Sport in TV


17
giugno

FOX SPORTS ITALIA: AL VIA IL NUOVO CANALE CHE TRASMETTERA’ PREMIER LEAGUE, LIGA E LIGUE 1

Fox Sports

L’aveva anticipato ieri La Gazzetta dello Sport e l’ha confermato pochi minuti fa un’agenzia ANSA. Il mese di luglio sarà quello della rivoluzione in materia di diritti calcistici in quanto farà ingresso nel mercato italiano un nuovo canale che debutterà calando non uno, non due ma ben tre assi nella manica. Stiamo parlando di Fox Sports Italia, la nuova emittente di News Corporation – come vedete tutto continua a girare intorno a Rupert Murdoch – che sbarcherà nel Belpaese a partire da agosto trasmettendo le partite di Premier League, Liga Spagnola, Ligue 1 (fino a quest’anno trasmessa da SportItalia) e della F.A. Cup, la gloriosa Coppa d’Inghilterra, il torneo più antico d’Europa.

E’ proprio attraverso il marchio di Fox Sports che “lo squalo” Murdoch ha deciso di difendersi dalla “discesa in campo” di Al Jazeera sul terreno dei diritti sportivi. Il colosso arabo, in effetti, negli ultimi anni aveva messo a segno una serie di colpi importanti attraverso il circuito di canali che fanno capo a Beln Sports accaparrandosi diverse esclusive, come ad esempio la messa in onda in Francia di tutto il meglio del calcio mondiale (le partite di Liga, FA Cup, Serie A, Bundesliga, Champions League, Europa League e ovviamente la Ligue 1 e Ligue 2) e altri grandi eventi sportivi come l’NBA, la Boxe o il Giro d’Italia. E lo stesso sta per accadere anche in Russia.

Sembrava che i tempi fossero maturi per uno sbarco degli arabi e della piattaforma Beln Sports anche in Italia come si evinceva dal fatto che Sky aveva perso i diritti per la Premier League, acquisiti in gennaio dal broker britannico Pitch International e – secondo i rumors più accreditati – già promessi ad Al Jazeera. In realtà questi pronostici non si sono rivelati esatti a seguito del colpo di coda dello squalo Murdoch che, proprio grazie all’acquisizione dei più grandi e appetiti campionati stranieri,  ha anticipato il lancio di Fox Sports in Italia.




15
giugno

CONFEDERATIONS CUP 2013 – ECCO GLI APPUNTAMENTI DI RAI E SKY SPORT

Confederations Cup 2013

La Confederations Cup 2013, il torneo “pre-mondiale” organizzato dalla FIFA – tra i vincitori dei sei tornei continentali di calcio, i vincitori del Mondiale e la Nazionale del paese ospitante – in partenza quest’oggi con il match di apertura Brasile-Giappone, offre a nostro sommesso avviso spunti interessanti più in chiave televisiva che non calcistica. Se infatti sotto il profilo della pelota sarà il solito torneo che un’Italia stracotta dalla solita stagione calcistica logorante snobberà (o quasi) andando a collezionare probabilmente pessime figure, come già accaduto nella Confederations 2009 (quando perdemmo con l’Egitto e venimmo umiliati dal Brasile) e nell’amichevole di martedì con Haiti (mortificante pareggio per 2-2 contro una Nazionale che figura al 63^posto del ranking Fifa) la copertura televisiva dell’evento potrebbe invece regalare qualche motivo d’attenzione.

Intanto, per la prima volta dai tempi di Usa 1994, ritroveremo un fuso orario che ci costringerà a fare le ore piccole per vedere alcune partite abituandoci così a quanto accadrà in occasione dei Mondiali 2014. Il match Italia-Giappone si disputerà a mezzanotte ora italiana del 20 giugno e sarà interessante anche vedere quanti spettatori totalizzerà una partita che terminerà alle 2 di notte. Inoltre saranno i talent messi in campo dalla Rai e Sky Sport a destare più di una curiosità, trattandosi di soggetti che fino a qualche mese fa figuravano sui campi di calcio e che sono al debutto nel nuovo ruolo di commentatori.

Stiamo parlando, ovviamente, dell’ex tecnico dell’Inter Andrea Stramaccioni e dell’ex bandiera della Juventus Alessandro Del Piero. Il primo è stato ingaggiato da Rai Sport e sciorinerà i suoi commenti durante gli ampi pre e post partita che accompagneranno le gare dell’Italia condotti da Simona Rolandi con la presenza fissa di Gianni Cerqueti mentre lo storico n°10 bianconero introdurrà i match trasmessi su Sky con i cortometraggi del ciclo Del Piero Football Legends, una serie di “corti” che si avvarrano della voce narrante di Federico Buffa. Ogni sera lo spunto verrà raccolto dalle sfide offerte dal ricco programma dell’edizione più prestigiosa di sempre della Confederations: da Italia-Brasile dell’82, vista da un bambino che allora aveva otto anni, a una memorabile partita di calcio su un campo di terra a Tahiti; dal primo indimenticabile gol segnato con la maglia azzurra fino alle storie di campioni raccontate con gli occhi di un campione. Altre rubriche di contorno alla Confederations saranno la DirettAzzurra, tutti i pomeriggi alle 17.15 su Rai Sport1 e E’ quasi Mondiale, in diretta dalle 14.00 su Sky Sport 1 HD (e Sky SuperCalcio HD, canale 205) con Anna Billò, Andrea Zorzi e i loro ospiti.

Ecco, l’elenco di tutte le partite della manifestazione (tra parentesi l’orario italiano):

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


15
giugno

MAURO MAZZA E’ IL NUOVO DIRETTORE DI RAISPORT TRA LA GRANA OLIMPIADI E IL POSSIBILE RESTYLING

Mauro Mazza

Non sarà facile il compito che attende Mauro Mazza, nominato – all’unanimità dal Consiglio d’Amministrazione dell’Azienda Pubblica – nuovo Direttore di Rai Sport in sostituzione di Eugenio De Paoli, passato a dirigere la sede Rai in Brasile. Il giornalista romano, dopo la sostituzione con Giancarlo Leone del novembre 2012 alla direzione di Rai1, ritrova così una nuova, prestigiosa poltrona a pochi giorni di distanza dal provvedimento con il quale il Tribunale del Lavoro di Roma ha accolto il ricorso dello stesso Mazza disponendo il suo reintegro in Rai in ruolo equivalente o uguale a quello svolto precedentemente.

Il neo Direttore si troverà alle prese con diverse gatte da pelare tra le quali spicca l’inesorabile e ineluttabile impoverimento dei diritti sportivi a disposizione, dalla Formula 1 alle Olimpiadi, al centro di una vera e propria querelle e col concreto rischio che il Servizio Pubblico non possa permettersi l’acquisto della fetta dei diritti destinati alla messa in onda in chiaro. A proposito, ieri il Ministro dello sport, Josefa Idem, ha sferrato un duro attacco alla Rai auspicando che: “non vadano deluse le aspettative di milioni di italiani ed italiane” ed esortando l’azienda ”a decisioni tempestive e consapevoli dell’importanza che lo sport riveste nel nostro paese”.

Aldilà dei tangibili e preoccupanti problemi con i quali Mauro Mazza dovrà fare i conti va sottolineato anche che, con tutta probabilità, il Direttore vorrà dare il proprio imprinting a Rai Sport. I primi rumors parlano di un aumento del flusso dell’informazione sportiva con rubriche e telegiornali dedicati mentre è molto probabile che trasmissioni storiche come La Domenica Sportiva e 90°Minuto potrebbero essere oggetto di sostanziali restyling ed essere coinvolte da un cambio di conduzione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





14
giugno

GLI AZZURRINI PROMOSSI SU RAI1 RELEGANO IL DEBUTTO DELLA CONFEDERATIONS CUP SU RAI3

Europei Under 21 Israele 2013

Lo sforzo di RaiSport – dove Mauro Mazza sta per subentrare alla direzione al posto di Eugenio De Paoli – per gli Europei Under 21 in corso di svolgimento in Israele va di pari passo con la politica dei tagli adottata dai vertici di Viale Mazzini: appena dieci il numero di persone che compongono la spedizione Rai in terra israeliana più due giornalisti. Insomma, la crisi si fa sentire, così come è chiaro che l’attenzione tutta (o quasi) è rivolta alla Nazionale maggiore impegnata in Brasile.

La Rai, però, “spiazza” tutti ed annuncia un cambio nella propria programmazione di sabato 15 giugno: gli azzurrini vengono promossi sulla rete ammiraglia e relegano il match inaugurale della Confederations Cup su Rai 3. Domani, quindi, in prima serata su Rai 1 a partire dalle 20.30 la diretta della semifinale degli Europei Under 21 tra Italia e Olanda, con la telecronaca affidata ad Alberto Rimedio, il commento tecnico a Ubaldo Righetti e la postazione a bordo-campo a Luca De Capitani.

La Confederations Cup, dunque, finisce almeno inizialmente sulla terza rete Rai: la partita tra Brasile e Giappone, che apre la nona edizione della manifestazione, sarà trasmessa in diretta dalle 21.00 su Rai 3. Un cambio in corsa giusto e sacrosanto, forse inevitabile, quello di promuovere la nostra Nazionale Under 21 a discapito di un incontro tra brasiliani e giapponesi che, onestamente, accende l’interesse di pochi.


8
giugno

OLIMPIADI 2016 – CIELO BEFFA (DI NUOVO) LA RAI E DIVENTA LA TV DEI GIOCHI IN CHIARO?

Olimpiadi Rio 2016

“Le Olimpiadi sono la massima declinazione sportiva, se non c’è l’emittente di Stato vuol dire che lo sport ha perso”. Parlava così, due mesi fa, il direttore di RaiSport Eugenio De Paoli a proposito del rischio che i Giochi Olimpici di Rio 2016 non venissero trasmessi dalla Rai. Un rischio che, ad oggi, sembra clamorosamente diventare certezza, nonostante per legge la tv di Stato debba garantire il servizio pubblico di tali appuntamenti.

Sky, che detiene i diritti delle Olimpiadi d’inverno a Sochi 2014 e quelle d’estate a Rio 2016, è chiamata a cedere alla Rai, come da contratto, parte dei due eventi, per garantire al telespettatore la visione in chiaro dei Giochi. Peccato però che a Viale Mazzini, dove la politica dei tagli è ormai ben avviata, vogliano rinunciare alle Olimpiadi invernali per puntare tutto su Brasile 2016.

Il 30 giugno è l’ultima chiamata per la Rai: o paga a Sky il pacchetto completo (inverno-estate) oppure niente Olimpiadi 2016 sui canali della tv pubblica. Al danno, inoltre, andrebbe ad aggiungersi anche la beffa perchè, dovesse essere confermata la rinuncia della Rai ai Giochi Olimpici, sarà Cielo il canale delle Olimpiadi in chiaro. Quello stesso canale che ha già “scippato” alla tv di Stato parte dei diritti relativi al campionato di calcio di Serie A.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,





5
giugno

CONFEDERATIONS CUP 2013: LA RAI ARRUOLA STRAMACCIONI?

Andrea Stramaccioni

Cosa hanno in comune Giampiero Gasperini, Claudio Ranieri e Andrea Stramaccioni? Se pensate che la risposta sia relativa ai disastrosi risultati che i tre allenatori hanno ottenuto sulla panchina dell’Inter dopo i fasti ai quali Josè Mourinho aveva abituato i tifosi nerazzurri non sbagliate ma dimenticate che la materia che interessa i lettori di DM non è il calcio ma la tv.

Ebbene dal profilo Facebook dell’informatissima Selvaggia Lucarelli emerge che l’allenatore appena esonerato dalla società di Massimo Moratti si sia ricollocato – in attesa di una nuova panchina di Serie A – sulla prestigiosa sedia di Rai Sport andando a commentare per il Servizio Pubblico Radiotelevisivo i match della Confederations Cup. La manifestazione partirà il 15 giugno in Brasile e sarà visibile per i calciofili da salotto proprio sui canali Rai e su Sky che invece ha scelto Alessandro Del Piero come talent della manifestazione. Il caso vuole che anche i due allenatori prima citati abbiano fatto parte della squadra di Rai Sport.

Questo il post apparso sulla bacheca della conduttrice di Celebrity Now:

“Mie fonti infallibili mi dicono che finalmente Stramaccioni ha trovato una panchina. Cioè, una sedia: in uno studio Rai a commentare la Confederations cup con Mazzocchi. Finirà per farsi cazziare pure da Beppe Dossena. Che mestizia.”


5
giugno

RUGBY: RISCHIA DI RIMANERE ‘AL BUIO’ IL SEI NAZIONI 2014

Rugby - Sei Nazioni

Sono momenti difficili quelli che sta vivendo il mondo del rugby, almeno per quel che attiene la copertura televisiva dello sport che negli ultimi anni ha sempre più incontrato l’interesse del pubblico. Il Corriere dello Sport in edicola oggi infatti conferma i rumors circolati in queste settimane sul rischio di mancata messa in onda, a partire dal 2014, del Torneo Sei Nazioni, cioè uno dei principali eventi legati al mondo della palla ovale.

Il tandem La7-Sky che ha coperto la manifestazione negli ultimi anni infatti non sembra disposto ad investire, per i diritti tv delle gare, le stesse cifre del passato. La tv di Urbano Cairo, in particolare, non sarebbe più intenzionata alla trasmissione dei match in differita ma si dichiarerebbe interessata all’acquisto dei “primi diritti”, vale a dire quelli che consentono la diretta delle gare. Il problema è che la cifra richiesta sfonda il muro dei 16 milioni di euro, il che avrebbe fatto passare a La7 ogni velleità.

Il team di Rupert Murdoch – che ha versato nelle casse del Sei Nazioni 13 milioni di euro negli ultimi tre anni – avrebbe intenzione di abbassare la quantità di pecunia da destinare al rugby essendo il calcio, la Formula 1 e il tennis le priorità sulla lista della spesa di Sky Sport. Del resto gli ascolti sono in calo e chiudere un contratto con le stesse cifre pagate tre anni fa è impensabile. Cosa succederà?


31
maggio

CONFEDERATIONS CUP 2013: SKY INGAGGIA ALESSANDRO DEL PIERO

Del Piero durante la conferenza stampa di Sky

Coup de théatre non indifferente quello messo a segno dalla squadra di Sky. La tv satellitare di Rupert Murdoch ha ingaggiato Alessandro Del Piero nel ruolo di commentatore della nona edizione della Confederations Cup, al via in Brasile il 15 giugno. Sky Sport trasmetterà il torneo, preludio del Mondiale di calcio 2014, in diretta: 64 gli incontri previsti, di cui 39 in esclusiva.

L’ex capitano della Juventus, dunque, entra a far parte del team Sky che, per l’occasione, schiera tutti i suoi volti di punta, capitanati da Ilaria D’Amico. A partire dal 15 giugno, ogni sera alle 20.30, Alex condurrà “Del Piero Football Legends“, in onda sui canali Sky SuperCalcio e Sky Calcio 1. Dieci appuntamenti di una mini-serie che precede ogni volta l’inizio delle gare:

“Sarà un qualcosa di diverso, ci auguriamo emozionante. Sperimentale di sicuro – ha dichiarato Del Piero a SkySport24 - Creiamo questa mini-serie, alla quale stiamo lavorando. Speriamo di offrire un prodotto di altissima qualità, qual è sempre stato Sky. Sceglieremo, quelle che sono in base alle partite, la Nazione, o dei giocatori, o dei particolari e delle storie che contraddistinguono, appunto, la Nazione di riferimento. Grazie alla collaborazione dei due Federico (Buffa e Ferri), anch’io sono chiamato a metterci del mio, non solo come voce ma anche come autore, come suggerimenti. E cercherò di farlo al meglio, ovviamente”.