Reality/Talent Show


9
dicembre

DA COLOGNO AL BRASILE… ALLA RICERCA DELLA NUOVA LOCATION DE LA FATTORIA

La Fattoria @ Davide Maggio .itCosa andrà a fare un gruppo di autori biscioniani in terra brasiliana?

Dicono che il gruppo autorale di cui sopra sia pronto a lasciare la corte di Paola Perego, questa settimana, per volare in Brasile e scegliere la nuova location della prossima edizione de La Fattoria.

Inizierebbe a trovare conferma, dunque, la notizia lanciata dal quotidiano Libero che annunciava l’arrivo di una nuova edizione del reality show che fu di Daria Bignardi e Barbara D’Urso per la nuova stagione primaverile.




5
dicembre

LA PEREGO CONDURRA’ LA FATTORIA SU CANALE 5?

La Fattoria @ Davide Maggio .it

Chi diceva che la stagione 2008/2009 avrebbe decretato la fine dei reality show si sbagliava di grosso. Il genere sta vivendo una nuova vita e Mediaset, che ne è stata la capostipite con Il Grande Fratello, sta pensando di rispolverare un suo vecchio cavallo di battaglia.

Secondo le indiscrezioni del quotidiano Libero, diretto da Vittorio Feltri, a febbraio Canale 5 potrebbe riproporre La Fattoria, già portato al successo da Barbara D’urso (dopo una prima edizione condotta da Daria Bignardi) e riproposto per tre volte sino alla sostituzione col pessimo “Un, due, tre Stalla” salvato da un sonoro flop grazie all’intervento autorale dello staff di Maria De Filippi. Lo show dovrebbe andare in onda il giovedì o la domenica. Alla conduzione la regina delle talpe Paola Perego.

In effetti proprio la dirigenza di Cologno Monzese annunciò, mesi fa, la preparazione di un nuovo progetto per Paola Perego, che avrebbe dovuto appropriarsi della domenica di Canale5. Se la notizia dovesse essere confermata, aspettiamoci fuoco e fiamme. La Perego riuscirà a risollevare gli ascolti in calo di Canale 5 a colpi di trash succulento e gossip “innalza share”?

Rispondi al sondaggio nella seconda parte del post:


4
dicembre

E’ “DELIRIO” NELLA SCUOLA DI AMICI

Irene Grandi - Amici @ Davide Maggio .it

Pensavate che la duplice presenza di Irene Grandi alla corte di Maria De’ Miracoli fosse casuale? Vi sbagliavate. La promozione del disco di Natale dell’artista toscana a C’è Posta per Te e ad Amici sta, infatti, per essere ricambiata.

Irene Grandi è pronta a portare nel talent show più famoso della penisola Delirio, un pezzo scritto appositamente dalla cantante per l’allieva Martina, 21 enne, romana, caposquadra della Luna.

La “consegna” è prevista proprio questo pomeriggio all’interno della scuola di Cinecittà (ancora per poco). Ma Irene Grandi non sarà la sola artista a varcare le soglie dello show defilippiano.

Scopri chi entrerà nella scuola domani:





4
dicembre

LA NUOVA SFIDA DI MARANO: X FACTOR AL LUNEDI’ CONTRO IL GF. SI PARTE IL 12 GENNAIO

X Factor 2 - Francesco Facchinetti, Simona Ventura, Morgan e Mara Maionchi @ Davide Maggio .it

Sarà il lunedì la serata dedicata alla seconda edizione di X Factor. E’ questa la scelta del direttore di Raidue Antonio Marano che si è visto costretto a spostare il talent show per non scontrarsi con il carrozzone di Amici. La partenza è prevista per lunedì 12 gennaio per tredici prime serate.

Tredici settimane in cui X Factor si scontrerà con il Grande Fratello, confermato, per la seconda edizione consecutiva, alla difficile serata del lunedì. Il padre di tutti i reality show contro un talent show che ha stentato negli ascolti ma che è riuscito a diventare un cult su internet e tra gli amanti della musica. “Una non scelta”, ha confessato Marano a Il Velino riferendosi al coordinamento dei palinsesti e alla necessità di non pestare i piedi a Fabrizio Del Noce. “Una sfida che ci possiamo permettere. Sfideremo Canale5 senza l’assillo dello share. Che ‘X Factor’ faccia il 9 o il 12, che differenza fa…”.

Marano continua a puntare l’attenzione  sulla qualità del talent show piuttosto che sugli ascolti. Anche se tutti sperano in una crescita del gradimento visto il boom di vendite di Giusy Ferreri e la buona partenza della striscia quotidiana dei casting che supera il 7% di share (due punti in più rispetto alla prima edizione).


3
dicembre

NEW ACTOR’S GENERATION, UN TALENT SHOW ALL’OMBRA DEL VESUVIO

New Actor’s Generation @ Davide Maggio .itDopo l’avvio dei reality, sembra essere finalmente arrivato il momento dei “cugini” talent show, complice il successo di trasmissioni come “Amici di Maria De Filippi” ed “X-Factor” .

Mentre la tv di stato e le reti Mediaset sembrano particolarmente interessate al genere, testando numeri zero che già dalla prossima stagione potrebbero essere sperimentati, qualcosa di più concreto si muove a livello locale e satellitare. Un progetto ambizioso, ideato per un’importante emittente televisiva campana, che troverà spazio anche spazio anche su satellite e digitale terrestre: “New actor’s generation”.

Il programma, condotto da Ciro Sannino con la partecipazione di Genny Di Maso, si rivolge a 40 attori, a loro volta suddivisi in quattro categorie: cabaret, musical, drammatico e comico. Una scrematura, di puntata in puntata, tra esilaranti numeri spettacolari porterà ad un’attesa finalissima dove a giocarsela ci sarà un poker vincente composto dai quattro artisti che si contenderanno premi di tutto rispetto come una borsa di studio per studiare in un’importante accademia dello spettacolo a Roma oppure il coinvolgimento in una produzione teatrale in cantiere.





28
novembre

INTERVISTA ESCLUSIVA ALLA TALPA FRANCO TRENTALANCE: “VORREI PASSARE UNA NOTTE DI SESSO CON PAMELA ANDERSON”

Franco Trentalance @ Davide Maggio .it

Quest’oggi vi riproponiamo la seconda parte dell’intervista che Franco Trentalance, concorrente de La Talpa, ci ha rilasciato in esclusiva per il web lo scorso 9 ottobre.

Qualora aveste perso la prima parte, la trovate qui. Buona lettura. (Al termine dell’intervista una fotogallery di Franco Trentalance)

  • Se tua figlia dovesse intraprendere la tua stessa carriera, cosa le consiglieresti?

Se lo facesse per soldi sarebbe meglio la escort, se per pura voglia di sesso le darei il nome di qualche collega da portarsi a casa.

  • Meglio pornoattrice o –ina (velina, meteorina, letterina)?

Non saprei, ci sono pro e contro in ogni professione.

  • Descriviti con tre aggettivi.

Serio, onesto e affidabile.

  • Sei mai sceso a compromessi?


28
novembre

ALLA TALPA TUTTO E’ COME SEMBRA: TRENTALANCE E’ LA TALPA, KARINA TRIONFA

Si è conclusa la terza edizione della Talpa, reality-game targato Italia Uno, che, soprattutto nel corso delle ultime settimane, ha sbaragliato la concorrenza, ottenendo, in termini di ascolto e gradimento del pubblico, risultati più che lusinghieri, ben oltre le più rosee aspettative della vigilia.

Procediamo, perciò, con ordine, e ripercorriamo le tappe fondamentali dell’ultima puntata. Alle 21.10, con insolita puntualità, si parte. Dopo 1176 ore di duro lavoro, fatto di sabotaggi, finzioni e bugie, per la talpa arriva il momento della resa dei conti. Come da noi anticipato, nel pomeriggio, i 5 finalisti raggiungono lo studio a bordo di un’automobile, intonando, con entusiasmo, manco fossero in gita con il centro anziani, improponibili stornelli napoletani. Paola Barale elegante acconciatura alla Grace Kelly, ma inguardabile abito stile Alì Babà, si affretta a fare marcia indietro su alcune dichiarazioni, rilasciate qualche anno fa, tutt’altro che benevole nei confronti del genere reality. Ahi, ahi, cara Paola, mai sputare nel piatto dove, presumibilmente, potresti, un giorno, finire a mangiare! Mentre Vincenzo, ribattezzato (In)Cantatore, sposta gli immancabili disgustosi rettili da una teca all’altra con la stessa rapidità e la stessa disinvoltura con cui, abitualmente, Melita cambia fidanzato, ecco la futura moglie di Clemente Russo così sobriamente agghindata che la povera Perego, in più di un’occasione, rischia di scambiarla per una  aspirante parrucchiera che ha interrotto il suo corso di studi dopo la lezione sulla cotonatura anni ‘80 o, peggio, per una collega di Trentalance.

Alle 21.46 arriva il momento tanto atteso da milioni di italiani: Karina, colpita da raucedine fulminante, improvvisamente afona? Macchè! Più semplicemente, Pasquale è fuori. Incalzato da un raffinatissimo Tonon  che palesa la sua disponibilità a depilarsi i peli pubici, il buon Pasquale si difende come può e, sorprendentemente, senza far ricorso a nemmeno mezzo proverbio. Frattanto arrivano in studio alcuni rappresentanti della famiglia zulu intonando il motivetto tormentone che, già da qualche tempo, ha sostituito nel cuore degli italiani quello del gattino Virgola e della bella topolona. I più informati mormorano che i simpatici zulu non siano qui né per una visita di cortesia, né per uno scambio culturale, ma, esclusivamente, per chiedere, allo Stato italiano, un cospicuo risarcimento per gli incommensurabili danni psicologici provocati loro dalla convivenza forzata con Karina e Pasquale, nonché dall’indimenticabile visione, appena sveglia, di Joker, alias Fiordaliso. Temo che loro, giustamente, non si accontenteranno di una misera social card!


27
novembre

DE MOL: IL FORMAT ORIGINALE DE LA TALPA (AL TERMINE ALCUNE ANTICIPAZIONI SULLA FINALE DI QUESTA SERA)

The Mole (La Talpa USA) @ Davide Maggio .it

In attesa della finalissima de La Talpa 3, noi di DM siamo andati ad indagare sulla nascita di questo format tanto fortunato. Qualcuno potrebbe pensare all’America come suo luogo di origine, ma in realtà, in questo caso, l’idea nasce nella vecchia Europa e precisamente in Belgio, prodotto dalla Woestijnvis, società belga. Il nome originale del format è De Mol (The Mole, in inglese), che in lingua fiamminga vuol dire appunto “la talpa” ed è stato creato nel 1999 da Michiel Devlieger, Bart de Pauw, Tom Lenaerts e Michel Vanhove.

Trasmesso per la prima volta su VRT (Vlaamse Radio- en Televisieomroep), la televisione di Stato fiamminga, il geniale format si è aggiudicato nel 2000 uno dei premi più prestigiosi del settore ovvero la Rose d’Or (Golden Rose) e, in seguito, è stato licenziato in quaranta paesi di tutto il mondo, tra cui Australia, Svezia, Regno Unito, Norvegia, Danimarca, Ungheria, Paesi Bassi, Israele, Germania, Polonia, Nuova Zelanda, Stati Uniti e naturalmente Italia.

Non tutti però immaginano che il gioco è destinato a concorrenti non famosi: potremmo dire, alla maniera della Ventura, che i partecipanti sono tutti NIP, ognuno con una professione caratteristica (medico, avvocato, grafico, ecc.). Il meccanismo di gioco è identico a quello italiano ma ciò che varia da paese a paese sono le prove a cui i giocatori devono sottoporsi. Alcune sono decisamente spettacolari e cariche di suspance.

Scoprile dopo il salto: