Grey's Anatomy


25
aprile

GREY’S ANATOMY 9: COME FINIRA’ PER I MEDICI DEL SEATTLE GRACE?

Grey's Anatomy 9

In Italia siamo ancora alla quindicesima puntata, ma negli Stati Uniti siamo ormai vicini alla fine della nona stagione di Grey’s Anatomy e trapelano le prime indiscrezioni. Shonda Rhymes aveva anticipato un finale a sorpresa. E quando Shonda parla di finale a sorpresa e c’è Grey’s Anatomy di mezzo si tratta solo di andare per esclusione. Quella delle sciagure che hanno già colpito il Seattle Grace e i suoi medici e che quindi non si ripeteranno. Insomma, una sorta di “ce l’ho” o “mi manca” delle sfighe.

Ripercorrendo le nove stagioni, sappiamo bene che a Seattle non si sono fatti mancare nulla. Il terremoto, forse, ma solo perchè non è zona sismica. E se durante la nona stagione, abbiamo subito tutti le ripercussioni del finale dell’ottava, perchè il valore di impatto di un disastro aereo, tra morti e feriti, fornisce spunti per riempire più di un paio di puntate, a un certo punto però è stato chiaro che il capitolo “aereo caduto” doveva chiudersi. La crisi finanziaria dell’ospedale è stato solo il ponte di collegamento alla cui fine si intravede… un cielo nero. Eh si, per il finale di stagione il meteo a Seattle non sarà clemente.

Il 9 maggio l’ABC trasmetterà il penultimo episodio dal titolo originale “Readiness is all” e poi il finale intitolato “Perfect storm”. Basta conoscere l’inglese di base per capire che c’è una tempesta in arrivo. E, non volendo svelarvi altri dettagli, vi diciamo solo che non si tratterà di un’acquazzone estivo, di quelli che ti aspetti a maggio. Dieci minuti di temporale e poi il sole. No, decisamente no. Soprattutto quando ci sono i contratti da rinnovare ed è necessario mettere in pericolo qualche vita, per capire se riconfermare o no gli attori.




22
aprile

GREY’S ANATOMY 9: CHI COMPRERA’ IL SEATTLE GRACE?

Grey's Anatomy 9

Se avevate dei dubbi che i medici del Seattle Grace fossero dei casinisti, la quindicesima puntata della nona stagione di Grey’s Anatomy ve li toglierà tutti. Insomma, prendete un gruppo di medici, tra cui ce ne sono due che si sono sposati con un post it, una che per salvare la moglie del primario ha compromesso uno studio clinico sull’Alzheimer, un’altra che per testare la riuscita di un’operazione ha fatto giocare a ping pong il suo collega per un tempo indefinito, e metteteli a decidere di comprare uno dei più grandi ospedali di Seatlle. E immaginate cosa può succedere.

Nella quindicesima puntata ci sarà un duro scontro tra Derek e Arizona che non è convinta di voler andare avanti con l’idea dell’acquisto perché economicamente troppo rischiosa e che accusa Derek di volerlo fare solo per i sensi di colpa di aver completamente ripreso l’uso della mano, compromesso dopo l’incidente aereo per cui ha ottenuto il risarcimento. A questo punto arriva Meredith che recupera i bilanci dell’ospedale per capire di quali cifre si sta effettivamente parlando per acquistare il Seattle Grace. Che, si sa, se uno sa aprire i cervelli della gente sarà pure in grado di leggere un bilancio.

Intanto, April inizia a uscire con un nuovo ragazzo e cerca di recuperare un rapporto di amicizia con Jackson. Problemi anche per la Bailey che pensa di lasciare l’ospedale quando il piano di cura che ha proposto per un ragazzo malato di cancro non viene approvato da Owen. Owen, che nel difficile ruolo di primario, deve gestire tutta la situazione della vendita all’oscuro dei piani da “economisti” dei suoi amici-colleghi, che sanno che nel caso in cui venisse a scoprirlo dovrebbe riferire tutto al potenziale acquirente, la Pegasus.


15
aprile

GREY’S ANATOMY 9: QUEST’OSPEDALE NON SI DEVE VENDERE

Patrick Dempsey

Scoperta la finalità della ristrutturazione dell’ospedale, praticamente la sua vendita, nella quattordicesima puntata della nona stagione di Grey’s Anatomy si comincia con la scelta del testimonial più adatto. Alex e Jackson si contendono il ruolo. Ma stiamo parlando del Seattle Grace e di Grey’s Anatomy, quindi un nome solo. Derek Shepherd. Chi altro? Ovviamente, tutti i medici non vedono di buon occhio questa decisione, con l’unica eccezione della Bailey che continua a mostrarsi entusiasta della soluzione, mettendo addirittura a rischio i rapporti con i suoi colleghi.

Intanto, April si trova ad affrontare il caso di un ragazzino politraumatizzato soccorso in ambulanza e, nonostante la chiusura del pronto soccorso, chiede a Jackson di farlo arrivare al Seattle Grace che è l’ospedale più vicino. Una volta arrivato, Owen e la Cahill non danno il loro consenso. E indovinate un po’? I medici non obbediscono. Non solo April e Jackson, ma anche Meredith, Cristina, Alex e Derek. Scoperto il loro gesto, Owen e Cahill comprendono quanto le novità non siano accettate dallo staff.

L’obiettivo è comunque quello di vendere alla Pegasus Horizon, una importante società. Ma a Grey’s Anatomy i medici sono attaccati al loro ospedale nemmeno fosse una casa di proprietà su cui hanno appena pagato l’IMU e quindi Richard e Callie, trasofrmati in una sorta di 007, iniziano a indagare su questo potenziale acquirente. Ne viene fuori che sono tutto il contrario rispetto al Seattle Grace. Iperburocrazia e nessun interesse per il paziente, con medici spesso impossibilitati ad agire secondo coscienza.





8
aprile

GREY’S ANATOMY 9: LA CRISI DELL’OSPEDALE CONTINUA

Grey's Anatomy 9

La conclusione della tredicesima puntata di Grey’s Anatomy 9 sarà che se nei prossimi mesi sarete a Seattle e malauguratamente dovesse succedervi qualcosa, le speranze che possiate essere curati da Derek nel Pronto Soccorso del Seattle Grace saranno molto poche. Infatti, nonostante gli sforzi di Derek e di April, la chiusura del pronto soccorso resta una delle soluzioni più gettonate per fare cassa e risollevare l’ospedale dalla crisi economica in cui è precipitato. Owen invece tenta di impietosire il medico chiamato a supervisionare l’ospedale, la dottoressa Cahill, giocando la carta del coinvolgimento emotivo e professionale.

In aggiunta, vengono installate telecamere di sorveglianza e varate procedure standardizzate da seguire per ottenere un risparmio dei costi. I medici di Grey’s Anatomy, dopo 9 stagioni, sanno tutti che quanto ad aggirare le regole sono peggio di noi italiani quando dobbiamo evitare di pagare l’iva ed è per questo che a supervisionare la nuova gestione al risparmio dell’ospedale accanto alla dottoressa Cahill vengono chiamati anche il dottor Vomer e il dottor Richardson addetto al controllo delle telecamere. E’ proprio lui a “beccare” Leah che tenta di fare una trasfusione di sangue, per cui non è stato dato il consenso, a un giovane ragazzo testimone di Geova.

Ma torniamo ai personaggi storici. Meredith sente il bambino muoversi per la prima volta, Cristina e Owen si scoprono di nuovo molto attratti l’uno dall’altra, Arizona riesce a mostrarsi decisa con una giovane ginnasta che non riesce ad accettare la fine della sua carriera. Callie e Alex non ci erano riusciti. D’altronde non sono loro ad avere una gamba sola. Tutti, la Bailey per prima, temono i tagli all’organico. A conti fatti, si sa, è sempre meglio tenersi un defibrillatore che un medico. Anche se quelli del Seattle Grace sarebbero capaci di resuscitare un vampiro dopo che ha visto la luce con un massaggio cardiaco deciso e ben assestato.


25
marzo

GREY’S ANATOMY 9: L’OSPEDALE E’ A RISCHIO CHIUSURA

Grey's Anatomy 9

Nella dodicesima puntata della nona stagione di Grey’s Anatomy, i medici dovranno affrontare un rischio chiusura per l’ospedale. Era già capitato durante la lunga storia della serie che il Seattle Grace si trovasse ad affrontare una crisi economica, quella che poi si risolse con la fusione con il Mercy West e l’arrivo di nuovi specializzandi, tra i quali Jackson e  April, poi diventati parte integrante sia dello staff medico sia della serie.

Questa volta a dirigere l’ospedale c’è Owen e, visto che è proprio lui a essere in parte responsabile del dissesto finanziario della struttura, che dovrà pagare gli indennizzi del disastro aereo, correre ai ripari è una sua priorità. Arriva così una ex allieva di Richard, in qualità di consulente medico-finanziaria che dovrà osservare le attività dell’ospedale per capire quali tagli è possibile apportare per evitare la chiusura. A rischio sarà il pronto soccorso. E la proposta della sua chiusura non troverà tutti i medici d’accordo.

Intanto, si susseguono una serie di interventi particolarmente complicati al Seattle Grace, uno dei quali richiederà addirittura una trasferta aerea di Meredith. Di nuovo un aereo dopo il trauma dell’incidente.





18
marzo

GREY’S ANATOMY 9: UNDICESIMA PUNTATA IMPEGNATIVA

Grey's Anatomy 9

Siamo al giro di boa. Nel senso che siamo nella seconda metà della nona stagione di Grey’s Anatomy 9, momento quindi in cui tutti i nodi devono venire al pettine per poi potersi sciogliere definitivamente e giungere così felici alla ventiquattresima puntata che segnerà la fine di questa stagione. Primo nodo che grava sui fan come una spada di Damocle è il maledetto incidente aereo di cui abbiamo sorbito tutte le conseguenze psicologiche ed emozionali ma non ancora quelle materiali. E adesso finalmente ci siamo. I superstiti vincono la causa e riceveranno 15 milioni di dollari per uno. Sufficienti per lasciare il Seattle Grace e vivere di rendita, non fosse che… a pagare l’indennità non dovrà essere l’assicurazione bensì l’ospedale con il conseguente rischio chiusura.

Ma tutto questo i sopravvissuti non lo sanno e brindano felici al risultato ottenuto. Tutti, tranne Meredith che finalmente rivela di aspettare un bambino e naturalmente Owen che, colpevole di averli mandati su quell’aereo, adesso se la dovrà vedere con le indennità da pagare. Proprio adesso che lui e Cristina erano tornati a essere felici. Il rapporto tra April e Jackson è diventato un triangolo, complice la scappatella che il ragazzo ha avuto con Stephanie. I due torneranno a essere amici o no? Abbiamo ancora un pò di puntate per scoprirlo.

Richard è naturalmente triste per la morte di Adele e chi ne fa le spese è la sua nuova compagna Catherine, mamma di Jackson. Prevediamo sfogo del chirurgo e riappacificazione tra i due. Intanto, Jo e Alex diventano sempre più amici. Lei però non ci aveva provato con Callie? Le concediamo il beneficio della bisessualità. La Bailey intanto ha dei problemi intimi. E non nel senso di spirituali. Derek invece gioca a ping pong, ma non perchè vuole darsi allo sport, ma per migliorare le condizioni della sua mano e prepararsi a operare di nuovo.


11
marzo

GREY’S ANATOMY 9: OPERAZIONI DELICATE E “SESSO CONFUSO” NELLA DECIMA PUNTATA

Grey's Anatomy 9

Aneurisma batte matrimonio nella decima puntata della nona stagione di Grey’s Anatomy. Soprattutto quando i promessi sposi sono entrambi medici. L’operazione d’urgenza a cui deve essere sottoposta Adele, moglie del dottor Webber, comporta quindi la necessità di posticipare il matrimonio della dottoressa Bailey.

La confusione, che seguirà nella puntata, la attribuiremo dunque alla destabilizzazione provocata dall’attesa per il matrimonio che poi non c’è stato e che comporterà una confusione tra vita sentimentale e professionale dei protagonisti ancora maggiore del solito. La prima notizia è che Alex invece di fare sesso si confida e che Jackson fa sesso. La seconda è che la lei di Jackson non è April. Attività ormonale intensa anche sul fronte Cristina e Owen, anche se ormai le carte del divorzio sono pronte per essere firmate.

Sul piano clinico, protagonista della puntata è la delicata operazione di Adele che Meredith e la Bailey riescono a portare a termine con successo, ma noi che guardiamo medical drama dai tempi di General Hospital lo sappiamo che, quando un intervento è difficile, il momento del post operatorio è determinante. Lo sarà anche in questo caso.


4
marzo

GREY’S ANATOMY 9: SI SPOSERA’ LA BAILEY NELLA NONA PUNTATA?

Grey's Anatomy 9

Nella nona puntata di Grey’s Anatomy 9 al Seattle Grace è il giorno in cui i medici dovrebbero togliere i camici e indossare gli abiti della festa. L’occasione è il matrimonio della dottoressa Bailey che finalmente dovrebbe convolare a nozze con il bell’anestesista. Usiamo il condizionale, perchè vi ricordiamo che l’autrice di Grey’s Anatomy è Shonda Rhimes e quindi tutto può accadere. Tipo che qualcuno di molto vicino alla sposa si senta male con il tempismo della telefonata che arriva proprio nell’attimo in cui uno deve scolare la pasta.

Le curiosità sono due. La prima riguarda i vestiti delle tre damigelle scelte, Arizona, Callie e Meredith, trio da cui chissà perchè è stata esclusa la “dolce” Cristina. La seconda è scoprire se Jackson e April andranno insieme al matrimonio. In una nuova coppia, si sa,  il momento della prima cerimonia ufficiale è molto delicato. Intanto, ha fatto il suo ingresso nella serie Neve Campbell, che interpreta Lizzie Shepherd, una delle sorelle di Derek, che si ricordano di lui o quando deve aiutarle in qualche intervento dall’alto rischio di mortalità o quando devono farsi operazioni che nemmeno Tom Cruise in Mission Impossible.

Abbiamo però nominato matrimonio troppe volte. Dobbiamo bilanciare. Divorzio. Quello tra Cristina e Owen. E se Meredith, in versione “la pettegola del quarto piano”, venisse a sapere che lui vuole divorziare solo per questione attinenti alla causa contro la compagnia aerea e lo riferisse a Cristina?