TeleRisse


28
febbraio

ASIA ARGENTO VS SELVAGGIA LUCARELLI A BALLANDO CON LE STELLE: SEI UN’IGNORANTE, IMPARA L’ITALIANO (E LA CARLUCCI, COME SEMPRE, STOPPA SUL PIU’ BELLO!)

Selvaggia Lucarelli a Ballando con le Stelle

Selvaggia Lucarelli a Ballando con le Stelle

Asia Argento si è esibita ieri sera in una salsa a tema Matrix con il proprio ballerino Maykel Fonts sul palco di Ballando con le stelle 11. E fino a qui nulla di strano. Se non fosse che al momento del giudizio la Argento ha sfoderato la propria “grinta fumantina” contro la giurata ultima arrivata, Selvaggia Lucarelli.




1
febbraio

MANCINI SHOW CONTRO MIKAELA CALCAGNO A PREMIUM SPORT: “QUESTA E’ UNA STRONZATA” (VIDEO)

Calcagno e Mancini

Ormai è una regola: non c’è un dopo partita senza una querelle legata a Roberto Mancini. Sembra infatti stia diventando “prassi consolidata”, all’indomani delle partite, trovarsi a discutere delle mirabolanti avventure dell’allenatore dell’Inter che, in campo o fuori, non perde occasione per far parlare di sè. Dopo le polemiche di qualche giorno fa con l’allenatore del Napoli Maurizio Sarri, che gli ha dato del “frocio”, ieri sera un altro episodio. Nel dettaglio, Mancini si è reso protagonista di un nuovo siparietto attaccando la conduttrice di Premium Sport Mikaela Calcagno al termine della sconfitta per 3-0 nel derby contro il Milan.


25
gennaio

FUORI ONDA, CIRINO POMICINO SBROCCA CONTRO DI PIETRO: “MASCALZONE, IGNORANTE!” (VIDEO)

Cirino Pomicino vs Di Pietro, Fuori Onda

Perdincibacco. La Prima Repubblica non si scorda mai, canta Checco Zalone nell’ormai celebre motivetto. E infatti ieri sera ci siamo rinfrescati la memoria. A Fuori Onda, il nuovo talk show domenicale di La7, l’ex ministro democristiano Paolo Cirino Pomicino si è reso protagonista di una sonora sfuriata ai danni di Antonio Di Pietro, l’ex pm di Mani Pulite. E son volate parole grosse.





2
novembre

GILETTI SI INFURIA A L’ARENA, LITE A DOMENICA LIVE: IL POMERIGGIO IN TV FINISCE IN RISSA

Massimo Giletti, L'Arena

Schiamazzi, offese, liti e improperi. Quella trascorsa ieri in tv è stata una domenica pomeriggio di (stra)ordinaria follia, dalla quale il povero telespettatore non ha avuto scampo. Ad alzare i toni e a finire in baruffa, infatti, sono state entrambe le trasmissioni in onda su Rai1 e Canale5, con una coordinazione quasi perfetta: da medaglia (sì, di cartone). A L’Arena di Giletti e a Domenica Live, i dibattiti d’attualità sono stati teatro di accesi diverbi poco attinenti alla sfera dell’informazione.


16
ottobre

MATRIX, VENDOLA A FORMIGONI: “TU HAI L’OSSESSIONE DELLO SPERMA” (VIDEO)

Formigoni vs Vendola, Matrix

La discussione è degenerata e sono volate parole grosse. Protagonisti dell’impietoso botta e risposta sono stati Nichi Vendola e Roberto Formigoni durante la puntata di Matrix dello scorso 14 ottobre. Nel programma di Canale5 si parlava di unioni civili, quando i due politici, in evidente disaccordo, si sono violentemente scornati. Ne è nata una lite, coronata da un’affermazione (apparentemente) spudorata rivolta da Vendola al suo interlocutore: “tu hai l’ossessione dello sperma“. Ecco il video:





7
luglio

I DUELLANTI: L’APOLOGIA DEL TRASH FUNZIONA. A QUANDO UNA VERSIONE SANREMESE?

I Duellanti

Ci sono momenti televisivi che andrebbero cancellati, dimenticati, nascosti mettendoci una bella pietra sopra per l’imbarazzo che hanno provocato ai protagonisti e ai telespettatori. E invece Massimo Giletti li ha ripescati, mandati di nuovo in onda a distanza di anni e ci ha costruito sopra un intero nuovo show televisivo finendo quasi col celebrarli. Ma il “guaio” più grande è che il tutto ci è piaciuto.

I Duellanti: l’appendice de L’Arena dà buoni risultati

La prima puntata de I Duellanti, anche dal logo dichiarata appendice de L’Arena, può dirsi promossa. Sia per il riscontro auditel – ha ottenuto il 15.15% con 1.232.000 spettatori – sia per la costruzione della serata: il padrone di casa, a suo agio ormai in questi salotti dal grilletto verbale facile, ha per prima cosa messo a confronto Aldo Busi e Alba Parietti, protagonisti di un’atroce ed imbarazzante telerissa, facendo palesemente il tifo per la seconda; poi ha accolto Vladimir Luxuria e, con Bruno Vespa in collegamento, ha rimembrato la lite occorsa tra lei e Alessandra Mussolini a Porta a Porta. Mostrando anche il momento in cui la Mussolini ha declinato l’invito a partecipare a questa insolita reunion, facendo una figura barbina.

Il risultato è stato un insieme di stilettate, battute al vetriolo e talvolta rinnovati insulti che qualcuno definirà sicuramente trash. Anzi, apologia del trash. Ma per chi sta soffrendo il caldo in città, impossibilitato ad andare al mare a rinfrescarsi, un programma del genere aiuta a sentire meno la mancanza delle chiacchiere e del pettegolezzo da ombrellone. E per i telespettatori più appassionati funge anche da nostalgico amarcord di momenti bassissimi, sì, ma che appartengono di diritto alla storia della tv italiana.

I Duellanti: sognando la versione sanremese


30
giugno

I DUELLANTI: GILETTI RIEVOCA STORICHE TELERISSE NELLA SECONDA SERATA DI RAI1

Massimo Giletti

Sono anni che si parla di una versione serale de L’Arena, e in un certo senso il progetto trova una piccola concretizzazione in quest’estate 2015: Massimo Giletti approderà nella seconda serata di Rai 1 con due appuntamenti speciali che, stando alla scenografia e al sottofondo musicale che vediamo nei promo, sembrerebbero proprio delle appendici del suo famoso programma domenicale. E il bello è che qui sarà ancor più dura distinguere tra buoni o cattivi.

I Duellanti: il 6 e il 13 luglio 2015 in seconda serata su Rai 1

Titolo I Duellanti, proprio come il film di Ridley Scott che racconta una contesa tra due ufficiali che dura per anni: il 6 e il 13 luglio 2015 alle 23:30 circa Giletti andrà a ripescare alcuni degli scontri televisivi epocali che in tanti di certo ricordano, offrendo – a distanza di anni e a mente e cuori freddi – una seconda possibilità ai protagonisti per chiarirsi. O per schierarsi nuovamente l’uno contro l’altro.

I Duellanti: i protagonisti della prima puntata

Nella prima puntata del 6 luglio a duellare saranno Aldo Busi ed Alba Parietti; Vladimir Luxuria ricorderà invece lo scontro con Alessandra Mussolini consumato nello studio di Porta a Porta nel 2006 e verrà anche rivisto lo scontro tra la stessa Alessandra Mussolini e l’allora Ministro delle Pari Opportunità Katia Bellillo avvenuto nel 2001. Infine, la puntata si chiuderà rievocando il programma che è stato la “madre” di tutti i confronti/scontri televisivi Speciale per Voi di Renzo Arbore del 1969, che sarà intervistato insieme a Mario Luzzatto Fegiz e Mauro Pica Villa.

I Duellanti: i protagonisti della seconda puntata


27
aprile

SGARBI SHOW DA MAURIZIO COSTANZO – RIVOLTO AL FIGLIO: “NON DEVI ROMPERE I CO***ONI”. IL CONDUTTORE LO RIMPROVERA E LASCIA LO STUDIO

Maurizio Costanzo Show

Non solo Maurizio Costanzo Show. Quello in onda da due settimane a questa parte, su Rete4, si potrebbe chiamare anche “Vittorio Sgarbi Show”. Dopo la polemica della scorsa settimana con Fiorello, il critico d’arte è stato discusso protagonista anche della terza puntata del talk in ben due momenti: prima per la sfuriata contro il figlio, Carlo Brenner Sgarbi, e poi per aver abbandonato lo studio, perché rimproverato dallo stesso Costanzo.

Il figlio di Sgarbi rimarca l’assenza del padre che risponde: “io davo 11 milioni al mese”

Ma procediamo con ordine nel racconto di quanto è successo. La puntata di ieri sera del talk più longevo della tv italiana ha trattato tematiche legate alla sfera familiare e tra i vari ospiti in studio c’erano, appunto, Vittorio Sgarbi e suo figlio Carlo Brenner Sgarbi. Il ragazzo ha avuto parole d’elogio per la madre, rimarcando l’assenza del padre e sottolineando come il cognome importante, in alcune occasioni, paradossalmente potrebbe rivelarsi uno svantaggio. Se in un primo momento Sgarbi si è “trattenuto”, dopo ha finito per rispondergli per le rime (qui il video):

Oggi sono rimasto abbastanza mortificato. Io non ho mai avuto molta simpatia per mio figlio, oggi mi è stato particolarmente antipatico. Cioè, la quantità di str**zate che ha detto una dietro l’altra… Secondo te, se lui avrà un lavoro in questo ambito, dipende dal fatto che è figlio mio o no? Qua come c’è? Come figlio mio oppure sono l’ultimo str**zo a cui deve buttare tutta la m**da che mi ha buttato in testa perché io non conto un ca**o? Non conto un ca**o ma sono Vittorio Sgarbi e tu sei mio figlio e non devi rompere i co***oni, chiaro o no?”.

E ancora: