Sport in TV


1
agosto

FOX SPORTS: ECCO I TALENT E LA PROGRAMMAZIONE

La squadra di Fox Sports

Da venerdì 9 agosto (su Sky e dal 17 su Mediaset Premium) arriva in Italia Fox Sports. Vediamo come sarà nel dettaglio il canale che proporrà in esclusiva le partite della Barclays Premier League e FA Cup inglesi, della Liga spagnola, della Ligue 1 francese. Ogni settimana Fox Sports trasmetterà almeno 21 partite live, compresi alcuni incontri della nazionale inglese, oltre a magazine, programmi in diretta da studio, sintesi e highlights.

A dirigere il canale sarà il giornalista Fabio Guadagnini, mentre a commentare le partite come tecnici ci saranno Hernan Crespo e Pierluigi Casiraghi, due campioni che hanno riscosso successi sia in Italia che all’estero. Insieme a loro Fabio Capello (contribuirà alle analisi tattiche, compatibilmente con gli impegni da ct della Russia) e una squadra di giovani giornalisti che accompagnerà gli spettatori per tutta la stagione sportiva: Giulia Mizzoni, Leo Di Bello, Nicola Roggero, Emanuele Corazzi, Paolo Ciarravano, Daniele Caiola, Marco Frisoli e Christian Giordano.

Nato nel 1994 negli Stati Uniti, Fox Sports raggiunge attualmente 67 milioni di abbonati in tutto il mondo. Già presente, oltre che in USA, in America Latina, Australia e Asia, nel 2013 sbarca in Europa, accreditandosi come il brand televisivo più diffuso al mondo. In Italia il canale è gestito da Fox International Channels Italy.

I PRIMI APPUNTAMENTI DI AGOSTO




31
luglio

FOX SPORTS ARRUOLA FABIO CAPELLO

Fabio Capello

Il colpaccio è stato messo a segno e l’annuncio è stato dato pochi minuti fa, in occasione della presentazione del canale. Fox Sports ha arruolato nel suo staff una guest star come Fabio Capello, uno dei tecnici italiani più vincenti della storia del nostro calcio, l’uomo che ha saputo proseguire il ciclo del Milan stellare di Arrigo Sacchi, che ha portato a Roma lo storico scudetto del 2001, che ha vinto due campionati spagnoli con il Real Madrid a distanza di dieci anni e che ha trionfato con la Juventus negli anni degli scudetti 2005 e 2006, poi revocati dopo Calciopoli.

Proprio Calciopoli ha rappresentato il punto di non ritorno tra il Mister e il calcio italiano, un distacco iniziato con l’addio a una Juventus ormai prossima alla retrocessione in Serie B, in una notte di giugno 2006, in pieno Mondiale di Germania e culminato con le molteplici interviste in cui ha ripetutamente dichiarato di non amare più il pallone del Belpaese. L’attrazione per il calcio estero e le esperienze maturate in Spagna, Inghilterra e Russia (attualmente è il CT della Nazionale) saranno elementi decisivi per il suo nuovo ruolo televisivo.

A Fox Sports, infatti, “Don Fabio” avrà il compito di realizzare magazine e approfondimenti con analisi tattiche sui campionati esteri e, siamo sicuri, che la sua competenza e preparazione saranno un valore aggiunto per la neonata emittente. Peraltro alcuni di voi ricorderanno la sua breve esperienza televisiva come commentatore tecnico per le partite della Nazionale a Rai Sport nel 1999 e nel 2007. I suoi interventi non erano mai banali, sempre puntuali e pertinenti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


31
luglio

RAI SPORT: TORNANO LA MOVIOLA E IL PROCESSO

La moviola

Il calcio giocato su Sky e Mediaset, quello parlato sulla Rai. Eh si, la tv di Stato non ci sta a subire lo strapotere  delle due piattaforme “rivali” (arricchite dal canale Fox Sports dedicato ai campionati esteri), al punto da riaprire il cosiddetto Bar Sport. Nella stagione 2013/2014 sarà dato ampio spazio alle discussioni e ai dibattiti post-gara, che per anni hanno contaminato e infiammato i vari programmi di calcio. Per dirla alla Aldo Biscardi, infatti, torna il “moviolone” dopo tre stagioni di assenza.

Questo – come riporta l’Ansa – è il primo effetto della nuova gestione di RaiSport diretta da Mauro Mazza, subentrato ad Eugenio De Paoli. Fu proprio il direttore uscente, nel 2010, a prendere la “coraggiosa” decisione di dire stop alla moviola sui canali Rai, per dare maggior spazio ad approfondimenti tecnici e, soprattutto, come spiegò l’allora presidente Rai Paolo Galimberti, per “pensare ad un calcio meno urlato e più ragionato”.

Ora, però, si torna all’antica. La moviola, presieduta dall’ex arbitro Carlo Longhi, sarà l’anello di congiunzione delle varie trasmissioni, da 90° Minuto a La Domenica Sportiva. Dibattiti, polemiche ed inevitabili discussioni, a maggior ragione se verranno tirati in ballo i diretti interessati (dirigenti, allenatori e calciatori) come accadeva qualche anno fa, saranno di nuovo il perno del calcio targato Rai, prima di finire a… Processo.





30
luglio

VALTER LATONA (LT MULTIMEDIA): CON L’ACQUISTO DI SPORTITALIA VOGLIAMO RAFFORZARCI SUL PUBBLICO MASCHILE

Sportitalia

Ieri è stata una giornata decisiva per Sportitalia, i cui canali (collocati ai tasti 60, 61 e 62 del digitale terrestre) sono stati acquisiti dal gruppo editoriale romano Lt Multimedia, già presente sul mercato televisivo Nazionale – con canali come Leonardo, Marcopolo e Nuvolari – sia sul digitale terrestre sia sulla piattaforma di Sky, al termine di un’asta al rilancio che aveva ad oggetto gli asset televisivi della ex Interactive Group, fallita a dicembre con il nome di Maroncelli 9.

C’è da dire che il marchio Sportitalia non era compreso nella vendita in quanto non appartiene alla società oggetto della procedura anche se Valter La Tona, proprietario di Lt Multimedia (vi ricordate la lettera che aveva scritto direttamente ai telespettatori per capire le ragioni del crollo di ascolti del canale Alice?) sembra non voler rinunciare alla programmazione sportiva. I motivi sono soprattutto legati alla fascia di pubblico maggiormente interessata ai contenuti del canale:

I nostri canali sono posizionati sul segmento familiare e sul femminile. Vogliamo rafforzarci nel maschile


29
luglio

SERIE A: IL SORTEGGIO DEL CALENDARIO 2013/14 IN DIRETTA SU SKY DALLE 19

Alessandro Bonan

Ore 19:55 - L’elenco dei big match:

  • Juventus-Lazio (2^giornata, andata l’1 settembre)
  • Inter-Juventus (3^giornata, andata il 15 settembre)
  • Milan-Napoli (4^giornata, andata il 22 settembre)
  • Inter-Roma (7^giornata, andata il 6 ottobre)
  • Juventus-Milan (7^giornata, andata il 6 ottobre)
  • Fiorentina-Juventus (8^giornata, andata il 20 ottobre)
  • Roma-Napoli (8^giornata, andata il 20 ottobre)
  • Juventus-Napoli (12^giornata, andata il 10 novembre)
  • Milan-Roma (16^giornata, andata il 15 dicembre)
  • Napoli-Inter (16^giornata, andata il 15 dicembre)
  • Juventus-Roma (18^giornata, andata il 6 gennaio)

Ore 19:40 – I 5 derby in programma si giocheranno:

  • Sampdoria-Genoa (3^giornata, andata il 15 settembre)
  • Roma-Lazio (4^giornata, andata il 22 settembre)
  • Torino-Juventus (6^giornata, andata il 29 settembre)
  • Chievo-Hellas Verona (13^giornata, andata il 24 novembre)
  • Inter-Milan (17^giornata, andata il 22 dicembre)

UPDATE – Ecco le date salienti della prossima stagione calcistica in serie A.

Si parte la 1^giornata con:

  • Cagliari-Atalanta
  • Fiorentina-Catania
  • Inter-Genoa
  • Lazio-Udinese
  • Livorno-Roma
  • Napoli-Bologna
  • Parma-Chievo
  • Sampdoria-Juventus
  • Torino-Sassuolo
  • Verona-Milan

    E’ il primo atto ufficiale della stagione calcistica ormai alle porte e il primo momento in cui i tifosi più accaniti iniziano a guardare le date per scoprire il giorno in cui si disputeranno gli incontri più attesi e cosa riserverà alla propria squadra del cuore l’esordio e l’ultima giornata di campionato. Il calendario di Serie A conserva sempre il suo fascino e, nel corso degli anni, a rendere un “evento glamour” quello che, di fatto, è un semplice sorteggio ci ha pensato Sky che anche per la stagione 2013/14 organizza una vera e propria serata di gala.

    Saranno i canali Sky Sport1 e Sky SuperCalcio a trasmettere la serata, dunque visibile sia agli abbonati al pacchetto Sport che a quelli che posseggono solo il Calcio, che come da tradizione sarà condotta da Alessandro Bonan e Sara Benci con la partecipazione di Gianluca Di Marzio e Mario Sconcerti live dallo Studio 2 di Sky, in via Monte Penice 7 a Milano.

    Special guest star della serata gli istrionici Presidenti e Direttori Sportivi in rappresentanza delle 20 squadre di Serie A che tra un banale “Tanto prima o poi dobbiamo incontrare tutte le squadre” e uno scontato “Le neopromosse era meglio incontrarle dopo perché il loro entusiasmo iniziale può crearci dei problemi” verranno interrogati sulle vicende di calciomercato dall’esperto Di Marzio e risponderanno alle domande con ogni probabilità senza sbilanciarsi più di tanto. Insomma, il copione sembra abbastanza prevedibile anche se da personaggi come Massimo Cellino ci si può aspettare il fuoriprogramma dell’ultimo minuto.





    29
    luglio

    FOX SPORTS SU MEDIASET PREMIUM DAL 17 AGOSTO

    Fox Sports

    E’ arrivata l’ufficialità: Fox Sports sarà visibile anche su Mediaset Premium. Di seguito il comunicato diramato dall’azienda di Cologno Monzese (da segnalare che l’esordio su Premium coinciderà con l’inizio della Premier League e non della Ligue1 previsto per il 9 agosto).

    Fox International Channels Italy e Mediaset hanno concluso un accordo per la distribuzione nel bouquet della pay tv Mediaset Premium del nuovo canale “Fox Sports”. La rete trasmetterà in diretta le partite dei principali campionati di calcio d’Europa, dalle sfide di Premier League e Fa Cup inglesi ai match della Liga spagnola e della Ligue 1 francese.

    Oltre a garantire la visione di tutti gli incontri, “Fox Sports” arricchirà il palinsesto con una serie di notiziari e programmi a tema sportivo. “Fox Sports” sarà inserito senza costi aggiuntivi nel pacchetto “Calcio” dell’offerta Premium ed esordirà il 17 agosto con il debutto della nuova stagione di Premier League.


    27
    luglio

    FOX SPORTS ANCHE SU MEDIASET PREMIUM

    Fox Sports

    In attesa che il nuovo Fox Sports si accenda su Sky, ecco concretizzarsi il colpo di mercato sul fronte Mediaset: lo stesso canale sarà visibile anche su Mediaset Premium. Secondo La Gazzetta dello Sport, infatti, sarebbe stato raggiunto un accordo per la trasmissione del neonato canale Fox sul digitale terrestre pay.

    Il canale, “confezionato” da Fox con la direzione di Fabio Guadagnini e le telecronache di ex calciatori, quali Hernan Crespo e Pierluigi Casiraghi, verrà inserito nel pacchetto calcio di Mediaset Premium. Un’operazione, il cui costo per l’azienda di Cologno Monzese dovrebbe aggirarsi attorno a 10-15 milioni di euro annui. A tal proposito, tornano alla mente le parole di Piersilvio Berlusconi, in occasione della presentazione dei palinsesti Mediaset 2013/2014:

    “Fox? Ma Fox in realtà ha rubato a Sky, non ha rubato a noi. Quindi la cosa non è che ci riguarda [...] Si fan concorrenza tra di loro. Nulla è cambiato: Sky li aveva (i campionati di calcio estero, ndDM), adesso invece di Sky si chiama Fox. Non sono diritti che noi abbiamo mai avuto e trattato. Quindi non penso onestamente portino nemmeno un abbonato in più.


    26
    luglio

    MICHELE CRISCITIELLO (SPORTITALIA) A DM: NON SONO RACCOMANDATO. SPORTMEDIASET AVRA’ UNA CRESCITA CLAMOROSA CON CLAUDIO BRACHINO

    Michele Criscitiello

    Fare del calciomercato una nobile arte. E’ questa la mission di Michele Criscitiello e della squadra di Sportitalia che ogni giorno, dalle 19 a mezzanotte inoltrata non risparmia ai suoi ascoltatori nessuna trattativa, indiscrezione, scoop. Dalla Serie A alla Lega Pro passando per i campionati stranieri, non c’è movimento relativo ai trasferimenti dei calciatori che non venga passato al setaccio da una redazione stakanovista. I risultati d’ascolto, del resto, dimostrano che il lavoro del team è ben ripagato: Speciale Calciomercato arriva all’1.2% e ‘Lo sai che?’ ha registrato picchi superiori al 2%. Abbiamo intervistato Michele Criscitiello, conduttore e capo della redazione calcistica di SportItalia.

    Allora Michele, ascolti ottimi nonostante si parli di calciomercato ininterrottamente dalle 19 alle 24.30. Sei stupito?

    Si tratta di una crescita graduale dal 2008, anno in cui abbiamo iniziato, ad oggi. Non credevo che quest’estate potevamo fare questo botto e arrivare all’1,5%-2% di share. Rispetto all’anno scorso, peraltro, è anche aumentata anche la concorrenza, oltre a Sky e Mediaset Premium è arrivata anche Italia1 a parlare di calciomercato…

    Quindi non è previsto alcun cambiamento al format per diversificare un po’ la proposta…

    Assolutamente! Il format Calciomercato non si tocca perché va bene e il prodotto piace così. Rispetto agli altri programmi, ho inventato la redazione che chiama in diretta i procuratori, anche – eventualmente – per smentire le notizie che abbiamo dato. Abbiamo in programma delle modifiche per settembre…

    Quali?

    Beh, Sportitalia sarà sempre più una tv parlata e con qualche diritto in meno. Rispetto a Sky e Fox Sports che punteranno più sugli eventi, andremo a coprire la parte “parlata”, giornalistica e di approfondimento. La nostra linea guida, la cui bontà è suffragata dagli ascolti, sarà quella di stare sempre sul pezzo anche se tornerà il campionato Primavera e, forse,  ci sarà anche un po’ di Lega Pro.

    In effetti, avete perso la Ligue1. Era proprio impossibile riprendere il campionato francese?

    Noi siamo una piccola realtà. Abbiamo scoperto campionati che prima in Italia non erano considerati, penso anche al brasiliano e all’argentino, poi è un po’ come il calciomercato. Diciamo che siamo come l’Udinese: prendiamo a 1 e poi, quando il prezzo aumenta non possiamo competere.

    Hai citato l’Udinese, la tua squadra del cuore insieme all’Avellino. Avessi fatto il tifo per Milan o Juventus l’avresti dichiarato? Perché i giornalisti sportivi nascondono la propria fede calcistica?

    L’avrei dichiarato. Io dico sempre – a costo di pagarne le conseguenze – tutto quello che faccio. Non riesco a tenermi nulla in bocca perché non potrei fingere di essere super partes. Gli altri giornalisti probabilmente non lo fanno perché si farebbero una piazza amica e quindici nemiche. Fino a 9 anni sono stato tifoso del Milan, se fossi stato ancora milanista l’avrei dichiarato.

    Perchè tra i suggerimenti di google accanto a “Criscitiello” spunta immediatamente la parola “raccomandato”?