Sport in TV


1
luglio

LA COPPA AMERICA ARRIVA SU SKY: 26 DIRETTE PER DECRETARE LA NAZIONE CAMPIONE DEL SUDAMERICA

Coppa America 2011

Per me è come un Mondiale! dice Esteban Cambiasso nei promo dell’evento trasmessi in queste settimane. Iperboli ed esigenze celebrative di un prodotto trasmesso in esclusiva a parte, la Coppa America di calcio è sicuramente una manna dal cielo per i canali Sky Sport da troppo tempo pieni zeppi di repliche e sintesi di partite già giocate. In un’estate arida come non mai di calcio giocato e intrisa di veleni relativi allo scandalo del calcioscommesse, il torneo sudamericano assume la veste di vera e propria boccata d’ossigeno per il tifoso da poltrona sedando anche un’astinenza da azioni da gol che iniziava a diventare pesante.

Ventisei partite in diretta e in esclusiva – spalmate tra prime time, seconda serata e notte inoltrata – tantissimi giocatori provenienti dal campionato italiano (su tutti la stellina del Cile e dell’Udinese Alexis Sanchez, re del mercato e valutato 40 milioni di euro), e una schiera di inviati, il colorito Josè Altafini su tutti, pronti a svelare gli aspetti più segreti della competizione continentale. Da domani (start previsto alle 2.45 della notte tra venerdì e sabato con la Bolivia che affronterà i padroni di casa dell’Argentina) al 24 luglio, giorno della finale, i canali di Sky Sport si vestono a festa e ricominciano a proporci partite in diretta.

Gli incontri, previsti per le 21, le 00.15 e le 2.45 di notte ora italiana, saranno visibili sia dagli abbonati al pacchetto Sport che da quelli che hanno sottoscritto l’opzione Calcio e la pay tv satellitare – che ha già ingolosito gli spettatori con interessanti speciali di presentazione trasmessi ‘a ruota’ sui vari canali del boquet di Murdoch – schiera i migliori telecronisti per la copertura dell’evento: da Maurizio Compagnoni a Riccardo Gentile, sono tutti pronti a far vivere le emozioni che solo un torneo sudamericano (per colori, tensioni e rivalità) sa regalare.




27
giugno

WIMBLEDON 2011, CONTINUA LA MARATONA SKYSPORT: DA OGGI LA FASE FINALE (SENZA ITALIANI)

Simone Bolelli a Wimbledon 2011

La tradizione vuole che per i nostri colori siano dolori quando il palcoscenico si chiama Wimbledon, terza prova annuale del Grand Slam e soprattutto il torneo principe del tennis mondiale. E anche quest’anno, purtroppo, la storia poco cambia. L’edizione 2011, sulla quale Sky Sport ha messo le mani con una copertura da applausi, con la giornata di sabato ha archiviato la prima settimana e si appresta, da oggi, a vivere una sette-giorni infuocata, a partire dagli ottavi di finale fino alle due finalissime in programma sabato (quella femminile) e domenica (quella maschile, visibile anche in 3D).

Una settimana che, però, non parlerà azzurro: si spengono al terzo turno le speranze di Francesca Schiavone e Flavia Pennetta, sconfitte dopo una maratona che l’ha viste entrambe ad un passo dalla vittoria. La finalista del Roland Garros è stata protagonista di un match iniziato venerdì, quando è stato sospeso per pioggia sul punteggio di un set pari, con l’avversaria Paszek avanti 3 a 2 nel terzo. Alla ripresa, però, è l’austriaca a mostrare maggior determinazione e lucidità, mentre la nostra Francesca non sembra in grado di imprimere alla palla (e all’intero incontro) la giusta direzione: il risultato ci consegna la Paszek vittoriosa per 11 a 9. Sorte forse più dolorosa, perchè piena di rammarico, per la Pennetta, che si è resa protagonista di una partita macchiata dal solo risultato: la francese Bartoli si impone nel terzo e decisivo set col punteggio di 9 a 7, dopo che Flavia è andata più volte a servire per il match.


25
giugno

IL CAMPIONATO DI BASKET ABBANDONA SKY E TORNA IN CHIARO SU LA7 E RAI SPORT

Siena - Campione d'Italia di basket

Non desterà lo stesso scalpore del possibile passaggio di Michele Santoro e non incuriosirà come il nuovo programma di Benedetta Parodi ma, parlando dei nuovi palinsesti di La7, non si può non sottolineare che dalla prossima stagione televisiva il campionato di basket di Serie A1 abbandona i lidi di Sky Sport per tornare in chiaro. Ad ospitare quello che, almeno in teoria, è il secondo sport nazionale è proprio il canale di Telecom Italia Media che ha praticamente concluso l’acquisizione del ‘pacchetto silver’.

La7 potrà così trasmettere una partita per ogni turno di campionato, precisamente l’anticipo pomeridiano del sabato pomeriggio alle ore 18 mentre per il ‘pacchetto gold’ sono sempre più insistenti le voci che vorrebbero un’acquisizione da parte di Rai Sport (digitale terrestre e satellite free) con conseguente possibilità di trasmissione di un match della domenica. Il campionato italiano di basket, dunque, torna in chiaro: una soluzione che, se da un lato rende felici tutti gli appassionati della ‘palla a spicchi’, dall’altro comporta la riduzione delle dirette previste settimanalmente. Dalle tre partite garantite da Sky Sport, infatti, si scende a quota due.

Termina dopo sette anni di esclusiva il matrimonio tra la pay tv di Murdoch e la Lega Basket, un’unione che ha permesso allo sport dei palazzetti di incamerare qualche quattrino di vitale necessità per il mantenimento del sistema ma che al contempo ha costretto gli appassionati a masticare amaro per un inevitabile ’spezzatino’ dei turni settimanali. La partita delle 12, ad esempio, non ha mai appassionato (eufemismo).





22
giugno

ILARIA D’AMICO FIRMA IN ESCLUSIVA CON SKY PER TRE ANNI: ORA MI SENTO ANCORA PIU’ SKY

Ilaria D'Amico

Svelato l’arcano relativo all’assenza di Exit dai palinsesti autunnali di La7 (per maggiori info clicca qui). Sky Italia ha appena annunciato di aver siglato un contratto in esclusiva per tre anni con Ilaria D’Amico, padrona di casa del salotto calcistico più nobile della tv, quello di Sky Calcio Show. Per la bella conduttrice si tratta di un percorso inverso rispetto a quello di tante altre star del piccolo schermo, pronte a trovare asilo presso il canale di Telecom Italia Media (Benedetta Parodi e Roberto Saviano su tutti).

Un rinnovo che amplia gli orizzonti della D’Amico sulla pay tv di Rupert Murdoch: oltre alla conferma del programma della domenica pomeriggio, la romana si occuperà di speciali realizzati in occasione e in preparazione dei grandi appuntamenti sportivi che Sky Sport trasmetterà nei prossimi anni, come i Mondiali di Calcio Brasile 2014.

Ma chi immagina un impiego della conduttrice limitato al solo ambito sportivo si sbaglia: durante il triennio Ilaria D’Amico si è impegnata a sviluppare anche nuovi format di approfondimento che troveranno spazio sulle reti Sky.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


19
giugno

SKY SPORT ACCENDE I RIFLETTORI SU WIMBLEDON: 13 GIORNI DI DIRETTE COL GRANDE TENNIS

Wimbledon 2011 è su Sky Sport

Mentre il calcio è in vacanza e i motori macinano km da un gran premio all’altro del globo, è il tennis mondiale a brillare di importanza e prestigio: da domani alle 13.00 inizia Wimbledon, terza prova annuale del Grand Slam, nonchè l’unica a giocarsi sull’erba. Quello col torneo londinese è l’appuntamento con la storia, che spinge i tennisti più forti al mondo a tentare la vittoria finale (che vuol dire accesso nell’Olimpo dei più forti di sempre), mentre ai meno quotati va la soddisfazione di poter calcare i prestigiosi “giardini” inglesi.

Dal 20 giugno al 3 luglio (giorno della finale maschile), Sky Sport accende i riflettori su Wimbledon 2011 con un’offerta imperdibile, a cominciare da ben sei canali puntati ogni giorno sul torneo, che per l’occasione saranno rinominati Wimbledon 1 (canale 203), Wimbledon 2 (canale 204), Wimbledon 3 (canale 205), Wimbledon 4 (canale 206), Wimbledon 5 (canale 207) e Wimbledon 6 (canale 208). A questi si aggiungerà per la finale maschile anche Sky Sport 3D (canale 209). Tutto questo per 13 giorni, che valgono oltre 400 ore di dirette da vivere in HD.

Inoltre, su ogni canale Wimbledon sarà disponibile il tasto verde per poter accedere all’interattività: un mosaico di sei finestre da consentire una panoramica contemporanea su più campi. E proprio grazie all’interattività, Sky adotta due servizi chiamati “Match Point Alert” e “Set Point Alert“, che avvisano quando su un altro campo si sta giocando il punto del match (nel primo caso) o quello del set (nel secondo). Non mancherà la finestra per rivedere gli highlights della giornata, mentre un’importante novità è rappresentata da “Diretta Wimbledon“, il canale con tutte le ultimissime sul torneo, che farà anche da guida da un canale/campo all’altro (attivo fino agli ottavi di finale).





9
giugno

EURO 2012: LA RAI ACQUISTA IN ESCLUSIVA I DIRITTI DI TUTTE LE PARTITE

Logo Euro 2012

Finalmente una buona notizia! Se, da un lato, la messa a punto dei palinsesti Rai per la stagione 2011/2012 è ancora lontana dall’essere ultimata, dall’altro l’Azienda di Viale Mazzini ha messo a segno un importantissimo ‘colpo di mercato’ (per restare in gergo calcistico) che non può che fare felici tutti i calciofili d’Italia. L’UEFA infatti ha appena annunciato di aver raggiunto un accordo di esclusiva con la Rai per i diritti di trasmissione in Italia di tutte le 31 partite degli Europei di calcio del 2012 che si disputeranno in Polonia e in Ucraina.

Una situazione che ricalca quella del passato recente: anche gli Europei del 2008 (come tutti quelli degli anni precedenti) sono stati trasmessi integralmente dal servizio pubblico nonostante l’agguerrita concorrenza di Sky che ha costretto la Rai ad una messa in onda solo parziale dei Mondiali 2006 e 2010.

Il grande calcio in chiaro è una merce sempre più rara per gli appassionati che sono ormai costretti a sottoscrivere abbonamenti a pagamento per poter vivere le emozioni che solo il gioco più bello del mondo sa regalare. La trasmissione delle 31 partite (24 della fase a gironi, 4 quarti di finale, le due semifinali e la finale) sarà garantita da Rai1 e Rai2 e integrata da un pacchetto di rubriche appositamente pensate per l’evento e di programmi di highlights, garantendo una totale copertura dell’evento. La Rai ha inoltre acquistato anche i diritti di trasmissione relativi agli Europei di calcio UEFA under 21, per i quali la nostra Nazionale non ha conseguito la qualificazione, che si disputeranno in Danimarca dall’11 al 25 giugno 2011. Non sono stati ancora resi i noti i termini economici della trattativa.


5
giugno

RAISPORT SALTA SUL CARRO DEL MANCATO VINCITORE: FRANCESCA SCHIAVONE TRIONFA SOLO IN TV

Francesca Schiavone abbraccia Na Li, regina del Roland Garros 2011

Che gli italiani non siano troppo delusi dall’infelice risultato della finale del Roland Garros femminile, che ha visto la nostra Francesca Schiavone costretta alla resa sotto i colpi della cinesina Na Li. Il match, pur lottato su ogni punto, è scivolato via con l’azzurra costretta sempre a rincorrere l’avversaria. Nel primo set è bastato un break per permettere all’asiatica di portarsi subito avanti e chiudere sul 6-4, mentre nel secondo c’è stata più partita, con Francesca che è riuscita ad agguantare il tie break, conclusosi però con un impietoso 7-0 a favore della Li.

Ma questi sono numeri, seppur decisivi, che non devono far dimenticare la gioia tutta italiana nel vedere, per il secondo anno consecutivo, una nostra giocatrice in finale in un torneo del Grand Slam, il massimo che si possa desiderare da questo sport. E non è un caso che per l’occasione, più ghiotta che mai, RaiSport abbia deciso di aprire gli occhi (della telecamera) e seguire in diretta l’incontro: nel primo pomeriggio di ieri, su Rai2, ben 2.200.000 spettatori (pari al 18,07% di share) si sono incollati al televisore. Meglio tardi che mai? Decisamente no. La scelta di far vivere al telespettatore soltanto l’ultimo atto del torneo risulta piuttosto irrispettosa verso lo stesso atleta, che da due settimane fatica e suda sui campi rossi parigini, senza che la tv italiana di Stato ne senta il minimo sforzo. E collegarsi solo sul più bello sembra come voler dire: “forse un’italiana vince il torneo, seguiamola”. Troppo poco.

RaiSport consegna al pubblico italiano solo il secondo posto della Schiavone, ma il Roland Garros è stato molto di più per i nostri colori. Quanti, di quei 2.200.000 spettatori, hanno seguito l’azzurra imporsi in semifinale sull’idolo di casa Marion Bartoli? E quanti sanno dell’impresa compiuta dall’altro italiano Fabio Fognini, capace di conquistare i quarti di finale del torneo (non giocati per un infortunio) dopo una partita durata più di 4 ore e vinta al quinto set contro lo spagnolo Albert Montanes?


4
giugno

ROLAND GARROS: FRANCESCA SCHIAVONE TENTA IL COLPACCIO. LA FINALE IN DIRETTA SU RAI2 E SUI CANALI EUROSPORT (ANCHE IN HD E 3D)

Francesca Schiavone, finalista del Roland Garros

Il tennis che conta vive di quattro imperdibili appuntamenti annuali, i cosiddetti tornei del Grand Slam: Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e US Open. Ed è proprio la terra rossa parigina che fa brillare i nostri colori azzurri, soprattutto nel circuito femminile dove Francesca Schiavone lo scorso anno trionfò a sorpresa, conquistando il titolo e volando nella classifica delle tenniste più forti al mondo (attualmente è la numero 5).

A dodici mesi di distanza da quell’impresa, la milanese approda per la seconda volta in carriera in finale, dopo aver battutto l’idolo di casa Marion Bartoli con un doppio 6-3. La campionessa in carica del torneo se la vedrà con la cinese Na Li (numero 7 del ranking), che a sua volta ha clamorosamente sconfitto in semifinale la favorita alla vittoria Maria Sharapova. La finale è fissata per oggi pomeriggio e per l’occasione si accenderanno anche le telecamere di RaiSport: toccherà a Rai2 seguire la diretta a partire dalle 14.50. Inoltre, il match sarà visibile anche su Eurosport (canale 246 di Sky), Eurosport HD (canale 211 di Sky) e Eurosport 3D (canale 206 di Sky).

Ad un passo dalla storia, con la consapevolezza di essere attualmente una delle migliori giocatrici sulla terra rossa (chi l’avrebbe mai detto anche solo due anni fa), la Schiavone si gioca il tutto per tutto su una superficie di cui ama rimbalzi, traiettorie e scivolate, che rendono il suo tennis in alcuni frangenti spettacolare. Non è una giocatrice potente, e probabilmente non sarà mai al livello di una Williams, ma di sicuro è una delle più talentuose, con il rovescio ad una sola mano che ormai in pochi sanno fare. In un tennis dove si fa a gara a chi tira più forte, lei si distingue per la sua indiscussa classe, vera bestia nera di chi ama giocare a pallate (la cinesina è una di queste). Basterà, però, per trionfare? L’Italia fa il tifo.