Serie TV


21
ottobre

SCALO 76 TALENT CHIUDE I BATTENTI: IN ATTESA DI UNA NUOVA PRODUZIONE, RAIDUE RISPOLVERA “LA SIGNORA DEL WEST”

Scalo 76 Talent soppresso (Lucilla Agosti e Alessandro Rostagno)

Era nell’aria ormai da qualche settimana, ora arriva l’ufficialità: Scalo 76 Talent chiude i battenti, precisamente questo venerdì, almeno per quanto riguarda la versione infrasettimanale. Come recita il comunicato Rai, “la Direzione di Raidue ha deciso di chiudere l’appuntamento infrasettimanale di “Scalo 76 Talent”, dal lunedi al venerdi, mentre conferma la messa in onda del programma nella collocazione del sabato pomeriggio“.

E’ durata un mese circa l’avventura di Lucilla Agosti e Alessandro Rostagno nel “traballante” day time della seconda rete, i quali, insieme ai talenti più disparati, dovranno accontentarsi dello spazio del sabato alle 16.00 del pomeriggio. La chiusura (erano previste 102 puntate con finale il 23 gennaio) è ovviamente dovuta ai risultati d’ascolto (non oltre il 3% di share di media) che hanno toccato i minimi storici per Raidue. Voluto fortemente dalla precedente direzione targata Marano, Scalo76 non ha mai avuto vita facile, in tutte le versioni andate in onda. Ora il nuovo direttore Massimo Liofredi ha voluto dare un taglio definitivo alla trasmissione, guardando al futuro e soprattutto non dimenticandosi della produzione made in Mecenate (leggi qui):

“Raidue informa che è in fase di avanzata preparazione un nuovo programma che avra’ la stessa collocazione in palinsesto, una durata oraria più ampia, realizzato sempre negli studi Rai di via Mecenate a Milano, con l’impegno di avvalersi di alcuni dei collaboratori già utilizzati nella produzione cancellata”.

In attesa del nuovo programma, probabilmente condotto da Paolo Limiti, Raidue è corsa ai ripari ristrutturando il palinsesto per la seconda parte del pomeriggio, rispolverando dagli archivi Rai una serie tv datata.

Scopri dopo il salto il nuovo palinsesto di Raidue.




21
ottobre

IL TELECOMANDO, LA GUIDA TV DI DM: 21 OTTOBRE 2009

Guida TV del 21 Ottobre 2009

Prime Time

Raiuno, ore 20.45: Champions League, Real Madrid – Milan

Dallo stadio Santiago Bernabeu di Madrid, il Milan affronta il Real Madrid per riscattare la sconfitta incassata con lo Zurigo. (3° turno, gruppo C). 

Raidue, ore 21.10: XFactor 3, settima puntata

Dagli studi di Via Mecenate di Milano, verrà trasmessa la settima puntata del talent show Xfactor. Info sulla puntata qui

Raitre, ore 21.10: La Nuova Squadra - 2×07 – 1^ TV

Contro i piani alti: Lopez (Marco Galliani), convinto che il proprietario di una ditta di smaltimento rifiuti sia protetto dal Cafone (Andrea Tidona), cerca le prove per dimostrarlo. Vitale (Rolando Ravello), invece, viene a sapere che Kamila (Petra Kruhz) è stata picchiata. Il Bandolo della Matassa: A Lopez viene affidato un altro caso. Nel frattempo Sciacca (Tony Sperandeo) indaga sulla misteriosa morte di una valletta televisiva.

Canale5, ore 21.10: Chi ha incastrato Peter Pan

Terzo appuntamento con “CHI HA INCASTRATO PETER PAN?”, il programma condotto da Paolo Bonolis, con la partecipazione di Luca Laurenti e la complicità di un manipolo di bambini tra i 4 e i 9 anni. Ospiti della puntata: Cristian De Sica posto davanti all’imbarazzo di una scelta ostica (”Preferisci Belen o tua moglie?”); Lorella Cuccarini che si trova a dover spiegare quella che un tempo poteva essere la normalità (“Ma perché ti sei sposata una volta sola?”); e Marco Carta (già oggetto di sentimenti amorosi da parte delle piccolissime fans) chiamato a dare un giudizio estetico sulla sua madrina, Maria De Filippi.


20
ottobre

CICCIOLINA CONTRO SKY PER LA SERIE “MOANA”: IL SUO PERSONAGGIO E’ STATO UTILIZZATO SENZA AUTORIZZAZIONE

Cicciolina e Moana Pozzi

Cicciolina non è soltanto il nome di una delle pornostar più conosciute al mondo, nè si può ridurre il soprannome di Ilona Staller al facile collegamento con il suo personalissimo record, quello di prima porno attrice ad aver avuto una poltrona in un parlamento.

Cicciolina è anche, e soprattutto, un marchio, che in passato ha fruttato guadagni alla diva del film per adulti legati ai suoi film, alle sue apparizioni e ai suoi scandali, studiati e, c’è da scommetterci, costruiti ad arte per attirare l’attenzione dei media, strumento che la Staller ha saputo sempre usare con enorme maestria. E se attualmente questo marchio è più un cult, una sorta di paradigma del porno declinato in chiave nostalgica, non si può dire che la Staller ci abbia messo, su quelle possibilità di guadagno, una pietra sopra. Fa notizia, dunque, la richiesta di risarcimento avanzata a Sky, rea secondo la procace Ilona, di aver usato senza autorizzazione la sua immagine per la fiction Moana, in onda il prossimo dicembre.

La serie, incentrata sulla figura di Moana Pozzi, tocca da vicino, infatti, anche la figura di Cicciolina, che alla vigilia della messa in onda parla di utilizzo illeggittimo del suo personaggio, interpretato nella finzione televisiva dall’affascinante Giorgia Wurth. “Abbiamo intrapreso un procedimento legale presso il tribunale di Roma” – ha spiegato Luca Di Carlo, il rappresentante legale di Ilona Staller – “Facciamo causa perchè c’è stato un utilizzo illegittimo del personaggio di Cicciolina, del nome e dell’immagine di Ilona Staller in relazione alla miniserie Moana. Tutto questo in assenza di autorizzazione e liberatorie da parte della Staller che ha il diritto esclusivo sul personaggio da lei inventato e registrato presso l’Ufficio Italiano Brevetti“.





19
ottobre

UNA SERA D’OTTOBRE, CI ASSOPIMMO.

Una Sera d'Ottobre - Vanessa Hessler e Gabriele Greco

Nuda sotto la doccia ad insaponarsi, insaponarsi e poi, di nuovo, insaponarsi, spiata dal buco della serratura dai Pierino di turno. E’ così,  giovane e pulita, che ci sarebbe piaciuto ricordare Edwige Fenech. Ma, invece, siamo costretti a fare i conti con Una sera d’ottobre, l’ennesima produzione seriale dell’ex signora Montezemolo, ennesimo trionfo della banalità per la fiction di RaiUno.

Una sera d’ottobre, infatti, si basa sul più semplice degli assiomi: prendete una bella e brava ragazza di sani principi in crisi con il suo ragazzo, trafitta da un colpo di fulmine per un tenebroso e affascinante uomo, aggiungete, ma tanto per fare gli originali, un pizzico di giallo e… il successo è assicurato! Ben 5.600.00 gli spettatori che hanno seguito la première, attratti dalla disarmante semplicità della miniserie. La mancanza di originalità, però, appare un microscopico difetto dinnanzi alle altre, ben più gravi, nefandezze della fiction.

A cominciare dalla sceneggiatura, pessima, e proseguendo con dialoghi ai limiti dell’assurdo. Tra battute che rasentano un’offesa per il telespettatore (“Siccome ho dovuto convincere la mamma a lasciarti vivere a Firenze per frequentare medicina vorrei essere sicuro di non aver sbagliato”), o che sembrano tratte dal peggior film di Moccia (“Non ho nessuna, ma voglio avere te”) ne spuntano persino alcune di “alta funzione civica e morale” (“Ti proibisco di scaricare film perchè è vietato dalla legge”).


19
ottobre

INTELLIGENCE INCONTRA I RIS: IL CROSSOVER FRA SERIAL, CHE PIACE TANTO AGLI AMERICANI, SBARCA IN ITALIA

INTELLIGENCE RIS CROSS OVER

Come ormai noto, i RIS del piccolo schermo stanno per perdere il capitano Venturi, sostituito in vista della nuova stagione da Euridice Axen, pronta a vestirne i panni, o meglio la divisa.

Eppure, per Lorenzo Flaherty c’è ancora tempo di un’ultima indagine con la squadra dei RIS, eccezionalmente arrivata sul set di Intelligence per dare una mano a Raoul Bova e colleghi sulla scena di un delitto che sarà al centro delle vicende della quinta puntata della fiction di Taodue, in onda stasera su Canale 5 alle 21:10. Così Intelligence – Servizi & Segreti, entra nella storia della serialità Made in Italy, non soltanto come produzione più costosa mai realizzata (20 milioni di Euro per 36 settimane di riprese), ma anche come prima serie del bel paese ad ospitare un crossover, ovvero l’incontro fra i protagonisti di due produzioni diverse in uno dei due serial, tanto in voga negli Stati Uniti.

E proprio negli States i crossover più apprezzati si sono rivelati essere ambientati nell’ambito investigativo: si sono incontrati per unire le proprie forze e il proprio intuito, infatti, Gil Grissom (William Petersen) e Jack Malone (Anthony LaPaglia), protagonisti rispettivamente di CSI e Senza Traccia; ha fatto lo stesso anche Scotty Valens (Danny Pino) di Cold Case, giunto sul set, e nella trama, di CSI: New York per indagare su un delitto irrisolto da dieci anni. E come non citare  il triplo crossover previsto per il prossimo novembre? In tre puntate speciali, infatti, i detective protagonisti di CSI Miami, Las Vegas e New York lavoreranno ad uno stesso caso, realizzando un incrocio fra serie televisive senza precendenti che, siamo sicuri, avvicinerà i fan e sbancherà gli ascolti.





19
ottobre

ROME: UN TEMPO IL MONDO SI CHIAMAVA ROMA. DA STASERA LA SECONDA STAGIONE DELLA SERIE SCANDALO SU RAI4

rome_xxx2

[Per l'immagine non censurata clicca sulla foto]

“C’è stato un tempo che sembrava non dover finire, in cui il mondo si chiamava Roma. Una legge, la sua, capace di superare ogni barriera e che resterà per sempre scolpita nella storia. La storia più tragica, la più entusiasmante che l’umanità abbia mai conosciuto”. Incesti e lussuria, violenza e crimini: la storia come mai nessuno ha osato raccontare, da stasera torna su Rai4. La rete giovane della Tv di Stato propone, in seconda serata, a partire dalle 23, la seconda stagione inedita di Roma.

La serie scandalo, cooproduzione HBO, BBC e Rai, ritorna a ben due anni e mezzo di distanza dalla messa in onda della stagione d’esordio su RaiDue. Sulla seconda rete Rai, Rome non ebbe molto fortuna, diversamente da quanto accaduto all’estero, in termini di critica e audience. Da qui, forse, il motivo della mancata riproposizione del telefilm. Una grave pecca, questa, forse la più grossa della RaiDue house of series anche perchè gli ascolti (intorno ai 2 milioni di media il venerdi in prime time) non erano bassissimi ma la qualità della serie è indiscutibile.

Ma laddove RaiDue non può (o non vuole, come in questo caso) arriva Rai4, dove  peraltro i dieci episodi che compongono la seconda stagione andranno in onda senza le censure e i tagli, del pullulare di scene di nudo e violenza, che avevano forzatamente caratterizzato la first season andata in onda in prime time.


19
ottobre

IL (GRAN) FINALE DI INTELLIGENCE VENERDI’ 23, DISTRETTO DI POLIZIA PASSA ALLA DOMENICA SERA (SOLO PER IL 25)

Raoul Bova (Intelligence)

Dopo avervi presentato alcune mosse strategiche di palinsesto targate Rai (leggi qui), in vista del decennale del Grande Fratello, anche Mediaset ha messo a punto alcune modifiche. Alle variazioni di palinsesto siamo ormai abituati: è diventata un’abitudine, il venerdì sera, dopo le riunioni di palinsesto, l’aggiornamento del timetable del principale broadcaster della tv commerciale. In questo caso ad essere interessate dallo spostamento sono il finale di Intelligence e una nuova puntata di Distretto di polizia.

Partita come la fiction-evento della stagione, Intelligence ha perso molti telespettatori col passare delle settimane: è bastata una controprogrammazione forte (la fiction Tutta la verità) per far crollare i Servizi & Segreti di Raoul Bova ad un modesto 18% di share. Sarà stato questo risultato poco esaltante a spingere i vertici di Canale5 a spostare il gran finale della fiction, inizialmente previsto per domenica 25, a venerdì 23, evitando così l’ennesimo scontro con una miniserie (come accadrà questa sera con la seconda e ultima puntata di Una sera d’ottobre) e andandosi a confrontare con il varietà nostalgia di Carlo Conti, I migliori anni.

E se Intelligence sbarca nella serata del venerdì, Distretto di polizia 9 trasloca alla domenica sera, ma solo per il 25 ottobre. Resta da scoprire cosa verrà mandato in onda di domenica a partire dal primo novembre (contro la miniserie Pinocchio su Raiuno), quando l’access di Canale5 vedrà l’arrivo di Striscia la domenica, condotta da Valerio Staffelli e Cristiano Militello. Probabilmente assisteremo all’ennesimo scontro tra fiction, visto che, Canale5 ha ancora nel cassetto molte serie tv, tra cui I liceali 2Caterina e le sue figlie 3.


18
ottobre

“UNA SERA D’OTTOBRE” PER VANESSA HESSLER E GABRIELE GRECO

hessler

Dopo l’ottimo riscontro della Puccini traditrice (e desnuda) di “Tutta la verità” (che ha registrato più del 27% di share durante le due puntate, battendo addirittura la corazzata “Intelligence” il lunedì), Raiuno continua a puntare sulla “fiction della domenica” e schiera la serie in due puntate “Una sera d’ottobre” con Vanessa Hessler e Gabriele Greco (mentre slittano Morandi e “Pinocchio”).

La bionda protagonista di “Per una notte d’amore” e l’attore che ha già al suo attivo partecipazioni in “Vivere“, “Butta la luna 2″ e la prossima “Capri 3″, reciteranno sotto la regia di Vittorio Sindoni la proverbiale “favola moderna”, che tanto piace al pubblico tradizionalista della prima rete Rai.

Prodotta da Edwige Fenech per Immagine e Cinema -Rai Fiction, la serie parla di una travolgente storia d’amore tra una studentessa di buona famiglia di nome Giulia (la Hessler) e il tecnico informatico Alessandro (Greco): i due si conoscono casualmente su un treno e si ritrovano altrettanto casualmente a Firenze; per lui, Giulia lascia il fidanzato Lorenzo (Luca Bastianello) e delude tutta la famiglia. Quando finalmente arriva la prima notte d’amore, all’alba i due vengono arrestati.