Televisione


9
dicembre

DA COLOGNO AL BRASILE… ALLA RICERCA DELLA NUOVA LOCATION DE LA FATTORIA

La Fattoria @ Davide Maggio .itCosa andrà a fare un gruppo di autori biscioniani in terra brasiliana?

Dicono che il gruppo autorale di cui sopra sia pronto a lasciare la corte di Paola Perego, questa settimana, per volare in Brasile e scegliere la nuova location della prossima edizione de La Fattoria.

Inizierebbe a trovare conferma, dunque, la notizia lanciata dal quotidiano Libero che annunciava l’arrivo di una nuova edizione del reality show che fu di Daria Bignardi e Barbara D’Urso per la nuova stagione primaverile.




8
dicembre

PAOLA BARALE POST-TALPA TRA IENE, PUPE E SECCHIONI

Tra flop clamorosi e mancate conferme, l’ultima stagione televisiva ci ha regalato anche qualche caso, rarissimo, di inaspettato recupero. E’ senz’altro il caso di Paola Barale, oggi alle prese con nuova linfa per una carriera, fino a poco tempo fa, in caduta libera.

Invece, complice il successo della terza edizione de “La Talpa”, la presentatrice piemontese ha mantenuto le aspettative del direttore di Italia1, Luca Tiraboschi, che proprio alla vigilia del reality show aveva confidato di avere in serbo grandi progetti per un ritorno in grande stile. E sembra che le intenzioni dell’acuto dirigente stiano già per concretizzarsi.

Stando a quanto riporta l’ultimo numero Di “Tv, Sorrisi e canzoni” la Barale sia addirittura in pole positivo per la conduzione di due ambitissime, nonché rodate, trasmissioni della rete giovanile di Mediaset: “Le Iene” e “La Pupa e il Secchione”.


8
dicembre

GLI AMICI DELLA DEFILIPPI INVADONO SANREMO: QUASI CERTO MARCO CARTA. ERIKA E MANOLA AD UN PASSO DALLA KERMESSE

Manola Moslehi @ Davide Maggio .it Erika Mineo @ Davide Maggio .it

Mentre le quotazioni di Marco Carta sembrano salire paurosamente in vista di un possibile inserimento nella lista ufficiale dei “big” che saliranno sul palco dell’Ariston, altre due examiche di Maria de Filippi” sono in corsa per la categoria “giovani” del prossimo Festival di San Remo.

Manola Moslehi ed Erika Mineo, entrambe ventiquattrenni partecipanti alla quinta edizione di “Amici”, rientrano nel ristrettissimo gruppo composto da otto artisti, ad un passo dalla “Città dei fiori”. Partiti da duecentocinquanta, in un secondo momento scremati ad un quinto, il numero dei concorrenti è stato ulteriormente ristretto alle otto unità finaliste dalla prestigiosa commissione artistica, composta dal presidente Massimo Cotto, Franco Zanetti, Paolo Giordano, Massimo Poggini, Andrea Rodini e Maurilio Giordana, nel corso di una conferenza tenutasi venerdì scorso al Teatro dell’Opera del Casinò.

Non è andata bene ad un’altra vecchia conoscenza del talent show, la vincitrice della seconda stagione Giulia Ottonello, che non ha superato le semifinali. Una vera soddisfazione per Manola Moslehi, reduce dalla pubblicazione del primo singolo “sono ancora qui” (http://it.youtube.com/watch?v=tOJnklkeIgY) e per Erika Mineo che lo scorso anno, proprio a SanremoLab, sfiorò la finalissima.





7
dicembre

AMICI: SERENA VIA, ENTRA BEATRICE, ANDREINA E ADRIANO “MIRACOLATI” e l’INEDITO PER ALESSANDRA

Amici di Maria De Filippi @ - 7 Dicembre 2008 @ Davide Maggio .it

Tra congedi, miracolati, brani inediti, grandi ospiti e tanta solidarietà è andato in scena l’ultimo speciale domenicale di “Amici di Maria De Filippi“. La puntata si apre con l’addio alla ballerina di danza classica Serena Carassai che, a causa di un infortunio, è costretta ad optare per la riabilitazione fisica piuttosto che al serale. Lacrime, complimenti di rito ma anche buoni propositi per congedare una delle concorrenti più apprezzate dal pubblico.

Silvio Oddi fa il suo ingresso in studio per giudicare la sfida tra la ballerina titolare Andreina (negli ultimi tempi al centro di una prolungata polemica con l’insegnante Steve La Chance) e la bionda Beatrice. Quest’ultima la spunta tra lo stupore generale, nonostante un’indubbia bravura e superiorità tecnica. Il colpo di scena, invece, è tutto ad appannaggio della titolare a cui viene offerta la possibilità di andare ad occupare il banco lasciato vacante dalla Carassai. Un caso senza precedenti, giustamente criticato dalla docente Maura Paparo.

Si passa alla raccolta fondi a favore dell’AIL, Associazione Italiana contro le Leucemie, verso la quale il riscontro è da record: circa un milione di euro grazie alle ripetute incitazioni della padrona di casa. La sfida tra le squadre rappresenta l’ideale pretesto, tra visto e rivisto, di attendere l’assegnazione del secondo inedito. A chi spetterà incidere l’accattivante inedito “Find a way” tra Alessandra e Pamela?


7
dicembre

YES, WEEK END: L’ISOLA, QUARTA CAMERA DEL PARLAMENTO ITALIANO. LUXURIA E BELEN AD ANNOZERO, LE GEMELLINE DAL PREMIER BERLUSCONI

Anno Zero @ Davide Maggio .itAppuntamento decisamente “isolano” quello di Yes, week end di questa settimana. Giovedì scorso, infatti, anche “Anno zero“, serioso programma di approfondimento politico e sociale, ha pensato bene di dedicare l’intera puntata a “Madre Vladimir da Cayo Paloma“, discussa nuova icona della sinistra italiana, che, sebbene ancora in vita, sembra essere già in odore di santità (mi raccomando acqua in bocca, non voglia il cielo che questa notizia giunga alle orecchie della Gardini) per essere riuscita a piantare, metaforicamente, la bandiera rossa del comunismo sulla spiaggia più famosa della televisione italiana. Peccato, aggiungiamo noi, che lo storico vessillo avrebbe fatto, verosimilmente, bella mostra di sé giusto a fianco dei maleodoranti e ascellari calzini di Carlo Capponi, dei mutandoni della De Black e dell’inguardabile pigiama rosa shocking di Alessandro Feliù.

Nel corso della trasmissione, la nostra Vladi, apparsa ai telespettatori “bella, giovane e abbronzata”, come direbbe qualcuno, si è, finalmente, riappropriata della propria vittoria, definendola “personale e non politica”, intuendo, forse, come anche da noi suggerito, che la sua esperienza televisiva, se spogliata da velleità pedagogiche e proclami umanitari, ha, semplicemente, dimostrato le sue indubbie qualità artistiche e il suo innegabile fascino mediatico. Ma niente di più. Se la sinistra avesse, sul serio, creduto di poter usare quel paradiso tropicale per una inusuale campagna propagandistica e di rilancio, allora, sì, davvero, sarebbe da considerarsi, inequivocabilmente, all’ultima spiaggia.

Una Vladimir tornata, almeno in parte, alle origini. Una Vladimir che non si atteggia più a comare pettegola e invidiosa e un po’ meno a maestrina saccente e pignola memore, forse, del fatto che proprio lei che, per anni, aveva condotto una difficile battaglia contro la morale comune, non poteva, certo, ostinarsi a fare sfoggio di una dialettica e di un modus operandi così, disgustosamente, e insopportabilmente,  moralistici. “Non sono masochista e non lo sono mai stata“: così ha risposto Luxuria ad alcune provocazioni degli ospiti in studio. Beh, cara Vladi, se non ti piace il termine masochista, usiamo pure autolesionista, ma, d’altronde, come può essere definita la sola isolana che per due lunghi mesi ha avuto l’ardire di dormire fianco a fianco a uno come Carlo Capponi che ha a cuore la propria igiene personale tanto quanto Di Pietro la salvaguardia della purezza della lingua italiana?





7
dicembre

AMENDOLA, MAMMUCARI e RODRIGUEZ AL TIMONE DI SCHERZI A PARTE

Belen Rodriguez - Isola dei Famosi @ Davide Maggio .it

Non sarà Elisabetta Gregoraci, così come non saranno Ilary Blasi e Vanessa Incontrada le co-conduttrici di Scherzi a Parte. Stando a quanto riporta il settimanale Sorrisi e Canzoni avrebbe avuto la meglio nientepopodimenoche l’ex naufraga BBBelen Rodriguez che potrebbe affiancare Teo Mammucari e Claudio Amendola nello storico show di Fatma Ruffini.

Finalmente una scelta sensata da parte dei vertici del Biscione che combina una bella presenza scenica ad una buona “resistenza” mediatica. Ciò che continua a stonare, invece, sembra la presenza dei due conduttori. Ed in particolar modo quella di Amendola che continua a calcare il palco di Scherzi a Parte senza che ci si riesca a spiegare, almeno apparentemente, il perchè. Sarà probabilmente che ci vi scrive è fedele ad un sacrosanto principio in virtù del quale la televisione dovrebbe esser fatta esclusivamente da professionisti del piccolo schermo. Ma a quanto pare, non tutti la pensano alla stessa maniera.

Presenza, quella di Amendola, che, tra l’altro, va ad intaccare una carriera cinematografica che non necessita sicuramente di supporti televisivi per essere apprezzata dai più.


7
dicembre

TRA CUPIDI DISPETTOSI, CUORI PALPITANTI E FARFALLE ALLO STOMACO ARRIVA “TUTTI PAZZI PER AMORE”

Tutti Pazzi per Amore @ Davide Maggio .it

Debutta questa sera, domenica 7 dicembre, in prima serata, su Raiuno, Tutti pazzi per amore, esilarante fiction “sentimental-pop” che, per 13 settimane, racconterà ansie, gioie e imprevedibili conseguenze di un sentimento, l’amore, alla cui forza travolgente e inarrestabile nessuno è in grado di resistere. Protagonisti della storia sono Paolo (Emilio Solfrizzi), timido e goffo vedovo alle prese con una figlia adolescente e Laura (Stefania Rocca), mamma separata dall’indole introversa e sognatrice, i quali, affamati d’amore, finiranno per sconvolgere l’uno la vita dell’altra.

Un prodotto tutto italiano, questo, coprodotto da Publispei e Rai Fiction e diretto da Riccardo Milani, che esula e si distingue, però, dalla tradizionale fiction italiana la quale, negli ultimi anni, ha sofferto di una eccessiva ripetitività e omologazione in termini di contenuti, schemi narrativi e scelte stilistiche. “Tutti pazzi per amore”, infatti, si presenta decisamente innovativo mescolando ai buoni sentimenti una comicità brillante e surreale, che arricchisce il racconto, senza comprometterne coerenza e comprensione, con divertenti numeri musicali e suggestive citazioni cinematografiche.

Una graziosa commedia degli equivoci, insomma, dove sogno e realtà si fondono e si confondono fino a saldarsi inscindibilmente l’uno con l’altra. Ve la immaginate Stefania Rocca che canta, con incontenibile trasporto, “Come saprei” di Giorgia aggrappata alle ringhiere di un balcone, o Emilio Solfrizzi che, per la strada, accompagnato da corpulente ballerine africane, interpreta “Ragazzo fortunato” di Jovanotti? Beh se la vostra immaginazione non vi consente acrobazie mentali così ardite questa fiction non fa per voi, in caso contrario ne resterete talmente estasiati  e coinvolti che, così come successo a noi e ai colleghi presenti all’anteprima, non potrete far altro che scatenarvi sulla loro scia.


7
dicembre

ALBA PARIETTI CONDURRA’ L’OSCAR DEI PORTI

Alba Parietti @ Davide Maggio .it

Dopo innumerevoli tentativi, ed altrettante ospitate, Alba Parietti (qui una nostra intervista alla conduttrice) è riuscita nella ‘disperata’ impresa di tornare a condurre una trasmissione per il piccolo schermo.

In seguito al tragico flop di Wild west, il curriculum della soubrette piemontese ha subito una forte battuta d’arresto. Ma qualcosa, negli tempi, sembra muoversi. Lo scorso 27 ottobre, nella splendida cornice del Salone Margherita di Roma, è stata registrata la finale della settima edizione degli “Oscar dei porti“, una serata dedicata al mondo marittimo.

Dall’iniziativa, prodotta da Paolo D’amico a favore della Croce Rossa Italiana, verrà tratto uno speciale che andrà in onda su Rai1. Ad affiancare la conduttrice, Roberto Onofri e Antonella Perini, oltre ad ospiti come Valeria Marini, Gino Paoli, Nathalie Caldonazzo, Alessandra Pierelli e Donatella Bianchi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,