Televisione


15
ottobre

ITALIANI PER FICTION? ATEI E DIVORZIATI. PER L’ONORE E IL RISPETTO INVECE…

L-onore e il rispetto angela molina

Il maledetto fascino della mafia, il magnetismo dei protagonisti, un intreccio appassionante e coinvolgente, o la sublimazione del brutto, per rifarsi in qualche modo alle parole di Aldo Grasso. Detrattori e ammiratori potrebbero disquisire a lungo sul successo della fiction di Canale5 L’Onore e il Rispetto.

Noi che non biasimiamo entrambe le parti, scegliamo di focalizzarci su un incontrovertibile pregio, tale da oscurare gli innegabili limiti della fiction: l’aver intessuto le trame di elementi emozionali non ritrovabili altrove. L’amore per la famiglia e per i figli che va oltre qualunque cosa; la presenza della Fede, sempre e comunque; il rumoreggiare popolare che influenza le nostre scelte. Caratteristiche, queste, della nostra società che l’atavica miopia della fiction nostrana fa spesso, troppo spesso, dimenticare ma che L’Onore e Il Rispetto ha, con fermezza, saputo rappresentare, complice l’ambientazione storica.

La fierezza mafiosa di Donna Rosangela capace di farle ordinare i più crudi delitti ma che nulla può dinnanzi all’amore per suo figlio, l’indissolubile legame tra Santi e Tonio nonostante le diverse scelte di vita, la ricerca di aiuto e sostegno che solo un Prete può dare sono solo alcuni esempi che palesano quanto detto e che hanno differenziato L’Onore e il Rispetto da altre fiction italiane. Per la finzione televisiva made in Italy, infatti, l’Italia è un paese di famiglie di fatto dove non esistono zii e cugini, divorziati, giovani quarantenni alla ribalta e atei. Tutte balle: l’Italia è una grande provincia.




15
ottobre

NUOVA MAGGIORATA AL GRANDE FRATELLO: E’ BOOM PER LA DONNA GIUNONICA NELLA TV ITALIANA

Del Basso, Angelica e Marika di Uomini e Donne

Fino a qualche tempo fa le potevi vedere solo da Bonolis nelle mitiche prove maliziose del viaggio del tempo, oppure dovevi scavare nei meandri delle filmografie di genere per scovarle. Adesso, invece, complice l’ascesa prorompente della Del Basso (ultimamente nota per aver dato per morta la povera Montalcini), la nostra tv è sempre più maggiorata e soggetta alla tettonica; ma non si tratta né di quella a placche né di quella a zolle.

Filtra proprio ora dal web un’indiscrezione secondo cui pare che gli autori del Grande Fratello abbiano trovato l’erede della Cristinona nazionale in un’abbondante carioca brasileira destinata a proseguire il solco delle docce cliccatissime, dei doppi sensi nella casa e della calamita degli sguardi. La Gialappa’s starà già esultando per tutto il materiale che produrrà questo trionfo di carne.

Anche a Uomini e donne non si scherza. Basti osservare l’evoluzione delle corteggiatrici negli ultimi anni. Grandi balconi fioriti alla corte dei tronisti, che da Giorgio Alfieri in poi hanno particolarmente richiesto come requisito da catalogo almeno una terza abbondante (il massimo sotto il regno di Federico Mastrostefano).


15
ottobre

GRAZIA DI MICHELE FINISCE A SCALO 76 TALENT PROPRIO MENTRE E’ IN ONDA AMICI. MARIA, VOGLIAMO UN PROVVEDIMENTO DISCIPLINARE

Grazia Di Michele (Scalo 76 Talent)

Siamo perennemente abituati, televisivamente parlando, ad assistere a personaggi che puntualmente si reinventano; a pseudo-artisti che per restare a galla nel magico mondo dello star system si calano in improbabili e inediti ruoli o, ancora peggio, vagano di reality in reality con incredibili quanto estemporanei cast-rimpasti.

Ma nello sdoppiamento da talent show (concorrenti) non ci eravamo ancora imbattuti. E’ accaduto martedì 13 ottobre quando Grazia Di Michele ha pensato bene di andare a fare una capatina su Raidue, ospite di Scalo 76 Talent.  E che sarà mai, potrebbe dire qualcuno di voi evidentemente impreparato in materia di talent show.

Il piccolo dettaglio è che la cantautrice in questione è una delle docenti di canto dell’0sannata scuola dei Defilippiani Amici di Maria e, colmo dei colmi, la sua ospitata dal dirimpettaio è avvenuta proprio mentre era in onda il day time del talent di Maria De Filippi, dove detiene la propria poltrona di “insegnante di ruolo”.

Insomma, un doppio smacco.





15
ottobre

MARA VENIER PRESENZA (FORSE) FISSA DAL “BELLO DELLA DIRETTA”

Mara Venier (La Vita in Diretta)

Mara Venier è e resterà per tutti noi la Signora della domenica, anche se c’è chi prova ad insidiarle il trono (qui “la corsa” di Platinette). E siamo certi che Mara, prima o poi, tornerà sul luogo del delitto, nella sua unica, vera casa catodica. Nel frattempo, però, tra un viaggio esotico e l’altro col suo grande ammmmore Nicola, non disdegna ospitate e comparsate varie sul piccolo schermo.

La scorsa stagione abbiamo potuta osservare lei e la sua chioma dorata ed i suoi tanti gioielli prima, come opinionista, accanto al suo storico tele-compagno Luca Giurato, all’Isola dei Famosi di Supersimo e dopo, quale inviata d’eccezione, nella quarta edizione de La Fattoria dell’amica e collega Paola Perego.

E quest’anno? Stando ad un’indiscrezione del settimanale Diva e Donna, Mara Venier potrebbe tornare a fare l’opinionista, ma non per qualche puntata, bensì ogni pomeriggio: da dicembre, infatti, dovrebbe approdare nel salotto già ricco di facce e volti famosi, pensanti e parlanti de La Vita in Diretta.


15
ottobre

X FACTOR 3 E’ UN PROGRAMMA INVECCHIATO (E NON MATURATO). DOPPIA ELIMINAZIONE PER LA SESTA PUNTATA: FUORI I LUANA BIZ E FRANCESCA CIAMPA

XFactor 3

Raidue è ancora una rete giovane? Ma soprattutto… lo è mai stata? Il tentativo di svecchiare il palinsesto è stato fatto e la scommessa su X Factor ne è una dimostrazione, ma il talent è rimasto, di fatto, “un seme mai coltivato” in un campo che continua ad avere un forte stampo tradizionalista. Lo stesso talent, quest’anno, ha risentito di un graduale “processo di invecchiamento”: il programma non è maturato e non è diventato l’atteso pilastro della “nuova era giovanilistica”, ma si è “accartocciato su se stesso”, invecchiando nella formula, nei contenuti, nei protagonisti e soprattutto nei tempi. Il risultato finale è uno show musicalmente valido, ma farraginoso e ripetitivo dal punto di vista televisivo.

La lunga serata procede senza particolari intoppi. Ospiti gli Skunk Anansie e Samuele Bersani; nessuna novità per quel che riguarda i giudici: la Maionchi non dice parolacce, Morgan ricalca il suo personaggio intellettuale e la Mori rimane stigmatizzata nel suo “non-personaggio” di music manner/moglie di. Probabilmente, un ultimo tentativo di rianimazione potrebbe provarsi con un faccia a faccia col proprio ”alter ego” interpretato da Lucia Ocone a “Quelli che“, con la speranza di vedere finalmente la giudice meno compassata e autoreferenziale. Il nostro, d’altro canto, è un evidente tentativo di mettere la proverbiale ”pulce nell’orecchio” agli autori del talent perchè, in tutta onestà, arriviamo a fatica alla fine della puntata settimanale.

Ritornando invece al discorso musicale, rimane invariato lo “stra-potere” di Morgan che mantiene in gara 4 cantanti. La spiegazione è facile da trovare: oltre all’innegabile bravura dei suoi (su tutti Marco e anche la nuova arrivata Cristiana), Morgan è un autentico prestigiatore, che sfrutta tutta la sua favella e il suo estro d’artista, per coprire e tutelare anche performances a volte sotto la media (ultima in ordine di apparizione quella del suo Silver). Alla fine è proprio l’ex leader dei Bluvertigo il giudice più papabile per la vittoria, mentre le altre due simpatiche “babbione” (‘Ipse dixit’ anche Claudia Mori) arrancano per tutelare il più possibile i loro cantanti sopravvissuti (tre in tutto) alla doppia eliminazione della serata.

Dopo il salto scopri le bizzarre 7 note di colore della serata.





14
ottobre

XFACTOR 3, LA SESTA PUNTATA LIVE: ELIMINATI I LUANA BIZ e FRANCESCA, GAFFE DI FRANCESCO FACCHINETTI

XFactor 3, sesta puntata LIVE

Dalle 21, commenteremo LIVE la sesta puntata di XFactor. Per conoscere gli ospiti e i brani assegnati ai concorrenti, clicca qui.

Sono le 21.02, si inzia.

21:02 ANTE-FACTOR, SI PARTE. ENTRANO FRANCESCO FACCHINETTI E, POI, I GIUDICI.

Mari 611 ha scritto alle 21:05: io ci sono…ma non so se posso accedere a questa rete giovane con programmi giovani per giovani… sono fuori età!

Eugenio Viterbo ha scritto alle 21:21: la Mori sembra Grace Jones uscita dalla navicella di Star Trek, Morgan ha sbagliato tinta (e fortuna che Biscardi stava lontano) e, in generale, con l’allegra presenza di Skin e quel tripudio di colori, quella non è la vera giuria, ma la Famiglia Addams!!!

21:06: OSPITI: SKUNK ANANSIE

21:11: SKIN ENTRA IN GIURIA, COME QUARTO GIUDICE, PER LA PRIMA MANCHE

21:12 GRANDE ESCLUSIVA: LA PROSSIMA SETTIMANA WHITNEY HOUSTON SUL PALCO!

21:13 PRESENTAZIONE CANTANTI

21:14 ANNUNCIO SHOCK: DUE ELIMINAZIONI QUESTA SERA, UNA PER MANCHE

21:15 APERTO UFFICIALMENTE IL TELEVOTO PER LA PRIMA MANCHE

21:16 INIZIANO LE ESIZIONI, PRECEDUTE DA UN FILMATO PER OGNI CANTANTE CON LA X-STORIA DI CIASCUNO

1. 21:19: Marco canta “Ashes to ashes di David Bowie

Mari 611 ha scritto alle 21:17: che si fidanzino ’sti due e non se ne parli più!

2. 21:26: Luana Biz cantano “Due destini” di Tiromancino

Elisa ha scritto alle 21:31: centra niente ma… i due riccioloni dei Luana Biz sono proprio dei bonazzi!

21:37 FINE ANTE-FACTOR, PUBBLICITA’


14
ottobre

IL GRANDE FRATELLO 10 OSPITA UN ESERCITO DI 40 CONCORRENTI. FRA LORO GIORGIO RONCHINI, IL PRIMO PALESTRATO DI QUESTA NUOVA EDIZIONE.

GIORGIO RONCHINI ALESSIA MARCUZZI GRANDE FRATELLO 10

Ormai è cosa nota, entrare nella casa più spiata di Italia non significa necessariamente diventar famosi. Il nostro speciale sul GF ha confermato che sono in tanti a tornare alla vita di tutti i giorni dopo la parentesi del reality, e quest’anno “entrare nell’olimpo” potrebbe esser cosa assai più difficile.

Per poter  diventare prezzemolini tv o aspiranti attori, veline e presenzialisti dell’ultima ora, ogni concorrente della decima edizione del Grande Fratello dovrà fare i conti con un’agguerita e numerosissima concorrenza. Saranno quaranta, infatti, i concorrenti a varcare la porta rossa di quella che si preannuncia come un’edizione celebrativa e ricca di novità; un vero e proprio esercito di aspiranti al titolo che l’anno scorso fu del fortunatissimo, e tanto apprezzato dai telespettatori, Ferdi Berisa. Lo ha svelato a Sorrisi la conduttrice del reality, Alessia Marcuzzi, che sulla carica di inquilini ha aggiunto: “Difficile scovare persone coinvolte politicamente. I giovani hanno pochi punti di riferimento. Oltre che paura di esporsi. Spero che si parlera’ di integrazione, dell’Italia spaccata tra Nord e Sud. Ora si discute di dialetti a scuola. E a me viene da dire: ma perche’ il nostro Paese e’ cosi’ vecchio?“.

La speranza della bionda Alessia, per il quinto anno al timone del GF, è quella di “avere persone molto pulite d’animo. Nella speranza che pure il pubblico si soffermi su di loro e non solo sui personaggi piu’ appariscenti“. E se fra ben quaranta persone è stato difficile trovare qualcuno coinvolto e interessato alla politica, speriamo almeno che venga accontentato il desiderio della Marcuzzi, anche se sembra difficile immaginare questi animi così puri alle prese con nominations ed eliminazioni. Piuttosto, ad ipotizzare l’avanzata di una così nutrita schiera di novelli concorrenti, vien subito da pensare a quanto dovranno maggiormente sgomitare per assicurarsi il primo bacio, la prima lite, e l’eventuale primo lancio di oggetti, con prime relative punizioni e temutissime buste nere. Insomma, vien da pensare che assicurarsi un posto al sole sarà molto difficile. Dovrebbe saperne qualcosa Giorgio Ronchini, la cui presenza in casa sarebbe cosa certa.


14
ottobre

UN MEDICO IN FAMIGLIA: IL SUCCESSO PASSA PER UN BUONISMO CHE FA SPERARE, MA CHE SOMIGLIA ALL’IMPOSSIBILE.

UN MEDICO IN FAMIGLIA RAGIONI DI UN SUCCESSO

Il medico di Raiuno ne ha passate di ogni; decimo anno di messa in onda, qualche ritorno nel cast, la (semi)perdita del nonno più amato di tutti gli italiani e gli eventuali spostamenti in palinsesto.

Eppure, nonostante tutti i cambiamenti che si sono abbattuti come cicloni in questi anni sulla fiction di Nonno Libero (Lino Banfi), Un Medico in famiglia resta un prodotto godibilissimo e di successo. Gli elementi atti a garantirne la popolarità sono i più disparati, dalla commedia che culmina in evidenti picchi comici, alle storie d’amore che garantiscono alle spettatrici più sensibili l’immancabile lacrimuccia. E così, se anche di base la famiglia Martini resta quella felice e contenta di sempre, modello Mulino Bianco, in cui tutti i problemi si risolvono con un sorriso e tanta buona volontà, siamo pronti a perdonare il buonismo eccessivo ed edulcorato a tutti i costi.

Perchè in fondo il mondo perfetto di Poggio Fiorito non è altro che il mondo delle favole, con il suo relativo immaginario infantile, che prima ancora di apparirci come surreale ci sembra anche molto rassicurante. Rassicurano il mondo di plastica costruito come nel più finto degli spot pubblicitari, con i suoi viali tranquilli e la sua clinica pulita e super funzionante; rassicurano i buoni sentimenti, quelli delle storie d’amore pulite e trasparenti, in cui la fiducia si mescola con l’onestà, in un walzer di storie da sogno che, manco a dirlo, non conoscono crisi degne di questo nome; rassicura il fatto di veder crescere i personaggi, accompagnandoli in un viaggio che ha aiutato a fidelizzare il pubblico. Ma il paradosso profuma di impossibile, e alcuni tratti della serie riescono a peccare di fantascienza anche in un quadro di generale artificiosità.