dei telefilm più amati di quel periodo, diventato in brevissimo un vero cult e più precisamente il simbolo di un modo di fare e di intendere la tv  che ormai sembra quasi preistorico, purtroppo : Vita da Strega.

La serie andata in onda in America dal 1964 al 1972 (8 stagioni) e in Italia a partire dal 1979 ha avuto nel nostro Paese un successo strepitoso che ancora oggi non stenta a diminuire. Anche all’ennesima messa in onda il telefilm riscuote ancora risultati ragguardevoli.

Vediamo ora che fine hanno fatto i protagonisti.

ELISABETH MONTGOMERY – SAMANTHA STEPHENS

samantha-stephens.jpg

Figlia dell’attore Robert, ha debuttato proprio recitando insieme al padre. Il suo talento le ha permesso presto di allontanarsi dalla figura paterna, lavorando tra gli altri con Marlon Brando nel film On The Waterfront e con Alfred Hitchcock. La grande popolarità è arrivata in un secondo tempo proprio grazie a questa serie che l’ha resa  una delle attrici televisive più amate. Dopo la fine del telefilm ha continuato a lavorare, anche per il cinema. Al contempo si è fatta notare in qualità di portavoce di importanti battaglie sociali. Attività che l’ha assorbita completamente negli ultimi anni della sua vita. Si è spenta nel 1995 a causa di un male incurabile. Aveva 64 anni.

DICK YORK – DARRIN STEPHENS

Dick York

Attore soprattutto teatrale è diventato popolare recitando in radio. In teatro così come al cinema ha avuto modo di affiancare veri e propri mostri sacri del cinema come Gary Cooper, Jack Lemmon e Joanne Woodward solo per citarne alcuni. Come la collega è stato diretto da Hitchcock. Ha dovuto abbandonare la serie nel corso della quinta stagione a causa di problemi alla schiena: è stato sostituito dal quasi sosia e omonimo Dick Sargent.  Dopo essersi ristabilito ha ripreso a recitare per la tv, comparendo in molti telefilm di successo tra i quali ricordiamo Simon&Simon e Fantasilandia.  E’ morto nel 1992, aveva 63 anni.

ERIN MURPHY – TABATHA STEPHENS

Erin Murphy





27
settembre

STRISCIA LA NOTIZIA : L’IRA DI MIKE

Mike Bongiorno (Tapiro d’oro, Striscia la Notizia) @ Davide Maggio .it 

Miss Italia deve aver rappresentato davvero un brutto capitolo per Mike Bongiorno.

Mai mi era capitato di vedere il re del quiz così fuori di sè.

Se, infatti, è vero che il caro vecchio Mike a telecamere spente non sia proprio uno stinco di santo è altrettanto vero che qualunque artista avrebbe poco gradito la tensione, palese tra l’altro, venutasi a creare sul palco del PalaCotonella.

Figuriamoci a 83 anni suonati!

Una tensione che ha fatto si che una manifestazione già alla deriva da anni, quanto meno televisivamente, venisse affossata del tutto.

E la colpa non può che essere addebitata alla primadonna (mancata, tra l’altro) Loretta Goggi.

Una conduzione fastidiosissima, quella della Goggi, paragonabile al comportamento di una brava scolaretta che vuole mostrare alla maestra quant’è brava.

Il problema è che la bravura della Goggi non credo sia mai stata messa in discussione da nessuno. Ciò che è stato sempre messo in discussione è stato proprio un egocentrismo esponenziale poco gradito dai colleghi di lavoro che di fatto le ha stroncato una carriera … e che puntualmente è arrivato anche sul palco di Miss Italia.

Un palco sul quale la conduttrice ha costantemente cercato di prevalere sul collega.

E nonostante la conduzione di Mike abbia dimostrato che alla sua veneranda età maratone del genere non sono più sostenibili, da professionista qual è, il re del quiz ha lasciato dietro le quinte le liti e sicuramente quella rabbia mista a delusione che è venuta tutta fuori (a mio avviso comprensibilmente) con la consegna del tapiro d’oro

L’energumeno che vedete nel video accanto a Mike è la sua inseparabile guardia del corpo. Chiamasi Roberto Orlandini e non abbandona Mike per nessun motivo. Anche durante le registrazioni dei programmi, il caro Orlandini si piazza dietro le quinte e veglia sul tranquillo svolgimento delle trasmissioni. Questa scelta si è resa necessaria dopo che, anni fa, un ospite del pubblico scelse di manifestare un po’ troppo calorosamente il proprio affetto nei confronti di Mike.


26
settembre

MA STUDIO APERTO E’ UN TELEGIORNALE?

Telegiornali @ Davide Maggio .it

Alcuni giorni fa, parlando del restyling del TG1, ho pensato di sondare tra i lettori di DM quale telegiornale seguissero con più assiduità.

Ciò che ne è venuto fuori non poteva passare inosservato e un post di analisi era indispensabile.

A far riflettere non è tanto il vincitore del sondaggio ma il telegiornale piazzatosi secondo.

A seguire, infatti, il TG5, risultato il telegiornale preferito, troviamo nientepopodimenoche Studio Aperto.

Un posizionamento che giunge inaspettato poichè il telegiornale di Italia1 è da sempre bersaglio di critiche per la linea editoriale non proprio “canonica”.

Un telegiornale che, in pratica, preferisce il gossip alla cronaca e “sbatte in prima pagina” la bella di turno, la coppia più glamour o il calendario più hot del momento. Per farla breve, tette e culi a volontà rubano “la scena” a notizie di cronaca “leggermente” più macabre ma probabilmente più serie.

A questo punto mi sono chiesto se le critiche che si spendono nei confronti di Studio Aperto abbiano un fondamento oppure siano frutto del moralismo tutto italiano che “colpisce” un telegiornale perchè colpevole di preferire argomenti più frivoli ma senza, per questo, perdere la propria “etichetta” di telegiornale.

Certo, la spettacolarizzazione della notizia è ormai abitudine diffusa nel nostro paese e il telegiornale è diventato un programma che, al pari degli altri, lotta per battere gli avversari. 

Nel caso del telegiornale di Italia1, però, la linea di confine tra un telegiornale e un rotocalco rosa sembra essere molto sottile.

Per quanto mi riguarda, pur non condividendo la linea editoriale di Mario Giordano, sono dell’avviso che ci si trovi in presenza di un telegiornale un po’ sui generis ma che riesce a far breccia su un determinato target di telespettatori (trascurato dagli altri tg) senza pretendere, naturalmente, di sostituirsi ai telegiornali per così dire… principali. Il target è ovviamente quello dei telespettatori più giovani ed è in linea con quello di riferimento della rete.

Il risultato del nostro sondaggio ne è, d’altro canto, la conferma. E’ noto che il popolo della rete sia un popolo giovane e tra l’altro particolarmente curioso… anche e soprattutto delle forme della “diavolita”!

La cosa singolare, però, è che il telegiornale di Mario Giordano nell’edizione delle 12.25 totalizza degli ascolti straordinari.

Pensate che Studio Aperto è riuscito a portare a casa anche il 28% di share. Nell’edizione di ieri, 2.412.000 ascoltatori sono stati sintonizzati sul telegiornale della rete giovane del biscione con uno share del 20,61%.

Saranno tutti studenti che hanno fatto X a scuola oppure è innegabile che, discutibilità a parte, questo concetto singolare di telegiornale piace?

23due88_ ci segnala il record di tutti i tempi di Studio Aperto del 11 luglio 2006 :  4.276.000 telespettatori totali e il 42.65% di share nel target commerciale.





25
settembre

ANTEPRIMA DM : THE BOX GAME SU ITALIA1

The Box Game @ Davide Maggio .it

Aspettavo con ansia la prima puntata di Chi Vuol Essere Milionario per convincere anche i lettori più diffidenti che le anteprime televisive passano prima da DM.

Non solo questo blog aveva anticipato con settimane di anticipo l’arrivo, il 24 settembre, del quiz di Gerry Scotti ma aveva svelato, forse unico in Italia ad averlo fatto, il nuovo attesissimo quarto aiuto “Switch the Question“.

E allora… proseguiamo per questa strada.

Sappiate che si dice che presto arriverà su Italia1 un nuovo call game. The Box Game, questo il nome del nuovo programma, farà compagnia, inizialmente per breve tempo, ai telespettatori che non riescono a prender sonno.

Ricordate la programmazione degli esordi de La7 che vedeva 4 giovani conduttori al timone di altrettanti semplici quiz che riempivano gran parte del palinsesto della rete?

Si tratterà in sostanza di piccoli quiz in onda a rotazione nella programmazione notturna di Italia1 ai quali potranno partecipare, in diretta, i telespettatori nottambuli con la speranza di portare a casa qualche premio.

Si mormora che a comporre il cast del programma ci saranno volti nuovi (o quanto meno non notissimi) disposti a condurre una diretta alle 2 della notte.

Non è ancora nota, quanto meno al sottoscritto, la data di partenza.

[L'immagine ha il solo scopo di presentare il post e non rappresenta il logo ufficiale del programma]


24
settembre

ASCOLTI TV, LA SETTIMANA! LA NUOVA VERSIONE

Dati Auditel Settimana n. 38 @ Davide Maggio .it

Cari lettori, come annunciato, la rubrica Ascolti TV si rinnova. Avrete certamente notato che i post sui dati auditel non comparivano più in home page ma venivano nascosti per non “intralciare” i normali contenuti del blog.

Ebbene, i dati auditel giornalieri saranno ugualmente disponibili cliccando sull’apposita icona nella barra laterale del blog ma la vera novità è un’altra e si chiama “ASCOLTI TV, la Settimana“. Una nuova rubrica che vede il debutto su DM di moSHAREino che si preoccuperà di curare la rubrica analizzando in maniera minuziosa i programmi oggetto della rubrica. Lascio proprio a lui la parola per spiegarvi le novità.

Cari amici vicini e lontani benvenuti a “Ascolti TV, la Settimana” la nuova rubrica di “DM” dedicata all’analisi settimanale dei dati auditel. 

Lo so, forse avrei potuto esordire con una frase più originale ma quella che ho qui citato che diceva spesso il buon Nunzio Filogamo mi è sempre piaciuta e quindi ho voluto scriverla per il mio esordio sulle pagine di davidemaggio.it!

In questa rubrica in uscita il lunedì pomeriggio andremo a parlare degli ascolti della settimana televisiva appena passata andando ad analizzare nel dettaglio alcune trasmissioni. Procederemo sostanzialmente per sfide.

Cerco di spiegarmi. Sceglieremo i programmi più forti dell’access prime time, prime time, preserale e seconda serata andando a compilare una sorta di fanta-auditel aggiornando, di settimana in settimana, i risultati delle sfide.

Questi sono i programmi che abbiamo scelto :

 Access Prime Time : Affari Tuoi VS Striscia la Notizia

Prime Time : Ballando con le Stelle VS Zelig e Il Treno dei Desideri VS C’è Posta per Te

Preserale : L’Eredità VS Chi Vuol Essere Milionario

Seconda Serata : Porta a Porta VS Matrix (si sfideranno direttamente il lunedi e il mercoledi)

Telegiornali : TG1 ore 20 VS TG5 ore 20

Ma non è finita qui.

Andremo infatti ad indicare anche eventuali programmi GUASTA SFIDE ovvero quelle trasmissioni che con i loro ascolti turbano, in un certo senso, gli ascolti dei programmi in sfida (es. i vari programmi dell’access prime time che potrebbero “rubare” ascolti a Striscia o Affari Tuoi).

Non mancheranno nemmeno le AUDICHICCHE : un’audichicca potrebbe essere un ascolto altissimo realizzato in un determinato momento da un programma che totalizza nel complesso ascolti molto bassi.

Nell’analisi dei dati prenderemo in considerazione oltre al numero di ascoltatori e allo share anche la permanenza.

Per farmi meglio capire come procederemo analizziamo, in questo post di presentazione,  solo la sfida del sabato sera in prime time dandovi appuntamento al prossimo lunedi per il primo post completo.

Il prime time del sabato è il momento in cui le due corazzate Rai e Mediaset sfoderano le loro armi più potenti per cercare di vincere la serata.

Anche in questo sabato (come già si era verificato la scorsa settimana) “C’è posta per te” ha battuto “Il treno dei desideri” nonostante il primo avesse avuto un traino inferiore (“Affari Tuoi” ha battuto sonoramente “Cultura Moderna”). Da precisare l’eredità che hanno lasciato i due access prime time: “Affari Tuoi” termina con il 32% che crolla, dopo pochi secondi, al 21,7% sull’andata a nero dei saluti di Insinna. Gli ascolti scendono ulteriormente durante la pubblicità e fanno partire Antonella con il 16,8%. “Cultura Moderna” termina, invece, con il 22,2% un secondo prima della sigla di chiusura scendendo poi al 19,3% con l’andata a nero. Il break pubblicitario successivo fa scendere ulteriormente gli ascolti e ha fatto sì che “Maria” partisse con un misero 15,7%.

Da un attenta analisi minuto per minuto dei due programmi si nota una predilezione del pubblico per il programma della De Filippi per tutta la sua durata. Gli ascolti crollano a vantaggio della Clerici soltanto nei break pubblicitari.

Riassumendo, “C’è posta per te” ha avuto un ascolto medio del 25,15% di share con una permanenza pari al 27,13% contro il 22,03% di share e una permanenza del 23,50% del Treno dei Desideri.  Maria Defilippi vince, quindi, anche nella permanenza!

A mio parere le due reti hanno sbagliato a sovrapporre nella stessa serata due programmi molto simili nella struttura e questo ha danneggiato ormai pesantemente il programma targato Endemol, andando a premiare come regina assoluta del sabato sera Maria la sanguinaria! Per la signora Clerici consiglio di non buttarsi giù e di farsi una bella scorpacciata di tagliatella di nonna Pina!!! Ah ah ah

RISULTATO PARZIALE

IL TRENO DEI DESIDERI VS C’E’ POSTA PER TE : 0 – 2 

L’appuntamento per il primo post completo è per lunedi prossimo.


21
settembre

QUANDO LA PUBBLICITA’ E’ PREFERIBILE AD UN PROGRAMMA

Chanel Coco Mademoiselle @ Davide Maggio .it

Siamo sempre abituati a criticare la pubblicità dimenticando che un tempo c’era un programma (Carosello) dedicato esclusivamente agli spot pubblicitari che, se è vero che avevano la caratteristica di essere dei veri e propri minifilm, avevano allo stesso tempo lo straordinario potere di mettere tutti d’accordo tenendo gli italiani incollati davanti al tv a guardare semplicemente… pubblicità!

Se è altrettanto vero che la pubblicità di oggi è molto meno entusiasmante, è altresì innegabile che esistono dei capolavori di fronte ai quali non si puo’ non rimanere affascinati. Veri e propri corti.

Quello che sto per mostrarVi è uno di questi piccoli capolavori realizzato per Coco Mademoiselle di Chanel ed è, a mio parere, il miglior spot degli ultimi anni.

Qualora vogliate scoprire i dietro le quinte dello spot potete visitare questa pagina

Chanel, chapeau!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , , ,