Serie TV


4
novembre

SE VUOI DEBELLARE IL TUO ORMONE IN MODO DEFINITIVO, GUARDA UN FRAMMENTO DI UN MEDICO IN FAMIGLIA 6

Un Medico in Famiglia 6

Je t’aime mon amour, je t’aime tout le jour, je t’aime chi lo sa com’è che andrà… Eeeee???

All’inizio sembrava così insulsa questa sigla ma, mio malgrado, dopo qualche martedì ho iniziato a canticchiarla. Ci dovrà essere un motivo se 6 milioni e mezzo di italiani ogni volta aspettano Un medico in famiglia, e ci sarà più di un motivo se otto milioni di spagnoli da quattordici anni seguono “Mèdico de familia”, fieri della paternità e del successo planetario del loro super-format.

Inutile girarci intorno, sono costretta a fare outing: “io, a volte, guardo Un medico in famiglia 6” e lo faccio pur sapendo che si tratta di un prodotto ammazza-ormone, almeno quanto il competitor “il Falco e la colomba”. Ma questo è il tipico caso in cui la tv fa la tv. Sì, perché Un Medico in famiglia è ai limiti della realtà, apoteosi di famiglie cresciute a pale di mulino bianco, che possono veder sublimati i conflitti, le beghe tipiche delle tanto tipiche e incasinate famiglie allargate in un piantino di nonno Libero. Qui, si vive allegramente in quindici sotto lo stesso tetto, in una casa da sit-com, in una strada dove solo la spasimante di Lele poteva aprire un’improbabile cioccolateria. E le colazioni, i pranzi e le cene tutti i giorni, tutti assieme, senza tempo, prima di raggiungere l’ospedale dove il capo-famiglia, medico, abbraccerà il paziente piangendo con lui, per la sua cistifellea.




1
novembre

PINOCCHIO: UNA SUPER FIABA PRONTA A CONTRASTARE IL GRANDE FRATELLO

Pinocchio (Luciana Littizzetto)

Stasera e domani, in prima serata, Raiuno si affida nuovamente alla fiction. E lo farà con una delle fiabe più famose e apprezzate dal grande pubblico: Pinocchio. La storia di un burattino che voleva diventare bambino (e figlio), la storia di un falegname che voleva imparare ad essere padre, e poi le bugie, gli ostacoli, i sentimenti e la redenzione. A 37 anni dal capolavoro di Comencini, con Nino Manfredi nei panni di Geppetto, Lux Vide e Power ritornano con una fiction “di punta” per la stagione Rai, schierando un cast stellare.

Bob Hoskins nel ruolo che fu di Manfredi, e il giovanissimo e bravissimo Robbie Kay nei panni di Pinocchio. Non mancano però molti volti noti del panorama italiano; su tutti: Luciana Littizzetto nelle verdi vesti del Grillo Parlante, Margherita Buy (La Maestra), Violante Placido nei panni della Fata Turchina (questa volta un pò più sexy e dispettosa rispetto alla tradizione), e Alessandro Gassman, nel ruolo di Carlo Collodi.  Tra gli altri vanno inoltre ricordati: Thomas Sangster (Lucignolo), Toni Bertorelli (la Volpe), Francesco Pannofino (il Gatto), Maurizio Donadoni (Mangiafuoco), Wenanty Nosul (l’Editore)  e Joss Ackland (nel ruolo di Mastrociliegia).

Interamente girata in inglese per la gioia della Littizzetto (“Il mio inglese è assurdo e incomprensibile, il protagonista Robbie Kay, mi guardava e gli facevo tenerezza, si vedeva che voleva aiutarmi. Morale, correvo per i boschi con le ghette e le antenne, rincorrendo un ragazzino e parlando una lingua ignota“), la fiction avrà un difficile compito: contrastare, negli ascolti e nella filosofia, la “corazzata Grande Fratello” (domani alla sua seconda puntata, probabilmente dedicata all’ingresso del trans di cui vi abbiamo svelato, in anteprima, l’identità).


1
novembre

RAI FICTION: MENO SOLDI E I SOLITI NOTI NEL 2010

Rai Fiction, Piano di Produzione 2010

Con un debito stimato di 600 milioni di euro entro il 2012, l’evasione del canone al 30% (circa 400 milioni) e la raccolta pubblicitaria in calo, l’azienda pubblica guidata da Mauro Masi rischia di tirare le cuoia. Per evitare il fallimento (e la richiesta di fondi al governo) i dirigenti di Viale Mazzini stanno quindi valutando alcune proposte. Tra le novità, dal discusso contratto di Bruno Vespa all’accorpamento del canone con la bolletta elettrica, spicca certamente la bozza del Piano di Produzione 2010 targato RaiFiction, anticipato – non senza polemiche – dal settimanale L’Espresso.

Meno fondi a disposizione (si parla di 250 milioni di euro) da spartire tra i soliti noti che – almeno – garantirebbero qualità e ascolti elevati. In testa non poteva non esserci la Lux Vide di Matilde Bernabei che, tra santi, beati e sacerdoti, riceverebbe dalla Rai 30 milioni di euro per tre prodotti: L’uomo dei boschi, Che Dio ci aiuti e Rinascimento. E in tempo di crisi Dio aiuta proprio tutti, anche Endemol Italia che passerebbe dagli 8 milioni del 2009 ai 22 milioni del 2010, di cui 10 per le 13 puntate di Rosso San Valentino, progetto su cui i piani alti tengono le bocche cucite.

Forte del successo di Rino Gaetano, la Ciao Ragazzi di Claudia Mori (moglie di Adriano Celentano e giurata di XFactor) riceverebbe 13 milioni e 600 mila euro (a fronte dei 4 milioni del 2009) per due puntate su Enrico Caruso e una fiction a tema dedicata alla violenza sulle donne: Un corpo in vendita. Tra un raccomandato e l’altro, la LDM Comunicazione potrà dormire sonni tranquilli con 9 milioni e la produzione de La strana coppia (con Insinna e Frassica) e Il Capitano 3. Stessa cifra per Guido De Angelis, conosciuto ai più per le intercettazioni tra Silvio Berlusconi e Agostino Saccà, e la sua Dap srl che si preoccuperà del milanese Commissario Nardone. Per la modica cifra di 17 milioni di euro (e un incremento di 4 milioni e mezzo rispetto al 2009) la Palomar (Gruppo Endemol) si occuperà, invece, del serial in 13 puntate Napoli-Bombay per Rai Due e del serial in 6 puntate Il giovane Montalbano per Rai Uno.





28
ottobre

IL TELECOMANDO, LA GUIDA TV DI DM: 28 OTTOBRE 2009

Guida TV del 28 Ottobre 2009

Prime time

Raiuno, ore 21.10 Shall we Dance?

Shall We Dance? è un film di Peter Chelsom del 2004, con Richard Gere, Jennifer Lopez, Susan Sarandon, Stanley Tucci, Len Cariou, Richard Jenkins, Diana Salvatore, Omar Benson Miller, Mya, Tamara Hope. Prodotto in USA. Durata: 106 minuti. Distribuito in Italia da 01 Distribution a partire dal 29.10.2004. Trama: Un contabile è annoiato dalla sua routine quotidiana, e decide di prendere lezioni di danza con una bella insegnante. Finirà per innamorarsi… della danza.

Raidue, ore 21.05   X Factor

Ottava puntata per il talent show targato Raidue. Per maggiori info clicca qui

Raitre, ore 21.05 La nuova Squadra – 2×08 – 1^ TV

Il voto nostro: Mentre Vitale e i suoi uomini cercano di scoprire i legami esistenti tra un noto politico locale e il Cafone, Lopez porta avanti, a insaputa dei colleghi, la sua indagine personale. Le sue mosse vengono spiate dal nuovo falco Bianca Savarese che è ricattata da Gerardo Facchini, dirigente dei servizi segreti e nemico storico del vicequestore. I tasselli del mosaico incominciano a tornare al loro posto, ma Lopez deve fare conti con il proprio passato. Ciccone rivede dopo molti mesi Sonia, la colf che in passato lo ha denunciato per molestie sessuali. La ragazza lavora in una friggitoria che il commissario, nelle pause lavorative, incomincia a frequentare spesso. E’ tornato: La morte inspiegabile di un vecchio collega di Lopez spinge il vicequestore a condividere con Vitale ciò che ha scoperto indagando da solo: Facchini in passato ha aiutato il Cafone ad uscire pulito da un processo per omicidio. Vitale decide di dargli una mano nel recupero di prove per incastrare il boss, ma presto si presenta un problema più urgente da risolvere: suo padre ritorna a Napoli dopo anni e sua sorella Crisitana scompare misteriosamente.


27
ottobre

IL TELECOMANDO, LA GUIDA TV DI DM: 27 OTTOBRE 2009

Guida TV del 27 Ottobre 2009

Prime time

Raiuno, ore 21.10 Un medico in famiglia 6, settima puntata – 1^TV

Il fantasma di Cettina: Guido e Maria sono alle prese con le prime colichette di Palù, e con le prime notti insonni della loro carriera di genitori. Nonno Libero dà una mano: lui tra figli e nipoti ne ha cresciuti una valanga. Intanto nella vita di Guido riappare Valentina, la bella hostess che ha la capacità di metterlo sempre nei guai. Elena, Liberino e Inge esplorano la vecchia casa abbandonata di Torello e credono di vedere una donna bionda alla finestra: che sia il fantasma di Cettina? Nonno Libero la vede in sogno e nonna Enrica organizza anche una seduta spiritica. Lele è sempre più preso da Fanny ma non ha ancora parlato di lei alla sua famiglia. Durante una serata con la sua ragazza in un locale Lele incontra Ciccio. Baci rubati: Elena, Bobò e Inge organizzano un pigiama party in cioccolateria, ma spariscono nel nulla. Messi sull’allarme da nonno Libero, Lele e Bianca li cercano e li sorprendono a fare giochi pericolosi nel parco istigati dal vulcanico zio Giulio. E così Lele arriva tardi alla conferenza tenuta da Fanny. Ma le sorprese non sono finite: la mattina dopo Giulio sparisce per davvero. Dove sarà andato a finire? Giulia, un’amichetta di Annuccia, sorprende Lele e Fanny insieme. La notizia della relazione tra il medico e la giovane specializzanda deflagra in famiglia. Proprio quando Lele aveva deciso di raccontare tutto. Intanto Libero ed Enrica scambiano per errore la nipotina con un altro neonato al parco. Dante e Melina si preparano a trasferirsi nel rustico di zia Pasquina che hanno finito di ristrutturare e riconsegnano le chiavi dell’appartamento a Guido e Maria che finalmente potranno riprendere possesso di casa loro! Ma c’è una brutta sorpresa che attende i piccioncini.

Raidue, ore 21.05   Senza Traccia - 6×07 Un figlio, un padre – 1^ TV

Un figlio, un padre (Titolo originale: Absalom): Uno studente universitario sparisce dopo aver fatto dichiarazioni razziste in aula. La squadra indaga e si concentra sull’incidente, convinta che possa avere un collegamento con la scomparsa del ragazzo.





27
ottobre

BELEN RODRIGUEZ E FABRIZIO CORONA IN “GOSSIP”. QUANDO UN’ATTITUDINE DIVENTA UNA FICTION.

BELEN RODRIGUEZ FABRIZIO CORONA GOSSIP FICTION

Come se quello sui giornali scandalistici non bastasse. Ora le storie gossippare di Fabrizio Corona e Belen Rodriguez sbarcano ufficialmente sul piccolo schermo.

Lei, è ormai chiaro, ha scelto la strada della recitazione, rendendosi piuttosto credibile anche nei panni di una professoressa che tira fuori l’incubo della perifrastica in uno spot e diventa il sogno erotico del papà di uno dei suoi studenti. E i progetti per il futuro vanno tutti in quella direzione, una via che passa per il set di Love Bugs, insieme a Teo Mammucari, con il quale ha già lavorato a Sarabanda, e quello di una nuova fiction per Taodue, che a dispetto delle origini della bella ex-isolana, si chiamerà “Una Famiglia Italiana“. Lui, diviso fra i processi, le scorribande in auto, e le poco distensive ospitate nei salotti televisivi, sembra averle fatto perdere del tutto la testa. E probabilmente i comuni intenti professionali aiutano l’amore, e il profitto della coppia.

Infatti, dopo aver dichiarato di essere pronto alla nuova avventura di “Squadra Antimafia – Palermo Oggi”, nei panni di un boss, il Corona attore non ha intenzione di fermarsi. E se la carriera nel mondo della recitazione s’ha da fare, che almeno sia al fianco della sua Belen. Insieme i due, una coppia un vero e proprio stereotipo, non potrebbero essere i più adatti a fare da protagonisti ad una serie intitolata “Gossip“. A renderlo noto è La Repubblica, paventando a noi poveri telespettatori un’ipotesi che, più che una notizia, sembra quasi una vera e propria minaccia di invasione. Perchè per tenersi alla larga dal pettegolezzo non basterà evitare le riviste e i siti internet più patinati, bisognerà tenere pronto anche il telecomando.


26
ottobre

LA SIGNORA DEL WEST NEL POMERIGGIO DI RAIDUE, CROLLA COSI L’ULTIMO BALUARDO (I TELEFILM) PER I GIOVANI DELLA RETE

La Signora del West

Fino all’ultimo momento avevamo sperato si trattasse di un errore. Uno di quelli che capitano alle guide tv. Mai e poi mai avremmo immaginato che per sostituire il vuoto di palinsesto lasciato dal soppresso Scalo 76 Talent approdasse, su RaiDue, La Signora del West, vecchio telefilm in replica di RaiUno. E, invece, a poche ore dal debutto siamo a constatare “l’agghiacciante” verità: le repliche, dal primo episodio, di Dr. Quinn – Medicine Women (questo il titolo originale della serie) arricchiranno il variegato palinsesto della rete, per la contentezza di tutte le madri e, soprattutto, nonne d’Italia. Difficile trovare un telefilm che abbia un pubblico più geriatrico: la serie è stata, infatti, negli anni programmata da RaiUno, in estate, tra UnoMattina e La Signora in Giallo; d’altronde, anche negli stessi Stati Uniti, malgrado i numerosi apprezzamenti ricevuti, la serie era seguita da un pubblico prevalentemente femminile ed over 40. 

E dire che la seconda rete della TV di Stato aveva un ricco carnet di telefilm su cui puntare. Dal teen drama, in prima visione, One three Hill ai classici della rete, in replica, come StregheDesperate Housewives; ai generi crime/legal, come Practice Professione Avvocati, Law and Order e Numbers; le opzioni che Liofredi aveva erano non poche. Invece il direttore ha preferito “scippare” a RaiUno (come se già la Setta e la Bianchetti non fossero bastate) il telefilm senza che ce ne fosse bisogno, facendo crollare, così, anche l’ultimo baluardo della “RaiDue giovane”, la programmazione seriale.

Se pensate, però, che nello slot successivo a quello occupato dalla serie con Jane Seymour, ci sia L’Ispettore Derrick o l’ennesimo “programma per vecchi”, vi sbagliate. Per la serie la coerenza è d’obbligo e il marketing è un’opinione. La Signora del West, infatti, farà da traino agli episodi in replica di Las Vegas (sì proprio quelli trasmessi solo qualche mese fa dalla rete) e agli episodi inediti della quinta stagione di Due uomini e mezzo. La sitcom più seguita d’America, interrotta alla fine dell’estate per dare spazio ai programmi del palinsesto autunnale, andrà in onda alle 17.40 a rappresentare  l’unica nota positiva del pomeriggio della rete.


25
ottobre

LE SEGRETARIE DEL SESTO: GERINI, RAMAZZOTTI, LISKOVA E D’AQUINO PER LA NUOVA MINISERIE DI RAIUNO

Le Segretarie del Sesto (Micaela Ramazzotti, Antonio Liskova, Claudia Gerini e Tosca D'Aquino)

Claudia Gerini (Agnese), Micaela Ramazzotti (Giovanna), Antonia Liskova (Miranda) e Tosca D’Aquino (Costanza): sono loro Le segretarie del sesto, le quattro protagoniste della nuova miniserie di Raiuno in onda questa sera e domani. Nevrotiche, spietate e ambiziose, le segretarie di una compagnia assicurativa al sesto piano di un grande palazzo, si dividono tra vita privata e lavoro, mettendo in luce le molte sfumature dell’universo femminile.

Dopo le miniserie più classiche andate in onda le scorse settimane con ottimi ascolti, arriva una fiction decisamente più attuale e moderna che strizza l’occhio alla realtà, come piace al direttore di Rai Fiction Fabrizio Del Noce. Il binomio donne e potere sarà al centro della storia che vedrà le protagoniste femminili acquisire sul lavoro i peggiori difetti del mondo maschile. Prodotta da Edwige Fenech per la regia di Angelo Longoni, Le segretarie del sesto è stata scritta dalla grande signora della fiction italiana Laura Toscano, scomparsa lo scorso marzo, appena finite le riprese della fiction: «Già con Commesse, ricordava Toscano, avevamo fatto fatica a rappresentare un mondo di donne, a introdurre l’autentica normalità degli omosessuali. Adesso è molto più difficile far passare temi sociali».

Definita lo spin off della serie “storica” Commesse, che aveva consacrato attrici come Sabrina Ferilli e Veronica Pivetti, nella nuova fiction di Raiuno troveremo proprio il personaggio di Romeo, gay dichiarato e interpretato da Franco Castellano, a far da collante tra i due prodotti. Nel cast figurano anche Fabio Troiano, Marco Falaguasta, Fabio Sartor e Sofia Bruscoli. Ma per Le segretarie del sesto la sfida dell’auditel non sarà facile: questa sera si scontrerà con Distretto di polizia e domani con la premiere di Grande Fratello 10.