Serie TV


29
aprile

FERMI TUTTI, TORNA Dr. HOUSE

Hugh Laurie, Dr. HouseNon cambia mai House, ma piace proprio per questo motivo. Sempre sarcastico, sempre scorbutico, sempre claudicante. Ma è una certezza e, si sa, in tempo di crisi c’è bisogno di certezze e anche di eroi.

Torna il telefilm del medico più amato della tv con gli episodi della quinta stagione. A partire dal 30 aprile, ogni giovedì in prima serata su Joi. Si comincia con i primi 12, già trasmessi da Canale 5, per poi continuare con le 12 puntate inedite in anteprima esclusiva e praticamente in contemporanea con gli Usa per i telespettatori del digitale terrestre. E, altra curiosità, sarà Joi a festeggiare la centesima puntata della serie, in onda l’11 giugno e in anteprima per i telespettatori del digitale terrestre Mediaset.

La quinta stagione si apre con la rottura dell’amicizia tra House (Laurie) e l’amico e collega Wilson (Leonard). Quest’ultimo infatti ritiene House responsabile della morte di Amber, avvenuta alla fine della quarta serie, e ora è convinto che lo scorbutico collega eserciti sulla sua vita una forza distruttiva così decide di licenziarsi dal Princeton Plainsboro Teaching Hospital. Intanto la Cuddy si adopera perché avvenga una riconciliazione tra i due. House, all’insaputa di tutti e a spese dell’ospedale, assume un detective privato per spiare la vita dei medici del suo team.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,




28
aprile

THE MENTALIST, IL POTERE DELLA MENTE: L’UOMO PIU SEXY DELLA TV DA STASERA SU JOY

The Mentalist - Simon Baker (Patrick Jane)Una straordinaria abilità nell’esplorare l’umana natura con acume e sagacia, nello scrutare azioni e prevedere comportamenti, una vera e propria capacità di entrare nelle menti delle persone: questo è ciò che distingue Patrick Jane dagli altri uomini. Perchè Patrick non è un uomo qualunque, è un mentalist. E The Mentalist è il titolo del telefilm che lo vede protagonista e che potremo vedere anche in Italia, da stasera in prima visione assoluta, su Joi in prima serata.

La serie in onda su CBS ha spopolato negli States toccando picchi di 19 milioni di telespettatori, attestandosi attorno ad una media di 17 milioni (sesto posto del ranking dei programmi più visti), grazie a due motivi cardine: il primo è che The Mentalist è un poliziesco che riesce a dare nuova linfa alla tanto amata “prima generazione” del genere, quella pre-Csi per intenderci, in cui le indagini si risolvono con l’ausilio di fiuto e intuito e non più attraverso le analisi al microscopio; l’altro motivo alla base del successo della serie ha un nome e un cognome: Simon Baker, già protagonista di The Guardian, che eletto da Tv Guide “uomo più sexy della tv”, scalzando dalla vetta Patrick Dempsey e nominato per un Golden Globe, riesce a coniugare un indubbio fascino a eccellenti doti attoriali.

The Mentalist narra la vita di Patrick Jane uomo anticonvenzionale e fuori dalle regole (Baker) divenuto consulente presso il California Bureau of Investigation in seguito ad un evento che gli ha letteralmente cambiato la vita. Moglie e figlioletto, infatti, sono stati barbaramente uccisi per mano di Red John, un uomo che Jane aveva pubblicamente sbeffeggiato nel corso di una sua trasmissione. Jane, infatti, prediceva il futuro  in televisione sfruttando le sue grandi doti d’osservazione e la sua indubbia acutezza. Malgrado ciò Patrick vive con leggerezza e umorismo la sua vita e il suo lavoro, anche se nasconde un  lato oscuro, legato a Red John e alle sue tremende gesta. Quest’ultimo sarà il fil rouge del telefilm, tant’è che molti degli episodi hanno nel titolo originale la parola “red”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


28
aprile

UN AMORE DI STREGA: LA MARCUZZI SI TRASFORMA IN MAGA SBADATELLA

Un Amore di Strega @ Davide Maggio .it

Da sexy padrona di casa del Grande Fratello 9 a maga buffa e sfigatella in Un amore di strega, film tv che andrà in onda domani in prima serata su Canale 5. La metamorfosi di Alessia Marcuzzi è avvenuta: l’attrice romana punta, così, a conquistare un pubblico decisamente più familiare rispetto a quello del reality show più chiacchierato d’Italia.

La trama, infatti, si rifà al filone delle commedie romantiche di origine anglosassone e strizza l’occhio ai telefilm degli anni ‘60 con protagoniste donne dotate di poteri soprannaturali e che, per questa loro dote, riescono a conquistare uomini tutti di un pezzo. Chi non ricorda i telefilm Strega per amore e Vita da strega? Ebbene, il soggetto ricalca quell’idea. Per non parlare di citazioni nascoste del Mago di Oz e degli anime giapponesi con protagoniste maghette un po’ sbadatelle.

A fare da spalla alla Marcuzzi, un altro attore “casalingo”, Pietro Sermonti, dottore di Un medico in famiglia. Nel ruolo della madre della Marcuzzi ci sarà Anna Galiena ed è da segnalare la presenza del bravo Luca Ward. Il film, inoltre, è prodotto dalla Immagine e Cinema S.r.l., società di Edwige Fenech.





26
aprile

DAVID COPPERFIELD: DALLA PENNA DI DICKENS AGLI SCHERMI DI RAIUNO

David Copperfield - Giorgio PasottiUno dei capolavori della letteratura internazionale, un classico, intramontabile per definizione, David Copperfield, rivive sugli schermi di Raiuno questa sera, domenica 26, e domani, lunedì 27 aprile.

“Come molti appassionati genitori custodisco nel profondo del mio cuore un figlio prediletto. Il suo nome è David Copperfield”. Così scriveva più di un secolo fa Charles Dickens, autore di questo romanzo, a tratti fortemente autobiografico, un’opera che ci offre un crudo spaccato della società londinese di fine Ottocento. In un’epoca in cui progresso tecnologico e progresso sociale sembrano non procedere alla stessa velocità, ci troviamo immersi in un mondo dominato ancora da rapporti sociali arcaici e profondamente iniqui che hanno nel lavoro femminile e in quello minorile le loro più evidenti e riprovevoli manifestazioni. Ma questa è anche, e soprattutto, l’avvincente parabola di un uomo “faber fortunae suae”, di un caparbio giovane che, dopo un lungo e faticoso cammino costellato da angherie e sofferenze, potendo contare solo sulle proprie forze, ce la fa. Un vinto, insomma, che diventa vincitore, un proletario che, impegnandosi in una proibitiva scalata sociale, raggiunge l’ambita meta della middle-class.

Prodotto da Rai Fiction e Angelo Rizzoli, David Copperfield, diretto da Ambrogio Lo Giudice, assume su di sé l’oneroso compito di bissare la fortunata trasposizione televisiva che, con protagonista Giancarlo Giannini, nel 1965, ottenne un ascolto di 15 milioni di spettatori divenendo un vero e proprio cult. L’odierno David Copperfield è una produzione imponente che ha richiesto 8 settimane di lavorazione tra l’Italia e la gelida Repubblica Ceca, oltre che l’impiego di 1000 comparse, 60 attori in scena, 500 costumi e 60 carrozze.


24
aprile

TUTTI PAZZI PER AMORE (E PER I BEBE’): STEFANIA ROCCA, IN DOLCE ATTESA, E’ FUORI DAL CAST.

Tutti Pazzi Per Amore @ Davide Maggio .it

Fioccano le gravidanze a Viale Mazzini! E’ toccato anche a Stefania Rocca che, reduce dal tanto grande quanto inaspettato successo di Tutti pazzi per amore, ha reso noto al mondo di essere in attesa del suo secondogenito. E in che modo, secondo voi, la premurosa Mamma Rai starà organizzando i preparativi per il lieto evento? Naturalmente cercando una sostituta. Temporanea, s’intende, ma che – come Antonellina (Clerici) insegna – magari non abbandonerà più quel ruolo.

La Rocca si è affidata agli schermi de La7 per rendere pubblica la lieta novella, scegliendo come cornice il salotto di Victoria Cabello, Victor Victoria. Lungi dal polemizzare con la sua azienda, l’attrice non ha comunque fatto mistero del suo attaccamento al ruolo della protagonista della fiction, Laura Del Fiore: “Ho amato molto il personaggio di Laura – ha dichiarato – e ne sono molto gelosa. Non so ancora chi mi sostituirà ma spero non una inutile, e ce ne sono tante!”

La decisione di girare la seconda serie era arrivata già prima che terminasse la messa in onda dei 26 episodi, tramessi fino allo scorso Febbraio e che hanno registrato ascolti davvero lusinghieri. Le riprese dovrebbero partire tra poche settimane. Anche se c’è chi propone uno slittamento e chi ipotizza che Laura possa scomparire per un po’ dai copioni, è la stessa Stefania Rocca a  stroncare ogni aspettativa: “La Rai ha tempi rigidi e non può aspettarmi – ha detto alla Cabello – Per la terza serie vedremo”.





22
aprile

LA VITA SEGRETA DI UNA TEENAGER AMERICANA: LA STORIA DI AMY 15 ANNI E INCINTA, DA STASERA SU MTV

La Vita Segreta Di Una Teenager Americana Mtv @ Davide Maggio .it

Una tipica realtà americana di provincia, uno scandaloso e inconfessabile segreto, un’ adolescente come tante: sono questi gli ingredienti su cui si dipana La Vita Segreta di una Teenager Americana, nuova seria in onda da stasera su Mtv in prime time. Nata sulla scia del successo del film Juno e ideata da Brenda Hampton, già creatrice di “Settimo Cielo”, “La Vita Segreta” volge, con chiarezza narrativa e un pizzico di buonismo, lo sguardo verso tematiche di stretta attualità sociale come una gravidanza prematura, i contrasti tra genitori e figli, le amicizie e gli amori adolescenziali, le paure e le insicurezze legate al sesso.

Tale mix di argomenti ha consentito al telefilm di conquistare l’affetto del pubblico statunitense, la serie in onda sulla cable Abc Family ha infatti fatto segnare una media nella prima stagione pari a 3,5 milioni di telespettatori (con picchi di 4,5 milioni nell’episodio che conclude la stagione), ottimi risultati confermatasi nella seconda stagione che ha altresì raggiunto il vertice del ranking dei programmi più seguiti dal pubblico teen femminile. Inoltre, nonostante il low budget e la collocazione su una rete satellitare, “La Vita Segreta” ha sempre battuto, in termini di ascolti, serie come 90210Gossip Girl. A tal proposito verrebbe da chiedersi il perchè Italia uno o Raidue “si siano lasciati scappare” un telefilm che sulla carta ha tutti gli elementi per conquistare il pubblico italiano.

The secret life of an American Teen Ager, questo il titolo originale dello show, offre un ritratto dell’America ben diverso da quello dipinto da altri teen serial come Gossip Girl. Al bando ogni parvenza di glamour, infatti,  siamo in presenza di un’America puritana dove la provincia diviene pretesto per descrivere le contraddizioni etiche e morali intessute nella realtà sociale statunitense.


22
aprile

AL DI LA’ DEL LAGO: KASPAR CAPPARONI ALLA RICERCA DELLE PROPRIE RADICI TRA AMORE, AMICIZIA E VERITA’

Kaspar Capparoni e Goia Spaziani @ Davidemaggio.it

Un uomo di successo, in America da anni, torna in Italia per la forza di un richiamo cui è impossibile sottrarsi. Un amico da vendicare, una natura da proteggere, un amore da ritrovare: sono questi i punti chiave del film tv Al di là del lago, in onda mercoledì 22 aprile in prima serata su Canale5.

Un film sull’amore, sull’amicizia, sulla ricerca delle proprie radici che vede protagonista Kaspar Capparoni, il quale, svestiti i panni di commissario in Rex, interpreta un veterinario di successo trapiantato in America, con una brillante carriera e una vita agiata. Ma una notizia giunta dal passato lo riporta in Italia, in quel paese vicino al lago dove è nato.

Al di là del lago riporta la fiction Mediaset al filone dei buoni sentimenti,  con storie d’amore e d’amicizia in primo piano, dopo aver puntato sulla famiglia allargata de I Cesaroni (il grande successo del venerdì sera) e sulle storie di mafia attraverso gli occhi delle donne con Squadra Antimafia. Se i telespettatori dovessero premiare il film, Al di là del lago potrebbe diventare presto una serie in sei puntate. Le riprese del film sono durate cinque settimane nei territori della campagna laziale. Completano il cast Gioia Spaziani, Anna Safroncik, Roberto Farnesi, Giovanna Ralli e il piccolo Brando Pacitto. La regia è di Stefano Reali, che ha curato anche le musiche.

Per scoprire la sinossi del film,


19
aprile

DESPERATE HOUSEWIVES, COLPO DI SCENA: LA CRISI ECONOMICA UCCIDE UNA CASALINGA

desperate_interr_donjdos.jpg

ATTENZIONE PERICOLO SPOILER.

Mangiatrice di uomini, sgualdrina, poco di buono, ninfomane, madre senza scrupoli, “di plastica”, in una parola Edie Britt, celebre personaggio o per meglio dire ex personaggio di Desperate Housewives. Purtroppo la notizia è di quelle da far sobbalzare dalla sedia i numerosi fan della serie: dopo cinque anni di inganni e tradimenti, dopo esser stata a letto con tutti gli uomini del quartiere, il personaggio interpretato da Nicolette Sheridan lascia Wisteria Lane e lo fa nel peggiore dei modi. Nella puntata in onda stasera in America, tra qualche settimana su Fox Life in Italia, scopriremo che l’incidente stradale di Edie, con cui si era conclusa la scorsa puntata, lasciando col fiato sospeso i telespettatori, avrà conseguenze mortali per la bionda casalinga.  

Sembra che dietrola decisione di Marc Cherry, creatore del telefilm, di estromettere la Sheridan dal cast ci sia l’attuale crisi economica che non risparmia nemmeno i più importanti network, imponendo un taglio nei costi (la Sheridan percepiva ben 200 mila dollari ad episodio, ndr). “Mi hanno messo un’enorme pressione per diminuire i costi di produzione“,  questo, per l’appunto, quanto dichiarato da Cherry al settimanale a stelle e strisce ”Tv Guide”. La decisione, poi, di decretare la morte di Edie anzichè quella di un altro protagonista è stata invece così motivata: “Edie è andata a letto con quasi ogni uomo nel quartiere e ha causato ogni problema immaginabile”.

Ma a giudicare dalle parole di un’amareggiata Sheridan sembra che qualcos’altro si celi dietro il clamoroso coup de theatre: “Credo che Edie abbia rappresentato qualcuno nella vita di Marc (Cherry) che a lui non è mai piaciuto (…)”. Se a ciò s’aggiunge che la Sheridan (lamentatasi spesso del trattamento ricevuto, ben differente rispetto alle altre protagoniste del famoso drama) ha dichiarato che da circa due anni (cioè da quando il suo cachet è cominciato a lievitare, dunque ben prima della crisi economica) era al vaglio degli autori un’eventuale morte di Edie, il gioco è presto fatto. La bella quarantacinquenne ritiene, poi, che a differenza di quanto affermato da Cherry il potenziale del suo personaggio non sia stato del tutto espresso e che la sua scomparsa potrebbe avere ripercussioni negative sul proseguimento della serie. Ecco quanto dichiarato a proposito a Tv Guide: “La svolta drammaturgica con l’incidente mortale di Edie è un grosso rischio che potrebbe avere conseguenze disastrose per l’intera serie“. Ma a quanto pare, non c’è più nulla da fare.