L'Eredità


27
gennaio

L’EREDITA’: IL PREMIO OSCAR NICOLA PIOVANI DIFENDE LA GHIGLIOTTINA DAL QUALUNQUISMO ‘INTELLETTUALE’

L'Eredità- la ghigliottina

Qualcuno che (finalmente!) reagisce al qualunquismo, quel vizietto snob che colpisce spesso gli intellettuali quando si parla di televisione. Non viviamo certo nel migliore dei mondi mediatici possibili ma onore al merito a Nicola Piovani che, in barba all’idea della cultura che rimpiange Pasolini maledicendo la tv praticamente ad ogni istante, si schiera e ci mette la faccia. E lo fa pure con determinazione.

Esce allo scoperto addirittura a difesa de L’eredità e della sua leggendaria ghigliottina, un segmento calamita capace di attirare nel tempo anche autori di format stranieri, e, al di là di tutto, meritevole di resistere indenne all’usura del tempo in un contesto mediatico che polverizza tutto in maniera frenetica. A destare la rabbia di Piovani è un articolo apparso su Il Venerdì, l’inserto chiccoso di Repubblica. In particolare una frase, piuttosto denigratoria, di Ruggero Cappuccio così preso dal disquisire amabilmente, e in tono apocalittico, del degrado culturale del Belpaese da trascendere in una leggerezza, che ha la colpa principale di generalizzare all’eccesso. Questa l’espressione incriminata:

“Prima del Tg 1 propinano quiz con domande per pazienti in stato crepuscolare”




15
settembre

PRESERALE, TG E ACCESS: RAI 1 E CANALE 5 IN EQUILIBRIO SU TRE FRONTI. QUANTO DURERA’?

Avanti un altro - Paolo Bonolis

Se è vero che la nuova stagione tv non è ancora entrata completamente nel vivo, da lunedì 5 settembre ha preso il via una delle rivalità più attese dell’anno: L’Eredità vs Avanti un altro. Una sfida, questa, che animerà tutta la stagione televisiva, almeno fino a quando Rai e Mediaset non comunicheranno la personale vittoria della garanzia.

In questo primo scorcio di stagione, i riflettori si sono accesi sul preserale delle due ammiraglie, che già dai primi risultati regala qualche (inaspettata?) riflessione. Un fattore che va subito a confortare Canale 5, da troppo tempo agonizzante in quella fascia, è che il nuovo programma di Paolo Bonolis, oltre a tallonare la corazzata guidata da Carlo Conti, porta sorrisi (e punti) anche al tg delle 20.00. Vero è che una decina di puntate (di fine estate) non fanno primavera, però se il buongiorno si vede dal mattino quelle del “milionario” Gerry Scotti non possono certo considerarsi notti tranquille.

Emblematica è stata la serata d’esordio, che ha vissuto di un equilibrio tra Rai 1 e Canale 5 prolungatosi fino all’access prime time e che, nei giorni a seguire, ha confermato un avvincente testa a testa su tre fronti. Ad oggi, infatti, entrambe le reti hanno di che gioire: a Viale Mazzini tirano un sospiro di sollievo perchè lo spauracchio Bonolis risulta, almeno per ora, “solo” ingombrante, mentre a Cologno sorridono sulla tenuta del nuovo preserale, fascia preziosissima per gli investitori pubblicitari tanto da essere definita in gergo ‘la banca’.

L’Eredità e Avanti un altro si attestano in media sui 2 milioni e mezzo di spettatori, con uno scarto a favore del quiz di Rai 1 di circa due punti di share (20,09% vs 18,24%). Nei due giochi finali, invece, L’Eredità con la Ghigliottina (3.767.000 – 22,03%) supera la concorrenza di appena mezzo milione di spettatori e circa tre punti di share. Un testa a testa cui, come già detto, segue quello tra i due telegiornali: il Tg1 aggancia la media del 22% di share (circa 4 milioni e mezzo di spettatori), col Tg5 appaiato al 20% (e sopra i 4 milioni di “appassionati”).


11
settembre

CARLO CONTI: ‘NESSUNA RIVALITA’ CON BONOLIS’. E SU SANREMO: ‘NON HO TROVATO IL BRANO GIUSTO’

Carlo Conti

La mossa di anticipare la partenza di due settimane, in modo da non avvantaggiare la “nuova” concorrenza di Avanti un altro, si è rivelata vincente. L’Eredità, condotta per la sesta edizione consecutiva da Carlo Conti, ha per ora arginato lo spauracchio Bonolis, approdato in pompa magna lì dove, da qualche annata, faticava il “milionario” Gerry Scotti. Dopo un testa a testa di inizio settimana, complice anche la curiosità per il nuovo quiz del Biscione, L’Eredità sembra confermare la propria leadership in quella fascia. Ed è ovviamente soddisfatto il conduttore, che afferma però di non “soffrire” di nessuna ansia da auditel:

“Non è che ne vado pazzo, ci dormo la sera, però ogni mattina mi arriva l’sms con i risultati (…) Prima c’era Gerry Scotti, ora c’è un altro grande campione, un ottimo professionista (Paolo Bonolis, ndDm). Io faccio il mio, la rivalità che c’è tra le reti non c’è tra noi conduttori” dichiara Carlo Conti al Corriere della Sera.

Il tempo, però, di godere dei primi frutti stagionali è breve. Da venerdì torna su Rai 1 con la quinda edizione de I Migliori Anni, un format tutto italiano e venduto nel resto del mondo. Alla visione della prima edizione esportata (in Spagna), dichiara di aver provato una delle più grandi emozioni della sua vita. Tornando, invece, alla versione originale, squadra che vince non si cambia e così confermatissima al suo fianco anche Roberta Morise, nonostante tra i due la storia d’amore sia inaspettatamente giunta al capolinea:





5
settembre

L’EREDITA’ SI RINNOVA CON I MAGNIFICI SETTE E SFIDA AVANTI UN ALTRO: RIUSCIRA’ A MANTENERE LA LEADERSHIP DEL PRESERALE?

Carlo Conti

Avanti un altro… gioco e tante altre novità per sfidare il nuovo preserale di Canale 5, condotto da Paolo Bonolis, e tentare di mantenere salda la propria leadership. L’Eredità, che da questo pomeriggio alle 18.50 torna a far compagnia al pubblico di Rai 1 (partenza anticipata di due settimane per non dare vantaggi alla “nuova” concorrenza), si appresta a vivere la sua decima edizione. Era, infatti, il 29 luglio 2002 quando Amadeus diede il via al programma, dal 2006 brillantemente condotto da Carlo Conti.

Tra le novità annunciate, oltre al cambio delle quattro professoresse (ecco chi sono), ci sarà il nuovo gioco “I Magnifici Sette” (da non confondere con “I Fantastici Quattro” della scorsa edizione, in cui i concorrenti dovevano associare ogni affermazione all’anno corrispondente): in ogni puntata verrà proposta una sorta di hit parade, una top seven da riordinare. I giocatori, infatti, dovranno sistemare nell’ordine corretto la classifica, che può “toccare” qualsiasi argomento, dai dischi più venduti in Italia alle città più popolate del mondo, dai fiumi più lunghi ai film con la maggiore durata.

Ma tante altre sono le novità che i concorrenti di questa nuova edizione dovranno affrontare per tentare l’assalto alla “Ghigliottina“, il fortunato gioco a ridosso del Tg1, in cui il giocatore “superstite” proverà a portare a casa il montepremi accumulato. Nuova sarà anche la scenografia, così come il logo che subirà qualche preziosa modifica.


3
settembre

ECCO LE NUOVE PROFESSORESSE DELL’EREDITA’ 2011 (FOTO)

Eredità - Carlo Conti con le Professoresse

Ludovica Caramis – conosciuta come ‘la maggiorata’ di Miss Italia 2009, Ludovica è nata a Roma il 29/07/1991, è una grande promessa per il settore fashion/glamour, si fa apprezzare per il suo fascino e la sua bellezza mozzafiato. La sua partecipazione a Miss Italia è stata parecchio discussa. Qualche info qui.

Eleonora Cortini – Eleonora Cortini, nel 2009 ha partecipato alla rassegna “Il Futuro? E’ uno Show” che per molti anni l’agenzia Vegastar di Pistoia ha realizzato a Casciana Terme e proprio nella finale che si è svolta nella cittadina termale, Eleonora ha vinto nella categoria “Presentatrici e show girl”.  Nel 2010 ha preso nuovamente parte alla rassegna che ha compiuto dieci anni ed ha trovato il consenso da parte della provincia di Pistoia con la realizzazione di diverse serate in tutta la provincia dove Eleonora si è vista anche nelle sue capacità di presentatrice.  Nella stagione 2010/2011 ha presentato insieme a Gaetano Gennai,il programma “Balla che ti passa” seguitissima trasmissione prodotta sempre da Vegastar e andata in onda nelle televisioni del circuito regionale e digitale terrestre. (via Il Tirreno)

Francesca Fichera – Francesca è (o era) la fidanzata del tennista livornese Volandri. Le uniche foto che si reperiscono in rete le pubblica il Corriere dello Sport e sono state scattate al Foro Italico durante il match del suo fidanzato contro Gulbis durante il quale Francesca… perde il controllo della gonna.

Laura Forgia - 24 anni, studentessa di Biotecnologie, è nata ad Ispra (VA). Seconda classificata a Miss Stresa 2007, Laura ha co-condotto insieme a Tommy Vee e Ciccio Valenti Talent 1. Al suo attivo partecipazioni nei seguenti programmi tv: L’Almanacco del Gene Gnocco (Rai3), Saturday Night Live (Italia 1), Oktagon (Italia 1), Sai cosa c’è di nuovo? (Canale10/Odeon tv), Scherzi a parte , Cuork (La7), Le Iene (Italia1).





23
agosto

AVANTI UN ALTRO: L’EREDITA’ ANTICIPA AL 5 SETTEMBRE PER SFIDARE BONOLIS

Carlo Conti

La stagione televisiva 2011/2012 sta per iniziare col botto. Il periodo estivo si concluderà con l’avvio della sfida televisiva più attesa, quella che potrebbe cambiare molti degli equilibri attuali. Complice un anticipo sui tempi di marcia del preserale di Rai1, dal 5 settembre 2011 al via il duello tra Avanti un Altro, nuovo game di Paolo Bonolis, e l’imbattibile Eredità.

Ebbene sì, lo show di Carlo Conti anticipa di due settimane la messa in onda (Reazione a Catena darà l’arrivederci ai suoi telespettatori il 3 settembre) per non dare vantaggi di nessun tipo al minaccioso avversario. Grandi sono le aspettative che Canale 5 ripone su un cavallo di razza come Paolo Bonolis, dopo le ultime due annate ‘fallimentari’ di Chi vuol esser milionario. E conoscendo il curriculum del conduttore romano c’è da scommetterci che quest’ultimo farà di tutto per ‘accontentare’ i suoi capi.

Comunque andrà il duello, per decretare il vincitore – ammesso che non ci sia un perenne testa a testa - bisognerà aspettare qualche settimana. Le battaglie tra preserali nei primi giorni di settembre dovrebbero essere meno indicative: l’effetto novità e la platea di pubblico meno numerosa potrebbero drogare i risultati. Lo sa bene Fiorello che con il suo Superboll partì bene prima di cedere definitivamente il passo ad In bocca al lupo condotto proprio da Carlo Conti.