Reality/Talent Show


15
maggio

GLI AMICI DI MARIA TORNANO A SFIDARSI: LIVE DA TORINO IL GRAN PREMIO DEL TALENTO

Gran Premio del Talento Amici di Maria De Filippi @ Davide Maggio .it

Un Gran Premio del Talento con la finalità di premiare uno fra i fuoriclasse usciti dalla scuola di Amici: sarà questo lo scopo dello speciale che Maria De Filippi condurrà in Piazza San Carlo a Torino, sabato 16 maggio 2009 alle 21:00. L’evento si inserisce nel quadro degli eventi programmati per la due giorni del “villaggio digitale“, allestito in occasione dello switch over nelle province di Torino, Cuneo, e in parte Asti, che vedranno spegnersi il segnale analogico a favore di quello digitale.

In questo nuovo appuntamento con la scuola della musica, sei cantanti e sei ballerini si sfideranno per eleggere un campione per ognuna delle due categorie di appartenenza. I due vincitori, uno per la categoria danza e uno per il canto, si affronteranno poi in una sfida finale che decreterà il vincitore assoluto di questo speciale, nel quale rivedremo alcuni volti storici del talent show. La squadra del canto sarà composta da: Giulia Ottonello (2°edizione), Antonino Spadaccino (4°edizione), Karima Ammar ( 6°edizione) e Alessandra Amoroso, Luca Napolitano e Valerio Scanu (8°edizione); Quella del ballo invece vedrà protagonisti: Anbeta Toromani (2°edizione), Leon Cino (3°edizione), Christo Martinez (6°edizione), Francesco Mariottini (7°edizione) e Alice Bellagamba e Adriano Bettinelli ( entrambi 8°edizione).

L’esito delle sfide sarà deciso tramite il giudizio di una commissione di giornalisti ed esperti composta da Daniel Ezralow e Mia Michaels, coreografi di fama internazionale, Giuseppe Carbone direttore del Teatro San Carlo di Napoli , i critici musicali Mario Luzzatto Fegiz, del Corriere della Sera, Luca Dondoni del quotidiano La Stampa e Paolo Giordano de Il Giornale, il presidente di Sony Bmg Rudy Zerbi, il presidente di Emi Italia Marco Alboni, il presidente di Universal Alessandro Massara e il Direttore Artistico Warner Music Italia Marcello Balestra. E chi non potrà essere fra il pubblico che assisterà allo show dal vivo può stare tranquillo, la sfida-evento di Torino sarà registrata e trasmessa su Canale 5 a data da destinarsi.




8
maggio

IL TALENTO E I TALENT SHOW, LA NUOVA OSSESSIONE DEGLI ITALIANI. FARANNO LA STESSA FINE DEI REALITY?

Talent Show

Non è nelle sue corde“, “Non mi trasmette niente“, “Mi emoziona“, “Ha un timbro particolare“. Sono questi i nuovi commenti degli italiani che non riescono a fare a meno dei talent show più in voga sul piccolo schermo del Belpaese. Telespettatori improvvisamente diventati eccellenti docenti di danza e prestigiosi vocal coach, pronti a decretare il successo di un ballerino o la sonora bocciatura di un cantante in erba.

Si, il tubo catodico nostrano è foriero di una nuova moda, quella dei talent show, che ha repentinamente soppiantato il “fenomeno” precedente che vedeva nell’uso e nell’abuso dei reality show l’unico appiglio mediatico per sperare di far impennare la colonnina dello share. E se risulta decisamente più apprezzabile questa nuova “corrente di pensiero” che vede nello scouting televisivo il più alto indice di gradimento da parte del pubblico, è altrettanto vero che il pericolo è dietro l’angolo.

Sembra riproporsi, infatti, la stessa situazione di alcuni anni fa quando, erroneamente, secondo l’opionione di chi vi scrive, i reality show vennero dati per spacciati, non riconoscendo che ad essere spacciata era, invece, la linea editoriale della quasi totalità delle emittenti che sperava nella produzione e realizzazione di uno show del genere per rintracciare un pubblico latitante che non solo ha continuato a latitare ma, avendo imparato a scegliere, ha conseguentemente decretato dei sonori flop per molti dei reality proposti. Illo tempore parlai di “reality a tutti i costi”. La conferma della floridezza del genere è arrivata, al contrario, proprio nel corso di questa stagione quando programmi come L’Isola dei Famosi e il Grande Fratello, forti di uno staff autorale pronto a garantire contenuti, hanno riscosso successi eclatanti e, per alcuni aspetti, decisamente meritati.


6
maggio

BOOM! ROSSANO RUBICONDI NEL CAST DI “CUPIDO” ACCANTO A FEDERICA PANICUCCI. ECCO I DETTAGLI DELLO SHOW

Cupido: Federica Panicucci, Rossano Rubicondi, Alessandro Meluzzi, Riccardo Sorrentino

Riportiamo questo post del 18 aprile in home page vista la partenza dello show, questa sera alle 21.10 su Italia1

 

Non solo Belen Rodriguez. Sembra che l’ultima edizione dell’Isola dei Famosi abbia colpito nel segno con i protagonisti della presunta love story hondurena, presto destinatari di allettanti proposte professionali che hanno dapprima visto la “Coronata dell’anno” nei panni di primadonna dello show di Fatma Ruffini, Scherzi a Parte, ed ora sembrano essere indirizzate a Mr. Trump, pronto a debuttare, anch’egli, sugli schermi del Biscione.

Rossano Rubicondi affiancherà, difatti, Federica Panicucci in Cupido, il nuovo programma di Italia1 che, come da noi anticipato, arriverà in prime time dal 6 maggio prossimo con l’obiettivo di far scoccare l’amore tra cacciatori/cacciatrici che non hanno mai avuto il coraggio di dichiararsi alle loro “prede”, ignare dei sentimenti degli spasimanti. L’avvicinamento alla preda sarà scandito da una serie di candid camera che serviranno a carpire passioni, gusti ed attitudini del “malcapitato” e risulteranno utili al cacciatore/cacciatrice per… colpire nel segno.

Proprio le candid saranno passate al vaglio da una “commissione di esperti” che cercherà di studiare a fondo la preda per fornire al cacciatore tutti gli strumenti utili a conquistarla. Ad animare questa singolare “stanza dei bottoni”, oltre a Rossano Rubicondi, è pronto a far bella mostra di sè anche il prezzemolo di nostra signora televisione, il Professor Meluzzi, che ci si chiede quando riesca a trovare il tempo per svolgere serenamente la propria professione. Quella di psichiatra, s’intende. A completare la triade l’astrologo Riccardo Sorrentino.





3
maggio

CHI VUOL ESSERE…UN BOIA?

Christophe Nick

In più di un’occasione avevamo avvertito l’inquietante sentore che i partecipanti ai reality fossero disposti a tutto, davvero a tutto, pur di saziare la loro incontenibile fame di notorietà, appagare i loro irrefrenabili impulsi esibizionistici e soddisfare la loro indole inguaribilmente egocentrica. Eppure nessuno, forse, aveva preso in seria considerazione l’ipotesi che questi sciagurati avessero la giusta dose di sadismo, immoralità e coraggio per trasformarsi addirittura in apprendisti boia.

Nessuno, forse, tranne il regista francese Christophe Nick che da cinque anni lavora alla realizzazione di un reality shock i cui partecipanti, pur di raggiungere l’agognata vittoria finale, sono disposti a far fuori i propri avversari fulminandoli con una scarica elettrica. Ebbene sì, avete capito bene, esiste gente che, in barba ai numerosi appelli umanitari per debellare questa arcaica e incivile forma di castigo, è pronta ad accettare la provocazione e a farne uso in uno show televisivo.

L’obiettivo che Zone Xtrème, in onda a partire da fine anno su France 2, si propone è proprio quello di denunciare la pericolosa deriva cui rischiano di andare incontro i reality, non a causa di spregiudicati e immorali produttori televisivi, come molti di voi pensano, quanto, piuttosto, a causa di partecipanti sempre più disumani e crudeli.


1
maggio

ANDREA VERDESCA, ELIMINATO IERI DA VUOI BALLARE CON ME, SI CONFESSA A DM: “HO LOTTATO TANTO E CERTO NON MI FERMO QUI”

Andrea Verdesca - Vuoi Ballare con Me?

Alto, biondo, occhi azzurri, un principe azzurro la cui favola televisiva, purtroppo, non è stata coronata dall’agognato lieto fine. Andrea Verdesca, infatti, è il concorrente eliminato da “Vuoi ballare con me?” , il talent show, targato Sky, che ha riconsegnato al piccolo schermo Lorella Cuccarini.

Il ventiduenne leccese, trapiantato a Roma da qualche anno, all’indomani della sua eliminazione, ha rilasciato a DM le sue prime impressioni a caldo.

  • Quale è stato, Andrea, il tuo primo pensiero al momento del verdetto?

Beh, in realtà, un po’ me l’aspettavo. Ritenevo difficile passare indenne alla seconda nomination consecutiva. Ho provato, comunque, grande delusione e rammarico per l’interruzione così precoce di un’esperienza davvero entusiasmante.

  • Perché, secondo te, il pubblico ha preferito la famiglia Xu?

Oltre alle indubbie doti artistiche di Ruichi, penso che la loro immagine, a livello televisivo, sia risultata più attraente e simpatica agli occhi degli spettatori.

  • Hai qualcosa da rimproverarti?

No. Mi spiace solo non aver avuto tempo di dimostrare pienamente le mie qualità artistiche e soprattutto umane. Ho avuto grossi problemi fisici e la sorte mi ha assegnato coreografie che certo non rientravano nelle mie corde. Una coreografia è come un abito che deve essere cucito addosso al danzatore, purtroppo le mie mi calzavano malissimo.

  • Come giudichi la performance di mamma Patrizia?





25
aprile

ACADEMY, LE SCHEDE DEI CONCORRENTI

  • DANZA CLASSICA

Barbara BevilacquaBARBARA BEVILACQUA

Età: 19
Nata a: Lecce
Vive a: Milano

A 15 anni vince una borsa di studio per il balletto di Toscana e si trasferisce, da sola, a Firenze. Ora studia come borsista alla Giovane Compagnia di Milano.

Per lei ballare è: “un bisogno, una necessità”.

.

Giuseppe CuratoloGIUSEPPE CURATOLO
Età: 20
Nato a: Erice
Vive a: Palermo

Già a 3 anni ballava in casa. A 5 costringe i genitori a iscriverlo nella scuola di danza che frequentava la sorella. Da allora ha seguito corsi all’Accademia Nazionale di Roma, Carcano di Milano e al Balletto di Toscana.

Per lui ballare è: “il mio ossigeno. Quando ho problemi o preoccupazioni ballo e tutto passa”.

Altagracia Elisabeth Sandoval PenaALTAGRACIA ELISABETH SANDOVAL PENA
Età: 23
Nata a: Santo Domingo
Vive a: Volta Mantovana (MN)
Inizia a studiare danza moderna a 10 anni, e l’anno successivo inizia anche con il classico. Dopo l’audizione al Carcano si perfeziona con la classica, la contemporanea Graham, e la danza moderna. Ha studiato anche balli latino americani e pianoforte (per 8 anni).

Per lei ballare è: “l’unico mezzo di espressione, quando mancano le parole o i gesti adatti”.

Vito Antonio ColapintoVITO ANTONIO COLAPINTO
Età: 19
Nato a: Acquaviva delle Fonti (BA)
Vive a: Torino
Inizia all’età di 3 anni e mezzo studiando danza classica, la sua specialità. Ha anche praticato danza moderna, jazz e contemporaneo per cinque anni, frequentando inoltre qualche lezione di Flamenco.

Per lui ballare è: “dire ‘tutto’ sarebbe riduttivo. E’ quello che mi fa dimenticare ciò che accade intorno a me, che mi aiuta a vivere”.


25
aprile

A CONTRASTARE L’ESORDIO DI ACADEMY I CASTING DI AMICI E UNA PUNTATA RICCHISSIMA DI VERISSIMO. E’ APERTA LA NUOVA SFIDA TRA TALENT SHOW

Amici contro Academy Sfida dei Talent Show @ Davide Maggio .it

Partirà oggi alle 14:00 sugli schermi italiani la nuova sfida del talent nostrano; a fronteggiarsi saranno Academy, in onda su Raidue per una lunga diretta di tre ore, e Amici Casting, che su Canale 5 si propone di trovare i nuovi cantanti e ballerini che occuperanno i banchi della scuola di Maria De Filippi.

Protagonista per la Rai è, dunque, la danza con Academy, che dopo una non proprio brillante fase di casting passa alla diretta condotta dalla brava Lucilla Agosti, e si affianca idealmente ad X Factor, che invece è completamente dedicato alle ugole d’oro. A sfidarsi saranno ventiquattro ballerini, selezionati da Luciana Savignano, Raffaele Paganini e Little Phil, rispettivamente i loro insegnanti di danza moderna, classica e hip hop, sotto la supervisione di una preside d’eccezione, la scrittrice Barbara Alberti. Durante la puntata del sabato vedremo i ragazzi sfidarsi ed esibirsi dopo le lezioni ricevute in Accademia, dove la loro vita viene spiata dall’occhio delle telecamere 24 ore su 24, così come accade nel format spagnolo del programma, dal titolo “Fama“, che in terra iberica gode di incredibile successo presso il pubblico più giovane.

Per Mediaset, invece, dopo l’esordio in cui abbiamo avuto modo di conoscere i probabili nuovi professori, continua l’appuntamento con Amici Casting; a poco più di un mese dalla chiusura dell’ottava edizione del talent show, la scuola dello spettacolo di Cinecittà ha riaperto i battenti per esaminare i giovani talenti che ambiscono ad un banco per il prossimo anno scolastico. Nuovi prof ma anche nuove possibilità di ingresso per gli aspiranti alunni: se lo scorso anno era stata introdotta la categoria dei cantautori, dalla nona edizione possono partecipare anche tenori e musicisti.


24
aprile

ACADEMY, UN PASSO IN PIU’ D’IDENTITA’ DI RETE. DA DOMANI, SU RAIDUE. NESSUN PREMIO AL VINCITORE

Academy Lucilla Agosti @ Davide Maggio .it

Un Passo in più d’identità di rete. Il Direttore di Raidue, Antonio Marano, ha aperto così la conferenza stampa questa mattina di Academy, il nuovo talent show di Raidue, in onda da domani, ogni sabato, alle 14 su Raidue con la prima puntata settimanale. Un programma – continua Marano - che ha una ben precisa priorità: quella di privilegiare il talento rispetto alla visibilità, aspirando ad essere un giusto connubio tra il fare tv e adempiere le funzioni che spettano al servizio pubblico.

Una missione affidata a Luciana Savignano, Raffaele Paganini e Little Phil, maestri d’eccezione rispettivamente di danza moderna, classica e hip hop, che dovranno seguire e “raffinare” i 24 ballerini in gara sino all’incoronazione del vincitore, il prossimo 10 giugno in prima serata su Raidue. A capo della scuola una Preside d’Eccezione, Barbara Alberti che ha anticipato quelle che saranno le principali caratteristiche che contraddistingueranno il suo ruolo all’interno dell’Accademia: antipatia e ignoranza, utili a redigere un “verbale dell’anima” lungo 8 settimane. A raccontare queste settimane il “popolo di Raidue” troverà Lucilla Agosti, nuovo volto della rete di Marano. “Sono molto serena – dice Lucilla Agosti – e non vedo l’ora di iniziare, perché la danza è una cosa che sento molto vicina a me. Io cercherò di essere me stessa, e la cosa più importante per me sarà avere credibilità agli occhi dei ragazzi, rispettando sempre il mio ruolo di filo conduttore tra loro e gli insegnanti. Un ruolo che mi permetterà comunque di poter essere un appoggio o un sostegno, ma sempre imparziale”.

In accademia i ragazzi vivranno 24 ore su 24 sotto lo sguardo delle telecamere. A scandire le giornate, l’orario – ferreo – delle lezioni: sveglia all’alba, colazione alle 8.00, inizio dei corsi alle 9.00, un paio d’ore di pausa pranzo e poi ancora in pista fino a tardo pomeriggio. Ma le “aule” rimangono sempre aperte per chi desidera o è obbligato a fare gli straordinari per migliorarsi.

Nella seconda parte del post il regolamento del programma e una curiosità: